Translate

giovedì 30 marzo 2017

Quanti sono gli extracomunitari a disposizione della criminalità organizzata???

Sembra che a nessuno importi...
Avevo in precedenza evidenziato del problema, di tutti quegli extracomunitari posti ai semafori, a chiedere l'elemosina...
Ma in questi mesi ho potuto comprendere come non si tratti più di un caso singolo o sporadico, bensì di un sistema messo in pratica da chi ne ha organizzano il business...
Sì... pensateci, ad ogni incrocio a cui sostate, trovate non meno di 4 ragazzi per lato... troppi se pensate che già uno avrebbe difficoltà a raccogliere in una giornata quanto necessario per il proprio sostentamento... eppure loro sono lì, dalla mattina fino alla sera, con le mani giunte, a chiedere l'elemosina, dopo di che, finita la serata, ecco che alcuni di essi, si trasferiscono verso il centro per trasformarsi a posteggiatori abusivi degli spazi rimasti "liberi", non segnalati cioè, dalle strisce blu a pagamento...
Mentre il resto di loro, è (come si dice ormai da noi) a "disposizione"!!!
Di chi... ovviamente della criminalità organizzata!!!
D'altronde, si tratta di manodopera a basso costo a disposizione di quella struttura malavitosa... sono ragazzi che vengono usati per qualsivoglia attività illecita...
C'è chi viene assegnato a confezionare dosi di stupefacenti e chi si dedica allo spaccio, c'è poi chi ha l'onere di verificare il territorio, in particolare di segnalare una eventuale presenza, delle forze dell'ordine...
Altri gruppi hanno il controllo della prostituzione ed altri ancora, sono responsabili del contrabbando di tabacchi, della contraffazione e della vendita di questi prodotti...
Poi ci sono coloro che vanno indirizzati quali braccianti temporanei, verso la raccolta dei prodotti agricoli, attraverso ben noti sistemi di caporalato, mentre altri più violenti, vengono dirottati a compiere raid punitivi, verso chi non effettua regolari pagamenti o non vuole sottostare alle loro condizioni...
Ognuno di essi... o quantomeno molti di loro, a differenza di alcuni anni fa, sono regolarmente muniti di un provvisorio permesso di soggiorno e quindi di fatto, autorizzati a vivere nel nostro paese... in quali modi, ecco quella è tutta un'altra storia...
Non dimentichiamo... quanto veniva espresso telefonicamente (per fortuna intercettato dalle forze dell'ordine...) alcuni mesi fa, dal maggiore esponente di "mafia capitale", che per l'appunto riteneva l'immigrazione un business superiore a quello dato della stessa droga...
Possiamo quindi dedurre che oggi, sono questi i gruppi stranieri che collaborano direttamente con la nostra mafia ed il fenomeno purtroppo, è sempre più in aumento, con possibili rischi, dei quali nessuno è in condizione oggi, d'individuarne l'eventuali ripercussioni...
Dopotutto, "se mangiano loro... mangiano tutti" ed ecco quindi che anche "cosa nostra" ha compreso come, grazie a loro, si può giungere ad avere vantaggi, senza la necessita di doversi esporre in prima persona...
Difatti mentre in altre realtà siciliane, si è giunti a feroci scontri tra bande siciliane che detengono il predominio e quelle extracomunitarie che cercano d'imporre con la ferocia la propria ascesa, nel mezzo di quella lotta per il potere ci sono tutti quei cittadini, che vedono ormai quei loro quartieri, sempre più coinvolti in violenze, furti e crimini di ogni genere, di contro, nella città etnea, sembra essersi configurata una forma di pax,  tra la criminalità locale e quella extracomunitaria, che di suo altresì porta i proventi di differenti ma propri business, tra cui il traffico dei migranti o la vendita di auto di lusso, mezzi d'opera, ovviamente rubati e trasferiti (non si comprende come...) in quei loro paesi d'origine... 
Ovviamente questa situazione, permette alla nostra mafia, di liberarsi di alcune incombenze e dedicarsi in maniera più incisiva a quel mondo redditizio dei cosiddetti "appalti", costringendo con questa strategia, le forze dell'ordine, a impegnarsi con investigazioni continue, nei confronti di quelle comunità criminali straniere, a prevenzione anche, di eventuali legami di quest'ultimi con quei gruppi di terrorismo internazionale...
Ormai è certo... hanno tutti paura, anche solo di parlarne, la gente si barrica a casa e non esce neppure nel balcone... per sentire quanto accade fuori...
La verità è che ormai siamo invasi!!!
Non parlo esclusivamente delle comunità africane o di quelle provenienti dai territori nei quali sono attualmente presenti dei conflitti, ma anche di tutte le altre presenti nei nostri territori, come ad esempio rumeni, georgiani, albanesi, cinesi, bengalesi (quest'ultimi dedicati nella vendita di oggettistica, accendini, cianfrusaglie, giocattoli, ma soprattutto rose...), che costituiscono un intero mercato a nero!!!
Miliardi di euro che producono evasione nel nostro paese, raccolta di denaro in contante che settimanalmente viene reinvestito in attività illecite o dirottato verso quei loro paesi d'origine, senza che nessuno -in particolare il nostro governo- dimostra d'essere capace di fermare o quantomeno limitare questo flusso costante di immigrati e di denaro sporco!!! 
Certamente, non si deve fare di tutta un'erba un fascio...
Già, fuori da quel contesto criminale... vi sono tante persone extracomunitarie perbene e oneste, grandi lavoratori che insieme alle loro famiglie, rispettano le nostre leggi e i nostri costumi, partecipano socialmente e non danno alcun modo di parlare di se...
Ecco, sono queste le persone che vogliamo e che siamo disposti ad accogliere, mentre per gli altri, per quanti cioè sono qui esclusivamente per creare problemi al nostro paese, ecco per quest'ultimi vi è una sola strada: dovranno essere in tempi celeri espulsi dal nostro paese!!!  

mercoledì 29 marzo 2017

SICILIA: Lotte fratricide nella Destra...

Quando ci sono in gioco poltrone così importanti... non si guarda in faccia nessuno!!!
Difatti, è proprio quanto sta avvenendo in questi giorni, tra i vari referenti di quel Centro-Destra del tutto siciliano... caratterizzato da lotte fratricide, sorte per l'appunto tra i vari candidati a quella presidenza della regione...
C'era chi aveva annunciato la propria presentazione, chi aveva sostenuto l'avversario, chi ne aveva appoggiato la candidatura e chi restava inaspettatamente fuori a guardare gli eventi...
Che l'ambiente fosse teso, ci voleva poco a capirlo e non vi è nessuno, al di sopra di essi, se pur presidente o segretario di quel proprio partito, che riesce in maniera salomonica ha trovare quei possibili accordi... non ci riesce il "Cavaliere", non ci può Salvini e neppure Alfano!!! 
Una situazione difficile da risolvere... e dire che in questo periodo, l'attuale centro-sinistra, sta dando indirettamente un grosso aiuto, con quella prevista scissione... alla coalizione di centro-destra... ma come dicevo sopra, quando vi sono in gioco il potere di ciascuno... si escono come "Wolverine" le unghia d'acciaio...
Ed allora, dopo tante chiacchiere e promesse vacue, scopriamo che non si faranno le elezioni primarie per designare il candidato di centrodestra!!!
Da Palermo a Catania, ecco che, ciò che sembrava ormai scontato, è divenuto fantasia... ed allora i tre possibili referenti, Musumeci, Attaguile, Armao, si ritrovano a non poter competere tra loro a causa del mancato appoggio di quel loro stesso partito... o quantomeno di quei referenti che oggi rappresentano l'ago della bilancia... vedasi ad esempio, Gianfranco Miccichè e Saverio Romano...
Nel contempo Crocetta & CO. godono di questa diatriba familiare, sperando così di potersi riproporre con i numeri, contro i referenti di questa coalizione di centro-destra...
Non è detto comunque che all'improvviso esca dal cilindro magico un nuovo nome... basterebbe che questo presentasse nel suo programma, principi basati sulla "legalità", che dal sottoscritto riceverebbe immediatamente il proprio voto...
Ma oggi, ad esclusione dell'On. Attaguile (che nei mesi scorsi, ho potuto valutare le iniziative presentate nella qualità di segretario della Commissione Nazionale Antimafia), gli altri non garantiscono  minimamente quei "valori" ricercati non solo dal sottoscritto, ma soprattutto da molti onesti siciliani!!!
D'altronde, non sapendo più cosa proporre... sento parlare in questi giorni d'impegno comune, di condivisione e confronto d'intenti, di riscatto al malgoverno di Crocetta, di una visione che unisce e non che divide... ma per il resto, le lotte intestine continuano sottobanco in modo feroce...
I partiti, per non restare coinvolti hanno preferito defilarsi, non garantendo a nessuno di quei candidati ufficialmente il proprio appoggio, affinché quelle possibili lotte interne, non abbiano a coinvolgere il proprio partito...
Vedrete come alla fine si giungerà ad un ballottaggio generale, il cui esito definitivo avverrà (sempre se ne avranno occasione, non dimentichiamoci che vi saranno almeno altri due referenti, quello del Centrosinistra e quello del M5Stelle...) - non prima del secondo turno...
Comunque, visto che ancora sono tutti in corsa, mi piacerebbe ricevere da loro un progetto con tempi certi, con il quale elencassero tutti i punti di quel programma che ( -nel qual caso diventassero Presidente della regione) si impegneranno a compiere..., in particolare tenendo come loro obbiettivo prioritario, quelle prospettive di riforma e di intervento sistemico in materia di prevenzione della corruzione e di lotta al clientelismo, provvedendo inoltre a realizzare interventi di contrasto alla mafia, allontanando quei suoi referenti politici e sospendendo definitivamente dagli incarichi tutti quei dirigenti delle PA che dimostrano di compiere attività illecite o quantomeno d'essere legati a quel sistema criminale che soffoca ogni giorno noi cittadini con quelle metodologie criminali!!!
E' tempo di fare definitivamente "pulizia"... e se non la farete voi, statene certi... ci penseremo NOI!!!


martedì 28 marzo 2017

In Italia si diventa ministri giocando a calcetto, con Renzi e Gentiloni...

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha provato a giustificarsi: "Voglio chiarire che non ho mai sminuito il valore del curriculum e della sua utilità".
Ed allora a differenza di quanti oggi lo attaccano - con ragione - su quelle sue dichiarazioni, io voglio dedicarmi proprio a quel cosiddetto "curricula vitae" per valutare senza alcuna preconcetto, quelle proprie capacità ed ecco cosa ho trovato ( fonte Wikipedia):
Si diploma a Imola come agrotecnico ( sarebbe interessante sapere con quale voto... ma questo manca, non sara certamente un 60/60 o quantomeno un voto lì vicino...)... di Università non se ne parla... e quindi nessuna specializzazione, master, ecc... 
Ed allora si è scelta la via più breve ed anche la meno faticosa, quella della politica!!!
Si iscrive al Partito Comunista Italiano, diventa assessore comunale all'Agricoltura e alle Attività Produttive dal 1976 al 1979...
Quindi dal 1982 al 1989 è segretario a Imola del PCI...
Successivamente entra nel Consiglio della Provincia di Bologna con il Partito Democratico della Sinistra...
Per chi come me, nato a Bologna, sa benissimo che la regione Emilia Romagna, basa qualsivoglia tipo di rapporto, anche il più ininfluente, attraverso una semplice tessera "rossa"... chi non la possiede, non va da nessuna parte!!!
Passano gli anni, è diventa (molto probabilmente a causa dei ribaltamenti politici di quel periodo) "indipendente". 
Dal 1992 al 2000 è presidente di «Efeso», un ente di formazione (abbiamo visto in questi anni quanto poco siano serviti questi enti, che di formazione non possiedano nulla, se non dividere posti di lavoro e sprecare migliaia di denaro pubblico a quei cosiddetti "formatori"...), quindi, fino al settembre 2000 è presidente della Legacoop di Imola, per poi divenire presidente della Legacoop Regionale Emilia-Romagna e vicepresidente Legacoop Nazionale, di cui è ancora dal 2002 presidente...
Nel febbraio 2013 diviene presidente dell'Alleanza delle Cooperative Italiane...
Ecco quindi che dopo questo esaltante "curriculum vitae"... realizzato passando da una "COOP" all'altra, usufruendo di quei soliti posti suddivisi tra i "rossi" raccomandati del partito... ecco che, tra una partitella e l'altra di calcetto, con i vecchi del partito, ma soprattutto con quelli nuovi, ecco che nel 2014 è stato designato Ministro del lavoro e delle politiche sociali nel governo Renzi...
Inoltre, il 23 aprile dello stesso anno, sono state delegate ad egli, le funzioni di Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di politiche giovanili e servizio civile nazionale, politiche della famiglia e integrazione...
Nota particolare, questo Sig.re dal CV "meraviglioso", percepiva come presidente di "Legacoop" nel 2012 ben 192.623 euro, ben più di uno stipendio di un ministro, (dati resi noti per legge nel maggio 2014)
Nel 2014, avvalendosi dei fondi dell'Unione europea ha varato un pacchetto di provvedimenti a garanzia giovani, oggetto di molte contestazioni e ai quali ovviamente nessuno di quei giovani riesce ad inserirsi... se non i soliti parenti e amici del "calcetto"....
Ovviamente per i meriti di cui sopra, il 12 dicembre del 2016 è stato riconfermato alla guida del ministero dal nostro Presidente del consiglio, Gentiloni.
È sposato con Anna Venturini, anche Lei dedicata alla politica, in qualità di assessore nel Comune di Castelguelfo...
Per concludere, sto pensando che forse è il momento di farmi dare dal mio caro amico Gioacchino di Palermo, quella sua tessera "rossa", non del partito... ma quella plastificata, la stessa che utilizza nei campi di calcio/calcetto, durante quelle sua direzione di arbitro... 
Si, sarebbe perfetta per espellere dal campo questi giocatori,  che ormai da troppo tempo, frequentano questo campo della politica, dimostrando per l'appunto con quel loro "curriculum vitae", una vera e propria inadeguatezza ( basti vedere difatti, le condizioni in cui si trova oggi il nostro paese...) e senza essere capaci (diceva bene mio padre...) "di disegnare una O... senza il bicchiere"!!!
Ma d'altronde se sono queste le "riserve" che sono state messe in campo a giocare la nostra partita... perderemo sicuramente!!!
Non dimentichiamo che questa è gente disinteressata a giocare per noi, ma che sono lì... per l'appunto in quel campo di calcetto, esclusivamente (per come ha fatto intuire il ministro), per proporsi per un posto di lavoro...
Ed allora, quali aspettative ci possiamo augurate da questi signori...??? Ah... si dimenticavo, tifiamo "FORZA ITALIA"!!!

domenica 26 marzo 2017

Alla ricerca della legalità perduta: la "prescrizione"!!!

La illegalità rappresenta certamente una delle piaga più nefaste per l'intera collettività, ma ciò che risulta ancor più grave, è aver dato l'impressione all'intera collettività, che per quei reati commessi, nessuno... ne prima e neppure dopo, paghi!!!
Così facendo, si è permesso ai cittadini d'allontanarsi dai veri principi educativi di legalità, mentre si insinuato nelle loro menti, quel tarlo che ritiene alla fine conveniente ispirarsi ad un ambiente sociale, improntato per l'appunto alla illegalità...
D'altronde come riportavo sopra, la storie realmente vissute dalle vittime della corruzione, hanno di per se evidenziato come, le cause e gli effetti di quelle ingiustizie, vadano ad incidere in maniera grave, non solo in ambito individuale, bensì anche in tutti quegli aspetti della vita economica e sociale...
Uno dei problemi che maggiormente condiziona la giustizia difatti in questo nostro paese, è rappresentata dai tempi necessari per poter giungere ad una sentenza... che il più delle volte, abbiamo visto, si esaurisce nella fase preliminare...
Si è accertato come una grossa fetta di quei processi giudiziari, sono decaduti ancor prima di giungere al dibattimento... tutto ciò grazie a quelle  "tecniche e strategie", che permettono ad alcuni noti legali, di non superare la fase delle indagini preliminari...
Se si elaborano i dati degli ultimi dieci anni... realizzati dal ministero della Giustizia, si scopre come più di un milione e mezzo di processi, sono stati prescritti...
Stranamente... anche le leggi realizzate dai nostri governi... hanno comportato l'allungamento dei tempi di prescrizioni nella fase d'appello o di cassazione, quando poi si è scoperto come, la maggior parte di quei processi terminassero ancor prima, in quanto era di fatto intervenuta la prescrizione...
A volte viene da chiedersi che senso hanno questi processi... quando si sa già la fine... 
Certo, la prescrizione era nata per dare tempi certi!!!
Un tempo stabilito per legge dallo Stato per perseguire un reato ed esercitare di conseguenza quell'azione penale... ma si è visto che se quel tempo necessario si può esaurire... ed allora, non vi è più possibilità d'indagare e quegli eventuali indagati, non giungeranno mai ad un processo...
Su circa 100.000 fascicoli... in pratica si chiudono solo 1000 casi, fate quindi da voi le dovute proporzioni...
Ormai il dato è certo, la prescrizione è diventata una garanzia d'impunità... e ciò è dovuto al fatto, che coloro che dovrebbero fare in modo che le leggi abbiano a funzionare... sono gli stessi che fanno in modo che quest'ultime non funzionino... 
Difatti nessuno sceglie di patteggiare o di accedere al rito abbreviato, garantendosi uno sconto sulla eventuale condanna di circa un terzo... ed il motivo è proprio la "prescrizione", che garantisce la possibilità, che per quei reati.... non si paghi affatto...
Già... "Fatta la legge... trovato l'inganno"...  un proverbio popolare di cui non si conosce l'autore, ma che rispecchia perfettamente il nostro paese e la sua saggezza popolare!!!

sabato 25 marzo 2017

Si cambia: basta con società "confiscate"... si passa finalmente alla "legalizzazione"!!!

Sono anni che vado riportato come, il sistema di prevenzione giudiziaria non abbia dato in fondo, quei frutti sperati...
In particolare ho ritenuto che a fare fallire il sistema dell'amministrazione controllata, siano stati proprio alcuni suoi uomini... che di fatto, sono venuti meno a quanto avrebbero dovuto compiere...
Ed allora forse oggi, avendo compreso quegli errori del passato, si sta iniziando a cambiare rotta, adottando finalmente un nuova metodologia, certamente più efficace...
Molto di questo merito ritengo, sia da attribuire per la prima volta a livello nazionale, proprio alla nostra Procura etnea...
E' il caso della società Tecnis Spa, una grande realtà della nostra città, a cui il Tribunale di prevenzione di Catania, ha accolto per l'appunto la richiesta della Procura, disponendo la restituzione della società e dei beni della società, ai suoi proprietari, gli imprenditori Mimmo Costanzo e Concetto Bosco...
La nuova procedura prevede difatti che, la stessa viene "legalizzata", limitando ogni operazione nei prossimi tre anni, per valori superiore ai 250 mila euro, i quali dovranno essere comunicati direttamente alla Questura e alla Guardia di Finanza...
Correttamente infatti i due Pm, Antonino Fanara e Agata Santonocito (gli stessi che negli ultimi anni sono stati interessati nel seguire i maggiori provvedimenti di sequestro e confisca nel nostra provincia), sono giunti alla conclusione che ad essere pericolosi, non sarebbero stati i due imprenditori, ma le loro aziende, molto desiderabili dalla mafia, a causa di tutti quegli appalti aggiudicati, nel corso degli anni...
Certamente il provvedimento di commissariamento prefettizio adottato a suo tempo per questa società, a differenza dei classici interdittivi compiuti con il sequestro delle quote societarie e la nomina degli amministratori giudiziari (che, come abbiamo potuto vedere in alcuni casi in questi anni, non sono stati perfettamente adeguati a quel loro incarico...), ha permesso alla "Tecnis Spa" di poter proseguire nelle attività, senza perdere così gli appalti in corso, ma soprattutto, salvaguardando tutti quei dipendenti e le loro famiglie che, grazie proprio a quel lavoro sopravvivono!!!
Ed è proprio questo il primo impegno che lo Stato deve saper fare per contrastare la criminalità organizzata: dare certezza di continuità, non soltanto lavorativa, ma soprattutto sociale, permettendo a chiunque di comprendere che è proprio grazie alle istituzioni e alle sue procedure legittime, che si può cercare tutti, di vivere in modo dignitoso, ma soprattutto onesto!!!

venerdì 24 marzo 2017

"Esse"... e quei nomi cancellati!!!

C'era una volta la massoneria... un mondo segreto, esoterico e uomini... da iniziare!!!
Di quei cosiddetti massoni, sappiamo che dovrebbero essere soggetti, lontani anni luce, dai principi di Santa Romana Chiesa ed ovviamente da ogni sua mistica religiosità, eppure tra loro, oggi, si trovano ferventi cattolici...
Sappiamo inoltre che le massonerie, sono come delle vere e proprie sette, nei quali l'imposizione delle regole non lascia alcuna libertà di pensiero, per cui bisogna scegliere tra il farsi indottrinare oppure dare sfogo ai propri concetti liberali... per venire automaticamente espulsi!!!
Ecco il perché queste logge, sono state fortemente oggetto nei secoli, di grandi pregiudizi...
Certo, come si dice "non si può fare di tutta un'erba un fascio", come non si può dire che ciascuna di esse sia perfettamente limpida...
Negli anni, quella invisibile "cattedrale" è stata più volte riedificata sulle macerie di quelle precedenti... prendendo a modello quella certamente più famosa e non parlo di quella secolare dei templari... ma di quella più recente "P2".
Da allora, certi errori, non sono stati più ripetuti, difatti, si è puntati ad un livello inferiore... direi intermedio, dove i propri associati, costituiscono la parte di quel grado istituzionale, dirigenziale e imprenditoriale, che rappresenta sicuramente, un livello inferiore, rispetto a quello alto dei quadri dello Stato...
Comunque in quel loro agire non hanno preferenze politiche, vanno bene tutti... pur di ottenere i loro scopi, sia che essi siano di destra o anche di sinistra...
In questi giorni sono emerse nuove inchieste, nuovi nomi, elenchi sequestrati, molti dei quali rappresentati in maniera parziale e oscurati...
Chissà realmente quanti, tra quei seguaci (se potessimo leggerne i nomi...), rappresentano effettivamente i principi sani dei massoni... 
Tante volte ho potuto leggere che molti di essi, hanno aderito a quelle associazioni, più per propria opportunità, che per vera ispirazione... 
Parlare dopotutto di "illuminazione" è qualcosa a cui credo oggi, agli stessi affiliati non interessa, tra l'altro ritengo che sono in pochi tra loro a conoscere i riti di Osiride...
Sono in molti a dire che tra quegli iscritti ( molti dei quali professionisti ben conosciuti nella propria categoria e non solo), abbiano voluto aderire per pura convenienza, poiché si è certamente goduto di molti privilegi...
Altro che massoneria, questa è "praticità", si punta alla "sostanza", a ottenere fatti concreti, per se e per i loro amici affiliati, senza minimamente preoccuparsi di quanto esige la comunità...
Bisognerebbe infatti creare una legge che preveda l'interdizione dai pubblici uffici (per sempre), per quanti aderiscono alle logge massoniche (o meglio, ad associazioni che determinano un legame gerarchico...), in particolare per quei soggetti come magistrati, amministrativi, giudici di pace, componenti di commissioni, dirigenti della pubblica amministrazione o delle Forze armate, avvocati e procuratori dello Stato, personale delle forze di polizia, della carriera diplomatica e prefettizia, per i dirigenti del corpo dei Vigili del Fuoco, del mondo penitenziario, dei professori universitari...
Soltanto così, possiamo sperare d'avere un paese libero, senza vincoli o giudizi già predeterminati, altrimenti resteremo come ora, bloccati in un paese ingannevole, dove un gruppo ristretto di uomini decidono, mentre tutti gli altri si assoggettano a quelle decisioni!!!
Mi permetto quindi di riprendere una citazione di Giordano Bruno: "Verrà un giorno che l’uomo si sveglierà dall'oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo… l’uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà finalmente libero"!!!


giovedì 23 marzo 2017

Coltivare esclusivamente il proprio "orticello"...

Ah... che soddisfazione, sapendo di essere stati capaci di curare quel proprio orticello di casa, fregandosene nel frattempo, di quanto accade fuori...
Sì, sono in molti a dedicarsi ormai ai soli propri "interessi", senza curarsi di quanto succede all'esterno...
Non interessano i problemi sociali, le sofferenze degli amici o dei vicini, ancor meno interessa loro i problemi di queste nuove comunità presenti nella propria città o della crisi che da troppo tempo purtroppo, investe ogni settore... 
In questa estrema difficoltà, loro, riescono sempre - per come hanno saputo fare nel corso della propria vita -  ad inserirsi in quei contesti "clientelari", dai quali si è sempre ricavato qualcosa...
Eccoli, già sono proprio loro... chissà quanti ne conoscete... tutta gente che leccando il culo dalla mattina alla sera, riesce ad ottenere ricambiando, qualche favore desiderato...
Il loro obbiettivo è quello di mantenere fertile quel proprio orticello... preoccupandosi d'innaffiarlo costantemente con quei loro atteggiamenti "ruffiani" dai modi compiaciuti e di benevolenza, seguiti da continui inchini, in segno di ossequio...
Ci si comporta sempre in quel modo servile, veri esperti in adulazione, che come cagnolini sperano di ricevere una qualche briciola o una carezza...
Si prostrano a terra come fossero dei "leccapiedi" e non crediate che quelle loro manifestazioni siano solo razionali, essi... ci mettano il cuore... perché sono così... "nati servili", proprio per servire!!!
Potremmo aggiungere che come veri e propri buffoni, strisciano e saltano briosamente da una parte all'altra di quegli schieramenti politici, cercando di barattare ottimistiche promesse di voti, con qualcosa che possa alla fine, innaffiare quel proprio orticello familiare...
Ora, se pensate che negli anni, questi soggetti, possano ravvedersi... siete in grave errore, perché questi personaggi, non modificheranno mai quel loro essere meschino ed andranno avanti così... fino alla loro morte!!!
La disgrazia purtroppo, è che questi "personaggi in cerca d'autore" trovano nel corso della loro vita, altrettanti miserabili soggetti come loro, gente che vive alla mercè degli altri, cercando sempre di ottenere qualcosa, in cambio di quei loro servigi...
D'altronde se questi, non avessero l'opportunità di trovare quelle loro "anime gemelle", non avrebbero potuto godere di un futuro, poiché si sarebbero ritrovati da soli, avendo con quel loro atteggiamento ottenuto il risultato opposto a quello prefissato e cioè, quello di suscitare diffidenza, perdendo la stima degli altri...
Già, se solo avessero un po' di consapevolezza, salverebbero almeno la propria...
Diceva Antistene: è meglio capitare tra i corvi che tra gli adulatori: gli uni divorano i cadaveri, gli altri i vivi!!! 

mercoledì 22 marzo 2017

Sì, Locri per un giorno "Libera"... e dopo...???


Come molti associati di "Libera" mi sono recato a Locri per assistere alla marcia organizzata dalla "Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" per la "giornata della memoria e del ricordo delle vittime della mafia"...
Un vero e proprio fiume di persone, giovani e anziani, tantissimi ragazzi adolescenti che inneggiavano contro la violenza della mafia...
Quanti slogan e soprattutto quanti colori, per una marcia della legalità, come poche se ne vedono... già forse troppo poche... in questo nostro paese!!!
Locri è stata pervasa da un nuovo sentimento, quello della speranza di un futuro migliore... 
Si è manifestato il proprio dissenso nei confronti delle mafie che affliggono purtroppo quella terra e non solo... 
Come riportavo sopra, levando in alto gli striscioni, si è gridato a squarciagola gli abituali slogan: "No alla mafia", "basta omertà..." perché di 'ndrangheta si muore", ecc...
E' stata una marcia spontanea, senza colori, ne schieramenti politici e soprattutto, nessuna propaganda...  in prima fila c'erano solo gli uomini delle nostre istituzioni...
Certamente nel preparare questa manifestazione non ci si aspettava tanta solidarietà, ed invece, sono giunti nella cittadina tantissimi giovani, arrivati da ogni parte d'Italia, con treni, pullman ed anche in autostop... intere scuole hanno deciso di partecipare e chi non l'ha potuto fare direttamente, ha contribuito dalla propria città...
Certo sono in molti a dire che, di queste manifestazioni ce ne vorrebbero una ogni settimana...
Lo dicono le mamme dei bambini presenti: "servono per poter estirpare quella mentalità mafiosa, con la quale questi bimbi, in molte città del meridione, sono costretti a convivere"...
E' stato un momento molto commovente, soprattutto quando sono stati letti i nomi di coloro che sono stati assassinati dalla mafia, uno per uno... son stati chiamati, e presenti in quel corteo, vi erano proprio  i familiari di quelle vittime...
Tutta l'Italia intera si è unita in quell'abbraccio ed a quella "meglio gioventù" di Locri... 
Ma ora, adesso che tutto è finito, cosa resta...???
Perdonate questo mio atteggiamento cinico, ma da un po' di tempo, mi sono abituato a vedere le cose con la ragione e la consapevolezza e non con gli occhi della "propaganda"... 
I ragazzi di Locri hanno bisogno di vedere prospettive, il tempo delle belle parole o delle promesse è finito da un bel po'... e non dimentichiamoci che abbiamo già visto, altre precedenti generazioni reagire come loro, per poi sparire nella quotidianità frustrante, senza alcuna prospettiva... obbligati ad abbandonare questa loro terrà, in quanto costretti dalla debolezza dello Stato... a trasferirsi in altre realtà, non solo più produttive, ma certamente più vivibili...
Cosa servono le manifestazioni quando verificando con i fatti ci si accorge di come, quella realtà, risulti incapace di produrre interventi efficaci, relegandola tra gli ultimi posti del nostro paese...???
In quali modi si vuole contrastare la criminalità, l'illegalità e la corruzione, quando non si è in grado di migliorare la qualità dell’istruzione, della formazione e non si è saputo offrire alle generazioni passate e a queste attuali, alcuno sbocco occupazionale???
Perché si continua a far finta di non vedere la realtà... 
Si provino a confrontare i dati ed allora si scoprirà come non è solo l'ndrangheta il vero problema di questo territorio, ma sono gli uomini che lo hanno rappresentato negli anni, veri e unici colpevoli di quelle inerzie, ritardi e soprattutto cattive politiche...
A cosa serve denunciare l'illegalità quando lo Stato non risponde... quali garanzie di sicurezza vengono offerte ai cittadini che contrastano con i fatti la criminalità???
Certo i bambini oggi esprimono quel coraggio dato propriamente dalla loro età... ma sappiamo bene come ognuno di essi, crescendo, si adeguerà a quel sistema "omertoso e clientelare", diventando sempre più inermi di fronte ad un sistema che li vuole per l'appunto "inquadrati" e predisposti a non denunciare alcuna forma d'illegalità.... 
Sono certo che nessuno di loro, oggi, scambierebbe o venderebbe la propria dignità, ma quando si dovrà cercsre una occupazione per mantenere non solo se stessi, ma i propri familiari, ecco che tutto verrà rimesso in discussione e certi principi ai quali si credeva, verranno accodati alle esigenze e a quel sistema generalizzato!!! 
Non si tratta di essere frustati o fatalisti, oppure di credere che nulla potrà mai cambiare, ma non si può chiedere loro di cambiare lo stato di cose, se lo Stato non dimostra di essere presente con i fatti!!! Ricordo un manifestazione calabrese di molti anni fa che diceva "Orgoglio calabrese... ma la lo Stato dov'è?'". 
Erano parole forti, che testimoniano la rabbia di chi ormai era giunto al limite di sopportazione... in particolare nei confronti della mafia.
Oggi a distanza di quegli anni, risento le stesse frasi... ed allora mi chiedo cosa è cambiato???
Dove sono quei giovani d'allora... sono diventati forse genitori e chissà se sono rimasti lì, in quella loro terra adeguandosi a quel "sistema" oppure hanno preferito andarsene... i numeri parlano chiaro...  
Al corteo il Presidente del Senato Pietro Grasso, ha detto: "Se volevano ottenere un effetto... hanno ottenuto quello contrario, cioè di una piena solidarietà da parte di tutta Italia a Libera, a don Ciotti e a questo movimento, che è un movimento per la legalità e per l’affermazione della cultura della legalità che non è solo rispetto delle leggi, ma la possibilità di andare avanti con principi di solidarietà, e per dare un futuro migliore soprattutto ai nostri giovani».
Io però vorrei ricordare un documento dell'allora Procuratore Nazionale Pietro Grasso: "... anche la Ndrangheta ha voluto dimostrare la propria geometrica capacità militare di colpire nei modi e nei tempi prescelti, lanciando nel contempo un messaggio di intimidazione perché tutto resti come prima e nulla cambi; raggiunto un potere economico smisurato, essa tende adesso ad occupare lo spazio politico che una classe politica sinora dimostratasi debole, incapace o collusa, le ha spalancato” - Non siamo più (concludeva il dossier della Dna) al interno della tradizionale categoria mafia-politica, che presuppone l’esistenza di due entità diverse anche se in dialogo tra di loro, ma in una nuova dimensione, quella della mafia che tende a farsi, a proporsi, soggetto politico essa stessa, che come tale rivendica ruolo e visibilità, per contare nelle decisioni strategiche, che determinano la spesa regionale...”.
Rileggendo ora quanto sopra, vi chiedo: cosa è realmente cambiato da quel giorno???  
Ah... sì dimenticavo... "Abbiamo compiuto nuovamente insieme... un'altra bella manifestazione"!!!  

martedì 21 marzo 2017

A.A.A. Cercasi Presidente della Regione Sicilia "Onesto, Incorruttibile e soprattutto non ricattabile"...

La corsa per la Presidenza alle regionali è iniziata!!!
Difatti si cominciano a preparare tutte quei nomi che dovrebbero condurre a far spodestare l'attuale presidente Crocetta...
Li ho chiamati in un mio precedente post "Giochi politici" perché alla fine di questo si tratta... di mettersi d'accordo e soprattutto di spartirsi le poltrone...
Ciascuno difatti, raccoglie i propri voti per tentare la scalata alla presidenza e quando ci si accorge che quanto ottenuto non basta, ecco che allora porta su un vassoio quei voti all'antagonista concorrente, sia che egli rappresenti il proprio schieramento o anche quello di schieramenti opposti, l'importante che alla fine, si ottenga qualcosa!!!
Ed allora a questo gioco ci provano tutti, sono difatti molti a puntare a quell'ambizioso traguardo... 
Ed allora ecco che per primo, proprio l'attuale Presidente dell'ARS, Rosario Crocetta, tenta di rilanciare la propria candidatura (certo viene da chiedersi per quali meriti, visto quanto poco abbia fatto per questa sua terra...).
Dallo stesso schieramento giungano anche i nomi di Bianco, Faraone e Ferrandelli...
Nei pentastellari si sta ancora discutendo per la scelta e forse, il ritorno al nome di Cancellieri potrebbe essere tra i più probabili...
Se si guarda a destra troviamo i soliti noti... Musumeci, Pogliese, Miccichè, e qualcuno suggerisce pure Alfano... ma non credo che quest'ultimo preferisca rischiare un posto "certo" di ministro... per qualcosa che potrebbe definitivamente cancellarlo dalla politica!!!
Non dimentichiamoci della grande influenza dei due ex presidenti: Totò Cuffaro e Raffaele Lombardo, che secondo la maggior parte dell'opinione pubblica sono ormai irrilevanti, ma che il sottoscritto ritiene ancora autorevoli e soprattutto influenti...   
Certo non saranno loro a candidarsi... non so neppure se possono farlo, visto le inchieste nelle quali sono stati coinvolti... ma nulla vieta loro di presentare qualche loro uomo di fiducia, un vero e proprio "braccio destro", che imprevedibilmente, potrebbe risultare il vincitore finale di quella competizione elettorale...
Il sottoscritto in questo momento, non mi vergogno di dirlo, ha molta difficoltà a scegliere tra i tanti aspiranti a quella presidenza...
Certo alcuni di essi che conosco personalmente, hanno certamente dimostrato un comportamento corretto e forse per questo andrebbero premiati... ma ho sempre avuto l'impressione che nessuno di essi... si sia spinto "oltre"... verso quel manifestare in maniera reprensibile, contro quel sistema clientelare e mafioso che da sempre ci attanaglia...
Mi si è data come l'impressione che ci si sia fermati un attimo prima... proprio per non voler apparire "sgradevoli" ad una serie di personaggi influenti, che potrebbero condizionare con la loro mancata approvazione, gran parte di quel consenso... posto ora in gioco. 
Certo la speranza poteva essere quella di vedere nuovi candidati, soggetti che hanno dimostrato di poter ambire a quella poltrona per meriti e non perché legati a un sistema politico...
Si poteva puntare su alcuni noti personaggi, che attualmente stanno dando lustro nel mondo alla nostra regione... 
Parlo di magistrati, imprenditori, professionisti, uomini di cultura, soggetti che stanno dimostrando di essere, non solo persone preparate, ma soprattutto, oneste, incorruttibili e non ricattabili!!!
Vedere anche una figura femminile non sarebbe male... e dire che di donne veramente importanti, questa nostra terra... ne ha partorite, si tratta esclusivamente di coinvolgere!!!
Io credo poco a quelle elezioni... anche perché ritengo - per quanto se ne voglia dire- che la "mafia" costituisca ancora oggi... l'ago della bilancia... e sarà quest'ultima a indirizzare i propri voti, verso quei soggetti che meglio di chiunque altro, sapranno manovrare...
Per il resto... cosa aggiungere, mentre si spreca tempo a cercare voti... la nostra Sicilia è sempre ultima in tutto... 
In particolare, nel dare occupazione ai giovani, nel ricercare investimenti nazionali e internazionali, nella creare sviluppo industriale/commerciale, nell'aumentare il livello culturale, nel migliorare tutte quelle infrastrutture fatiscenti, nell'aumentare la ricerca, nel rilanciare il turismo e l'arte di questa terra...
Sì, si parla tanto, ma tutti sappiamo come poco si è fatto... aggiungerei nulla per quanto concerne il contrasto alla corruzione, alla criminalità, al clientelismo, alle ingerenze politico/mafiose e via discorrendo... però, chissà perché, c'è sempre qualcuno disposto ad alzarsi la mattina... per venirci a raccontare e soprattutto a promettere, che grazie a lui finalmente... ci sara qualcosa di completamente diverso!!!
Nel 1979 su "LIFE MAGAZINE" riportava George Burns: "È un peccato che le persone che sanno come far funzionare il paese siano troppo occupate a guidare taxi o a tagliare capelli"...

domenica 19 marzo 2017

Se anche l'Antimafia viene limitata dal proprio agire... significa che siamo giunti alla frutta!!!

Ho letto ieri quanto accaduto dopo il provvedimento di perquisizione e sequestro degli elenchi agli iscritti alla loggia siciliana, emesso il giorno 01 c.m. dal Presidente Rosy Bindi, della Commissione Parlamentare Antimafia...
A seguito di quel provvedimento una di quelle logge, ha inviato un'istanza di revisione in "autotutela" finalizzata alla richiesta di annullamento e/o di revoca del provvedimento... assegnando il termine di 10 giorni... terminato il quale, ci si è riservati il diritto di adire presso l'Autorità giudiziaria in tutte le sedi competenti, per ottenere il ripristino della propria "onorabilità", anche nei riguardi dei propri associati, nonché ovviamente al risarcimento dei danni subiti a causa dell'illiceità del decreto emesso nei loro confronti...
Non è mio interesse entrare nei meriti della istanza o sulla fondatezza sulle quali basa le proprie richieste, alla luce delle norme poste a tutela della libertà di associazione e via discorrendo...
Ciò che non riesco come in molti a comprendere è se, quelle operazioni condotte da una commissione nazionale, quella per appunto dell'Antimafia, siano di fatto legittime oppure illegittime... e se quest'ultima abbia di conseguenza i poteri necessari per compiere quei provvedimenti...
D'altronde, se non ricordo male, lo scopo degli associati di quelle associazioni o logge, non è rappresentato dal migliorare se stessi nei confronti degli altri, non parlo solo moralmente, ma in particolare nella società civile, quali singoli individui, affinché si possano affermare in ogni momento quei valori di verità, libertà di pensiero e diritti civili a quali propriamente s'ispirano......
Difatti, il loro principale interesse non è proprio quello di aspirarsi ai valori morali più elevati con il desiderio finale di praticarli nella vita quotidiana... 
Ed allora non riesco a comprendere cosa ci sia di male, nel consegnare quei nominativi richiesti, che rappresentano, per come dicevo sopra, soggetti che meritano riconoscenza -per quel loro interessamento disinteressato- da parte di ciascuno di noi...
La scienza e coscienza alla quale s'ispirano, non dicono che bisogna giungere ad amarci gli uni con gli altri, collaborando in ogni occasione e diventando parti di un solo corpo, scintilla e amore infinito che si incarna grazie anche attraverso essi???
Non è questo il principio che perseguono quelle vostre associazioni, quell'amore fraterno che conduce a soccorso e verità, insegnamenti che rappresentano vere e proprie lezioni di morale???
Poiché, in caso contrario, non permettendo cioè a quella Commissione Nazionale Antimafia di verificare e comprendere, quanto si sta realizzando con il proprio operato... ecco che si fa in modo di percorrere una strada estremamente rischiosa, quella cioè di far credere a ciascuno di noi, che quella preposta istituzione, non abbia di per se alcuna rilevanza, come se quanto realizza, non abbia alcun valore...
Già, si potrebbe credere che quella Commissione Nazionale Antimafia, non includa in se quei poteri necessari, determinando così in concreto, quel valore aggiunto, che rappresenta di fatto, il carattere essenziale per il quale esiste... di contro, senza quella necessaria autorevolezza, potremmo dire di essere giunti alla frutta!!!

sabato 18 marzo 2017

CATANIA: LA CITTA' PIU' FEDELE D'ITALIA!!!

Avevo letto alcuni anni fa che, secondo una classifica stilata da Inrix (società americana specializzata nelle rilevazioni di traffico nelle città), Catania rappresentava la decima città più congestionata d'Italia... dalla quale per l'appunto, sembrava che noi catanesi, trascorrevamo bloccati nel traffico circa 16 ore in un anno... 
Io, debbo dire, avrei aggiunto almeno qualche ora in più, in particolare quando ci si trova a guidare nel mezzo di quei classici lavori stradali di manutenzione...
Comunque la nostra città si è piazzata al 489 posto nel mondo e 288 in Europa... per come diceva nel film a Palermo lo zio di Jonny Stecchino, per uno dei tre gravi problemi della Sicilia... in quel caso il "TRAFFICO"...
Comunque a differenza di quanto si possa pensare, con riferimento alle posizioni occupate dalla nostra città su tutta una serie di classifiche, che la vede quasi sempre tra le ultime o certamente tra le peggiori posizioni, ecco come all'improvviso, ho potuto leggere che la nostra città nel 2017 è risultata "PRIMA", mi permetto di sottolinearlo e di scriverlo a grassetto, perché non capita mai di raggiungere quella meta... per una particolare condizione!!!
Vi starete chiedendo di cosa si tratta... vero???
Bene la classifica tiene conto dei paesi più infedeli al mondo e proprio l'Italia risulta essere la 5° Nazione più infedele d'Europa dopo Spagna, Francia, Olanda e Gran Bretagna...
Mentre tra le città più infedeli in Italia il primo posto è occupato da Milano, segue Roma, Torino, Bologna e come dicevo sopra ultima, per infedeltà... proprio Catania!!!
Sì... siamo i meno infedeli al mondo o meglio siamo i più fedeli!!!
Certo qualcuno storcerà il naso dicendo "siamo certi che tra gli intervistati non vi siano più bugiardi mentre gli altri nel mondo, hanno dimostrato d'essere più corretti nell'esprimere se stessi o meglio, quanto compiuto", anche perché la risposta mendace, modifica di gran lunga un fattore determinante, che farebbe abbassare o aumentare, quell'eventuale giudizio...
Per ora quindi, prendiamo per buona quella indagine e crediamo a quanto da essa riportato...
D'altronde, si sa che da noi il romanticismo e la fedeltà coniugale son due fattori basilari, soprattutto conoscendo i rischi a cui s'incorre nei cosiddetti casi di "alta infedeltà"...
Già... mariti gelosi che sparano agli amanti, mogli violente che accoltellano le conviventi dei propri mariti e via discorrendo, chissà quindi se forse, non sia proprio questo il motivo che costituisce quel valido deterrente al tradimento... Comunque, tra uomini e donne il rapporto è quasi in parità: l'uomo tradisce per il 56%, mentre per il 44% è la donna la tentatrice del rapporto altrui... 
In particolare è stato dimostrato come coloro che predispongono l'altrui sesso al tradimento, sono maggiormente quanti sono usciti da una relazione coniugale o hanno dovuto subire scelte non condivise dai propri partner, con la logica conseguenza ora, di essere più portati ad abbordare quanti risultano allo stato civile...  "coniugati"!!! 
La scelta per le donne è quella di avere un uomo di bella presenza sui 40/50 anni, di buona cultura, se laureato o diplomato è meglio, che abbia una condizione economica sicura, con una professione importante o una attività imprenditoriale ben avviata, ma soprattutto che esprima in quel rapporto molta generosità e non parlo soltanto di quella sentimentale... 
Gli uomini di contro cercano una donna di età tra i 25 e i 45 anni, molto disinibita, preferibilmente bionda... ma castana chiara, va altrettanto bene... che abbia una sua indipendenza economica, sono difatti preferibili le bancarie o le impiegate in particolari quelle che operano nei negozi, mentre di contro attirano poco, le insegnanti per quella loro impostazione alle regole, ma soprattutto per quel superiore livello culturale che spinge solitamente la coppia a frequenti scontri d'opinioni; sono da evitare le casalinghe disilluse, in cerca non d'opportunità fedifraghe, ma di nuove opportunità che conducano ad un legame stabile...
Cosa si può aggiungere... se non la domanda: "siamo veramente "primi" per fedeltà"???
A voi la risposta!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo