Translate

lunedì 11 dicembre 2017

Saper dire... NO!!!

Quante volte avete saputo dire NO!!!
Parlo di tutte le volte in cui vi è stato offerto qualcosa, in cambio di un qualcos'altro da compiersi o forse già realizzato!!!
Sono in molti ad aver dimenticato... che è proprio con quel rifiuto, che esprimiamo al nostro interlocutore chi siamo e ciò di cui non abbiamo bisogno...
Se ad esempio si rifiuta del denaro, si fa comprendere a chi ci propone quell'offerta, che siamo dei soggetti totalmente diversi, da quelli con cui il nostro negoziatore ha avuto a che fare e quel nostro diniego, farà comprendere ad egli che quando vorrà incontrarci, dovrà farlo sempre con il massimo rispetto!!!
Il sottoscritto, se pur non condivide quell'atteggiamento evidenziato, ne comprende certamente il metodo, poiché si rifà a quanti oggi pretendono, ed è quindi logico per quei soggetti pensare di fare il giusto, d'altronde pensano che tutti, appartengano nei modi, allo stesso fascio... 
Peraltro, sono in molti a pensare che, se non li prendono loro quelle mazzette, li prenderà sicuramente qualcun altro... e di contro, quel voler mostrare il proprio disaccordo, farà sì che a breve in molti (in particolare se colleghi...), chiederanno il vostro allontanamento. 
Eppure, sembra strano a dirlo, ma il voler dire NO... non dovrebbe riservare  tutti quei problemi, poiché con l'aver espresso quella parola, si affermano concetti di onesta e legalità a cui certamente ciascuno di noi dovrebbe aspirare... ed invece nella pratica, accade l'esatto contrario, di ciò che si voleva con quel gesto... affermare!!! 
Infatti, a seguito di quella decisione, per i più... insolita, si entra in un tunnel dal quale non si esce più... 
Già, si viene visti come "infermi" o ancor peggio come dei "contagiati", da quali virus non si sa, ma si diventa agli altrui occhi, come qualcosa da evitare e così tutti hanno paura di frequentarvi, peraltro non piacevate prima, ancor meno oggi a seguito di quel diniego e così venite isolati, non perché vi siete dimostrati ladri o lestofanti o corrotti, bensì... proprio per il contrario, perché siete stati moralmente troppo onesti e ciò non può essere accettato, tant'è che il giudizio che viene espresso su di voi, diventa giorno per giorno da parte di tutti... sempre più negativo!!!
Vi vengono attribuite false azioni irresponsabili o comportamenti inadeguati, che minano quella vostra stessa professionalità, per colpe certamente non proprie...
Ma quanto effettuato serve esclusivamente a farvi comprendere che, se volete rimanere in quel luogo, dovete allinearvi a quel sistema... oppure è molto meglio che ve ne andiate da tutt'altra parte!!!
Per loro di fatto, quella vostra presenza è sgradevole, anzi direi preoccupante, visto che coloro che vi circondano, sono proprio quanti  hanno già acconsentito ad effettuare quelle richieste, certo a volte "immorali", ma a cui essi, si sono adeguati perfettamente...
D'altronde, in questo nostro Paese è ormai consuetudine dire immediatamente "Sì", il più delle volte per non deludere l'amico di turno o ancor peggio, per assecondare il proprio datore di lavoro, oppure perché non si riesce a dire "NO" a quella proposta indecente, presentata attraverso una bustarella... 
Bisogna inoltre comprendere di come a volte, ci sono taluni soggetti, che non vogliono apparire "timorosi" o incapaci di compiere quanto viene loro richiesto, e quindi, pur di non esternare quel concetto negativo... "no...grazie, non posso, dovete comprendere che mi è difficile fare quanto mi chiedete, non posso rischiare o quant'altro..."  preferiscono, all'imbarazzo... dire di Sì!!!
Ecco che così... si è entrati in quel circolo vizioso i cui effetti saranno visibili a momento debito... e quel giorno saranno devastanti...
Difatti, con quella propria partecipazione, ci si è trasformati in  veri e propri "burattini", costretti a muoversi su quei fili, a seconda delle scelte altrui, con il rischio però che prima o poi, tutto crolli all'improvviso su se stessi...
Certo... bisognava pensarci prima, si sa dopotutto che un comportamento etico, passa innanzitutto dal saper dire il più delle volte...NO!!!



Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo