Translate

mercoledì 31 maggio 2017

Giustizia ritardata è giustizia negata!!!

Una frase di un grande filosofo, giurista, storico e pensatore politico francese... (Charles Louis de Secondat barone de La Brède et de Montesquieu; 1689 – 1755), campeggia sui cartelloni pubblicitari della nostra città... 
Ma cosa significa questa frase... e poi non si comprende, contro chi si è voluto manifestare pubblicando quei manifesti???
Ritorniamo per un momento alla frase: 
"Giustizia ritardata è anche giustizia negata"!!!
Ogni qualvolta che chiediamo "giustizia"... lo facciamo principalmente per due motivi: il primo perché pensiamo di fare il nostro dovere di onesti cittadini, ed il secondo, perché riteniamo di essere vittime di un'ingiustizia o  quantomeno, riteniamo di aver subito un torto...
Nel fare ciò, pensiamo di riuscire in maniera ad ottenere quanto si è denunciato... ed ecco che all'improvviso, scopriamo di essere entrati in un tunnel senza luce o per lo meno, quel punto luminoso è alquanto lontano... rispetto alla nostra realtà!!!
Purtroppo,, le nostre aule di giustizia - in una società di diritto che funzioni - dovrebbero garantire dei tempi certi... ed invece, appena mettiamo piede in quei palazzi, ci accorgiamo di come, quel tempo a nostra disposizione... (facendo i dovuti scongiuri...) potrebbe non bastare!!!
Dire che il sistema giudiziario è lento è di per se... un eufemismo.
D'altronde, il meccanismo procedurale è talmente complesso e macchinoso, che la maggior parte delle volte, non si giunge neppure ad esprimerlo quel giudizio, perché qualcuno delle parti ha rinunciato oppure è deceduto... 
Ed è proprio su questi punti, che si basano i nostri bravissimi legali, in particolare mi riferisco a quanti si occupano di penale...
Sono certo che all'interno di quell'ambiente la frase più in voga sia: "più si dilatano i tempi e più si è certi che mai si giungerà a qualcosa"!!!
Inoltre, a quanto sopra vanno aggiunte tutta una serie di problematiche, che vanno dal: numero esiguo dei magistrati, enorme quantità di procedimenti pendenti, carenze del personale ausiliario, distribuzione irrazionale degli uffici giudiziari sul territorio, inefficienze a causa della mancanza di fondi, necessità strutturali e adeguamenti tecnologici e/o informatici, a cui si somma un formalismo giudiziario che appesantisce il carico della giustizia, numero spropositato di avvocati ed una assenza effettiva di valutazione sulla professionalità di quegli stessi magistrati....
Possiamo definire questo sistema, come un "cane che si morde la coda"...
A rallentare ancor più la macchina della giustizia civile sono i ritardi con cui mediamente si giunge ad un giudizio... solitamente, non prima di 6/10 anni in primo grado ed altri 3 per quello in appello... 
Non per nulla il nostro paese, risulta essere posto tra gli ultimi, per termine di durata dei processi civili, con situazioni che il più delle volte, creano esclusivamente dissesti finanziari...
Se osserviamo ancora i procedimenti penali, ecco che scopriamo, come il pessimo sistema giudiziario dia il meglio di se... e volendo saltare intenzionalmente tutte quelle fasi dibattimentali, dobbiamo aggiungere... i ritardi dovuti ai vari scioperi, la sostituzione dei giudici, alla presenza o meno di testimoni... e via discorrendo, comunque alla fine, quei processi si concluderanno molto spesso con prescrizioni... piuttosto che con assoluzioni o condanne!!!
Si comprende ora il perché, la maggior parte dei cittadini "onesti", preferisce abbandonare... ancor prima di cominciare, mentre quelli disonesti, preferiranno rubare e farsi corrompere, invece di pensare a vivere in maniera onesta...
D'altronde con questo sistema così permissivo e con un sistema a modello "lumaca"... si ha tutto il tempo necessario per continuare a svolgere compiutamente qualsivoglia azione disonesta o illecita e nel caso in cui si dovesse venire indagati, si farà in modo che le prove presunte di quella indagine, "spariscano" prima di un eventuale giudizio di condanna...
Nella peggiore delle situazioni, si farà in tempo a recarsi in uno di quei paradisi tropicali per sdraiarsi fronte mare su un'amaca, sapendo d'altronde, che non verrà mai autorizzata una eventuale richiesta d'estradizione!!!
Sembra comunque che finalmente qualcosa anche da noi sta cambiando... anche perché forse si è compreso che, una giustizia più celere è soprattutto una giustizia che funziona, non solo perché fa risparmiare denaro a noi contribuenti... ma soprattutto perché incentiva gli investimenti esteri ed attira gli imprenditori stranieri a credere nel nostro sistema paese e quindi nel nostro sistema giudiziario...
Chissà se anch'io un giorno, avrò il piacere di poter costatare quanto in maniera positiva, si sarà realizzato, vedremo... 
Il sottoscritto intanto si consola con una frase: Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.... (Gesù di Nazareth)

martedì 30 maggio 2017

Catania e la solita sinfonia stonata!!!

La città... Catania, i soldi spesi per  gioielli, abiti e vacanze... quelli dell’Istituto Musicale "Vincenzo Bellini", le somme... 14 milioni di euro, gli arrestati... 23 tra funzionari, dipendenti della scuola e persone giuridiche esterne all'Ente pubblico, le accuse per quei reati: peculato, ricettazione e riciclaggio!!!
Ci mancava l'ennesima inchiesta... in questa nostra bistrattata città... 
C'era una volta in cui si era (negativamente) famosi nel mondo... per gli omicidi compiuti in maniera abitudinaria, ora con quella stessa regolare cadenza,  assistiamo a tutte queste inchieste per corruzione, tangenti, riciclaggio, scambio di voti, abuso d'ufficio, appalti irregolari e potrei andare all'infinito, tanto ogni giorno... ne abbiamo una!!!
Sono 23 le persone arrestate (sei in carcere e 17 ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza al termine dell'indagine condotta sull'Istituto Superiore Musicale "Vincenzo Bellini" di Catania...
Erano, una vera e propria associazione a delinquere "ufficiale", dove ciascuno di essi partecipava utilizzando o meglio distraendo illecitamente le risorse finanziarie dell’istituto.
Quando ripeto continuamente che i ladri non vanno soltanto ricercati in quegli ambienti ben conosciuti (mafia/politica/imprenditoria), ma soprattutto tra quegli enti pubblici... non mi sbagliavo, difatti, se andate a ripercorrere le inchieste in quest'ultimo anno e mezzo in Sicilia, potrete costatare come la maggior parte di quei "corrotti" sono inseriti in quegli uffici ed hanno solitamente le camicie dai "colletti bianchi"...
Nei loro confronti è stata compiuta dal gip un'ordinanza cautelare che dispone il sequestro preventivo equivalente di beni per 14 milioni di euro...
Ovviamente quei soggetti, sono stati coadiuvati nella truffa da alcune società commerciali compiacenti, di cui molte di esse... vedrete a giorni faranno come si dice a Catania "il botto" in quanto sicuramente già inadempienti con il fisco...
Fondi e fondi pubblici indebitamente consegnati a favore dell’ex responsabile dell’ufficio ragioneria dell'Istituto, il quale li divideva ai dipendenti suoi complici e alle imprese partecipanti all'illecito...
Quindi... gli indagati con quei soldi andavano in vacanza, acquistavano gioielli, compravano per se e per i propri cari vestiti d’alta moda, mentre le società a sostegno della truffa, aprivano conti correnti, usavano le carte prepagate, provvedevano ad inviare denaro con operazioni di "home banking", trasformavano gli assegni in prelevamenti contanti, somme che venivano in parte restituite per cassa a compenso di quelle precedentemente incassate illecitamente (dal momento che non vi era stata svolto alcun mero servizio a favore di quell'ente...), così per come concordato quindi, le somme rientravano nella disponibilità di quei "corretti"impiegati... oggi "indagati"...
L'avevo scritto proprio alcuni giorni fa: cambiano i suonatori, ma la musica è sempre la stessa!!!

lunedì 29 maggio 2017

A Castel di Iudica, "c'è pilu pi tutti"...

Con questa frase è stata affissa nei muri una foto "osé" di una consigliera comunale, in un paese a pochi chilometri da Catania...
Sembra che la foto, insieme ad altre, fosse conservata all'interno del proprio computer, lo stesso che alcuni mesi scorsi, le era stato rubato insieme ad un Ipad...
All'interno, vi erano alcune foto personali che la ritraevano come l'aveva fatta "madre natura" ed ora non si comprende cosa ci sia stato di oltraggioso, nell'essersi  voluta fare - a casa propria - quelle foto... 
Ci si dimentica spesso di come molte donne famose, nel corso di questi anni, siano state raffigurate in quelle note riviste glamour, mettendosi in mostra, per quella loro affascinante sensualità e bellezza...
Ma il nostro si sa... è un paese di puritani, sempre pronti a scagliare la pietra, per poi  nascondere la mano...
Ora si grida allo scandalo... come se un corpo nudo possa modificare il giudizio su una persona o sul suo operato, nel caso specifico, quello di consigliera comunale...
E chissà se forse, non sia proprio in quell'incarico che va ricercata l'azione deprecabile compiuta, che ha per l'appunto come obbiettivo, non tanto quello di far censurare le sue immagini, ma principalmente la sua attività politica...
Un impegno quello profuso dalla consigliera, ben a conoscenza da parte di tutti i cittadini di quel paese, che difatti l'hanno già gratificata, eleggendola in quel ruolo, per ben due volte....
Chi ha voluto infangare il nome della consigliera, non ha colpito soltanto la sua privacy personale, ma ha voluto offendere con quella azione, tutte le donne... è come se, per aver esibito in quelle foto il proprio corpo, avesse intaccato quella sua naturale "purezza" oppure che in quel gesto, vi fosse qualcosa di volgare da dover celare a tutti i costi...
Nessuna donna merita in alcun modo d'esser limitata, come non è tempo di "burqa" e questo attacco "mirato" costituisce in se, la rappresentazione di gesti umani abietti, che offendono la dignità femminile... 
Non è una posa sensuale a dare scandalo... come non è un vestito intero che copre tutto il corpo, che fa la differenza tra una donna "perbene" ed una definita "leggera"...
Quante volte ho sentito dire in vita mia... "tutta casa e chiesa", peccato che in quel particolare percorso, io mi trovassi da quelle parti...
Per favore quindi, basta con questi luoghi comuni, guardiamo cose più serie e pensiamo a valutare le persone per quelle che sono realmente...

Non conosco il consigliere "L. G. M.", ma credo che più di tutti, ella meriti il sostegno dei suoi concittadini, sarebbe difatti meraviglioso assistere come alle prossime elezioni, tutto il paese di Castel di Iudica le starà non solo vicino, ma le concederà il 100% dei consensi... 
Sono certo fin d'ora che l'attacco personalmente ricevuto, darà Lei ancor più forza per continuare con quanto già finora svolto, mettendo ancor più impegno in quel suo incarico, per cambiare in positivo quel suo paese...
E' tempo di guardare oltre... di non fermarsi a discutere di voluttuarie banalità, ma è opportuno che tutti i cittadini adesso si concentrino affinché situazioni come queste, non abbiano a ripetersi, ma soprattutto, che altre situazioni, ben più fondamentali per il paese... possano avere il sopravvento!!!
Mi riferisco alla promozione di principi di legalità e di giustizia, al rispetto del prossimo... visto questo non come unità singola, ma come parte integrante di una comunità...
Penso anche alla lotta sulla corruzione, al contrasto della mafia, a quel deplorevole "scambio di voti", ognuno di essi, veri e propri fattori di cambiamento, affinché si giunga a quel rinnovamento culturale delle coscienze, che porterà i ragazzi di oggi, a diventare gli "uomini" di domani, lontani intellettualmente da quanti oggi, affiggendo quelle immagini, li hanno mortificati!!!
Ma come diceva Sciascia, questi non sono uomini... ma semplici “quaquaraquà”!!!
Personaggi meschini, che compiono quelle loro azioni, chissà... forse perché sono assoggettati alle volontà di qualcuno... di quegli stessi soggetti che di volta in volta, proprio come pastori, li comandano a bacchetta...
D'altronde essi sono la perfetta sintesi, di ciò che rappresenta oggi... lo spaccato di vita quotidiana!!!
Concludo dicendo: "Chi sa scrutare solo l'effimera bellezza del corpo... ignora l'eterna meraviglia dell'anima”.

domenica 28 maggio 2017

Sempre... menza parola!!!

"Non c'è bisogno di dire àutru... semu d'accordu supra tutto, ie allura menza parola..."!!!
Sì... non c'è bisogno di tanti giri di parole per mettersi d'accordo, basta avere soltanto qualcosa che li accomuna e loro dimostrano di possederlo questo fattore comune, già... il denaro!!!
Ecco chi sono quegli uomini a cui basta una "mezza parola" per mettersi d'accordo...
Politici, imprenditori, uomini delle istituzioni, dirigenti, funzionari ed anche semplici dipendenti delle PA, ognuno di essi, meravigliosamente assistiti in quei loro incarichi da volti noti, in materia di consulenza, legale e amministrativa (sì... meglio essere preparati, non si può sapere oggi, cosa potrà accadere domani...).
Naturalmente, ai Sig.ri di  sopra, vanno sommati sia i  cittadini consenzienti che gli "amici degli amici"... cioè i mafiosi!!!
Il quadro evidenziato, rappresenta perfettamente, quel complesso sistema intrigato di potere, che vede legati, ciascuno di essi, a quel unico obbiettivo rappresentato con la voce: affari!!!
Ma, parlare di un sistema gestito esclusivamente per la concretizzazione di un business... non sarebbe corretto.
Qui si tratta di voler condizionare il sistema, attraverso il voto dei cittadini (quest'ultimi visti unicamente come semplici elettori) in un quadro generale che gestisce e decide come spartire il potere nei vari uffici, situazione che è stata fatta risaltare, dalle recenti inchieste da parte delle procure nazionali... 
Quando ci riferiamo a quegli uomini, parliamo di un gioco d'interessi che è al di sopra della nostra comprensione... 
Questi soggetti, sono capaci d'influenzare tutto, dalle istituzioni, agli appalti, garantendo agli imprenditori "amici", le aggiudicazioni a cui aspiravano.
Sono personaggi che, dal livello più basso a quello più alto, riescono a camuffarsi sempre, restando il più delle volte celati e fuori dalle inchieste, sono nomi troppo importanti che ovviamente non possono facilmente comparire...
Ognuno di loro cerca d'insinuarsi in quel sistema illegale, vogliono entrare a far parte di quegli affari che passano dalle loro mani, tentano di gestire quelle proprie carriere, concedendo favori in cambio di ricche prebende...
Possiamo definire quel sistema ormai consolidato, un vero e proprio sodalizio, che ha il compito principale di garantire agli "amici" di quel gruppo ristretto, tutti gli strumenti necessari, affinché si giunga positivamente, alla definizione di quelle richieste...
Fanno tutti parte di quello stesso fuorviante "meccanismo"... e ognuno di essi si prodiga a scambiare favori, posti di lavoro, voti elettorali, promesse di carriere (politiche e/o dirigenziali) e mazzette; una mano amica sempre pronta a dare un aiuto a chi appartenente a quel gruppo lo richiede... garantendo soprattutto affidabilità e omertà...
Davanti a questo quadro generale, non si può parlare di un fenomeno di corruzione limitato o che riguarda unicamente pochi soggetti, ma di una vera e propria struttura d'interessi complessi, che riuniscono in se, tutti gli uomini e donne necessari, affinché si giunga in maniera certa al risultato richiesto!!!
Comprendo bene, quanto non sia facile individuare questi "corrotti", ma fateci caso, forse un sistema ci sarebbe...
Già, ogni qualvolta che siete costretti ad affrontare delle situazioni "ambigue" dove vi sono questi personaggi, vi ritroverete come immersi in un libro di spionaggio, dove i protagonisti sono di volta in volta, coinvolti nella trama e dove ognuno di essi recita la propria parte intrecciandosi con gli altri, in una sorta di tela di rete dove, nomi e cognomi sono "casualmente" ripetuti per non dire... sempre gli stessi...
Sì... sono loro difatti gli attori principali di quel sistema di potere: ssshhh... mi raccumannu... menza parola!!!

sabato 27 maggio 2017

Cercasi società "disponibile", con amministratore "prestanome", per aggiudicarsi contratti d'appalto a danno dello Stato!!!

Facevo stasera una riflessione...
Quanto sta avvenendo economicamente in questo periodo, costituisce per molti imprenditori, uno dei momenti più critici, per riuscire a condurre in utile, la propria attività commerciale...
Troppa burocrazia, tasse a dismisura, contributi per il personale esosi o certamente superiori rispetto alla media europea, banche che non danno credito, lo Stato che non da alcun finanziamento a sostegno dell'impresa o quei pochi fondi, vengono destinati alle solite imprese "amiche", le stesse di quel sistema clientelare, ed infine ci sono i pagamenti, già quei pagamenti che non vengono mai rispettati, in particolare dagli enti pubblici...
Ecco perché in molti per voler fare impresa, tentano di adottare tutta una serie di espedienti oppure si legano a quella nota... "associazione mafiosa" che permette loro di usufruire non solo un percorso preferenziale, ma garantisce l'utilizzo di gran parte di quel denaro, solitamente di provenienza illecita...
D'altronde per quella associazione criminale, non si tratta di fare beneficenza, ma bensì d'investire in nuove imprese, estranee ai controlli degli uffici giudiziari, in quanto non risultano "collegate"... e soprattutto presentano amministratori dal pedigree cristallino...
Quanto sopra ovviamente, serve principalmente a compiere nuovi investimenti, soprattutto per inserirsi all'interno di quel mondo degli "appalti pubblici", a cominciare proprio da quella categoria degli approvvigionamenti... 
Questi infatti, costituiscono per talune società, una vera e proprio "manna", dato il corposo giro milionario che rappresentano, ma anche per un'altra caratteristica interessante, quella di poter godere di rapporti diretti con i funzionari pubblici, addetti agli ordini, i quali risultano solo in alcuni casi vincolati da un dettato normativo, mentre nella maggior parte dei casi, godono di ampi spazi di discrezionalità, che ovviamente - come abbiamo visto in questi anni - hanno dato purtroppo luogo a quelle abituali forme di reato, quasi sempre legate a corruzioni (atti contrari ai doveri di ufficio)!!!
Cosa aggiungere, voler credere che tutte le commesse abbiano oggi, connotati di trasparenza e imparzialità, lascia il sottoscritto con forti dubbi...
Se poi passiamo alla voce più considerevole, quella specifica dei lavori pubblici, ecco che allora la torta diventa più interessante e di quella fetta... tutti ne vogliono una parte!!!
Ed ecco il motivo per cui assistiamo continuamente ad inchieste delle procure, su giro di tangenti, consegne di mazzette a funzionari e dirigenti e a quanti avrebbero dovuto, nel frattempo... controllare!!!
Sono le motivazioni di tutta una serie d'attività illecite... che iniziano sin dalla aggiudicazione per continuare con l'apertura del cantiere: gestione del personale, movimenti terra, demolizioni, gestione dei rifiuti, fornitura dei materiali, alterazione delle percentuali previste nei leganti costituenti le basi di talune tipologie di forniture in opera, quali ad esempio i conglomerati cementizi o bituminosi, per continuare fino al completamento dell'opera con tutta una serie di certificazioni, permessi, verifiche, autorizzazioni burocratiche su qualità e sicurezza, tutti adempimenti necessari... ma che lasciano il tempo che trovano, d'altronde sono lacune e anomalie ben conosciute da tutti, soprattutto dall'ANAC...
Ora ad esempio, se prendiamo la procedura attualmente in corso per le gare d'appalto, questa ha certamente migliorato quel meccanismo corruttivo adottato fino ad alcuni anni fa, che faceva in modo che l'aggiudicazione fosse sempre indirizzata verso un gruppo d'imprese e dove ciascuna di esse, era parte integrante di un gruppo più esteso, con il quale si riusciva a condizionare le medie della gara d'appalto...
Per superare ciò si è passati all'offerta migliorativa: un'offerta cioè che contiene le proposte migliorative del progetto a base d'appalto e alle quali vengono attribuiti dei punteggi stabiliti...
Il problema è che il più delle volte è la stessa PA a condizionarne la gara... come??? Facendo pervenire (per le vie non ufficiali) all'impresa "amica", il progetto definitivo, affinché la stessa possa preparare in tempo, l'offerta migliorativa richiesto dal bando, mentre le altre imprese concorrenti, si ritroveranno a causa della scadenza prossima, a dover compiere in tempi strettissimi, un lavoro di mesi... con il rischio inoltre, di venire (dopo quel lungo lavoro) eliminati, vista la discrezionalità personale, di chi dovrà di fatto giudicare il progetto...
Come si dice "fatta la legge trovato l'inganno" ed il nostro paese in questo... sembra essere specializzato!!!
Ed allora quindi, in una terra dove chi fa il furbo vince sempre o certamente non paga mai, ecco che in molti da tempo, preferiscono operare celati all'interno di una società, come quella sopra riportata...
D'altronde, ciascuno di essi pensa che, i ritardi con cui giungono i controlli e la possibilità d'usufruire d'importanti e noti studi legali per una eventuale difesa, permetterà comunque ad essi, di vivere agiatamente, situazione quest'ultima che, per le vie ordinarie corrette, ma soprattutto regolari e oneste... non avrebbe mai potuto avverarsi!!!

venerdì 26 maggio 2017

Scommetto di poter individuare oggi, il nome del futuro Presidente della Regione Sicilia!!!


Non mi sono dato alla magia... e neppure possiedo la bacchetta magica di "Harry Potter", ma sono particolarmente certo di poter individuare con un'alta probabilità, chi vincerà le prossime elezioni regionali in Sicilia!!!
Innanzitutto vediamo quali nomi sono attualmente in lista per quella poltrona... 
Tra gli aspiranti a quella carica possiamo certamente annoverare l'attuale Presidente Rosario Crocetta: sono certo che farà di tutto per ripresentarsi, anche se non riesco a coglierne i meriti, visto quanto poco egli abbia fatto in questi suoi anni di governo... 
Va aggiunto inoltre che, proprio nell'abito di provenienza e cioè quello di centro-sinistra, vi sono altrettanti personaggi importanti quali Bianco, Faraone e Ferrandelli e dal momento che ciascuno di loro vorrà puntare a quel ruolo, vedrete come alla fine di quella corsa, nessuno di loro si aggiudicherà quella poltrona!!!
Guardiamo ora a destra... chi abbiamo???
Allora, il primo che mi viene in mente è Musumeci... ma su di egli, ho già scritto in alcuni miei precedenza post e credo che ormai, si può paragonare la sua storia politica, al nostro attuale giro d'Italia e cioè che sia passato il tempo per quel ruolo di figura vincente e possa soltanto aspirare ad una figura da gregario...
Del resto, abbiamo visto come egli manchi di una posizione netta, avendo in questi anni contrastato, ma soprattutto rinnegato alcuni personaggi politici, con i quali sembra ultimamente... andare a braccetto!!!
Poi abbiamo Giancarlo Miccichè, che come un vero "burattinaio" manovra nell'ombra i suoi fili, dando l'impressione a tutti quegli aspiranti e antagonisti politici, di aver scelto da tempo (per il proprio gruppo), l'uomo che li rappresenterà... come ad esempio Musumeci (dopo che proprio quattro anni fa, Miccichè stesso eliminò da quella poltrona l'amico, scegliendo di promuovere se stesso verso la presidenza e consegnando così facendo... la vittoria a Crocetta), ma forse la verità e che a tutt'oggi, non si vuole esprimere la linea del partito (a cui appartiene...), anche perché qualcuno dice che, dietro quelle sue silenti manovre, vi sia la figura dell'attuale Ministro degli Esteri, Angelino Alfano... 
Certo, quanto sopra contrasta con quanto mi ha raccontato alcuni giorni fa un mio caro amico di Palermo e cioè, che lo stesso (Micciché), fosse a cena, in un noto albergo della città, indovinate con chi... con Roberto Schifani, lo stesso che nel 2016 si dimise in qualità di capogruppo di Area Popolare al Senato, in rottura proprio con le scelte centriste di Alfano e rientrato nelle liste di Forza Italia.
Mi viene quindi da chiedere... su chi si sta puntando realmente il centro-destra...???
Non è che forse la scelta condivisa è sul deputato europeo Salvo Pogliese...???
Attualmente egli (primo eletto di FI nella circoscrizione dell'Italia insulare) dovrebbe lasciare l'incarico europeo, per andare a governare la Sicilia; ma il sottoscritto,  ci credo poco, anche perché credo che egli sappia sin d'ora di non aver i numeri per poter vincere!!!
Passiamo quindi ad uno dei favoriti... l'uomo del Movimento ★★★★★: Giancarlo Cancellieri!!!
Si è già presentato quattro anni fa e non aveva vinto, se pur in quella occasione, aveva raccolto a se un gran numero di consensi... 
Ora... ci vorrebbe riprovare: dalla sua si ritrova il partito con il maggior numero di consensi, questo è quanto riportano molte società che si occupano di sondaggi e intenzioni al voto, che riportano per l'appunto come, il M5S sia attualmente (in Sicilia) in testa nelle intenzioni con il 27,9% con un incremento dello 0,4% rispetto alla settimana scorsa, mentre è pressoché stabile il Pd, che scende dal 26,5% al 26,4%; Forza Italia, intanto ha superato la Lega Nord (12,8% a 12,2%) e sale ancora, anche se solo dello 0,1%, il Movimento Democratico e Progressista, che raggiunge il 4,3% (anche se bisogna dire che questo è un dato a livello nazionale...); aggiungo comunque che egli (o chi verrà scelto per quel movimento) non credo riuscirà a battere i suoi concorrenti al primo turno ed in questo caso, nel caso in cui si dovesse andare al ballottaggio... difficilmente uscirà quale vincitore, l'uomo scelto da Beppe Grillo!!!
L'investitura ufficiale del M5stelle non è stata ancora dichiarata e potrebbero esserci delle sorprese, proprio perché si vuole puntare su un nome nuovo... ed io - senza nulla togliere a Cancellieri - preferirei vedere un altro nome, uno di quelli che abbia dimostrato in questi anni, di aver lottato concretamente per rendere più onesta e pulita... questa nostra terra "infetta"!!! 
Passiamo agli indipendentisti...
Quelli siciliani si presenteranno con un proprio candidato (potrebbe essere Massimo Costa) ma ancora nulla è certo se non quanto riportato nella loro pagina web e cioè che: "se dovesse venire eletto il loro rappresentante, questo, aprirà un contenzioso con l'Italia, disdettando l'accordo "truffa" stipulato tra Crocetta e Renzi, e chiedendo l'attuazione di tutti i diritti previsti, dallo statuto originario e oltre". 
Mentre quelli della Lega con Salvini, non hanno ancora deciso chi presentare e nel frattempo, sta per giungere anche Sgarbi con il suo nuovo partito "Rinascita"!!! 
Passiamo agli ultimi referenti... il primo è l'Avv. Gaetano Armao, sostenuto da quel partito dell'autonomia siciliana di Raffaele Lombardo...
Questa presentazione ufficiale, è una situazione alquanto difficile da comprendere, almeno per il sottoscritto che vive la politica in maniera disinteressata, ma certamente sa riconoscere i contorni annebbiati, quando questi vanno delineandosi, soprattutto se non sono chiari o leali...
Cosa voglio dire: in questo momento se dovessi presentarmi per la prima volta in politica, farei o direi tutt'altro, rispetto a quanto vanno dichiarando a noi... i nostri abituali esponenti. 
Quindi, in questa mia personale riflessione, provando cioè a rappresentare quelle loro azioni, non posso che ripetere quei gesti, promuovendo nuove alleanze e raccogliendo il maggior numero di consensi...
Nel far ciò però, dovrei stare attento a scegliere quanti mi dovranno collaborare, mi riferisco agli amici e/o conoscenti, che a causa di problemi giudiziari personali, potrebbero in un qualche modo, danneggiare questa mia nuova immagine politica, perché è evidente che verrei da tutti... associato anch'io a loro... 
Ed allora cosa dovrei fare??? Rinunciare a quei numerosi consensi??? No, si tratterà di fare in modo, che tutto passi senza grandi clamori, operando in maniera celata e soltanto alla fine si faranno i conti...
Ora, in questa preciso momento, mi sembra che stia avvenendo il contrario...
Ho l'impressione che si pensi di noi siciliani... come dei fessi, gente senza memoria oppure debbo pensare che questi signori sono certi, che al momento opportuno, i cittadini baratteranno quel loro voto... per qualcosa in cambio e forse questa seconda ipotesi, non è poi, così tanto errata, anzi mi dispiace dirlo... ma risulta molto concreta...
In ogni caso, non credo che basteranno quei numeri per farlo vincere; sì... forse potranno servire per ottenere una poltrona!!!  
Infine, c'è il "Re di denari", quello che prende tutto... Totò Cuffaro che a differenza degli altri, non ha bisogno di alcuna alleanza!!!
E' sempre lo stesso... "Mister Vasa Vasa", nulla è cambiato, dove va ci sono abbracci e baci... e come se i siciliani gli abbiano perdonato tutto, anzi se potessero, cancellerebbero pure quell'interdizione dai pubblici uffici per vederlo ricandidato a quel ruolo... 
Sembra incredibile lo so, già... come si può dimenticare, eppure è così!!!
Comunque, egli sa bene che quanto sopra non è possibile, ed ha preparato le contromisure... da dietro quella regia sta per preparare il nome nuovo da lanciare verso la poltrona direzionale... ho sentito dire, da alcuni amici giornalisti ben informati, che un nome potrebbe essere quello di Roberto La Calla... 
Il sottoscritto comunque, in questo preciso momento, ha una doppia difficoltà che deriva, non tanto dal non sapere chi votare, ma soprattutto dalle motivazione che spingono verso quel voto: già il solo pensiero, mi fa venir voglia quel giorno... di starmene disteso nel divano!!!
Non so dirvi se mi senta più deluso o rassegnato, come non credo si tratti di possedere su di se quel pessimismo "leopardiano", ma è il vedere come, in questa nostra terra, nulla cambi... 
A cosa serve d'altronde sentirsi profondamente siciliani, voler credere nell'indipendenza, sperare che presto giunga la ripresa, combattere in tutti i modi la mafia, i suoi uomini e quelle ramificazioni, quando poi ti accorgi che cambiano i suonatori, ma la musica resta sempre eguale... e non mi si venga a dire che "chi ben comincia è a metà dell'opera", perché qui con questa attuale e sterile condizione economica e  politica, non si va da nessuna parte!!
Ah, dimenticavo... il nome del vincente??? Dovete pazientare qualche altro giorno... in quanto a breve, avremo modo di vedere delle belle sorprese!!!

mercoledì 24 maggio 2017

The "Mafia, Corruption and Legality" in Italy, are set "OFF"!!!

Ok... no don't worry...
I haven't decided to translate my blog into English, but sometimes I feel that the time has come for me, to address to someone who is wishing to understand!!!
Si come riporto sopra... a volte ho l'impressione di dover cambiare lingua per farmi sentire, perché noto come, continuamente, certe collusioni, vengano ripetute con una cadenza, che sembra quasi programmata...
Già, cambiano soltanto gli attori, ma per il resto, tutto procede sempre nella stessa maniera...  
Se dovessi definire con una immagine la lotta attuale a questo sistema criminale, credo che la foto allegata, rappresenti perfettamente quella condizione: 
Contrasto alla mafia: OFF
Contrasto alla corruzione: OFF
Lotta per la legalità: OFF 
Certamente qualcosa si è fatto: gli arresti sono stati compiuti, molte società confiscate, alcuni politici, amministratori e funzionari pubblici indagati, le associazioni di legalità fanno il loro dovere e danno quel loro contributo, anche se abbiamo dovuto costatare come tra loro, si siano inseriti personaggi che pregiati dal titolo "paladino della legalità", hanno potuto trarre vantaggi personali, espedienti che sono serviti per inserirsi in politica... ed oggi vivono di rendita!!! 
Per fortuna questi ultimi... sono ostacolati da altri, soggetti che, hanno fatto e fanno... della lotta alla mafia, il loro motivo di vita; mi riferisco ad esempio ai procuratori nazionali, ai sostituti procuratori, agli uomini della DIA ed a quanti sono come sempre, in prima linea!!!
A questi ultimi, vanno sommati naturalmente quei pochi cittadini onesti... soprattutto coraggiosi, gente comune silenziosa, che non ha voluto piegarsi a quelle regole proficue o imposte: mazzette, privilegi, compromessi, ricatti o coercizioni...
Questi sono nel loro piccolo, come quegli uomini valorosi già caduti (per mano di quella associazione criminale) perché continuano ad operare, ma soprattutto a denunciare!!!
Sono soggetti sconosciuti alla maggior parte dei cittadini, personaggi che ha fatto il proprio dovere in totale silenzio, contrastando tutte quelle azioni mafiose ingorde, con cui, ci si è trovati a confrontare... 
D'altronde, l'associazione mafiosa è come una serpente che s'insinua per tentarci, con quel suo copro viscido, striscia e prova a corromperci e quando non ci riesce prova a stringerci... 
Il suo obbiettivo è comandare, sapendo di poter usufruire dei suoi uomini,  posti in questi lunghi anni, all'interno degli uffici pubblici, gli stessi che invece di fare il loro dovere, intimoriti si piegano ai loro referenti mafiosi, al semplice sentir bussare... dietro la loro porta!!!
A differenza di quanti credono che, se non ci fosse l’aiuto prezioso della magistratura e delle forze dell’ordine noi saremmo persi... ecco, il sottoscritto credo che è soltanto con un rinnovamento delle coscienze e con un cambiamento radicale della mentalità, che si potrà modificare questa nostra società, eliminando definitivamente, questa fastidiosa corruzione e criminalità mafiosa... 
D'altronde si sa, la mafia ha paura solo di chi la denuncia: ed è proprio su quella mancata collaborazione... che è riuscita a crescere e diventare più forte, sapendo di poter contare sulla debolezza di una parte delle istituzioni, sul silenzio delle imprese e soprattutto sul "rispetto ossequioso" dei cittadini, che non collaborano e si dimostrano, in quelle proprie circostanze... omertosi!!! 
Concludo con una frase riportata dalla moglie dell'imprenditore ucciso dalla mafia, Libero Grassi: Sono convinta che lo spirito imprenditoriale manchi quasi totalmente.... La gente oggi chiede ancora “il posto”. Non credo che noi siciliani siamo così speciali, forse in senso negativo si! La Sicilia è una regione “difficile”, l’economia è ferma e quindi non vi è crescita. Non possiamo neanche lamentarci della classe politica inefficiente perché siamo noi ad eleggerla... la verità è che dovrebbero essere i cittadini ad essere più consapevoli!!!

martedì 23 maggio 2017

Ricordando Falcone: gli attuali uomini delle Istituzioni si rivolgono ai ragazzini di oggi... ma vorrei dire loro, cosa è stato fatto in questi 25 anni???

C'è una frase che più di altre ritengo perfetta per questo nostro paese... e a dirla è stato proprio il giudice Falcone: "Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare..."!!!
Difatti, a cosa serve parlare, discutere, promettere, quando poi in concreto tutto il sistema criminale è rimasto in questi anni inalterato...
Sono passati esattamente venticinque anni da quel terribile 23 maggio 1992 e cosa è cambiato???
Ah.. si... vero... sono stati arrestati i boss Riina e Provenzano e quanti hanno partecipato a quella strage di Capaci, strano che comunque, alcuni di quei soggetti, siano nel contempo diventati collaboratori di giustizia... 
Oggi per ricordare l'anniversario della morte del giudice, della moglie e di alcuni componenti della scorta... sono stati organizzati a Palermo i soliti incontri: mostre, spettacoli e l'approdo al porto della "nave della legalità"...
Ovviamente, sono tutti invitati, uomini e donne delle Istituzioni... che preferisco non elencare, d'altronde ritengo che, oltre ad essere in troppi, alcuni di essi potevano starsene tranquillamente a casa...  
Il sottoscritto infatti, avrebbe voluto esclusivamente vedere a quegli incontri i familiari delle vittime o quanti fortunatamente da quelle azioni criminali, si sono salvati...
Ecco che di sorpresa inizia in sottofondo a suonare una musica... è la canzone di John Lennon (Imagine), suonata dai bambini di una scuola elementare con indosso ciascuno la maglietta della legalità, a cui fanno da contorno tutti gli altri ragazzi, con manifesti e palloncini colorati che riportano una frase: "grazie per averci insegnato il coraggio di lottare e diamo un taglio all'illegalità!!!
Ha detto bene la sorella del giudice (Maria) a quei ragazzi: "voi siete la speranza"...
Ma io vorrei aggiungere...
Dove sono oggi i ragazzi d'allora, quelli che avevano 18/25 anni e che ora hanno all'incirca la mia età... cinquantanni...
Già, cosa hanno fatto di concreto in questi anni per questa società o per combattere la mafia...??? 
Non dobbiamo dimenticarci che tra loro, vi sono dei degni rappresentanti politici, soggetti che ci hanno governato non solo a livello Nazionale, ma nello specifico, presso la nostra Regione Siciliana...
Deputati, assessori, dirigenti, consiglieri, veri e propri uomini delle istituzioni e ditemi... che cosa hanno fatto di concreto per contrastare la mafia, la corruzione, tutta questa illegalità ormai diffusa a tutti i livelli... ditemi...???
Ed oggi quindi... cosa si fa...??? Si ripetono nuovamente quei gesti??? 
Si chiede a queste nuove generazioni di ragazzi, di essere artefici del loro cambiamento, di rappresentare la speranza, quando però allora... quegli stessi ragazzi, genitori di quelli di oggi, non sono stati capaci di far nulla, anzi si sono venduti a quel sistema clientelare/politico/mafioso che con una manciata di pasta, si è comprato la dignità dei siciliani...
Quante belle parole che vengono dette da tutti, ma quando c'è "da rimboccarsi le maniche... già, quando c'è da pagare un prezzo"... loro cosa fanno, evitano la lotta!!!
Sono come giullari di quel sistema... almeno il sottoscritto è così che li vede;  fanno soltanto ridere e d'altronde si vede come in questi anni nulla sia cambiato...
La mafia, ha continuato a dominare questa nostra terra tranquillamente, grazie all'esiguo contrasto sia delle istituzioni, ma soprattutto dei cittadini... 
Sì... è proprio grazie ai voti dei cittadini che accadono queste cose... (guardate infatti le porcherie che stanno accadendo in questi giorni di campagna elettorale...), agli appalti concessi alle imprese amiche (affiliate agli "amici degli amici"...), alle numerose tangenti e mazzette distribuite all'interni degli uffici pubblici... d'altronde è quanto ben sapete, ma ora fate finta d'ignorare e disconoscere!!!
Sono stanco di vedere ogni anno queste celebrazioni... fate come me, ponete nel vostro cuore il giudice e cercate di mettere in atto quei suoi insegnamenti e quando avete un momento di sconforto osservando quanto accade quotidianamente intorno a noi, guardate le sue foto nella vostra stanza e vedrete che ritornerete... ancor più forti di prima!!!   

lunedì 22 maggio 2017

Il Presidente Mattarella: "Per Falcone la mafia non era invincibile"!!!

In occasione della commemorazione della strage di Capaci che venticinque anni fa uccise il giudice Giovanni Falcone, proprio mentre il presidente della Repubblica ricordava la figura del magistrato davanti alla riunione straordinaria del Csm, ecco che all'improvviso la mafia, si è fatta nuovamente sentire...
Ovviamente, per non dare molto clamore alla notizia, la maggior parte dei media ha riportato che si tratta di un regolamento di conti... 
Hanno parlato di quel boss mafioso, hanno ricordato delle vicende criminali, della condanna per mafia  e dell'incredibile scarcerazione del 2014...
Già... dire "incredibile" è poco, considerato che quel boss era stato condannato per l'omicidio del capitano dei carabinieri Emanuele Basile e dei carabinieri Bommarito e Morici che per l'appunto lo stavano accompagnando...
Ma si sa... da noi la giustizia è qualcosa di aleatorio e difatti i colpevoli riescono sempre a farla franca, ed anche in questo caso il boss, se pur condannato all'ergastolo - grazie ai propri legali - era riuscito a lasciare il carcere, tra mille polemiche, beneficiando della Legge Carotti... 
67 anni, di cui 25 passati in carcere, per scontare condanne per reati, quali omicidi, rapine, traffico di droga, ecc, ma alla fine... era riuscito ad uscire dal carcere. 
Secondo le ipotesi... qualcuno voleva vendicarsi, ed ecco quindi che stamani, l'uomo è stato affiancato da due killer, che gli hanno sparato in testa mentre passeggiava in bicicletta...
Alcuni mesi fa, il sottoscritto aveva preannunciato la fine di questa "pax obbligata", la quale, non sarebbe durata in eterno e che anzi probabilmente, avrebbe ripreso con vigore... difatti qualcuno ha deciso di riprendere nuovamente le armi, per imporre la propria forza...
D'altronde i vecchi boss... stanno morendo dentro le prigioni, come gli attuali detentori di quel potere, sono da troppo tempo latitanti e qualcuno ha iniziato a mettere in discussione quella loro ormai "scomoda" presenza... ma soprattutto, c'è chi stanco, vede allontanare con il passare degli anni sempre di più quel potere ed ora ha deciso di uscire allo scoperto...
Vedrete, questo è solo l'inizio, se non si troverà immediatamente un accordo tra quelle cosche criminali, le parole... cosi ottimisticamente pronunciate dagli uomini delle istituzioni, serviranno a nulla, per bloccare quell'inizio di faida mafiosa, che di qui a breve... potrà scatenarsi, con tutte le conseguenze che abbiamo avuto modo, ahimè di conoscere!!!
Venticinque anni fa... moriva Falcone ed io in quei giorni ero a Palermo, proprio dinnanzi ad una chiesa, piena di gente e soprattutto di giovani come me...
Sono passati venticinque anni e cosa è cambiato...??? Quante e quali lotte hanno fatto in questi anni, quei tanti giovani che urlavano dinnanzi a quella chiesa a squarciagola "Giustizia"!!!
Ditemi, com'è cambiata questa nostra terra, in meglio o in peggio...???
La situazione attuale vi sembra migliore di quella d'allora???
Ed i valori morali calpestati dai troppi compromessi, a chi vogliamo attribuirne le colpe... sempre alla mafia???
Per favore... finiamola di prenderci in giro...
Diceva bene il giudice Falcone: “Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi, saremmo tutti bravi e irreprensibili”.
Ed oggi ditemi, nel rivedere Egli i gesti compiuti in questi venticinque anni da ciascuno di noi, di quanti pensate potrà essere compiaciuto??? 
Quel sacrificio compiuto, basterà a farlo sentire appagato, potendo ora discernere da lassù, il vero e sincero sentimento, da quanto viene pronunciato in suo nome... da quei soggetti dalle lacrime da coccodrillo???

domenica 21 maggio 2017

Dimmi, dimmi, dimmi, che senso ha... sprecare il nostro voto per questi politici qua...

C'è una ragione che cresce in me... e l'incoscienza svanisce e come un viaggio nella notte finisce...
Dimmi, dimmi, dimmi che senso ha... sprecare il nostro voto per questi uomini qua,  continuare a dar fiducia a questa gente... semplici figli di papà, che non hanno perso sai, che non vanno mai via... povere illusioni dai pensieri banali ma nulla che rimane... 
Per me, per te, per voi... pensare che vivremmo, benissimo anche senza!!!
C'è una ragione che cresce in me e una paura che nasce... l'imponderabile condotta della gente, che confonde la mente, tra una cieca rassegnazione e la più stupida pazienza...
No, io non vedo più la realtà, né quanta tenerezza vi da, quella incoerenza... pensare che vivreste benissimo anche senza...
Dimmi, dimmi, dimmi come si fa... ad ascoltare questi politici "bla bla bla"... gente incapace di fare i nostri interessi, di dedicarsi al loro ruolo, di guardare al futuro...  
Io, non so come riuscite a sopportare quanto ogni giorno ci viene proposto, io ho difficoltà... 
Ad esempio. ho finito di contare le indagini portate a conoscenza quest'anno da parte delle procure nazionali, ed allora vi chiedo, ma come si fa a far finta di niente...???
Si è tutti senza coscienza... io, già io debbo confidarvi che non ce la faccio!!!
Sono esausto dal vedere in Tv quelle trasmissioni politiche, dove vengono ripetute sempre le stesse cose... inutili parole sentite, già non so quante migliaia di volte, che se potreste rivederle "on demaid" tutte, vi accorgereste come sono sempre le stesse parole... 
Cambiano solo le rughe e le pettinature, sì... i capelli sono un po più grigi, ma le "minchiate" dette sono sempre le sesse... 
D'altronde ditemi, in questi anni, quanto si è evoluto economicamente questo nostro paese... o ancor di più, quanto è migliorata la nostra regione???
Non sanno più cosa dire... ormai è stato detto tutto o meglio... niente, perché non solo le loro parole non hanno prodotto nulla, ma soprattutto i fatti, che hanno saputo evidenziare una condizione peggiore di quella che vi era vent'anni fa... 
Sì... ricordate quando c'erano partiti come la Democrazia Cristiana, il PSI e quei "finti" Comunisti che insieme, appassionatamente, governavano questo nostro paese, con il sostegno della mafia che dalla Sicilia al nord italia, raccoglieva i voti necessari per quegli esponenti di partito...
Sono passati gli anni e sono ancora lì... alcuni, hanno ceduto quelle loro poltrone ai figli (altrettanto inutili) ed altri oggi, stanno preparando la strada per la nuova discendenza... 
D'altronde abbiamo visto come non vengono proposte leggi a favore della legalità, i partiti lottano per proporre nuove riforme elettorali che possano successivamente favorirli... e quei politici inquisiti, sono ancora lì, tranquillamente seduti senza che nessuno di loro paghi per i reati commessi... per le tangenti intascate, per lo scambio di voti ricevuti in maniera illecita...
Allora... dimmi, dimmi, dimmi, che senso ha...

sabato 20 maggio 2017

Campagne elettorali in Sicilia: Presentarsi agli elettori...??? No, prima dai Procuratori!!!

La campagna elettorale è iniziata... ed in tutta la Sicilia vi è una forte concitazione nella ricerca di quei voti necessari per far eleggere i vari sindaci, consiglieri, ecc...
In particolare è quanto sta accadendo nella città di Trapani, dove una forte inquietudine sta condizionando l’elezione del nuovo sindaco della città, a causa dei provvedimenti giudiziari che hanno interessato due candidati sindaco...
L'inchiesta, ruota intorno all'armatore Ettore Morace ed alla sottosegretaria alle Infrastrutture e ai Trasporti Simona Vicari, che appena ha saputo del provvedimento, si è dimessa.
Nella giornata di ieri la procura di Palermo aveva chiesto l’obbligo di soggiorno a Trapani ad Antonio D’Alì (senatore e candidato a sindaco per Forza Italia), in attesa di un giudizio della Corte di Cassazione su un processo per concorso esterno in associazione mafiosa, mentre oggi è stato arrestato l’altro candidato del centrodestra, Girolamo Fazio, già sindaco dal 2001 al 2012 e sostenuto da alcune liste civiche e dall’UdC..
Sembrerebbe che l'ex sindaco Fazio, sia stato coinvolto in un presunto giro di tangenti che riguardano il trasporto marittimo locale. 
La lista degli indagati non è conclusa... infatti sono stati arrestati anche un funzionario della regione Sicilia Giuseppe Montalto e l'amministratore della Liberty Lines, Ettore Morace...
Incredibile da dirsi ma tra gli indagati dell’inchiesta c'è il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, eletto col centrosinistra, che secondo l’ANSA avrebbe ricevuto un avviso di garanzia (Crocetta è accusato di “concorso in corruzione”, per un presunto finanziamento di 5mila euro ricevuto dal suo partito da Morace, oltre che un viaggio alle Eolie...), mah...
Per cui, evito di entrare nei particolari giudiziari, come ripeto sempre, a noi gente comune interessano poco... comprendere con quali motivazioni ci si difenda in appello o successivamente in cassazione, ha poca importanza... d'altronde sappiamo bene come i propri legali sappiano far bene il proprio lavoro... giungendo il più delle volte in prescrizione, ormai è risaputo a tutti...
Ciò che da maggiormente fastidio è che questo sistema continui in modo imperturbabile, come se nulla fosse... tanto c'è sempre qualcuno che li vota, che li appoggia, che li sostiene, che ci fa affari... e via discorrendo!!! 
Le procure come sempre fanno il proprio dovere... ma alla fine, continuiamo ad assistere a queste incredibili avvenimenti... e la cosa assurda che molti di quegli uomini sono legati ancora oggi a certi partiti, i cui premier hanno il coraggio di giustificare quanto avviene ai propri uomini...
Altro che chiamarli leader... questi sono una vera e propria vergogna, per ogni voto raccolto da quei cittadini che avrebbero dovuto rappresentare...
Ed oggi... già ancora oggi, vengono a chiederci di sostenerli: "minchia... ma ci vuole veramente coraggio", d'altronde cosa volete, si vede perfettamente quanto abbiano la faccia come il c...!!!

venerdì 19 maggio 2017

Ultim'ora: la retorica prende le distanze dalle celebrazioni per Falcone

Tra qualche giorno... il 23 maggio, inizieranno le celebrazioni per ricordare la strage di Capaci, dove venne assassinato il Giudice Falcone, sua moglie Francesca Morvillo ed i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro...
La sorella del magistrato, in una intervista durante un programma televisivo, ha dichiarato: "I nemici principali di Giovanni furono proprio i suoi amici magistrati... Molti di loro non sono stati leali... mentre altri gli sono stati davvero amici come Chinnici, Caponnetto, Guarnotta, Grasso e Ayala"...
Ha aggiunto inoltre, "tanti furono gli attacchi e le sconfitte, tanto che fu chiamato il giudice più trombato d'Italia e purtroppo lo è stato ed è stato lasciato solo... ma il fatto stesso che i giovani continuino a vedere in lui l'esempio di un uomo che ha saputo sacrificare la sua vita per il bene comune, pure non essendo un fervente cattolico, ma un laico che credeva nell'amore del prossimo, è bello ed emozionante"!!!
Proseguendo nell'intervista, Maria Falcone ha voluto chiarire come suo fratello, si sia "inventato tutto nella lotta alla mafia; difatti, quando il giudice arrivò a Palermo, la mafia sembrava quasi che non esistesse... non se ne pronunciava nemmeno il nome; i vari uomini politici non la nominavano, la Chiesa... già la chiesa... non la conosceva"...
Ed è per questi motivi che oggi la sorella del magistrato si è impegnata a sensibilizzare tutti, ma soprattutto i più giovani in temi di mafia: "Giovanni è considerato il servitore dello Stato che credeva nei valori con i quali noi siamo cresciuti, secondo quel detto meraviglioso: quando la Patria chiama bisogna andare. Giovanni è stato chiamato ed è andato"...
Ed è per i sopracitati motivi che oggi, provo a ricordare il giudice Falcone, con quelle stesse parole riprodotte da alcuni ragazzi, gesti affettivi profondamente sentiti ed impressi non solo nei loro cuori, ma sono, parole ed immagini, che vengono scolpiti nei muri della loro scuola, nel caso specifico del Liceo Classico Mario Cutelli di Catania e che casualmente il sottoscritto, proprio alcuni giorni fa apprezzandoli, aveva deciso di fotografare e che in questa circostanza, mi sento di voler pubblicare...
Come diceva il giudice, "Le parole passano... le idee restano" ed oggi questi nostri ragazzi, hanno bisogno di poter credere... sperare e lottare affinché questa loro terra possa finalmente superare quei pregiudizi per poter progredire...
Il futuro è soltanto dei giovani ed è ad essi che va consegnato... 
Loro, non hanno bisogno di esser presi per mano, non devono esser condotti o indirizzati, in particolare proprio da quegli uomini inutili, che non hanno fatto nulla in questi anni, per questa nostra isola, se non promuovere quella loro figura insignificante... 
Il tempo delle discussioni è finito... ciò che resta è la necessità di un cambiamento radicale, d'una ventata di aria fresca e non più di questa maleodorante e nauseabonda aria viziata che proprio in questi giorni, ci stanno propinando...
E' tempo di liberare le coscienze, provare tutti insieme a rimuovere definitivamente ogni soggetto a noi conosciuto... inaffidabile, colluso, ingannevole e mafioso, lo stesso che finora ci ha infettato con la sua sola presenza, togliendoci anche quel po di aria buona... di cui eravamo circondati.
Basta con quelle inutili dichiarazioni o con quei palchi preparati, fermiamo quelle manipolate immagini retoriche o quei convegni propagandistici, d'altronde ormai sappiamo bene come sono, sì... sono così, per come li si vede, vestiti elegantemente per presenziare a quelle celebrazioni, come vere e proprie comparse... vuoti e senza idee!!!



Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo