Translate

mercoledì 31 ottobre 2012

Caro Di Pietro...

Caro Antonio Di Pietro, 
guardando Report, nella puntata del 28.10.2012, denominata " Gli Insaziabili "

ho capito perché alla mia email, Lei non ha mai dato seguito...

Già, attraverso l'email di risposta, che qui per diritti di privacy non riporto, non replica su quanto da me osservato e proposto, ma anzi devia su richieste elettorali... che nulla centravano, escludendo di fatto quanto io proponevo ( in maniera sincera ) e che strano a dirsi, proprio qualche giorno dopo, il programma Report ribadiva...
Certo alla fine della mia lettera, avevo posto proprio l'attenzione su una eventuale mancanza di volontà, perché quanto accaduto, potesse non succedere più, ponendo le basi per un maggiore controllo..., ma rivedendo appunto l'inchiesta di Sabrina Giannini... ho capito in maniera definitiva, che forse era proprio ciò che non si voleva, a differenza di quanto io avevo ingenuamente creduto!!!
Riassumo oggi quella mia lettera:
Caro Antonio,

leggo con dispiacere che, anche all'interno del tuo gruppo sono presenti mele marce...

Io purtroppo, appartengo a coloro che da sempre dedicano il proprio tempo, al lavoro e alla famiglia, e quindi la politica l'ho sempre vissuta dall'esterno, manifestando e criticando quando e se necessario, attraverso un mio Blog - liberi pensieri: http://nicola-costanzo.blogspot.it/ ....
... credo comunque che, in questo particolare momento politico, in cui tutti assistiamo ad inchieste su tesorieri, faccendieri, consiglieri e via discorrendo, disonesti... trovare oggi persone per bene è diventata quasi una rarità...!!!
Il problema di tutti gli uomini è sfortunatamente quello di sempre... cioè vendersi al migliore offerente, per così diventare anch'essi dei ladri!!!
E' la loro natura e non si tratta del quanto... perché non si accontenteranno mai... , continueranno imperterriti 

( chissà il termine corretto forse era proprio " insaziabili" ) 
a rubare, sempre di più, fin quando poi scoperti, come cani bastonati, vanno chiedendo pentiti, un perdono, che certamente non meritano...
Oggi ( parlo per la Sicilia e per le sue elezioni regionali ), questa nuova situazione la danneggia, in quanto, avrebbe potuto manifestare quel senso di onesta e pulizia, proprio come sta facendo Beppe Grillo, cioè, avrebbe potuto contare, su quanti, disillusi da questa politica marcia, andranno ad indirizzare questo voto di protesta, in un movimento nuovo, appunto quello di 5 Stelle, a cui Lei, in maniera parallela, avrebbe certamente potuto esprimere la sua, quale garante della legge e di quei valori che ormai, sono andati scemando...
Ed allora, in questa politica di rinnovamento, ho pensato di scriverle e sottoporle il mio nominativo ( spero comunque che non prenda questa mia richiesta, quale stravaganza....), quale controllore dei conti di gestione del suo partito ( frutto della mia esperienza lavorativa, dove..., il controllo e la verifica, sono requisiti fondamentali di una corretta gestione aziendale...)...

Inoltre a garanzia di quanto sopra,
posso assicurarle che nei confronti del sottoscritto, non è pendente alcun procedimento, non è stata mai pronunciata alcuna condanna e di non trovarmi in alcuna condizione ostativa... ed ancora, di non essere mai stato iscritto ad alcun partito, movimento o associazione...


In attesa di un Suo cortese riscontro, porgo Lei i miei più cordiali saluti.

Ecco, era in queste semplici  righe, che ponevo quei termini di cambiamento a cui forse, se mi avesse dato ascolto, oggi, non sarebbe con i suoi uomini, a discutere per il mancato superamento dello sbarramento del 5%, alle Regionali appena terminate...
Il successo di Beppe Grillo e del suo movimento, rientra in quelle stesse parole da me riportate, fare cioè la cosa più semplice, avere il coraggio di parlare alla gente in maniera chiara e sincera e ponendo in primis  se stessi, al giudizio degli altri...
Capisco che per farlo, bisogna essere senza macchia e senza alcun scheletro nell'armadio...; ma era ponendo queste premesse, che nasceva la mia proposta, cioè quella radicale pulizia, che dimostrasse sì di aver sbagliato, ma con l'intenzione, che attraverso quegli errori fatti, si iniziasse un nuovo rinnovamento del partito e dei suoi uomini..., ripartire nuovamente grazie a programmi semplici, chiari e costruttivi, ma soprattutto lontani, da quei legami, espressioni di partitocrazia e casta, da cui tutti vogliono ormai fare a meno... 
Giorno 14 Ottobre, pubblicavo nel mio Blog, un post " mani pulite o mani sporche ", ed alla fine scrivevo a proposito della mia candidatura a Tesoriere e/o controllore del Suo partito:
... ecco vede, le condizioni ci sono tutte ed a volte anche gli uomini si trovano... il problema è sempre quello di volerli realmente cercare... gli uomini giusti ai posti giusti e non decidere ( oppure compiacersi ) di porre persone incompetenti (... o con particolari tendenze...) in quei posti chiave, che successivamente possono dare adito a chiunque di pensare, che forse sono stati scelti e collocati lì, proprio per fare gli interessi di quel sistema, a cui in fin dei conti, non si vuole rinunciare...

lunedì 29 ottobre 2012

ahhhh... come godooooo....

Dopo mesi in cui tutti parlavano di rivoluzione... come preannunciato la rivoluzione l'abbiamo fatta noi...
Il Pdl è crollato... passato da quel granaio di voti che era la Sicilia, ad un partito che ormai sta sgretolandosi... e che a breve comincerà a scindersi...
Anzi se non fosse stato per la presenza del Sig. Nello Musumeci la disfatta sarebbe stata ancora più evidente...
Ora Alfano cerca di trovare le soluzioni, non si rende conto che ha perso il suo elettorato e non vuole vedere come stanno le cose: ha perso!!! Ed ora cosa fa, crede ancora alle favole che la sera, gli racconta il cavaliere...
Vince il Movimento 5 Stelle, vince Grillo, vincono i Siciliani che hanno deciso di svoltare pagina, vince anche Crocetta, che pur tra alcuni limiti, era preferibile allo stesso candidato del Pdl, almeno rappresenta qualcosa di nuovo...
Anche il partito dei siciliani è crollato..., l'ex presidente ha terminato la propria esistenza politica... i voti sperati non ci sono più... spariti, come quando gli amici spariscono, sapendo che nella tua vita qualcosa non sta andando più come una volta... ormai è tempo d'eclissi e pian piano vedrete che tutto diventerà buio...
Certamente, il candidato Miccichè si è difeso bene, i voti li ha raccolti ed è quarto tra i candidati presidenti, chissà forse l'errore è stato aver abbandonato presto quel progetto di Forza del Sud ed aver pensato di non farcela da solo chiedendo aiuto all'Mpa..., è stata questa a mio avviso la mossa peggiore!!!
Bene la politica di Bersani ed anche giusta la scelta dell'UDC appoggiando Crocetta... 
Per i restanti... soltanto mosche... non hanno superato lo sbarramento del 5%... e dire per qualcuno poteva essere un'occasione da prendere al volo, in particolare l'Italia dei valori che avrebbe dovuto sceglierli meglio i propri candidati, in particolare nell'indire on line le candidature, produrre un programma che operasse una taglio netto con il passato e con la partitocrazia, ma soprattutto fare quanto ha fatto Grillo, cioè parlare con le persone e mettere la propria reputazione davanti ai voti, dimostrare a tutti che il cambiamento era possibile e che passava una sola volta...
Ora quanto non fatto, si ripercuoterà a livello nazionale, dove i partiti, cadranno come carte di un castello, liberando il proprio spazio, a queste nuove forze emergenti e pian piano, anche questa seconda repubblica finirà...
Adesso che questo rinnovamento è giunto, vedremo cosa ci porterà, per adesso respiriamo quest'aria pulita, di cambiamento e soprattutto di speranza... 


Inizia lo scrutinio

Finalmente sono cominciate questa mattina le operazioni di scrutinio per le elezioni regionali...
Il dato più importante è stato dato ieri sera dopo la chiusura delle urne e cioè che a votare è stato il 47,42% pari a meno della metà degli aventi diritto...
Come si prevedeva, oltre la meta’ degli elettori ha disertato le urne..., un dato questo che non ha mai avuto precedenti nell'isola, ciò a dimostrazione, se c'è ne fosse stato bisogno, che i Siciliani sono molto amareggiati da questa politica e dai loro interpreti...
Adesso andremo a vedere cosa succede e speriamo che un po' di quel sistema venga finalmente eliminato, portandosi dietro anche coloro che finora ci hanno... marciato!!!
Ieri, mentre mi stavo recando a votare, c'erano ancora delle persone che messe lì davanti, chiedevano un voto per il loro preferito..., passano i tempi, ma i lecchini... restano sempre eguali, a voler confermare la mediocrità dell'individuo...
Speriamo che da queste votazioni, esca un messaggio chiaro ed inequivocabile dalle urne, che possa essere a breve trasferito a livello nazionale..., già credo che un primo segnale è stato questo partito del non-voto ed ora a seconda delle votazioni, vedremo se la prevista discesa a caduta libera del partito del Cavaliere e cioè del PdL e di quei partiti che finora l'hanno appoggiato avrà conferma e quanti tra quelli che si volevano proporre come alternanza...riusciranno a superare lo sbarramento del 5%...
A breve tutto sarà risolto e speriamo di non sentire dai segretari politici, le solite cazzate e giustificazioni, ad un fallimento preannunciato, ma di cui loro non hanno voluto sentire ragioni...
Il tempo delle mele...marcie... è ormai finito!!! Adesso è iniziato per Voi politici, quello delle banane..., come..., cosa ne dovete fare... provate ad usare l'immaginazione...

sabato 27 ottobre 2012

Si votaaaaaaa.......

Finalmente siamo a giunti alla fine, domani 28 ottobre, si vota per l'elezione del presidente della Regione siciliana e per il rinnovo dell'Assemblea regionale...
Ah..., non saprei dire, se non vedevo l'ora che tutto ciò finalmente finisse, oppure, se attraverso queste elezioni finalmente potesse iniziare qualcosa di nuovo...
Certo, ora bisogna attendere quanto l'astensionismo, possa condizionare le percentuali di voto, gli elettori sono indecisi, quasi smarriti, indecisi se presentarsi al voto perché ci possa essere la speranza che qualcosa migliori... o restarsene a casa, convinti che tanto alla fine, nulla potrà cambiare...
Siamo circa 4 Milioni e mezzo, gli elettori che domani hanno in mano il loro futuro, e sono in molti a gridare ai Siciliani di svegliarsi... ed ora potremo vedere se l'ipocrisia che ha sempre contraddistinto le ultime votazioni  avrà la meglio o se attraverso quel voto di protesta, si avrà la capacità di voler modificare l'attuale situazione...
Il desiderio dei cittadini è quello di voler mandare a casa la maggior parte di questi politici, volerli sostituire con persone nuove, forse poco preparate ma certamente oneste, quel voto di coscienza e non d'interesse, quest'unica voce che ci permette di imporre il nostro volere e di ricordare a coloro che si andranno a sedere su quelle poltrone, che se sono lì lo debbono principalmente a noi... 
Comunque per semplice  informazione, sappiate che eleggerete 90 deputati regionali, già dovevano essere 70 ma chissà perché... non essendo giunto in tempo il via libera alla legge di riforma costituzionale la riduzione non si è potuta effettuare...
In definitiva entreranno al Palazzo dei Normanni, 80 deputati eletti proporzionalmente nelle liste provinciali, oltre al presidente della Regione, al candidato governatore arrivato secondo e agli otto nomi presenti nel listino del vincitore....
Sono curioso di vedere come andrà a finire..., vedere quanti partiti raggiungeranno lo sbarramento del 5%, quanti non accederanno al Parlamento, quanti di quei politici andranno finalmente a casa, già..., secondo un sondaggio che leggevo stasera, sembra che dieci partiti non raggiungeranno lo sbarramento, alcuni forse era meglio che neanche si presentassero...
Penso comunque che alla fine, la pulizia andava fatta... e sono convinto che a seconda delle percentuali, questo voto siciliano, potrebbe rappresentare una svolta, anche a livello nazionale...
Ora dobbiamo solo augurarci, che questo nuovo parlamento, finite le promesse elettorali, inizia a lavorare seriamente sui problemi della nostra regione e di noi siciliani, a cominciare dalla ripresa economica e produttiva, al sostegno delle imprese, lotta alla disoccupazione, contrasto alla criminalità, al rilancio energetico e turistico...
Si, problemi ne abbiamo tanti..., ma se c'è da parte vostra, la volontà di volerli risolvere, state certi che in Noi, troverete sempre quell'appoggio necessario, perché tutti insieme, si possa definitivamente uscire, da questa crisi...

Siamo a - 1 e caro Crocetta, ti sei giocato il mio voto!!!


Caro Sig. Crocetta...,
ho letto su Live Sicilia, l'articolo riguardante lo scontro che sta opponendo Lei al Sig. Cancelleri del Movimento 5 Stelle è l'ho trovato veramente imbarazzante
La caduta di stile, ha cui è giunto pur di dare una spallata al candidato antagonista, non trova nessuna logica ed ancor meno comprensione...
Sono sempre stato lontano nell'accettare lo scontro offensivo, ancor più quando questo è palesemente gratuito e colpisce coloro che nulla centrano con certe argomentazioni...
Vede chi le scrive, non essendo mai stato iscritto ad alcun partito, ha sempre potuto esprimere il proprio voto, in maniera libera, senza alcun condizionamento e valutando volta per volta i programmi presentati, i candidati ed il momento storico generale che a seconda delle circostanze, poteva anche influenzarmi...
Quindi proprio la coalizione che la sta appoggiando, in particolare il PD, non ha mai rappresentato quel modello socialdemocratico a cui da sempre sono stato ispirato, ma che in Italia non ha mia avuto giusti interlocutori...  
Ed è soltanto in una circostanza, durante la famosa vittoria del Governo Prodi, che ho creduto di fare la scelta giusta, proseguendo non più con il Cavaliere, ma bensì optando per il programma e la la coalizione di Centrosinistra..., certo dopo un po mi sono dovuto ricredere, ma comunque essere ritornato nuovamente al centrodestra è stato come passare dalla padella alla brace...
Questi 17 anni di malgoverno, da entrami i lati..., ovunque ci siamo girati c'è stato sempre qualcosa che non è andato..., ma non bisogna fare di tutta un'erba un fascio... e devo dire che Bersani non mi dispiace e neanche ultimamente Di Pietro e Renzi...
Ed oggi, quindi pur avendo una mia preferenza sul candidato all'Assemblea Regionale Siciliana..., che non è del Pd, mi ero quasi convinto sulla nomina a Presidente che dopo essere passata attraverso Fava, guardava agli altri contendenti in particolare a Lei, Marano, Cancelleri e Micciche...; ho escluso Musumeci, perché sono convinto che gode di grande prestigio e soprattutto della maggioranza dei voti...; ma io credo comunque, che rappresenti ancora una volta, la continuità con il passato... 
Man mano, ho iniziato a fare delle scelte, valutando in maniera positiva e/o negativa, quanto andava accadendo...
Ecco che Lei, anche pur appoggiato dal PD ( partito a cui non mi sono mai ispirato ), rappresentava per me, uno dei possibile preferiti al voto...
Ma vede, dopo quanto Lei a scritto, mi sono dovuto ricredere...; cioè, pensare di poter mischiare i rapporti professionali di un dipendente, con i rapporti personali del suo titolare, delle sue amicizie, di quanto si svolge al di fuori del contesto lavorativo e soltanto perché oggi questo Signore si trova ad esserle antagonista politicamente, lei cosa fa... lo attacca, in modo ignobile...
Sa quante persone giornalmente le stringono la mano e si fanno fotografare...???
Ma quanti di questi conosce, quanti potrebbero essere mafiosi, delinquenti, ladri, persone disoneste e di questi, quanti ne conosce la reale provenienza o ne ha chiesto il casellario giudiziale...???  Credo proprio di nessuno...

Vede, chi le scrive rappresenta quale Direttore Tecnico, una società che purtroppo vive da più di due anni, l'esperienza particolare dell'amministrazione controllata e cerca ogni giorno attraverso il proprio lavoro, di poter svolgere al meglio, quanto gli viene richiesto, adoperandosi affinché, ciò che è necessario per il proseguo dell'attività, non trovi impedimenti...
Soltanto operando ogni giorno in un contesto del genere, si può capire, quali e quante difficoltà, hanno coloro che sono demandati a svolgere dei compiti particolari, assumendosi più degli altri, responsabilità personali e dimostrando quello straordinario carattere, necessario, a tenere unito un gruppo di lavoro, che per i sopra citati motivi, prova ad indirizzare all'esterno, verso altre compagnie, quelle proprie capacità...
Considerato che oggi, le società in Sicilia, poste sotto amministrazione o confisca, sono imprese costituite da centinaia di dipendenti e se a questi aggiungiamo, quelle in questi anni che, a causa di un sistema fallimentare, non si sono sapute salvaguardare..., ecco che quel numero allora, sale in maniera vertiginosa...
Lei oggi dice... ad un semplice geometra, che per aver potuto operare in un tale contesto è anch'esso mafioso...( tutto da dimostrare ovviamente..., in quanto la società di cui parla non mi sembra sia sottoposta ad alcun restrizione o controllo), ecco che allora per analogia, io, i miei colleghi, i collaboratori esterni, i rappresentanti, i fornitori, i subappaltatori e potrei continuare..., ecco cioè che tutti noi... siamo per Lei visti, come mafiosi!!!
Sa cosa penso..., che, se nel corso della vostra esistenza, provaste veramente a contrastarla questa mafia..., se a quelle dichiarazioni sulla corruzione, faceste seguire anche quelle regole di moralità e correttezza, iniziando ad esprimere con decisione quanto bisogna mettere in atto..., a cominciare ad  aspettare tutti i gradi di giudizio. prima d'inserire i " cosiddetti amici " nella proprie liste, estromettendo da qualsivoglia incarico pubblico quei candidati di cui si abbia anche il minimo sospetto, cercare di proporre leggi severe, perché le sentenze, non servono a niente se nelle coscienze di chi opera nel pubblico o tra i politici, non  attecchisce quella sana voglia di legalità e di correttezza...
Sarà per questo mio essere cinico e critico, che analizzo sempre quanto accade, in maniera razionale e non per come mi viene descritto dai media..., difatti è da tale analisi che giungo a ritenere, che oggi, sono in molti a sfruttare questa situazione, dove incitando alla lotta alla criminalità, si ricevono vantaggi e popolarità, quasi fosse un'espediente questo, per avere una scorciatoia personale, già quale tentazione alla propria carriera professionale e chissà, se non anche politica... 
Abbiamo visto proprio ieri sera, sul TG di Rai Tre, come una intercettazione telefonica, dimostrava che un politico con la Mafia, ci facesse affari e ne incassava i voti...
Io vede, nel mio piccolo, cerco di esprimere questa mia lotta, attraverso la pubblicazione nel mio Blog, delle ingiustizie e del malaffare, tentando di portare a conoscenza, quanto realmente avviene dietro le quinte e cercando di smascherare le incapacità e gli abusi, di alcuni nostri amministratori...
Oggi non si ha più bisogno di politici, ma di persone oneste, che sappiano con il loro lavoro, dimostrare di essere seri ed a servizio della comunità e dei suoi cittadini...
Le persone di chiacchiere non ne vogliono sentire... non si fidano e la dimostrazione la incassata  proprio Lei, l'altra sera a Biancavilla... dove nel video ( che allego), si vedono soltanto pochi amici ad ascoltarla... e debbo dirle che non fa certo, una bella figura...!!!



venerdì 26 ottobre 2012

siamo a -2

Stiamo arrivando alla fine...
Mancano soltanto due giorni, prima di queste votazioni e sono tutti all'opera... già non soltanto i candidati, ma quanti cercano di arruffianarsi il politico d turno, organizzando incontri che hanno ormai raggiunto, quel sapore di ridicolo...
Vieni chiamato al telefono, per essere invitato ad un rinfresco, tra pochi intimi, così tanto per stare insieme... ma nessuno ti dice che servi soltanto per fare numero... perché questo è ciò che bisogna dimostrare all'amico candidato, perché tu i voti c'è l'hai e gli amici pure... 
Quando ero ragazzo, l'organizzazione era migliore, i politici spendevano i loro soldi per le loro campagne elettorali, ed allora venivi invitato, presso un ristorante, una pizzeria, diciamo un bel locale, dove si ballava e tra un cena  ed una pizza, venivi ovviamente avvicinato, dal candidato, che con la scusa di parlarti e salutarti... ti ricordava chi dovevi votare...
Ricordo ancora, quando con i miei due cugini, Fabio e Daniele ( che poi sono come fratelli... ), andavamo a queste feste, divertendoci ogni sera, tra cena e balli... in un locale diverso, un partito diverso... ed a tutti ovviamente,  promettevamo il nostro voto...
Una sera in particolare, durante uno di questi convegni del'ex partito democristiano, alla richiesta su chi votare ( da parte di un collaboratore del  candidato), uno dei due miei cugini, ormai entrato nella più completa confusione elettorale, rispose convinto: per il partito comunista... logico!!! Ci fu...un momento di panico, poi recuperato da una mia battuta... sta scherzando ovviamente... e seguita da una risata liberatoria....   
Oggi, invece la verità è che c'è crisi, quindi i politici si sono abituati a non spenderli i soldi in cene e locali, ma fanno realizzare soltanto quanto loro possa dare, popolarità ed immagine, fac-simili e cartelloni propagandistici, mentre gli altri che organizzano questi incontri, se ne escono se ti va bene, con un bicchiere d'acqua, siamo giunti ormai al livello dei " Miserabili..."...
E' cosa dire, di coloro che inviano messaggi sms del tipo: ho il piacere di invitarti alla chiusura della campagna elettorale di....( nome e cognome ) candidato alle prossime consultazioni elettorali per la regione nella lista........ che si terrà presso .................; Grazie per il tuo apporto, firmato ( un'altro nome e cognome )...
Vi sembrerà strano a dirsi, ma non conosco ne il primo e neanche il secondo sia nome che cognome... Mah....chi saranno poi costoro e come hanno avuto il mio numero del cellulare, resta un mistero...
Sono stato invitato, ad una trentina di questi incontri, sono andato soltanto in tre, avevo piacere di ascoltarli questi candidati, sentire cosa avrebbero potuto dirmi, ma soprattutto quanto avrebbero nascosto...., debbo dire che due su tre ( anche se impersonano perfettamente la figura dei classici figli di papà ), erano preparati ed alle mie considerazioni +/- critiche, hanno avuto l'acutezza, di accoglierle con spirito diplomatico...     
Coloro comunque che più di tutti mi nauseano, sono quelli, che per mostrarsi interessati, portano via, migliaia di quei fac-simili e/o volantini ( poi li buttano nel primo contenitore... ), come se dovessero dividerli non soltanto nella nostra provincia..., ma all'Italia intera... dei veri buffoni!!! 
Questi incontri non servono a nulla, perché coloro che partecipano, restano della loro idea e se idee non ne hanno ( la maggior parte di loro ), stanno soltanto girando, per farsi vedere e per capire meglio, chi fra i tanti potrebbe realmente salire e riuscire a far qualcosa per loro...
Meno male che oggi abbiamo avuto una bella notizia: Berlusconi ha dichiarato di voler fare un passo indietro..., un vero peccato, chissà perché non è venuto a fare un bel comizio elettorale, in appoggio al Suo candidato Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci...
Già, le nostre piazze, la gente, non aspettava altro... e poi anche per voler diversificare, dimostrando che oggi non è soltanto Beppe Grillo, l'unico che si può permettere, con il suo Movimento 5 Stelle, di trascinare le folle... ma anche Lui, avrebbe potuto realizzare ciò, grazie alla sua popolarità... 
Un vero peccato, che oggi Lei, non sia così vicino a noi, adiacenti a questo baratro...; già nel fare quel passo indietro, avremmo potuto vederla precipitare giù e liberarci definitivamente di Lei ed anche di questo  Suo ormai, piccolo partito...
Finalmente anche queste ultime cene, sono giunte alla fine..., ed ora che mi sono liberato..., volevo dire che in tutti questi anni, siete stati come un boccone andato di traverso... mi avete soltanto soffocato!!

giovedì 25 ottobre 2012

Siamo a - 3

Finalmente siamo giunti a - 3...!!!
Già, stanno finendo questi giorni insopportabili, questo spreco di carta, di pubblicità, di manifesti elettorali, di programmi televisivi, di discussioni futili, di promesse fatte al vento, di comizi silenziosi, di manovre sottobanco, di gente falsa, di proposte indecenti, di regali e promesse, di pranzi e cene, di strette di mano, di baci ed abbracci...
Ecco che a pochi giorni da queste votazioni, ognuno di loro, cerca di dare il meglio di se... 
Chissà in questa fase quali pensieri li tormentano, provo a fantasticare ed immaginare quale situazione passa per le loro teste: si... ormai siamo allo sprint  finale, debbo rinsaldare i voti  certi  e tentare di recuperare ancora qualche amico riluttante e diffidente...
Ci sarà pure, qualcuno che avrà ancora bisogno di un posto, per se, per sua moglie, per i suoi figli..., non può essere che nessuno ha un problema che non lo assilli, qualche pagamento con l'ufficio imposte da sistemare, un problema familiare che necessita di cure mediche, qualche sostegno finanziario o bancario, un mutuo per la prima casa... ma dove sono tutti..., perché non vengono a chiedere...,  certo se nessuno ha bisogno... diventa difficile proporsi  per chiedergli il voto...
Si per fortuna, ci sono i soliti amici, quelli che sono stati raccomandati ed aiutati in questi anni, già ma ci sono pure coloro che sono rimasti delusi...
Cosa dire loro..., certo, si poteva fare di più, ma non potevo accontentare tutti... qualcuno sfugge... e poi si sa, prima ci sono i parenti, i parenti dei parenti, coloro che ti hanno sostenuto durante il lavoro, i tuoi colleghi di partito, i vicini di casa, del quartiere e cosa dire di quei conoscenti che ogni giorno ti salutano, che ti sono venuti a cercare durante l'anno, ecco a questi cosa raccontare..., quale scusa potersi inventare oggi, per non averli saputi accontentare ieri...
Non so..., potrei... si..., iniziare con la crisi economica, l'instabilità politica, l'incertezza governativa, la morte di Gheddafi, la guerra civile in Siria..., si qualcosa debbo  pure inventarmela, per non perdere questi voti...    
SI..., posso sempre dire di stare tranquilli...
Già, potete... stare tranquilli, basterà soltanto che io giunga su quella poltrona e prometto che in breve tempo, sistemerò ognuno di voi...

mercoledì 24 ottobre 2012

2° lettera aperta a Nello Musumeci

Completo, questa mia 2° lettera, analizzando i restanti 10 punti del Suo programa...
11. Famiglia e casa
Esentare dall’IMU i proprietari di una sola casa con reddito imponibile inferiore a 30 mila euro; approvazione di una legge sul Mutuo Sociale al fine di consentire alle giovani coppie di poter diventare proprietarie della propria abitazione; approvazione di un pacchetto-famiglia con misure di sostegno per le nascite e per garantire la presenza degli anziani in famiglia; facilitare la tutela degli animali domestici con specifici sostegni per le spese veterinarie delle famiglie meno abbienti, migliorare la situazione dei canili e la lotta al randagismo, anche attraverso l’azione delle associazioni animaliste.
Io debbo dirle, che l'IMU o l'ex ICI da proprio fastidio, perché dopo che uno ha fatto tanti sacrifici per farsi una casa, si ritrova lo Stato che gli impone pure una tassa.., già come se avesse partecipato ai rischi nella fase d'acquisto o di realizzazione, ma quello che è più assurdo, è costatare le differenze di aliquote pagate da un proprietario che di casa ne possiede una, da uno che ne possiede 50, 100 o 1000... ed ancora, quando si deciderà di far pagare tutti i beni cosiddetti ecclesiastici, che poco hanno a che fare con la spiritualità e molto invece con introiti non dichiarati perché in nero..., ma come la storia insegna, voler toccare la Chiesa, non è mai stata, una buona idea...
12. Ambiente e risorse idriche
Potenziamento della raccolta differenziata attraverso incentivi ai Comuni virtuosi (che accrescano la quota almeno del 5% l’anno); sistema di imprese locali per il riciclo a valle di una diffusa raccolta differenziata; realizzazione di un piano quinquennale per il completamento delle opere idriche incomplete, attingendo a fondi europei e privati; realizzazione di un piano regionale per la costruzione di depuratori nei Comuni costieri; piano acque potabili, reflue e per l’irrigazione dei terreni agricoli; risanamento delle aree a rischio ambientale (Augusta, Gela, Milazzo) e approvazione di un piano per la gestione dei rifiuti industriali.
La produzione e la gestione dei rifiuti negli ultimi anni, ha mostrato una tale crescita tale, da farne uno dei problemi più gravi non soltanto per la nostra regione ma per l'intero Paese...
Come ben sappiamo, la maggior parte dei rifiuti finisce in discarica o viene incenerita, mentre soltanto da poco si è dato inizio alla cosiddetta raccolta differenziata, al riciclo presso specializzati stabilimenti dei rifiuti, consentendo di risparmiare materie prime e di ridurre l’uso delle discarica ma soprattutto proteggendo le falde, da eventuali inquinamenti del suolo...
Parlare di rifiuti e di smaltimento degli stessi, rappresenta però, un argomento scomodo, che finora l’amministratore pubblico, non affronta volentieri, a causa delle forti resistenze tra le popolazioni locali, che a prescindere dallo schieramento politico che avanza la proposta, non ne vuole sentire di avere inceneritori e/o discariche, vicine ai loro paesi...
Bisogna quindi riprogettare un radicale cambiamento nelle scelte d'intervento, valutare altre nuove possibilità e non come si è fatto, facendo subire ai cittadini la logica dell'emergenza, attraverso la forza imposta dai poteri del commissari di turno...
13. Energia con le rinnovabili
Un Piano quinquennale di produzione di energia da rifiuti riciclati; concessione dei 220mila ettari di terreno regionale per la produzione di energia pulita; sostegno alla diffusione dell’energia solare, del fotovoltaico a basso impatto ambientale e della piccole centrali a biomasse; approvazione di un piano sui Parchi eolici che consenta tanto la produzione di energie pulite, quanto la tutela del paesaggio; sostegno a progetti aziendali di risparmio energetico anche attraverso l’impiego di fonti rinnovabili (fotovoltaico a basso impatto ambientale e biomasse).
Un paese il nostro che già nel lontano 1981, ben 30 anni fa, costruiva ad Adrano, la prima centrale solare a concentrazione del mondo e adesso siamo ancora qui a parlare di energia rinnovabile..., avendo realizzato soltanto l'1% di quanto si poteva fare... e non si è voluto fare!!!
14. Beni culturali come patrimonio
Sostegno pubblico, con fondi europei e regionali, a progetti integrati turismo-beni culturali-beni ambientali per la valorizzazione di itinerari di riconosciuta qualità in grado di veicolare i flussi turistici verso zone di pregio; realizzazione di piani paesaggisti per dotare la Regione di programmi di tutela del paesaggio e della qualità degli insediamenti; realizzazione di un programma di manutenzione e gestione dei beni archeologici con personale pubblico anche di altre amministrazioni e con il concorso di imprese private; favorire la istituzione di fondazioni pubblico-private per la gestione della rete museale...
Certo, dopo che la politica ha permesso a società amiche, di realizzare industrie, impianti, raffinerie, dopo che hanno distrutto questo nostro paesaggio mirabile, dopo che si è permesso di costruire adiacenti le zone costiere, con progetti selvaggi, che non trovano paragoni in Europa e dopo che i controlli erano assenti, mentre altri costruivano abusivamente, ecco dopo tutto ciò... ci si accorge, di come questa nostra regione completamente martoriata...ha bisogno di un nuovo e completo restyling... 
15. Turismo leva economica
Piano di valorizzazione, anche informatica, del patrimonio turistico e culturale, rete di porticcioli turistici, integrati in una piattaforma web per informazioni, prenotazioni ed acquisti on line dei servizi e per il merchandising del complessivo Valore Sicilia; favorire la presenza di strutture turistiche che consentano agli ospiti di poter trascorrere le vacanze con i propri animali da compagnia e realizzare un piano spiaggia per animali domestici; realizzazione di un piano per le Isole minori, territori ad alta vocazione turistica, che devono essere accompagnati da servizi efficienti per gli abitanti. Istituzione di una delega assessoriale a tale fine...; ecco, il turismo che avrebbe dovuto rappresentare uno dei settori di punta della nostra economia, ha registrato per mancate scelte e per continue incompetenze, un calo interno che non ha saputo compensare neanche l'aumento della presenza degli stranieri....; un turismo il nostro, dove basta voltarsi e ti trovi immerso nell'arte e nella cultura, una regione la nostra, che è stata invasa da tutti i grandi popoli e dove oggi avremmo potuto godere pienamente di quella  storia e delle loro opere...; il turismo avrebbe dovuto esercitare un ruolo di primo piano nel sistema produttivo, rappresentando un fattore di sviluppo decisivo nelle politiche economiche, in particolare considerato il contesto di crisi odierno...
16. Agricoltura e agricoltori 
Interventi per la liquidità delle aziende agroalimentari; potenziamento della sinergia tra Assessorato delle risorse agricole e alimentari e Istituti di credito ai fini dell’anticipazione delle fatture sui prodotti agricoli; emissione di provvedimenti per la ristrutturazione e dilazione dei debiti a carico degli imprenditori agricoli; promozione di efficaci interventi per la competitività delle aziende e delle filiere agroalimentari siciliane; sostegno per l’internazionalizzazione e la valorizzazione del paniere eno-gastronomico siciliano; ripristino funzionale delle Reti Consortili...
Una regione la nostra, che possiede un territorio che produce prodotti unici al mondo, ma che, a causa della scarsa competitività, alla caduta dei prezzi, ad un mercato globale senza barriere, si è giunti ad ottenere redditività molto basse, con costi di produzione superiori, mettendo così tutto il comparto in profonda crisi...; le conseguenze sono ormai evidenti, e la dimostrazione è data dal continuo abbandono delle terre e dei suoi agricoltori, che ormai non credono più alle promesse fatte e mai mantenute...
17. Rilancio dell’artigianato e del commercio
La creazione di un fondo di garanzia regionale a sostegno di micro-crediti erogati da società autorizzate secondo la disciplina Banca d’Italia, che si impegnino a erogare piccoli crediti alle attività artigianali a condizioni di mercato, fornendo servizi aggiuntivi necessari per la buona riuscita dei progetti; puntare sull’apprendistato, tornando a fare dialogare il mondo della formazione con quello della bottega e attuando un piano per indirizzare i giovani verso la riscoperta dei lavori manuali; l'approvazione di un piano sulla grande distribuzione organizzata,al fine di limitare il dilagare dei centri commerciali (di tipo nord-europeo) e garantire le piccole botteghe e i commercianti che già operano nei centri abitati; ma di quale artigianato parla... a quali giovani stava pensando..., ormai questi si aspettano il posto statale..., quello che gli è stato promesso..., nessuno ha più voglia di lavorare manualmente..., e poi, tutti questi ragazzi, tentano d'imitare, quei personaggi televisivi, che diventano i nuovi modelli a cui ispirarsi, soggetti come loro, altrettanto ignoranti ed incompetenti che, senza arte e ne parte, sono riusciti in maniera facile, a crearsi una propria posizione...
18. Promuovere le imprese private
Realizzazione di un marchio di qualità siciliana che identifichi il prodotto sui mercati internazionali facilitandone la rintracciabilità; potenziamento dei due fondi per il micro credito istituiti con legge della Regione Siciliana; creazione di un fondo di rotazione presso l’IRFIS per la ricapitalizzazione delle imprese; agevolazioni fiscali per distretti d’imprese di settori interconnessi; accelerazione dei tempi di pagamento dei debiti pubblici verso le imprese e costituzione di un fondo per il rilascio di fidejussioni alle imprese per l’anticipazioni di fatture emesse;
Portano i libri al Tribunale, circa tre al giorno... sono 800-900 l'anno... continuando così, saranno poche le imprese da promuovere...
19. Sostenere i giovani e l’innovazione
Istituzione di un Fondo regionale per la concessione di prestiti d’onore a studenti e lavoratori per finalità di studio ed apprendistato anche fuori Regione; sostegno all’imprenditoria giovanile (attraverso una negoziazione con lo Stato) per la creazione di nuove imprese, per le quali verrà introdotta una tassazione forfettaria onnicomprensiva di tutti gli oneri fiscali e previdenziali pari al 5% dell’imponibile, per un periodo di 10 anni; istituzione di Crediti agevolati riservati a giovani imprenditori (entro 35 anni) che si impegnino a realizzare un’attività produttiva; completa detassazione degli utili reinvestiti dalle imprese giovanili per i primi 5 anni; creazione di un fondo pubblico-privato per favorire partecipazioni di venture capital in imprese ad alto contenuto tecnologico; detassazione integrale delle spese per la ricerca applicata svolta nelle imprese o nelle Università.
Su questo punto mi permetto di risponderle successivamente attraverso un altra pagina del blog, anche perché quest'argomento, merita una maggiore e profonda riflessione... 
20. Maggiore attrazione degli investimenti esteri
Individuazione di aree, in zone di scarso rilievo turistico, dotate di un trattamento fiscale agevolato per almeno un decennio (flat tax), di un’ampia semplificazione delle procedure di insediamento e delle infrastrutture necessarie (zone franche urbane); realizzazione di un sito dedicato ai fattori positivi che possono influenzare l'attrattività degli investimenti;
Non immagino quali possano essere queste aree di attrazione..., ma certamente oggi il nostro Paese, ed in particolare la nostra Regione, non prospetta agli investitori stranieri, quei grandi vantaggi economici realizzati in tempi celeri, che invece altri offrono...
E' evidente, che ognuno dei punti che Lei ha elencato, presenta oggi, non una facile soluzione, in quanto le variabili che entrano in gioco, sono talmente tante e diverse, che non permettono di prevedere anticipatamente, gli effetti a medio-lungo termine, di queste scelte...
Le possibili strategie e la concreta volontà di realizzare quanto sopra, pur apprezzabili sotto il profilo dell'individuazione delle tematiche, non basta però a far si, che quanto sopra possa concretizzarsi. Serve innanzitutto un profondo rinnovamento, che passi prima per le coscienze e successivamente  per quanti saranno chiamati a verificare, che i cambiamenti messi in atto, comincino a dare quei risultati sperati...
Certo sperare non costa nulla, ed io vorrei non accadesse mai, quanto citato da Henning e cioè che: La speranza vuol dire soltanto... disperazione rimandata!!!

1° Lettera aperta a... Nello Musumeci...

Caro candidato alla Presidenza della nostra Regione, 
oggi Lei si presenta a questo nuovo importante incarico e si propone con una frase che dice: Mi fido di Voi...
Ora il sottoscritto, non ha mai avuto il piacere di conoscerla personalmente ne d'incontrarla, di stringerle la mano, di poter aver un qualsivoglia dialogo, un confronto aperto, ho quindi riposto questa chiamiamola " mancanza " ( già perché rappresenta qualcosa di cui abbiamo entrambi potuto privarci...), attraverso quanto mi viene concesso gratuitamente dalla rete e quindi utilizzando il web, ho cominciato ad ascoltare alcuni video, conferenze, comizi, ecc...
Dovendo votare tra qualche giorno, ho cercato l'unica cosa che realmente mi interessava e cioè il Suo programma... e finalmente l'ho trovato: 20 obiettivi da avviare nei primi 20 mesi per risanare la Sicilia e rilanciare lo sviluppo. 
Lei oggi ci dice che si fida di noi... e noi come possiamo fidarci di Lei...???
In cosa differenzia Lei, da quanti finora ci hanno governato, vede ogni giorni quello che sta accadendo, anche il partito che Lei rappresenta, non è immune di colpe, le notizie a livello nazionale, stanno  incrinando anche quell'elettorato che finora vi ha votato...
Ma io voglio discernere le due cose e soprattutto non voglio avere preconcetti, quindi, libero nel voler giudicare il programma, escludendo a priori, giudizi positivi e negativi, che in questi giorni ho potuto ascoltare da parte di coloro che meglio di me, l'hanno conosciuto durante questi anni... del suo operato. 
Mi fa piacere leggere che anche Lei, parla della nostra Isola, descrivendo questa attuale situazione come disastrosa, baratro morale, finanziario e sociale in cui versa...
Ora però sperare nel 2020 mi sembra un po, come voler mettere le mani avanti, certo il Giudice Paolo Borsellino, aveva come Martin Luter King... a dreams, un sogno, quella speranza di vedere la nostra " terra bellissima " senza più queste orribili piaghe, che ci hanno fatto conoscere negativamente nel mondo...
Ma vede, proprio le condizioni gravi, in cui versa la nostra Regione, non le permettono tempi così lunghi...; infatti, se mi permette vorrei raccontarle un episodio accaduto proprio pochi giorni fa ad una Sig.ra..., la quale dopo aver acquistato il pane a Catania, presso Via Passo Gravina, si è recata in un altro negozio lì adiacente e nel risalire in macchina, lasciata purtroppo aperta... si è accorta, che nel frattempo, le avevano rubato il pane da poco acquistato... 
già, il pane... si ha compreso bene, sembra incredibile, ma questo è ciò che accade oggi nelle nostre strade...!!!
Ora voler descrivere in quali modi e attraverso quali progetti partirà questo rilancio economico è tutto da dimostrare, anche perché parole ne abbiamo sentite tante in questi anni, ma i fatti hanno purtroppo dimostrato, come nella pratica questi hanno decisamente fallito, palesando che la realtà è ben diversa dalla fantasia e la conseguenza visibile è questa crisi, che ormai tocca tutti i settori e che Lei nei suoi 20 obbiettivi spera di poter cambiare...
Ed allora esaminiamoli, ad uno ad uno cominciando così con i primi 10;
Innanzitutto:
1. Il taglio ai costi della politica, se ne parla sempre, ma purtroppo abbiamo constatato come nel momento di decidersi..., alle votazioni non si raggiungono mai i voti necessari... e tutto resta invariato...; riduzione delle retribuzioni dei deputati regionali..., è recente il parere espresso dalla Corte Costituzionale che ha considerato anticostituzionale tagliare gli stipendi pubblici...; taglio dei Fondi della Presidenza..., ma staremo a vedere... per adesso, vale quanto sopra; certificazione dei bilanci dei gruppi parlamentari da parte di società di revisione esterne..., questa rappresenta uno di quei misteri... dove a differenza di quanto previsto per tutte le società di capitale..., qui strano a dirsi i gruppi ne erano esclusi... ed infine l'eliminazione di tutti gli Enti inutili..., ma, se chiedesse a noi, credo che più del 50% potrebbero chiudere domattina... ma poi, cosa ne facciamo di tutti quei dipendenti raccomandati, entrati senza alcuna richiesta professionalità, concorso o graduatoria, ma soltanto con la solita raccomandazione... cosa ne facciamo di questi..., dopotutto non dimentichiamoci che rappresentano i " voti "... perché di questo si sta parlando...!!! 
2. La Legalità...
Ormai è diventato un luogo comune, in un mio precedente blog, ne ho parlato abbondantemente, certo ora si parla d'introdurre norme anti-corruzione e del codice etico per dirigenti, funzionari e politici... ma guardi che quello è presente ovunque, il problema non è tanto averlo fatto stampare, ma farlo leggere e metterlo in pratica...; ecco la creazione di un’Agenzia per la gestione efficace del patrimonio criminale confiscato, questa potrebbe essere una soluzione interessante, nel momento in cui questo possa realmente essere utilizzato..., circostanza comunque che non avviene mai, in quanto esistono gradi di giudizio, che non permettono immediatamente l'uso dei beni, ma che debbono attendere processi, con tempi lunghi e che portano quasi sempre, alla dispersione del patrimonio...; Agevolazioni fiscali locali in favore di chi denuncia il “pizzo” e corsi di formazione per la gestione delle criticità derivanti dalle pressioni mafiose...; prima di chiedere di dover denunciare, lo Stato si dovrebbe fare carico delle proprie responsabilità e di quanto finora non ha saputo realizzare, proteggendo coloro che oggi vivono, insieme ad i loro familiari sotto scorta, oppure, trasferiti in altre regioni, sotto falso nome..., senza più poter vedere amici e parenti...
 3. Efficienza della pubblica amministrazione...
La riforma dell’amministrazione regionale con l’obiettivo di razionalizzare i servizi, semplificare la normativa e le procedure burocratiche; in Europa siamo il paese più lento in procedure e servizi, abbiamo visto come l'ex Ministro Brunetta, abbia tentato di cambiare le regole, ma gli errori commessi, hanno, invece di semplificare, complicato ulteriormente quanto già di suo non andava...   
Riforma dei regolamenti della Giunta regionale e del Parlamento per responsabilizzare assessori e deputati sugli obiettivi da conseguire e sulla attuazione degli indirizzi approvati; sarebbe importante però vedere, quanti di questi obbiettivi vengono realmente conseguiti ed in caso contrario per costatata incapacità, poterli mandare a casa... 
- Attivazione della digitalizzazione capillare della Pubblica Amministrazione e dei servizi pubblici per agevolarne la fruizione da parte degli utenti. La P.A. sarà una “casa di vetro” di cui ogni cittadino avrà le chiavi; più che desiderare comunque una casa di cristallo... ci basterebbe sapere, che questa casa sia funzionale e senza perdite e soprattutto che al primo scossone non si frantumi in mille pezzi...  
4. Tutela del precariato e valorizzazione del merito
- Accesso alla Pubblica Amministrazione solo per concorso pubblico e per merito: mai più un solo nuovo precario; c'era una volta un ufficio chiamato " Collocamento Obbligatorio ", dove ognuno in base ai propri requisiti, andava iscrivendosi e al momento opportuno poteva valutare la propria posizione, rispetto a chi lo precedeva ed a chi lo seguiva...; ovviamente questo sistema, molto primitivo era da migliorare, ma possedeva comunque una sua logica..., la stessa che vediamo, quando ci rechiamo alla Posta e prendiamo il cosiddetto numerino, serve a non saltare la fila...; certo questo sistema ha una lacuna... non garantiva la fedeltà del voto ed allora ecco perché si è deciso di cambiare...
- Avvio di un confronto con il governo nazionale per ottenere la graduale stabilizzazione del personale precario e la sua riqualificazione in particolare i forestali, dovranno essere destinati anche ad attività complementari e produttive per la Regione...; si ma quali, perché oggi non ci dice cosa potrebbero fare e poi mi scusi, ma se li destina ad altre locazioni, mi fa pensare che forse non erano così necessari, nel controllo del territorio da rischi incendi...
- Istituzione di uno “Sportello per il merito” in collaborazione con le parti sociali e con le strutture della formazione (Università, Scuola, Enti formativi) al fine di raccogliere segnalazioni da parte dei cittadini su eventuali disfunzioni da parte delle PA siciliane, al fine di promuovere un immediato intervento delle strutture regionali; se sapesse quante lettere ho spedito e quante belle risposte ho ricevuto, ma che, soltanto dopo pochi giorni, lasciavano quanto da me segnalato..., inalterato!!!
5. Riduzione del debito e della spesa pubblica
Ampio programma di razionalizzazione delle oltre 200 società partecipate da Regione, Province e Comuni; dismissione del patrimonio immobiliare inutilizzato, finalizzando gli utili alla riduzione del debito; Rafforzamento delle attività di repressione degli evasori fiscali e individuazione di nuove forme di riscossione rateizzata per chi non può pagare le tasse per ragioni indipendenti dalla propria volontà. Riforma della società Riscossione Sicilia (già Serit); Attuazione di un piano di revisione della spesa pubblica, con la conseguente eliminazione di tutte le spese inutili che hanno foraggiato apparati politici e clientelari; Verifica continua su spesa obiettivi e risultati delle attività sanitarie.
Spero soltanto che quanto sopra riportato, non debba poi avere seconde finalità... abbiamo visto  infatti come alcuni patrimoni statali, sono stati venduti a certi amici, i quali dopo averli acquistati, li  hanno riaffittati nuovamente alla stessa amministrazione pubblica che li aveva venduti, ricevendo così affitti spropositati, permettendo a costoro di recuperare in tempi celeri i costi patiti e ricavarne rendite annuali milionarie..., certo se riuscirà a fare soltanto metà di quanto ha scritto, in Sicilia diventiamo tutti ricchi!!!
6. Pieno utilizzo dei Fondi UE
La destinazione dei fondi europei a sostegno delle Pmi, dell’artigianato, dei servizi alle imprese e della formazione, evitando la dispersione delle risorse e/o la loro restituzione, concentrazione dei fondi europei e FAS non spesi su un programma di infrastrutture pubbliche quali depuratori per i Comuni costieri, completamento rete acquedotti ecc; piano per l’impiego dei 10 miliardi di euro di fondi europei attualmente non spesi del periodo 2007-2013; programmazione e totale utilizzo dei Fondi europei 2013-2020 per rendere la nostra Regione un punto di eccellenza tra quelle ad Obiettivo 1..., questa rappresenta una di quelle pagine amara, realizzata dalla nostra politica, che non è stata capace neanche di saper utilizzare, quanto altri paesi Europei hanno saputo fare... una vera vergogna!!!   
7. Politiche sociali
Attuazione di un piano contro le nuove povertà con l’obiettivo di individuare, anche con il ricorso al Fondo Sociale Europeo, un ampio programma di interventi a favore delle fasce deboli della popolazione; istituzione di un tavolo di lavoro con il mondo del volontariato sociale e con il personale delle cooperative impegnate nella assistenza, anche domiciliare, dei soggetti aventi diritto, al fine di introdurre criteri di trasparenza nella gestione delle risorse e garantire un maggiore presenza delle Istituzioni regionali nella gestione dei servizi; programmazione di interventi a favore dei disabili e dei portatori di handicap; monitoraggio della spesa sociale e sua razionalizzazione.
Cosa dire, le politiche sociali rappresentano quel livello da dover raggiungere, per potersi definire, paese civile..., ma con un governo Berlusconi prima e con un governo Monti oggi, che tenta di contrastare una spending rewiew dissennata, ecco in un momento di crisi dove i finanziamenti mancano, come pensa di riuscirci... non è che alla fine le politiche sociali, saranno basate sempre su quella cultura assistenzialista e caritatevole..., concentrato di ipocrisia e di non conoscenza, dei veri problemi???
8. Infrastrutture e lavori pubblici
avvio di un piano di nuove infrastrutture da realizzare esclusivamente con il ricorso al project financing per attrarre le imprese private, per avere certezza della necessità dell’opera nonché della sua redditività e dei tempi di realizzazione; censimento delle opere strategiche non completate al fine di portare a termine i lavori; attuazione delle necessarie misure in sede nazionale per il completamento e/o l’autorizzazione alla apertura delle importanti infrastrutture già realizzate, a partire dall’Aeroporto di Comiso; Creazione di un polo regionale (hub) portuale e aeroportuale per il potenziamento del trasporto merci, riprendendo opportunità offerte da importanti compagnie straniere; impiego dei fondi FAS per un massiccio piano di infrastrutture immateriali per l’e-commerce e gli acquisti on line anche dei servizi turistici; messa in sicurezza del patrimonio edilizio, in particolare degli edifici strategici...; mi scusi ma a quali imprese aveva pensato..., le nostre attuali imprese, sono a rischio fallimento ormai e lei parla di project financing e poi sarebbe interessante chiarirci quanto pubblicato da Wikileaks e cioè : “ The rocky realation between Palermo and Rome have resulted in Berlusconi blockage of 4 billion euros of structural funds for the region” che tradotto significa “ il difficile rapporto tra Roma e Palermo ha portato Berlusconi a bloccare 4 miliardi di euro di fondi europei destinati alla Sicilia...”, già sembrerebbe infatti che questi fondi Fas (Fondi per le aree sottoutilizzate) destinati alla Sicilia, sarebbero stati “ bloccati ” dal governo nazionale, viste le divergenze politiche fra Roma e Palermo... e sempre secondo la diplomazia americana, il blocco dei fondi, troverebbe motivazione nella ostilità che il governo Berlusconi aveva nei confronti del presidente Lombardo...; cioè mentre il Cavaliere giocava, noi fallivamo!!! 
9. Formazione, per un lavoro qualificato
Incentivi ai Comuni e alle Province che realizzano scuole primarie e secondarie modello; sostegno alle scuole secondarie che introducono corsi di orientamento professionale; borse di studio per gli studenti meritevoli nella istruzione primaria, secondaria e universitaria; sostegno a tirocini di studenti universitari, in possesso almeno di laurea triennale, presso imprese private; scuole che sfornano altrettanti disoccupati...; stiamo vedendo come i nostri insegnanti, dopo anni di sacrifici sono ancora precari e dove il governo nazionale, da un lato aumenta le ore degli insegnanti creando un esubero di circa 10.000 insegnanti e nel contempo realizza un concorso per assegnare 11.000 posti..., incredibile non c'è spiegazione logica se non la solita, creare opportunità chissà, per i soliti figli raccomandati??? 
10. Sanità, garantire il diritto alla Salute
Promozione di un sistema sanitario finalmente a misura di malato; stop alla lottizzazione degli ospedali e dirigenti sanitari nominati in base alle competenze e non alle appartenenze; onorare il “Piano di rientro” sottoscritto dalla Regione con i Ministeri della Salute e dell’Economia, senza effettuare tagli lineari che non tengano in considerazione la domanda di salute della popolazione; equa assegnazione di territorio e di abitanti per azienda sanitaria, nel rispetto dei parametri medi nazionali; separare il soggetto committente dei servizi “l’Azienda Sanitaria Provinciale”dai soggetti erogatori pubblici e privati: unico impianto sanitario in grado di garantire trasparenza, riduzione dei costi e qualità delle prestazioni sanitarie; riorganizzazione del servizio 118 per razionalizzare i costi e migliorare la qualità del servizio, promuovendo anche la ristrutturazione dell’attuale società pubblica consentendo l’integrazione degli operatori del volontariato sociale; costruzione delle “reti assistenziali” tenendo conto degli operatori pubblici e privati esistenti e delle esigenze del cittadino, senza mortificare le aziende efficienti e garantendo i cittadini dei territori più piccoli; revisione del decreto Russo che prevede l’accorpamento dei laboratori di analisi e alla soglia minima delle 100mila prestazioni all’anno per essere accreditati, così come deciso dal Tar;
Bene... anzi male, Lei indica quali sono oggi i problemi strutturali della nostra sanità e visto l'elenco, purtroppo sono molti...; inizierei con i problemi legati alle sofferenze finanziarie, ai tagli del personale ed a tutte quelle spese non necessarie od urgenti, ed infine, a quanto viene volontariamente dislocato da parte di molti primari verso le cliniche private amiche...
La nostra è una sanità malata ed è malata perché coloro che ne sono dentro, hanno dimenticato il giuramento a cui hanno fatto voto...; l'interesse personale, la carriera, l'aspetto economico ha preso il sopravvento ed ognuno, a vari livelli, cerca di ottenerne vantaggi...
Il cittadino che utilizza questo servizio, oltre che ad avere un disagio fisico, si ritrova a combattere anche un disagio morale, provocato da quella incapacità e da quei modi perversi, utilizzati dal personale, per adeguare alle loro condizioni, le persone malate, anziane e disabilitate...
Infatti da una ricerca è stato dimostrato che in Italia possono solo curarsi le persone economicamente agiate, cioè quelle la cui capacità di intervento ai servizi privati è agevole, rispetto a coloro che godono del servizio sanitario e che a causa delle lunghe liste di attesa per gli accertamenti diagnostici ed ancor di più se si attende un trapianto, ecco che, il più delle volte,  non ci si riesce neanche a curare!!!
Ora come ha potuto vedere, ho cercato di esprimerle il mio pensiero, ma leggendo questo programma, ho avuto come la sensazione che fosse stato già preparato, come se Lei l'avesse tenuto in questi anni, chiuso in un cassetto, per poterlo fare uscire, in un particolare momento, questo...
Infatti, esso raggruppa tutto, non vi è nella nostra Regione qualcosa che possa definirsi positivo, un completo sfacelo, tutti i problemi sono ben elencati, gli stessi da più di trent'anni, e questo Suo programma, nel dettaglio, sarebbe potuto andare bene anche 10 anni fa...
Ora scriverlo, è stato più o meno semplice, ma risolvere quanto da Lei riportato, mi sembra alquanto difficile... e non vorrei ritrovarmi in mano... con un altro famoso " Contratto " allora con gli Italiani, ed oggi con noi Siciliani!!!
Le mie perplessità vede,  nascono principalmente dalla conoscenza dei miei conterranei, da quella loro natura, dai loro modi, da un millenario incrocio di razze e uomini, da una storia che ci ha visti protagonisti e soccombere sotto altre popoli, culture diverse che si sono unite e di questa terra mai stabile ma sempre in movimento...
Tutto si può realizzare, ma per concretizzare le nostre idee servono gli uomini...; questo è quanto oggi io credo manchi... e l'esempio l'ha fatto Lei, proprio qualche giorno fa... raccontando della sua giovinezza con Almirante e dove, girando per la Sicilia ed incontrando la gente nelle piazze, queste, erano sempre piene... ma quando poi, si trattava di andare a votare, ecco che le urne erano vuote...
Oggi sono certo che le sue urne... non saranno vuote e che lei diverrà a breve il nuovo Presidente...
Ma sono altrettanto convinto, che coloro che oggi la votano e la sostengono a Presidente, domani, appena inizierà a lavorare sul Suo programma, le gireranno le spalle e finiranno per non appoggiarla più...; chissà forse un giorno, incontrandoci, ricorderemo questo bel programma, che per i " soliti " motivi, non si è potuto concretizzare...

lunedì 22 ottobre 2012

POLITICA = MALAFFARE


Ormai siamo così abituati a sentire parlare di, concussione, corruzione per l’esercizio della funzione, peculato, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, induzione, corruzione in atti giudiziari, abuso d’ufficio e chi più ne ha…, più ne metta, che ormai ci siamo fatti una cultura, di tutte quelle forme dilaganti di corruzione, che investono continuamente, dal Nord al Sud il nostro Paese…
Già un Paese macchiato da indagati, inquisiti e condannati, con una percentuale di quasi il 10% tra consiglieri e assessori, che tra reati che spaziano dalla pubblica amministrazione alla corruzione, passando per la bancarotta fraudolenta al finanziamento illecito, dalle turbative d’aste alla associazione mafiosa, dagli abusi edilizia alle concessioni commerciali
Ovviamente su quanto sopra… noi in Sicilia siamo al primo posto, in questa classifica vergognosa, i nostri consiglieri ed assessori, guidano la classifica, fra questi in particolare ci sono quelli del PdL, che ad oggi ne annovera circa una sessantina… ( già potrebbe chiamarsi il partito dei ladri ), per cui piuttosto che pensare di “ guadarci negli occhi…” sarebbe più importante che ci si dedicasse a fare pulizie al interno del proprio partito…
Ma non bisogna stupirsi, perché anche gli altri partiti non godono di buona reputazione, tra Presidenti di Regioni, Tesorieri, Assessori e Amministratori, non c’è ne uno che non appartenga a questo fans club… fatto di truffaldini ed imbroglioni, che però hanno ancora la faccia tosta di venirvi a chiedere ancora il voto!!!
Onorevoli di nome, ma certamente non di fatto, poiché ogni otto parlamentari c’è ne uno che ha avuto a che fare con la magistratura, ad oggi se ne contano più di un centinaio tra deputati e senatori…, il numero viene ovviamente oscurato, per non fare conoscere l’esattezza e la portata, ma se le indagini fossero svolte in maniera più particolareggiata, certamente saremmo a parlare di un numero ancora più elevato, tra coloro che verrebbero iscritti nel registro degli indagati…
Non ci dimentichiamo che i magistrati debbono richiedere l’autorizzazione a procedere per l’arresto di un parlamentare ( che gode dell’immunità ), anche nei casi di intercettazione e/o perquisizione personale, quasi sempre il più delle volte, mai concessa…
Infine il più delle volte, queste leggi, vengono varate, per modificare quelle condizioni, che porterebbero a condanne certe, ma che attraverso questi escamotage, ben consigliati e suggeriti dai propri legali, riescono a bypassare quelle restrizioni, ottenendo così alla fine, qualche sentenze di prescrizione o per decorrenza del termine…
Bisogna comunque aggiungere, che in molti casi, le indagini svolte dalla autorità giudiziaria, portano alla completa assoluzione dell’indagato, ed inoltre, che per quanto si è potuto assistere negli anni passati, una parte della nostra magistratura, abbia influenzato e non poco, l’indirizzo politico di una coalizione a vantaggio di un altra, la cosiddetta Tangentopoli della Prima Repubblica ed oggi dove la somiglianza appunto con quel periodo in cui tra, scandali, corruzione, malaffare, clima di sfiducia,  malessere generale, crisi economica, disoccupazione ed incertezza, ecco sembra che ormai, siamo giunti alla fine anche di questa “ inutile “ Seconda Repubblica…  

domenica 21 ottobre 2012

Mi fido di te...

Io mi fido di lui e lui si fida di me e vissero sereni e felici... 
Così, il segretario del Pdl, Angelino Alfano risponde a chi gli chiede se egli si fidi di Berlusconi.
E' proprio vero quando si dice " Dio li fa e fra di loro s'accoppiano....", 

Quindi come se nulla fosse, ci viene a dire quali azioni verranno intraprese per risollevare le sorti della nostro paese, ormai a rischio fallimento..., ed ora se ne esce dicendo che a breve presenterà una nuova squadra, già perché quella che finora c'era stata era infatti da buttare..., ed allora si cercano politici di spicco e di di grande livello..., ma chi saranno mai costoro... e poi, perché non ci si è pensato prima???
Ma veramente è così convinto che staremo ancora ad ascoltarle tutte queste cazzate... ma può raccontarle, forse, soltanto ai suoi amici ed a coloro che ancora sperano in quelle raccomandazioni date dal partito... un partito ormai in in caduta libera, dato secondo i sondaggi dietro il Movimento 5 Stelle...
Persone queste scelte, che rappresentano al meglio i nostri territori sia a livello nazionale che locale..., già finora l'abbiamo viste... a tutti i livelli, gente che è stata arrestata, condannata, che rubava, che utilizzava la propria posizione per vantaggi molto personali e non voglio toccare... come la chiama Lei... la cronaca nera e la cronaca rosa... 
E' bello come tutti ora parlino di proposte e di rinnovamento, di cambiamento e pulizia, adesso si discute dei problemi causati dal Governo Monti, come se sia stato il Prof. a commetterli mentre loro sono, esenti da colpe... è veramente assurdo, continuare ad assistere, in quali modi si vogliano mascherare i fatti, trasformando la realtà, con frasi propagandistiche, che a furia di ripeterle... ci si convince pure, che siano vere...
Ora si parla di sostegno alle famiglie, riduzione dell'Iva e detrazioni, abbassare il debito pubblico e diminuire le tasse e non manca il dover far felice la Lega ed i suoi voti, ed allora ecco dal cilindro magico...il federalismo fiscale.
E' cosa dire, da quanto svolto in questi anni dal grande Presidente Berlusconi, che è riuscito a creare quell'area politica moderata, che ha rappresentato in tutti questi anni, quella maggioranza stabile parlamentare, con cui finora ha governato...
E' strabiliante quando ci ricorda che siamo vicini ad un precipizio... ma guarda... non c'è n'eravamo accorti, pensavamo di esserci soltanto avvicinati... per vedere il panorama..., e mi dispiace di essere soli, già soltanto noi..., poveri cittadini abbandonati..., perché se vi foste avvicinati..., avremmo certamente buttato giù ...Voi!!!
Crede ancora di vincere ed aggiunge che il proprio partito è per le pari opportunità e l'uguaglianza, ma soprattutto un partito dove sia il merito a decidere chi deve andare avanti e chi no..., già proprio quello che in questi anni abbiamo assistito, ciò che il Suo Presidente non ha mai attuato, concedendo privilegi e posizioni a tutti coloro che ben lo hanno servito, amato e rispettato..., un partito cioè, dove i propri iscritti, si sono accontentati di stare in silenzio e di rispettare gli ordini!!!
Cagnolini ammaestrati, in attesa di quella carezza data loro dal padrone, che nel contempo li accontentava, dividendo loro qualche... biscottino!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo