Translate

sabato 21 ottobre 2017

I candidati che abbiamo scelto di sostenere alle prossime elezioni regionali in Sicilia con Nello Musumeci Presidente...


Desideravo riportare quanto ho letto sul Blog de "i Tradizional Popolari", in particolare sul loro direttivo, che dopo un approfondito dibattito interno, ha deciso di indicare quali candidati scegliere nelle provincie alle prossime elezioni del 5 novembre 2017 per il rinnovo dell'Assemblea Regionale Siciliana, fermo restando l'indicazione vincolante per il Presidente Nello Musumeci.
Ci tenevo a evidenziare quanto segue, poiché i Prof.ri Tommaso Romano e Antonino Sala nella loro valutazione, hanno voluto esprimere con questa loro scelta, coloro che ritengono meritevoli di poter rappresentare al meglio questa nostra terra.
Ecco quindi tutti i nomi, suddivisi per Collegio e provincia:  
Collegio di Palermo e provincia:
Michele Pivetti Gagliardi Lista Forza Italia
Collegio di Agrigento e provincia:
Lillo Pisano Lista Musumeci Presidente - Fratelli d'Italia Noi con Salvini
Collegio di Trapani e provincia:
Giovanni D'Aguanno Lista Musumeci Presidente - Fratelli d'Italia Noi con Salvini
Collegio di Messina e provincia:
Chiara Sterratino Lista Nello Musumeci Diventerà Bellissima
Collegio di Catania e provincia:
Romy Sabrina Arianna Crocitti detta Romina Bellante - Lista Diventerà Bellissima
Collegio di Siracusa provincia:
Paolo Cavallaro Lista Musumeci Presidente - Fratelli d'Italia Noi con Salvini
Collegio di Caltanissetta e provincia
Fabiano Lomonaco Lista Musumeci Presidente - Fratelli d'Italia Noi con Salvini
Va ricordato inoltre che proprio il candidato del Centrodestra Nello Musumeci ha firmato alcuni giorni or sono, il documento politico programmatico de “I Tradizional Popolari” (movimento di opinione nato nel 2010 e presente in tutte le provincie dell’isola, che sarà al suo fianco nella corsa verso la Presidenza della Regione Siciliana). 
Il documento  gli è stato sottoposto dai dirigenti del movimento, Prof.ri Tommaso Romano e Nino Sala, è articolato in 10 punti che riguardano sia le materie economiche ed amministrative che “principi non negoziabili come la vita e la famiglia”.
“Questo documento è la sintesi di un lungo impegno del loro movimento di opinione in favore (dicono Tommaso Romano e Nino Sala), dell’autentica cultura e della buona politica che deve saper esprimere visioni e valori alti oltre che un’efficace amministrazione concreta.”
Punti che gli estensori ritengono qualificanti del documento firmato sono: l’applicazione integrale dello Statuto dell’autonomia siciliana concesso da S.M. il Re Umberto II, tra cui la costituzione di un’alta scuola siciliana per i funzionari regionali per la loro formazione, principalmente in etica pubblica; la valutazione di fattibilità dell’introduzione della moneta complementare all'euro in Sicilia; la tutela e promozione della famiglia, della maternità, della salute, della disabilità e della vita in tutte le sue forme; la valorizzazione delle tradizioni dell’identità spirituale del popolo siciliano; la promozione della cultura della legalità, della lingua e civiltà siciliana nelle scuole.
L'apporto dato dal movimento, aggiungono Romano e Sala, è libero e scevro da interessi settoriali nell'affermare la centralità civile e culturale della Sicilia.”
Nel documento sottoscritto si precisa altresì quanto segue: 
- Convocazione dell’Alta Corte.
- Costituzione di un’alta scuola siciliana per i funzionari regionali per la loro formazione, principalmente in etica pubblica, sul modello dell’’ENA francese, istituita dal governo di Charles de Gaulle, per far sorgere una nuova classe dirigente slegata dalle logiche clientelari e/o di cooptazione che sono state prevalenti nelle amministrazioni precedenti e che hanno determinato l’arretramento della regione e la perdita di credibilità dell’istituzione stessa.
- Valutazione di fattibilità dell’introduzione della moneta complementare in ossequio alle prerogative e peculiarità proprie dell’autonomia siciliana e nel rispetto degli accordi nazionali e internazionali.
- Una nuova legge per la cura del paesaggio attraverso la valorizzazione dell’agricoltura e dell’architettura tradizionale, dei beni artistici e monumentali, e delle risorse naturali come l’acqua, inoltre promuovendo l’arte, le lettere, la creatività e le scienze.
- Tutela e promozione della famiglia, della maternità, della salute, della disabilità e della vita in tutte le sue forme.
- Valorizzazione delle tradizioni etnostoriche e popolari siciliane, dell’identità spirituale, della lingua e della civiltà di Sicilia anche attuando la legge che le promuove nelle scuole. 
Tenendo inoltre nella giusta considerazione una più ampia solidarietà con le altre culture dei popoli che formano l’Italia.
- Salvaguardia del patrimonio culturale, tradizionale, simbolico, delle famiglie storiche di Sicilia attraverso l’istituzione di un registro regionale.
- Richiesta al governo nazione della defiscalizzazione dei carburanti.
- Promozione della cultura della legalità nelle scuole.
Dando seguito a tutte le discussioni in corso in questi giorni, sull'eventualità di procedere con liste pulite e quant'altro, ritengo che questa indicata selezione dei rappresentanti, può costituire - in particolare ai non addetti ai lavori - una puntuale cernita scelta, tra tutte quelle centinaia di nominativi, che oggi ci vengono proposti, senza essere minimamente affidabili (o certamente discutibili...) e di conseguenza non lecitamente presentabili... 
  



mercoledì 18 ottobre 2017

La strumentalizzazione compiuta con l'Avviso di Garanzia...

Alcuni mesi fa ho letto sul web un articolo di Michele Serra, che riportava quanto segue: "Se il sindaco di un paese terremotato dovesse ricorrere a qualche scorciatoia procedurale, a qualche arbitrio personale per aggirare la burocrazia e ottenere scopi che ritiene utili per la sua comunità, senza alcun vantaggio personale per se stesso, ve la sentireste di condannarlo? E se levassimo la qualifica di “terremotato” dalla frase precedente, cambia molto? Quanti pubblici amministratori finiscono nei guai non per disonestà, ma perché traversando gli ingorghi delle procedure passano con qualche semaforo rosso?"...
Ed ancora... "Sempre più spesso, leggendo delle disavventure giudiziarie (frequentissime) di sindaci e reggenti a vario titolo la cosa pubblica, la sola domanda che viene da porsi è questa: ma ha rubato, o lo ha fatto per districarsi nella lugubre palude degli iter, delle scartoffie, dei controlli? E se lo ha fatto per la seconda ragione, vale la pena porre “questioni morali” o basta una sanzione amministrativa (blanda) che lo richiami alle regole? Vale il “caso per caso”, lo so, e non tutti i casi sono uguali. Ma il sindaco, sapendo che ogni firma può costarvi la fama di delinquente, voi lo fareste?"...
Ecco quanto sta accadendo oggi con il Sindaco di Torino, Chiara Appendino del M5Stelle, da a tutti la sensazione che la cosiddetta "informazione di garanzia" (nota a tutti come "avviso di garanzia") non costituisca più un diritto a garantire l'esercizio di difesa di colui che viene indagato, bensì serve a colpire (per non dire a eliminare... quasi fosse una notizia comoda da usare con orologeria), l'eventuale politico scomodo...
La cosa assurda è che questa procedura dovrebbe essere una garanzia per il cittadino, che viene per l'appunto attraverso questa disciplina penale, informato d'essere sottoposto ad indagini preliminari...
Nondimeno, quando questa informazione viene spiattellata ai quattro venti grazie ai media, affinché l'opinione pubblica ne prende coscienza, ecco che quanto ne consegue è l'immediata condanna immediata di quell'indagato, ancor prima di aver proceduto con un processo, senza che lo stesso possa difendersi da quelle accuse...
Se poi si sommano i ritardi giudiziari, ecco che si determina quella consapevolezza in molti che quell'indagato, solo perché è stato iscritto in quegli atti dovuti, è certamente "colpevole" e a nulla serve successivamente dimostrare quella propria estraneità, in vicende o circostanze su cui probabilmente si verrà assolti, proprio per non aver commesso il reato...
Difatti, quanto appositamente accade nel nostro paese, è che la notizia sull'avviso di garanzia viene data in pasto sin da subito ai giornalisti, affinché possano evidenziarla a caratteri cubitali e messa in bella mostra in "grassetto" sulle pagine di quei quotidiani cartacei e/o online...
Di contro, l'eventuale assoluzione, dopo alcuni anni...  verrà (forse...) riportata su un trafiletto della penultima pagina di quegli stessi notiziari forcaioli!!!
D'altronde, a questa Italia "giustizialista" piace questa procedura, in particolare perché ciò serve a sputtanare l'avversario di turno, soprattutto quando quell'azione giudiziaria, serve a contrastare quel soggetto politico, opposto a quella corrente politica, a cui in sostanza... si sta facendo da compare.
Come non ricordare alcuni momenti storici nei quali sono stati inviati alcuni "avvisi di garanzia"; molti "strumentali" effettuati a ridosso delle elezioni... oppure quanto compiuto alcuni anni fa al " Cavaliere" fatto pervenire a Napoli durante il G7...
Ho ascoltato oggi un caso personale; un consigliere regionale che aveva deciso di candidarsi a Sindaco nella città di Bari: ho ricevuto un avviso di garanzia per "concorso in tentato abuso d'ufficio" - ero stato indagato per aver "raccomandato" una persona che non solo era stata bocciata, ma stra-bocciata... era arrivata penultima - in un paese normale, uno esce... va in televisione e dice, guardate se l'avessi raccomandato io, probabilmente quello non finiva così male...
Inoltre, ho dovuto subire per quattro anni un processo - nonostante avessi chiesto il rito abbreviato, non mi sono potuto candidare a fare il Sindaco, fino a quando non sono stato assolto!!! Sapete chi mi aveva indagato...??? Mi aveva indagato la "Pm" che si era candidata contro di me a fare il Sindaco; io non ho detto una parola, perché avevo fiducia nella magistratura, sono stato assolto e ho vinto le elezioni...".
Ovviamente qualcosa non funziona nelle procedure messe in atto da alcuni magistrati, con quel avviso di garanzia...
Questa procedura deve essere certamente rivista... non solo dai cittadini, che devono interpretare questa norma come un atto dovuto e quindi con la consapevolezza di un atto a garanzia di tutti in particolare per coloro che vengono indagati e che possono difendersi dalle accuse rivolte, ma bensì anche da tutti coloro che, vogliono oggi far passare quell'avviso come un "atto politico" (campato in aria), destabilizzando di conseguenza l'atto giudiziario compiuto, che aveva dato seguito a quanto era stato denunciato...
Certamente ben altra situazione è quando il magistrato nello svolgere le sue indagini, decide "quando" mandare quell'avviso di garanzia... (ecco perché si parla di "avviso ad orologeria"...), poiché non solo sbaglia, ma commette di fatto egli stesso un reato... poiché la legge,  prevede già i termini entro i quali un magistrato deve muoversi ricevuta la denuncia di reato, provvedendo entro quel periodo previsto, ad informare l'indagato che è stata aperta su egli, un'indagine penale...
Ecco, forse si tratta soltanto di saper applicare la legge... e di fare in modo che tutti in cittadini abbiano - per quella particolare circostanza - la stessa attenzione e soprattutto gli stessi termini previsti...
Si eviterà in futuro di dover ascoltare discussioni futili eliminando definitivamente quell'errato giudizio, che dietro l'informazione di garanzia, si celi un giudice della "santa inquisizione"...
  


martedì 17 ottobre 2017

Denuncia di un giovane italiano del Sud... trasferitosi in Svizzera!!!

Ho ricevuto questa missiva con la preghiera di diffonderla poiché riassume il disagio che hanno gli Italiani in cerca di lavoro tra l'Italia e la Svizzera...
Aggiunge inoltre quanto "Non sia importante la sua storia personale, ma quanto il fatto che essa sia una testimonianza accomunabile a quella di altre migliaia di persone che attualmente si trovano nella sua stessa situazione e che vivono quotidianamente lo stesso disagio...
Ragion per cui, ha preferito “non firmare” per esteso la lettera, in quanto credo che in calce alla stessa, ci possa essere aggiunta la firma di molti cittadini, italiani e non solo, senza che cambi affatto la sostanza della denuncia.
Cordialmente, Gaspare (un italiano in Svizzera...)
Ecco a voi la lettera:
Sono un italiano: fin qui, nessuna colpa.
Appartengono alla “classe 1984”: nemmeno questa una colpa. 
Una “sfiga” forse si: quella di appartenere ad una generazione di mezzo, quella generazione “Y” nata a cavallo tra gli anni ’80 e ‘90: né “figli dei fiori” (per lo più “figli di papà” in lotta per superbi ideali, almeno finché non entrati in banca o ottenuto un posto fisso); né figli della globalizzazione (svezzati a pane e smartphone e quanto mai “cittadini del mondo”). 
Una generazione “ibrida” cresciuta in un mondo jurassico ormai estinto, dopato da un benessere diffuso e indottrinato dal mito della crescita felice.
“Studia e farai strada”, dicevano in tanti; “una laurea in Legge è meglio di un’assicurazione sulla vita”, aggiungevano altri. 
Ed eccomi qui, a 33 anni, crocifisso dal mercato del lavoro, con una Laurea (cum Laude) in tasca e tanti sogni in un cassetto che non si aprirà mai… 
Il miraggio resta sempre lo stesso: né la fama, né il successo, né la ricchezza, nemmeno il famigerato “posto fisso”… 
Semplicemente un lavoro, un dignitosissimo lavoro, che consenta finalmente di esclamare: “ce l’ho fatta!”.
Una doverosa puntualizzazione -per tutti i tastieristi seriali pronti a sparare giudizi come sentenze-: non datemi del “choosy” o “kippers” o “neet”, per favore! 
In primis, perché odio l’esterofilia imperante: quantomeno usiate un epiteto nostrano (“sfaticato”, “fannullone”…); in secundis, poiché non mi sono di certo adagiato sugli allori. 
La laurea è stata un traguardo raggiunto dopo anni di fuori corso, ma al costo di mantenersi a tutti i costi da solo, alternando lavoretti in nero e tirocini “aggratis” (anzi, a proprie spese): per definire al meglio la mia posizione, conierei il neologismo di “diversamente occupato”!
Dimenticavo: oltre ad esser figlio degli anni ’80, sono un figlio del Sud: la medaglia al petto di “sfigato”, dunque, me la sono meritatamente conquistata! 
Cosa vuol dire, per un giovane -non raccomandato e senza un’impresa di famiglia alle spalle- cercare lavoro al Sud? Il più delle volte, un gioco al lotto: con la differenza, in questo caso, di giocare sulla propria pelle!
Arrivati al primo bivio della propria vita (i trent'anni), così, è facile voltarsi indietro ed accorgersi di aver sprecato i propri anni migliori tra cumuli di libri e lavoretti eternamente precari, temporanei, a scadenza… 
Il prezzo necessario da pagare per non essere scavalcati da chi gioca al rialzo nella disperazione!
Si superano i trent'anni, poi, e si scopre d’improvviso di esser troppo presto invecchiati per il mondo del lavoro: bonus a go-go per l’assunzione di under-29, con buona pace per chi non è né tanto giovane né tanto vecchio!
Allora ci si ributta nuovamente a capofitto negli studi, preparandosi per un concorso pubblico. Peccato che, eliminati tutti quelli per i quali vige il solito dolente limite d’età, di corposi ne restano ben pochi. 
E quando per mesi ti prepari per uno dei pochi concorsi a cui aspirare (si veda quello per Assistenti Giudiziari), ti ritrovi a tirare le somme con altri 300 mila candidati per poche centinaia di posti!
Giunge inesorabile, così, il momento di pensare alla fuga, a scappare all'estero! 
Quale meta migliore della vicinissima Svizzera (e dell’italianissimo Canton Ticino)? 
Ripensi ai tanti che ce l’hanno fatta, trovando la loro fortuna tra la Svizzera, il Belgio e la Germania, e molli tutto -gli affetti e le amicizie di una vita- per partire, pronto a sfidare la sorte per un tozzo di pane.
Passano i mesi, e ti rendi però conto che il Paradiso non è di questa Terra… 
Cerchi un lavoro attinente ai tuoi studi? Ben presto ti accorgi che qui la tua laurea è fondamentalmente “carta straccia”! 
Cerchi un qualsiasi lavoro, pur umilissimo, che ti permetta di vivere dignitosamente? 
Nella migliore delle ipotesi, qualora non si richieda il Tedesco Madrelingua (un’oscenità per qualsiasi italiano medio!), o uno dei tanti attestati federali immaginabili (anche per un posto di lavapiatti!) o un permesso di soggiorno (un miraggio senza prima un contratto in mano…), ti rispondono: “ma lei è sprecato per questa posizione…”.
Col morale a terra, continui ancora a cercare la tua strada, tra cartelloni pubblicitari che raffigurano gli italiani come “ratti” e, un po’ ovunque, giornali che sfoggiano titoli a tutta pagina del tipo “Costretti ad emigrare!” (riferiti, stavolta, ai Ticinesi, a causa dell’immigrazione italiana).
Sconfortato, sull'orlo di una crisi di nervi, chiudi gli occhi, e ti accorgi di vivere con un pugno di mosche in mano… ma un tesoro inestimabile attorno: la tua Famiglia, gli affetti più cari, sempre al tuo fianco, comunque pronti a sorreggerti. 
Ed è in questi momenti che un dilemma, come una preghiera, ti scuote brutalmente la coscienza: si può certamente vivere “per” la Famiglia; ma fin quando si può sopravvivere “di” Famiglia???
G.S.
Ovviamente su quanto sopra, non dobbiamo che ringraziare il nostro governo nazionale!!! 
Dall'ultimo... a tutti quelli che in questi vent'anni l'hanno preceduto!!! 


lunedì 16 ottobre 2017

Il Presidente che ama la Sicilia e i Siciliani!!!

Chissà quanti di voi sanno individuare chi è il candidato celato alla Presidenza della Regione Siciliana???
Ho capito, volete un aiutino...
Va bene... vi voglio aiutare... ha vinto l'elezioni!!!
Non ci siete ancora riusciti??? Ah... mi chiedete: "in che senso ha vinto le elezioni???".
Le ha vinte ed è stato per cinque anni il nostro Presidente della regione???
Ho voluto evidenziare questa propaganda elettorale, perché esprime in se un grande messaggio di fratellanza, anzi di più, una vera e propria comunione con questa terra e i suoi conterranei...
Potrei aggiungere che rispetto a molti messaggi "banali" pubblicati in questi giorni nei nostri cartelloni stradali, quello quantomeno aveva un senso, sì... toccava l'anima, perché esprimeva un profondo sentimento per questa sua terra... 
Oggi di contro, guardando quei messaggi non sento niente... o meglio qualcosa sento, allo stomaco!!!
Ho avuto modo in questi giorni d'incontrare alcuni di quei candidati, soltanto perché mi trovavo insieme ad alcuni amici e ciascuno di loro, nel fermarsi a salutare per l'appunto il conoscente candidato, ha costretto anche il sottoscritto a quelle classiche e banali presentazioni...
- Ciao...come stai... è un vero piacere rivederti, ah... ti presento un mio caro amico (io...): "lieto di conoscerla"... 
- Dopo alcune frasi di circostanza... si passa ai fatti: si certo dammi che li divido ai miei amici... come... soltanto 50??? Ma no... dammene 1000!!! Scusa... ma uno al tuo amico non glielo dai... "la ringrazio... ma io porto solo il mio voto e so già a chi darlo...", ah, posso sapere a chi??? "Certamente ad un'amica... "Romj......"!!!
Ecco... come presumevo: si gira dall'altra parte, d'altronde non interesso più, avrà compreso... nessun voto!!!
Si sale nuovamente in macchina e rivolgendomi al mio amico dico: ma come puoi pensare di voler sostenere al governo regionale un ignorante del genere, non ha nulla da dire, da poter dare... è l'incompetenza fatta persona e poi si vede come sia,  il classico figlio di papà...
Ma dai Nicola... ma veramente pensi che avrei sostenuto quel deficiente???
Ma allora (rispondendo): perché perdere questo tempo... e soprattutto che cosa prendi a fare quei "santini"... 
Ah si quelli... aspetta anzi che li butto!!! Fermo, che fai, ci bastano già loro ad insozzare quest'isola, non ti ci mettere pure tu... dammi qua, ci penso io a buttarli nel cassonetto!!! 
E così ho fatto... alcuni minuti dopo!!!
Purtroppo, proprio in quel momento mi sono trovato ad avere  il cellulare scarico, poiché nell'aprire quel cassonetto, mi sono accorto di quanto fosse pieno di volantini e manifesti elettorali... 
Ah... che ridere...  avrei voluto fotografarli!!!
Già, questi nostri deputati non hanno ancora compreso come i cittadini siano stanchi di vederli e più loro insistono con questa abituale prassi, più quel 40% d'astensionisti salirà al 50 e forse anche 60%!!! 
D'altronde nessuno di loro o quantomeno la maggior parte di essi, ha saputo esprimere un proprio programma!!!
Almeno in questo la mia amica Romj, è stata autentica, esprimendo in maniera concisa il proprio pensiero... "Stavolta scegli me": Perchè mi candido... e per chi mi candido!!!
Sì... almeno qui esiste una idea politica ed un programma: c'è qualcosa su cui indirizzare quella propria preferenza, certo si può essere d'accordo oppure no, ma una base concreta su cui riflettere esiste... 
D'altronde guardate gli altri, se ne sono usciti con quei soliti "aforismi del caz..." che nulla centrano con questo contesto politico...
Ecco perché ho voluto iniziare con l'immagine di cui sopra... perché l'immagine in se non costituisce nulla, ne sotto il profilo personale e neppure perché riesce ad affrontare quel tema tanto ricorrente della questione morale... già di quelle liste pulite, divenute ora per la maggior parte di quei contendenti l'unico motivo di discussione, dimenticando che la parola "onestà" non ha nulla a che vedere con la parola... "professionalità"!!!
Difatti... a cosa serve avere un deputato onesto e retto... quando poi si dimostra in quella funzione  "INCOMPETENTE"!!!
Verrebbe da dire (ma perdonatemi, ma il sottoscritto non potrebbe mai dire una cosa del genere...) meglio uno disonesto ma quantomeno capace... 
Certo il massimo sarebbe averli tutti "onesti e competenti", ma a quel punto forse, ci accorgeremo d'essere in tutt'altra nazione!!! 
Ecco perché ora sono tutti così euforici nel volerci mostrare quel proprio casellario giudiziario e carichi pendenti (più o meno limpidi...), dimenticando però analogamente, di farci valutare quel proprio Cv, dal quale sicuramente è facile individuare quella propria incapacità professionale!!!
Ma d'altronde molti di loro si sa... siedono da anni in quelle poltrone, proprio per questa precisa motivazione: sì... perché non saprebbero cos'altro fare!!!
Cosa aggiungere... povera Sicilia... poveri Siciliani...

domenica 15 ottobre 2017

Magistrocrazia!!!

Una cosa è certa: la legge protegge i magistrati!!!
Ma quando la magistratura dimostra di non essere giusta... chi paga???
Ritengo doveroso separare in prima analisi, coloro che operano all'interno di quest'organo giudiziario... tra chi si occupa nella qualità di Gup (Giudice dell’Udienza Preliminare) di decidere - durante un’udienza preliminare - sulla richiesta da parte del pubblico ministero di rinvio a giudizio di un imputato o ancora, colui che nella qualità di giudice "super partes", dovrà occuparsi del pronunciamento delle sentenze... e dall'altra parte la cosiddetta  magistratura "togata" di cui fanno parte il Giudice per le Indagini Preliminari (GIP) - che interviene in determinate procedure nella fase delle indagini preliminari - e il Pubblico Ministero (PM) - che si occupa dell’esercizio dell’azione penale -.
Ecco, da quanto sta avvenendo ultimamente nelle nostre aule dei tribunali, si ha come la sensazione che vi sia una vera e propria discordanza, tra chi svolge quelle indagini preliminari e chi successivamente dovrà esprimersi nel giudizio di quegli indagati e di conseguenza, degli eventuali reati commessi...
Potremmo dire che in talune circostanze, vi è una forte discrepanza tra le indagini e i processi... alterando in noi tutti quel giudizio su una professione... che evidenzia palesemente come "l'abito non faccia il monaco...".
La legalità peraltro non va promossa solo nella forma, ma va coltivata anche nella sostanza ed è sbagliato ergersi senza meriti dalla parte dei giusti!!!
Come dimenticare quanto diceva Paolo Borsellino: "Sapete che cos'è la Mafia... faccia conto che ci sia un posto libero in Tribunale e che si presentino 3 magistrati; il primo è bravissimo, il migliore, il più preparato, il secondo ha appoggi formidabili dalla politica, mentre il terzo è un fesso... Sapete chi vincerà??? Il fesso. Ecco, questa è la MAFIA!!!"
Non si tratta quindi di criticare particolari decisioni o di prendere in esame singoli magistrati per comportamenti o atti da egli adottati, con i quali non ci si trova concordi... ma di comprendere cosa sta accadendo all'interno di quella istituzione e se forse non sia il caso, di trovare alternative soluzioni, che permettano di dare maggiori garanzie a questa fondamentale potere... in particolare quando viene compiuto nella nostra terra...
D'altronde non è corretto fare di tutta un'erba un fascio, così come non si può dire che la tutta la magistratura non faccia il proprio dovere, ma certamente una gestione diversa di questi uomini e donne, potrebbe portare sicuramente a migliorare quel mondo giudiziario...
Non dimentichiamoci che anche loro sono persone come noi... e conosciamo bene il pericolo insito nella natura umana, sin da quella prima mela concessa dal serpente ad Eva per darla ad Adamo: primo modello di tentazione!!!
Noi tutti sappiamo bene come veniamo quotidianamente tentati... sì basta poco e da quel momento, nell'accettare quella lusinga, si diventa di fatto...ricattabili!!!
Difatti, per contrastare in maniera energica quel possibile rischio, nei paesi più evoluti - a differenza del nostro - si applica la cosiddetta "rotazione": ciò difatti, permette a chiunque operi su incarichi istituzionali, di non avere una sede operativa "eterna", ma quella sua professionalità viene a seconda del periodo "temporale" previsto, di volta in volta modificata, affinché non si determinino quei cosiddetti "rapporti confidenziali", che sono per l'appunto i motivi che condizionano quel proprio operato!!!
Ritengo che proprio in una terra come la nostra, fortemente compromessa da influenze clientelari politico/mafiose, sia giunto il tempi, che si rivedano quegli incarichi, facendo ruotare - nei tempi e modi giustamente prestabiliti - tutti i giudici che si occupano di processi per mafia: chissà infatti, se molti di quei processi finora svolti, fossero stati valutati da Magistrati provenienti dall'Alto Adige o dal Trentino, chissà... forse alcune di quelle sentenze determinate con giudizi d'assoluzioni... non avrebbero ricevuto un eguale verdetto... 
Ma riprendendo quanto diceva il giudice Borsellino... è così che deve andare!!!

venerdì 13 ottobre 2017

Rosario... i siciliani ringraziano...

Crocetta fuori dalle regionali...
Ci voleva un miracolo... per eliminarlo "provvisoriamente" (speriamo definitivamente...) dalla nostra scena politica e cosi è stato!!! 
Ho letto in un suo commento dichiarare "se qualcuno ha sbagliato se ne assumerà la responsabilità e le conseguenze...".
Ora dico, l'unico che poteva sbagliare, era proprio quel suo uomo di fiducia, lo stesso che avrebbe dovuto consegnare in tempo quei documenti...
Da quanto erroneamente commesso difatti, ne è conseguita l'esclusione di quella lista e dello stesso governatore uscente... da momento che i due ricorsi presentati sono stati entrambi respinti!!!
La cosa assurda è che uno leggendo quanto ha successivamente riportato penserebbe ad uno scotto per quel soggetto ed invece come sempre accade, per quella mancata "competenza" si è stati premiati con un contratto da "funzionario esterno amministrazione categoria D1", precisamente con l'ingresso nel gabinetto del presidente, che lascerà ovviamente il 6 di novembre al suo successore...
Abbiamo visto quanto accaduto al Sindaco Raggi a Roma per quella favorita nomina ... ed allora m chiedo, questa situazione non rappresenta una eguale circostanza... non sarebbe opportuno che la Procura di Palermo indaghi su questa assunzione "ambigua"???
La cosa assurda, è sentirgli dire ancora che "verrà ricordato dai cittadini...", ma da chi, ma per favore non si faccia più vedere, che è riuscito in questi anni a distruggere l'economia di un'isola, ancor più di quanto avevano già fatto i suoi predecessori!!!
Una terra la nostra che secondo i dati è indietro di vent'anni rispetto ad altre regioni europee, con la prospettiva di non assicurare ai giovani di questa terra... alcun futuro!!! 
Basti osservare i numeri sull'occupazione... e dire che, molta di quella colpa, è stata causata da quegli stessi deputati che ora hanno il coraggio di ripresentarsi, solo per andare a scaldare quelle poltrone e prendersi un immeritato compenso...
Certo, bisogna essere proprio dei "________"  per decidere di preferirli nuovamente; già, come si può essere cosi "sadomasochisti", ma può essere che non c'è più la benché minima dignità nel cuore dei miei conterranei???  
Se solo leggessero i numeri riportati sul web... e dessero poca importanza a tutti quei proclami inutili!!!
Guardate cosa dice l'Eurostat: la SICILIA (non un'altra regione...) registra il dato peggiore in assoluto di occupazione, con un tasso d'occupazione (tra i 20 e i 64 anni) del 42,4%. 
Significa in parole povere che c'è un siciliano su due in età da lavoro "DISOCCUPATO"!!!
LA PEGGIORE REGIONE D'ITALIA grazie ai nostri ultimi governatori ed ai suoi deputati... aggiungo,  di ogni colore e schieramento!!!
Altro che ripresa, ma quali segnali di rilancio, qui da noi, non esiste la parola "progresso" e non vi sarà alcun miglioramento nei prossimi quindici anni, perché tutto resterà così com'è!!! 
Forse debbo pensare che quando i politici parlano d'una occupazione in ripresa, si riferiscono a tutti quei soggetti che operano grazie all'arrivo delle migliaia dei migranti...
Sì è vero, abbiamo visto come semplici "Onlus & Ong" siano divenute vere e proprie "S.p.A." con fatturati spropositato, centri d'accoglienza realizzati in proprietà private inutilizzate... concesse "generosamente" alla regione siciliana con contratto milionari, assunzioni "provvisorie" garantite dalla presenza di quei migranti a cui ovviamente fanno da contorno tutto il personale necessario: operatori igienico-sanitario, militare posti a sicurezza, a cui seguono società di servizi per fornire quanto indispensabile, come ristorazione, pulizia, insegnamento, trasporti, attività ricreative, a cui si aggiungono naturalmente, i servizi di manutenzioni, giardinaggio, ecologia, ecc...  
Cosa dire... siamo diventati veri e propri badanti di questi migranti e di ciò ovviamente dobbiamo ringraziamo sia l'Europa (per quei 450,00 € che ci dispensa ogni giorno per ciascuno di essi...), che i nostri politici, che con questa "manna" caduta dal cielo, ci hanno finora beneficiato...
Sì... grazie "Rosario", grazie di cuore... per ciò che non hai saputo fare!!! 

giovedì 12 ottobre 2017

Ho fatto un sogno: erano in gioco le "poltrone" della Regione siciliana...

Strabiliante... un sogno che sembrava reale!!!
Mi trovavo in una posizione sopraelevata, posta al di sopra di una grande sala ed osservavo sotto di me lo svolgersi di un gioco...
Un attiguo spettatore mi ha chiarito che stavano per nominare i deputati della regione siciliana...
Ah... sì, finalmente riconosco quella sala, grazie ad alcuni suoi partecipanti, era "Sala d'Ercole" ed io mi trovavo a Palazzo D'Orleans...
La competizione era semplice...
Per svolgere quel gioco era fondamentale avere delle sedie e nel loro caso, utilizzavano delle poltrone...
Tante poltrone per quanti sono i candidati e a vincere saranno gli ultimi settanta concorrenti che rappresenteranno il numero massimo previsto di deputati...
Accanto a me un'orchestra, attendeva un maestro che desse con il tocco della sua bacchetta l'inizio, per far suonare quella musica che sa tanto di Sicilia...
Ecco, sento partire alcuni accordi, strumenti in sottofondo... ma l'ho riconosciuta, è la musica di Nino Rota, di quel suo valzer, motivo centrale della sequenza del ballo "Il Gattopardo"... 
Peraltro, quale altra musica si poteva scegliere per quel giorno, un 5 Novembre da ricordare ai posteri, soprattutto per la presenza in quelle liste, di molti "singolari" partecipanti...
Ah... ovviamente c'era una variante al gioco: le poltrone non erano posizionate al centro, ma bensì di fronte la sala...
Erano poste su tre file, una a sinistra, una a centro e quella a destra... a cui erano state aggiunte altre cinque poltrone, messe di lato, a parte... quasi fossero escluse da tutte le  altre...  
Ovviamente nel posizionarsi, ciascuno poteva scegliere dove stare... e si poteva spostare, tra quelle poltrone, mettersi a metà... ad esempio, ci si poteva sedere posizionare in quelle file vuote, tra quella centrale e quella di sinistra o destra...
Potremmo definire ciascuno di loro degli innamorati di quel "centrosinistra o centrodestra" e soltanto chi era in possesso di una stella poteva sedersi in quelle cinque poltrone messe in disparte...  
Ecco quindi vederli lì... in tanti, impazienti... in quella sala enorme stracolma... tutti pronti ad iniziare quel gioco, con di fronte ad essi, quella serie di poltrone vuote.
All'improvviso... parte la musica e tutti i giocatori iniziano a ballare, chi a coppie, uomini con donne e chi ha preferito ballare con un proprio affine... riscontro alcuni uomini abbracciati ad altri uomini, ah... che ridere, un vero spasso...
Ovviamente ci sono molti che preferiscono ballare da soli, centinaia di concorrenti che danzano, ruotano... finché all'improvviso la musica s'interrompe!!!
Inaspettatamente, ciascuno di essi, quasi fossero dei felini, scattano all'improvviso per raggiungere quella loro preda...  tutti iniziano a correre verso l'altra parte della sala, per aggiudicarsi una poltrona!!!
Un vero casino... spintoni, urti, ingiurie, botte, offese, spallate, c'è chi cade e chi viene sopraffatto, in quel disordine... c'è chi siede su una poltrona già occupata e chi sale su altri, schiacciando di conseguenza quanti sotto, infischiandosene di recare lesioni o quant'altro...
Un marasma generale, che ha causato una completa confusione, c'è chi è andato a destra e chi correva verso sinistra... chi si seduto al centro e poi ha deciso d'alzarsi per sedersi da tutt'altra parte, non si capiva niente, soggetti della stessa coalizione che si ritrovano in opposti schieramenti... forse, solo i cinque stellati hanno la fortuna di trovare libere quelle loro sedie e difatti si sono tranquillamente accomodati...
Ah... certo, uno è rimasto in piedi!!!
Ed ora, ciascuno di quanti seduti sogghigna al pensiero d'aver eliminato quell'avversario concorrente... anche gli amici di quella stessa fazione, pensavano: "ben gli sta... fuori uno, andiamo avanti..."!!!  
Fuori da gioco quindi quel concorrente scomodo... ed allora si riprende nuovamente a ballare; nel contempo gli uscieri hanno provveduto a togliere una poltrona da quella sala...
Il gioco continua e continua finché restano due candidati... ed una sola poltrona!!!
Uno dei due, quello che siederà su quell'unica poltrona diverrà il Presidente...
Già, il primo dei due che al fermarsi della musica si siederà, lasciando l'altro in piedi, sarà finalmente nominato vincitore del gioco!!!
Ecco, ha vinto... è stato scelto il "Presidente"... ed ora egli potrà nominare alcuni tra quei giocatori, per sedere insieme ad egli, in quel cosiddetto direttivo...
Un élite ristretta, che dovrà amministrare questo gioco per i prossimi cinque anni...
Minchia... no... altri cinque anni... no...NO...NOOOOO!!!
Ah... mi sono svegliato era solo un incubo... meno male...
Accendo la radio, ascolto le notizie e sento di quel candidato di sinistra passato ora con Nello Musumeci e di quell'altro, noto per essere da sempre nella coalizione di centrodestra, saltare il fosso e presentarsi con Micari presidente...
No... non può essere... sto ancora sognando...???



mercoledì 11 ottobre 2017

Siamo solo cinque "amici" al bar... gli altri li hanno già buttati fuori...

"Siamo rimasti solo in cinque al bar... gli altri li hanno già buttati fuori... e di noi soltanto tre, proveranno a vincer l'elezioni, ci sarà... Musumeci qui... e Cancelleri che vorrà stare li... e poi forse all'improvviso, arriva Micari con un sorriso, perché a preso i voti di qua e di la...
Ormai siamo giunti in dirittura d'arrivo... e la corsa alla presidenza della Regione in Sicilia si è ristretta a soli cinque nominativi:Nello Musumeci per il "centro-destra", Giancarlo Cancelleri per il "M5Stelle", Fabrizio Micari per il "centro-sinistra", Claudio Fava per la "sinistra" e Roberto La Rosa per gli indipendentisti di “Siciliani liberi”.....
Sono stati definitivamente escluse le liste di Franco Busalacchi di “Noi siciliani-Sicilia libera e sovrana” e Piera Lo Iacono "Per il lavoro" e Pierluigi Reale di "Casa Pound"...
Certo la situazioni creatasi a Messina, sta creando non pochi problemi alla coalizione di centrosinistra e al suo candidato presidente Prof. Micari; d'altronde lo sbarramento del 5% sta evidenziando all'interno di quella forze un profondo pessimismo... se pur la coalizione era data in questi giorni in profonda ripresa.. quasi vicino ai due schieramenti di Centro-Destra e M5stelle...
Ecco allora che Fabrizio Micari tenta la carta della "legalità" ponendo sul tavolo la questione morale e visitando l’Antimafia...  
Ma se qualcosa dovesse andare male... ecco la svolta!!!
Un asso nella manica...  quello cioè di valutare l'opportunità di andare verso il voto disgiunto... sostenere cioè candidati e liste di centrosinistra e come presidente... votare Cancelleri del M5Stelle...
Una strategia politica che vedrebbe eliminato in un colpo solo Nello Musumeci ed il suo "entourage" e sperare così entro due anni... di ritornare a nuove elezioni per convinta incapacità di quel movimento a saper governare...
Come si dice... cento volte meglio un grillino (senza maggioranza all’Ars) che un premier di centrodestra con già in mano il re di denari... 
Da quanto sopra capirete come non sia facile per nessuno dei tre vincere... e a volte... dice il detto: per vincere, bisogna perdere...
Io so per certo che comunque vada, giorno 5 novembre, ah... mi divertirò senz'altro!!!

martedì 10 ottobre 2017

La "Politica" è un'arte... e solo chi la conosce bene, può predirla: Io l'ho fatto!!!

E' da più di un mese che vado ripetendo al Presidente Musumeci, sia attraverso questo mio blog, che di persona, quanto a breve sarebbe accaduto...
In questi giorni difatti... qualcuno ha evidenziato quella propria frustrazione, per non aver ricevuto assicurazioni dal candidato Presidente, per quella poltrona su cui contava...
Ecco quindi che alcuni di essi, si stanno allontanando, non manifestano pubblicamente questa loro decisione, ma nel contempo stanno preparando quel tradimento, complottando con le forze avversarie o con quanti sono posti all'interno di altre liste...
Ciò che vogliono è ricevere una poltrona, ed ecco quindi servire su un vassoio quei propri voti...
Oltre a ciò,  va sommato quel malcontento che sta nascendo ( o che sicuramente c'è sempre stato...) all'interno di quella coalizione di Centro-Destra, composta da "Noi con Salvini", "Fratelli d'Italia" e "Forza Italia"...
Di queste forze politiche, quella che da sempre raccoglie più voti in Sicilia è Forza Italia, che se pur in discesa negli ultimi anni, sembra essere tornata nuovamente in auge...
D'altronde il Cavaliere non vuole minimamente che la vittoria di Musumeci venga attribuita a Salvini, in quanto ciò creerebbe problemi alle prossime elezioni nazionali...
La vittoria del centro-destra in Sicilia, porterebbe infatti il leader della "Lega" a ritenersi... unico artefice di quella vittoria, anche se i numeri non diranno questo... nell'isola peraltro sappiamo tutti, quanto poco conti quel partito a livello numerico, basti vedere le ultime amministrative...
Ed allora ecco il tradimento... una nuova strategia che definisce i termini di un accordo con Renzi ( o meglio dovrei dire... Gentiloni...), per le prossime elezioni nazionali, affinché insieme possano governare... felici e contenti!!! 
Per far ciò però, il Pd chiede oggi un pegno... l'elezione di Micari a Presidente, lasciando di contro al partito di centro-destra la vittoria!!!
IL Cavaliere e nessuno dei suoi uomini vuole governare con la Lega... e ancor meno avere Salvini, quale premier...
Difatti, su questa stessa linea è un parlamentare di Forza Italia di lungo corso, che proprio ieri ha commentato: "Dai non scherziamo, Silvio non lo permetterà mai..."!!!
D'altronde il testo del "Rosatellum 2.0" uscito dalla Commissione di Montecitorio con quella quota predominante di proporzionale, sembra essere stato scritto proprio per arrivare ad un'alleanza tra il Partito Democratico e Forza Italia...
Una grande coalizione che tutti dicono di negare, ma che in molti vogliono, probabilmente con Paolo Gentiloni ancora a Palazzo Chigi...
E' evidente quindi che il Cavaliere, stia lavorando contro l'ipotesi di un esecutivo con la Lega e Fratelli d'Italia...
Prima di tutto perché ha paura che il Carroccio raccolga più voti di Forza Italia (ipotesi a livello nazionale... altamente probabile allo stato attuale...) e con un Salvini ovviamente, pronto a rivendicare la guida del governo...
In secondo luogo, Berlusconi teme la rivolta del Partito Popolare Europeo, soprattutto della sua "padrona" (politica) Angela Merkel, che in caso di alleanza con la destra cosiddetta "xenofoba e populista", alleata a Strasburgo dell'Afd tedesca, potrebbe far uscire da quella coalizione, il partito del Cavaliere...
Sappiamo tutti che la Cancelliera ha permesso l'elezione di Tajani alla Presidenza del Parlamento europeo, ma in cambio ha preteso dal Cavaliere, che nessunodei partiti anti-UE...  salga al governo, ancor meno... nel ruolo di premier.
Ecco quindi spiegato quel viaggio in Russia di Berlusconi per incontrare il Presidente Vladimir Putin, dove secondo fonti qualificate, è stato compiuto esclusivamente per bloccare definitivamente Matteo Salvini e quella sua Lega, già come abbiamo visto, colpita in questi giorni da procedimenti giudiziari, che hanno di fatto bloccato al uncuni c/c bancari, in alcune regioni del nord Italia!!!
Berlusconi punta al 15% per poter poi governare con il Pd e con i centristi di Alternativa Popolare (Alfano) e non vuole quindi che il Centrodestra vada troppo bene a queste prossime elezioni regionali siciliane... 
"Now or never": Ora o mai più!!!
Ecco perché ha preteso che la quota di collegi uninominali fosse solo del 36%, la più bassa possibile per evitare un'eventuale vittoria di Lega, Fi, Fdi e alleati....
La causa comunque di tutto questo trambusto politico, è da ricercarsi principalmente nella salvaguardia della aziende di famiglia del Cavaliere e cioè di MEDIASET!!!
La tutela di queste difatti... passa oggi da quelle mire espansionistiche dei francesi di Vivendi-Bollorè, che possiedono una grossa fetta di quelle quote societarie...
C'è bisogno quindi urgentemente di un accordo e chi oggi può essere l'uomo giusto... se non il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni (del Pd), che ha saputo dimostrare nella vicenda Fincantieri, di avere un canale privilegiato con Emmanuel Macron...???
Ecco il perché un eventuale premier come Matteo Salvini, viene considerato dalla sede di Arcore troppo "esuberante e pericoloso" per gli interessi della famiglia Berlusconi!!!
Quindi come vedete, è stato aggiunto un'altro tassello che a breve toglierà voti al candidato Presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, che ahimè il 5 Novembre, si potrebbe ritrovare all'improvviso, a combattere da solo, contro un agguerrito concorrente, dato oggi da tutti perdente... (e non sto parlando di Cancelleri con il M5Stelle...), ma su cui vedrete improvvisamente confluiranno molti di quei voti, che ormai da mesi... tutti davano... assegnati!!!
Ah dimenticavo... quanto sopra, non sarà certamente l'ultimo  episodio: http://www.lurlo.news/pistorio-destra-sinistra/

lunedì 9 ottobre 2017

"LISTE PULITE": l'Avv. Antonio Fiumefreddo, chiede l'intervento del ministro dell'Interno...

Ho letto una nota dell'Avv. A. Fiumefreddo sulle elezioni regionali in corso, che desidero condividere con voi: “Sulle elezioni siciliane intervenga ministro dell’interno. Presenza candidati impresentabili è inquietante, al limite dell’eversione dell’ordine democratico.”
Il segretario nazionale di LiberaItalia (la formazione liberale che aderisce all’ALDE), Antonio Fiumefreddo, ha scritto al ministro dell’Interno, Marco Minniti, chiedendone l’intervento sulla questione delle elezioni siciliane. 
Nella lettera è scritto tra l’altro che: “la candidatura di molti soggetti sottoposti a processo per reati gravissimi ovvero condannati per gravi delitti nonché di altri ritenuti vicini ad ambienti quantomeno opachi, si prospetta come potenzialmente eversivo della tenuta democratica dell’Isola. 
Si rischia una manifestazione di impunità da parte di ambienti criminali che mirano a condizionare il voto esercitandone lo scambio“.
Al Ministro si chiede di convocare in Sicilia il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica per adottare le necessarie misure preventive di tutela della libertà del voto, anche allertando i Prefetti affinché possano intervenire sul territorio nelle aree dove maggiore è il rischio di infiltrazioni mafiose... 
Il lavoro in questa direzione della commissione parlamentare antimafia è importante ma rischia di risultare inefficace posto che l’esito della verifica dei cosiddetti impresentabili si conoscerà solo dopo le elezioni. 
Il segretario nazionale liberale ha definito “al limite dell'eversione” il livello di infiltrazione delle liste della destra e del centrosinistra...
Ormai quello delle “liste pulite” sta diventando un "leitmotiv"... che sta vedendo sempre più contrapporsi tutti gli esponenti candidati alla Presidenza della Regione... 
Accuse su accuse che vengono reciprocamente lanciate per una competizione elettorale che si è ridotta ad una disputa da cortile, senza che nessuno di loro, parli di ciò che realmente interessa noi... e cioè, programmi e soluzioni da adottare per risolvere i numerosi e gravi problemi che presenta questo nostro territorio...
Comunque una cosa è certa: la Commissione Antimafia Nazionale ha dichiarato che compierà a breve un  controllo su tutte le liste dei candidati presentate e chissà se alla fine di quelle verifiche, non assisteremo ad ulteriori sorprese...

domenica 8 ottobre 2017

Nello Musumeci: "In politica non è importante solo quel che è... ma anche quel che appare..."


Ieri pomeriggio mi sono recato al porto di Catania, precisamente alla "vecchia dogana" per ascoltare la presentazione del candidato presidente, Nello Musumeci...
Ovviamente non ero stato invitato... anche perché nessuno dei suoi fedelissimi mi aveva comunicato di quell'incontro, difatti, mi ci sono trovato casualmente...
D'altronde, il sottoscritto è uno dei pochi -se non forse l'unico- che ha espresso pubblicamente in questo mio blog, alcune valutazioni discordanti, non certo sulla persona, ma su quella campagna elettorale presentata agli elettori, in particolare sul hastag "#diventeràbellissima" e su quella propaganda pubblicitaria del "pizzo che piace ai siciliani"...
Ma come si dice... pur non avendo tanti  meriti, uno credo di possederlo... ed è quello di essere sempre equo nei miei giudizi o in quelle pronunciate critiche...
Difatti, basti leggere quanto scrivo e si vede come in alcune circostanze il sottoscritto, sia tornato indietro su alcune proprie valutazioni... 
Ecco perché provo sempre a non criticare per faziosità e ancor meno per danneggiare l'immagine di qualcuno per interessi personali o ancor peggio, perché possibilmente "suggerite" da eventuali terzi... 
Quindi, riprendendo da dove avevo iniziato, mi sono presentato per ascoltare quanto aveva da dire, in particolare volevo udire la modalità di scelta che era stata decisa, per i candidati posti all'interno di quella sua liste... 
D'altronde quanto sopra, rappresenta - almeno per il sottoscritto - l'unico obbligatorio criterio di valutazione che condiziona e determina, la preferenza del mio voto!!!
Il sottoscritto difatti, non darebbe mai il suo voto, ad un aspirante deputato che ha dimostrato nel corso degli anni d'essere stato inquisito e quindi condannato per fatti gravi contro lo Stato, oppure, aver avuto tra i propri familiari e/o parenti, indagati in associazioni mafiose!!!
Eppure, la maggior parte dei miei conterranei non possiedono questa coerenza morale... anzi, il più delle volte, sostengono proprio quei soggetti, affinché possano ricevere successivamente chissà... qualche favore personale, un posto di lavoro, una raccomandazione, una protezione, ecc... 
Quindi non mi meraviglio se in questi lunghi anni, siamo stati governati da una serie d'individui che, si sono dimostrati essere affiliati a quella ben nota, associazione criminale...
Già, come non evidenziare quanto emerso sui nominati presidenti di regione, che sorprendentemente a tutt'oggi riescono a dirottare i voti verso propri familiari o quanti danno prova d'essere per loro "prestanome politici", garantendo per essi quelle posizioni (dal momento che non possono personalmente presentarsi), e ricevendo di conseguenza quei voti necessari per vincere la competizione elettorale (grazie a quel sistema che aveva a suo tempo, già sostenuto loro, voti che ora vengono dirottati su questi prestanome...), ma soprattutto, conquistando quegli incarichi importanti, per condizionare questa nostra terra e per consentire a quel sistema mafioso, di continuare a manovrare la nostra economia!!!
Certo, va considerato quanto ha correttamente dichiarato il candidato presidente Musumeci e cioè, che i candidati a quella carica di premier o i nominativi della lista, non vengono scelti dai cittadini, ma da quegli stessi partiti...  
Già, sarebbe bastato ad esempio utilizzare quella semplice espressione democratica delle "primarie" -ciascuno per la propria coalizione- facendo così esprimere direttamente ai cittadini il leader che avrebbe dovuto rappresentare quella coalizione, ed anche il programma con il quale si stava presentando, soprattutto quando vi è una ipotesi di candidatura non proprio convergente... ma alla fine... abbiamo visto come non è stato!!!    
Ecco perché lo stesso candidato presidente ha voluto dichiarare: "Quell'idea che sembrava condivisa da tutti, a metà strada è stata bloccata e si è andati avanti con un "tira e molla" che comunque poi alla fine, ha visto prevalere il senso di responsabilità da parte di tutti"...  
Il sottoscritto difatti su questo punto ha espresso la propria opinione e cioè, che molti di quei suoi alleati, a breve avrebbero fatto un passo indietro, dirottando i propri voti verso altri candidati alla presidenza, cosa che sta già avvenendo e che a breve porterà sicuramente ad altre sorprese...
"Si guardi dai suoi amici... e non si fidi di nessuno": con questa frase mi sono congedato dal candidato Presidente Nello Musumeci, dopo che uscendo dalla sala, stava salutando tutti gli amici e conoscenti intervenuti e passando accanto al sottoscritto, con squisita gentilezza, mi aveva stretto la mano...
A quel punto ho dovuto esternare quanto sentivo: "la ringrazio, ma sa... io sono la stessa persona che pubblicamente l'ha criticata..." egli sorpreso da quella mi frase, si è fermato e tornato indietro mi ha chiesto "in quale occasione"  ho risposto "attraverso il mio blog... su quella pubblicità del pizzo"...
"Ah, si... so bene chi è...", l'ho ovviamente salutato, augurando ad egli: "buona competizione"...  
Per altro, lo stesso candidato del "centro-destra" aveva dichiarato alcuni minuti prima: "con trecento nostri candidati in lista, su cinque liste... non so nemmeno chi c'è fra i candidati delle nostre liste e forse è meglio che per qualche giorno non lo sappia... però una cosa è vera, mai, mai era stato posto il tema delle "liste pulite", mai... ora ne parlano tutti in questi giorni (il sottoscritto ne parla da sempre...), ma un mese fa, sono stato io a porre il tema... e lo fatto consapevole dell'esperienza maturata da cui da parlamentare della Commissione parlamentare antimafia siciliana, ed Angelo Attaguile, per la sua competenza di Segretario nella Commissione nazionale Antimafia, ha detto quello che doveva dire"... 
Su questo punto, mi permetto di esprimere un plauso al discorso pronunciato dall'On. Attaguile, che ha saputo manifestare pubblicamente con vigore, tutta la propria divergenza verso quei soggetti che sono stati... anche soltanto in odor di mafia, promuovendo altresì, a tutti i componenti all'interno di quel partito "Noi con Salvini", un protocollo di legalità ed un codice etico, che esclude chiunque sia stato legato in precedenza ad altri partiti politici, ma soprattutto che si sia trovato coinvolto, direttamente o indirettamente, in vicende giudiziari penalmente gravi...
Le "liste pulite" d'altronde... dice bene Musumeci, non si riferiscono alla rilevanza penale, "perché chi è candidato, è già in regola con le leggi dello Stato, perché la legge dello Stato stabilisce quali sono i limiti della candidabilità, elegibililità, e incompatibilità precisando i limiti di decandenza"!!!
Quando si parla impropriamente forse di "liste pulite" ci si riferisce all'aspetto etico, alla opportunità politica che una persona sia in lista in quel determinato partito, per ragioni che prescindono spesso da cui accennavo o dalla propria finalità, perché "in politica non è importante solo quel che è... ma anche quel che appare..."!!!
Ha detto bene Musumeci: "io ho lanciato questo grido d'allarme... e chi le fa le liste??? Non il candidato presidente, ma li fanno i partiti, le forze politiche ed io confidavo nel senso di responsabilità di tutte le forze politiche... pensate che, la mia dedica di usare il nome, io l'ho firmata quindici giorni fa... quindi... e ancora oggi, io non conosco le liste, avrei potuto prenderne visione ieri, soltanto mezz'ora, un'ora prima della presentazione... 
La cosa assurda è che mentre l'On. Musumeci esponeva quel suo pensiero (il sottoscritto stava registrando con il proprio cellulare la riunione, per farne il post che state leggendo...), ho assistito ad un episodio curioso: un collega di quella coalizione (sì... so che vorreste sapere di chi si tratta, ma non posso dirlo, almeno non in questa sede... ovviamente se verrò chiamato dal candidato presidente, gli faro ascoltare quella voce...) rivolgendosi ad un amico accanto, gli ha detto: "ma cosa sta dicendo... non è questo il taglio che deve, non deve parlare così...  il fatto che stia sottolineando questa cosa... no... non è giusto... e se ne andato incazz...!!!  
Quindi da ciò comprenderete come a volte... "nessuno è profeta nella propria patria" e sono questi i motivi che mi hanno spinto alcuni giorni fa, a scrivere al candidato presidente del centro-destra: "dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io...", perché ho motivo di credere che alla fine saranno in molti a tradirlo... 
Per gli stessi motivi, non mi sono scandalizzato nell'aver letto ieri, l'articolo pubblicato on-line dalla Repubblica:  http://palermo.repubblica.it/politica/2017/10/07/news/condannati_indagati_e_sotto_processo_tutti_in_lista_i_candidati_indesiderati_-177608336/
Perché esso fa comprenderete come il più delle volte, certe notizie evidenziate dai media, servono principalmente a diffondere messaggi "ostili", per avversare il politico che si desidera contrastare...
Se difatti leggerete quell'articolo, comprenderete come in quella nota, si manifesti sin dalla scelta dell'immagine di copertina, la volontà di colpire il candidato presidente del centro-destra...
Si osservi infatti quella foto: si vede l'On. Musumeci in un atteggiamento quasi "imbarazzato" (certamente chissà in quale contesto è stata realizzata...), ma serve a far imprimere ai lettori, quel proprio disagio...
Come dicevo sopra, sembra che l'articolo faccia i nomi di tutti quei "Condannati, indagati e sotto processo: tutti in lista i candidati "indesiderati"guardate tutti gli esponenti di quei partiti colpiti...", ed invece no... sembrerà strano ma di un partito non si parla affatto, anzi, non si accenna minimamente ad esso...
Ecco, abbiamo scoperto chi è il "mandante"... d'altronde sappiamo bene a chi appartiene il quotidiano "La Repubblica" e da quali colori è sovvenzionato!!!
Quindi se pur riconosco a quel quotidiano il merito d'aver fatto emergere con quell'articolo certamente nomi scomodi, dall'altro, avrei preferito leggere un'esposizione più "irreprensibile e onesta intellettualmente", senza dover assistere -per l'ennesima volta- a quella propaganda politica, utilizzata nei paesi a modello "comunista"!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo