Translate

venerdì 13 aprile 2018

MADRID: Ladra sia con la Juve, che con la Catalonia!!!


La partita è finita...
Un Arbitro ha deciso a Madrid il risultato: 1-3 a favore del Real!!!
Un Magistrato ha deciso a Madrid per la mancata Indipendenza della Catalonia!!!
Innanzitutto... desidero precisare che in questo post non voglio essere di parte, quindi proverò ad esaminare in maniera equa quanto accaduto l'altra sera...
Partiamo dall'inizio... dagli errori commessi durante la partita d'andata, ripresi nella mia nota del 4 Aprile 2018: "http://nicola-costanzo.blogspot.it/2018/04/perche-noi-siamo-la-juve.html"...
Stranamente, sembra che Mister Allegri si sia letto quanto avevo riportato, perché questa volta ha messo in pratica ogni mio consiglio... anche se a lasciato in campo Alex Sandro, dal sottoscritto posto nella nota di cui sopra, fuori rosa... e chissà, se avesse seguito in pieno il mio suggerimento, forse CR7 non avrebbe colpito di testa quel ultimo passaggio di testa... per noi tanto sciagurato!!!  
Da quanto sopra si comprende perfettamente come il primo grande errore è stato realizzato in quella partita di Torino... certamente sfortunata e con qualche disattenzione da parte di un altro arbitro che, oltre ad avere ammonito ingiustamente Dybala, non ha concesso un rigore su Quadrato,  certamente chiaro ed evidente, anch'esso sviluppatosi nell'ultimo minuto...
La storia come abbiamo visto, si è ripetuta a parti inverse nella partita di ritorno e come abbiamo potuto costatare... in questa seconda circostanza, è stato usato un altro metro di valutazione!!!
Passiamo alla partita disputata a Madrid... la Juve ha stravinto e il rigore concesso dall'arbitro, ha solo un valore numerico... perché il campo ha dimostrato che il Real ha fatto totalmente schifo... e difatti, l'unica possibilità che ha avuto per superare la Juve durante la stessa, è stata quella di affidarsi completamente a Cristiano Ronaldo, che incredibilmente ad ogni "toccatina da dietro", si scioglieva e cadeva a terra... come una "femminuccia"...     
Ricordo che quando il sottoscritto giocava a pallone, nessuno riusciva a buttarmi a terra neanche se erano stati in due a colpirmi... di contro, questi giocatori di oggi, sembrano delle showgirl e si atteggiano come soubrette...
Ah... si, dimenticavo, ha voglia di mostrare i muscoli ai suoi tifosi... ma dentro di se... si vede quanto sia donna... ha in se, tutti quegli atteggiamenti effeminati, d'altronde se non fosse così... saprebbe resistere ad una semplice "spintarella"... non so dirvi ol perché, ma ho un dubbio: non è che forse gli piace??? 
Comunque riprendiamo ad analizzare la partita... 
La Juve passa in vantaggio, la prima e la seconda volta... il Real cerca di segnare, ma soprattutto prova a far trascorrere inesorabilmente il tempo, sperando prima o poi di segnare o quantomeno di perdere per 2-0... e passare il turno.
A otto minuti dalla fine... arriva l'evento imprevedibile, la Juve segna il terzo gol: il Real è fuori!!! 
A quel punto, dopo aver perso tempo durante tutta la partita... ecco che iniziano a correre per recuperare quei secondi ancora disponibili, Zidane d'altronde ha già compiuto le tre sostituzioni e non può più farne altre, quindi considerando che non vi erano state sospensioni, ed i secondi previsti dalla regola per tre sostituzioni sommavano 90''... come è possibile che si sia giunti a tre minuti??? 
Ora... quanto sopra avrebbe avuto un senso, nel caso in cui la partita stesse per finire, ma sapendo che c'erano ancora 30' di supplementari... e più eventuali rigori, il più delle volte l'arbitro preferisce fischiare immediatamente la fine del gioco o al massimo concede 1' minuto...
Qui stranamente l'arbitro ne ha concessi tre... quasi per voler premiare la squadra che ha saputo perdere più tempo e precisamente quel Real!!! 
Ho detto immediatamente a mia figlia... "questo ci darà il rigore contro!!! Non speriamo di no papà...  mi ha risposto"... 
Sappiamo tutti com'è andata!!!
Un'ulteriore considerazione... solitamente, durante una partita così importante -come può essere ad esempio una semifinale durante i mondiali - l'arbitro è messo in grande esibizione, d'altro canto quel momento rappresenta un'occasione unica, nel quale farsi "ammirare" da tutto il mondo... peraltro non sono molte le occasioni in cui un arbitro viene chiamato a dirigere partite così importanti... 
Per cui, avere egli 30 minuti in più di visibilità a cui andrebbe sommato il tempo per gli eventuali rigori, rappresenta sicuramente qualcosa di cui finora in pochi, hanno saputo rinunciare, nel corso della propria esperienza professionale...  
Invito ciascuno di voi, a riguardare le partite degli ultimi 50 anni... nei quali gli arbitri sono giunti ai tempi supplementari ed osservate in quali modi si sono comportati... vedrete che è andata sempre, per come ho riportato sopra, fanno proseguire la partita...
Quest'arbitro giovanissimo... che nessuno conosce, ha preferito di contro uscire immediatamente, da lì... da quella scena importante, ed in quale modo, regalando di fatto, una semifinale alla squadra di casa e chiudendo chissà... forse per sempre, quella propria carriera professionale, d'altronde chi vorrebbe mai avere come direttore di gara, un soggetto del genere 
Non entro nel merito di quanto ha detto in un momento di sfogo il capitano Buffon... d'altronde egli era legittimato a parlare essendo per l'appunto il capitano della squadra, ma questo arbitro "professionale", stranamente si è dimenticato, forse... appositamente??? Chissà... 
Già forse ha preferito buttarlo fuori per evitare che potesse parare quel rigore concesso, d'altronde tutto è possibile...
Comunque, con la VAR in campo, avremmo visto due partite diverse, sia all'andata che al ritorno...
Non discuto a differenza di molti miei amici tifosi il rigore... quello ci poteva anche stare; la Juve d'altronde doveva essere più coraggiosa, andare avanti e segnare il 4 e anche il 5 gol... cosa che avrebbe potuto fare tranquillamente, ma il nostro allenatore, come avevo scritto nel mio post precedente, manca di quella necessaria audacia, che lo avrebbe contraddistinto da molti suoi colleghi... sì... perché come dico sempre: "meglio un giorno da leoni che centro da pecora"!!!
C'è stato un errore ed è stato rappresentato da quella mancata capacità di comprendere cosa realmente fosse successo e cioè se il difensore della Juve Benatia, è andato a colpire la palla (che è quanto si vede in replay) oppure viceversa, ha colpito il giocatore Vasquez... il quale, ha causa di quel contrasto, cade (o si butta...) immediatamente a terra!!!
L'arbitro non era in condizione di vedere nulla e neppure il suo collega di porta ha saputo aiutarlo  in quella sua difficile decisione... (peraltro è stato dimostrato di come in questi anni, quest'ultimo conti nulla nel corso di una partita in quanto non influenza mai con le proprie considerazioni, le decisioni del suo collega direttore di gara... potrei aggiungere che ciascuno di essi non mostra mai alcuna personalità, sono di fatto, totalmente inservibili)!!!
Soltanto la VAR avrebbe potuto sciogliere quel dubbio, ma qualcuno tra quei "boss"... ha preferito non averla in campo, affinché tutto si potesse compiere per come si voleva... 
Abbiamo visto difatti i troppi errori commessi nelle altre partite ed allora, viene il dubbio, che quanto compiuto da quei dirigenti UEFA, facesse parte di un piano prestabilito, ancora prima di giocare, affinché andassero avanti quelle società di calcio, che si preferiva per l'appunto privilegiare...
Non dimentichiamoci dei miliardi in gioco in questa competizione... che fanno certamente la differenza sostanziale, tra chi deve andare avanti e chi deve uscire!!!
Ma come ho scritto su Fb al mio amico Salvo (interista)... noi siamo la Juve!!!
Riproveremo nuovamente... l'anno prossimo, l'importante dopotutto è aver dimostrato ancora una volta, che la Juve è sempre tra le squadre più forti di sempre!!!
Ed infine, vorrei augurare un forte augurio alla Roma, che ha saputo darmi l'altra sera -contro il grandissimo Barcellona di Messi- una grande gioia... (certo ora comprendo meglio la sofferenza testimoniata per quell'indipendenza richiesta con il voto, sicuramente legittima e tanto desiderata dalla stragrande maggioranza dei suoi cittadini, i quali purtroppo ancora una volta subiscono una prevaricazione da parte di Madrid, peraltro la stessa metodologia coercitiva e psicologica applicata all'arbitro contro la Juve, sempre lì a Madrid, due sere fa, nello stadio Bernabeu).
Comunque, parliamo del futuro: Sarà stupendo poter assistere in diretta all'innalzamento di quella "coppa con le orecchie" al cielo... soprattutto se ad alzarla sarà il capitano della nostra squadra italiana: FORZA ROMA!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo