Translate

sabato 31 ottobre 2015

Ancora arresti... ma quanto caz... sono questi ladri???

Arresti... purtroppo ancora arresti "eccellenti" nella nostra cara Sicilia!!!
Questa volta a finire ai domiciliari sono tre funzionari pubblici: il presidente della Rete ferroviaria italiana (presidente dell'Ast ed ex commissario della Camera di commercio di Catania) e due dirigenti del Corpo forestale...
Tutti indagati per concussione e induzione indebita... comunque il solito giro di tangenti ed i soliti favori ricevuti...
Come sempre, partono le perquisizioni, non solo per i tre indagati, ma anche per altri dipendenti, che, secondo gli investigatori, ricoprono importanti cariche pubbliche...
Se proprio volete scommettere... puntate su "over"... perché tanto (e potete starne certi...),  il numero di questi nominativi, andrà sicuramente crescendo... come sono altrettanto certo che tra questi... non mancheranno anche i nomi dei soliti nostri politici...
Secondo gli inquirenti, la "black list" di cui si è in possesso, mostrerebbe un connubio esteso, tra vari soggetti, ognuno di essi, collocati in posizioni chiave, che a seconda delle circostanze, potevano influenzare eventuali decisioni e indirizzare a chi di dovere... i flussi di denaro!!!
Già quel denaro necessario a sovvenzionare anche un livello "istituzionale" affinché tutto si svolgesse possibilmente... nel modo più imperturbabile!!!
Il pubblico ministero, ha parlato di "apparente contiguità di interessi" con i quali questi individui... programmavano le loro relazioni o gli eventuali incontri con soggetti terzi... i quali rivestivano, funzioni rilevanti sul profilo pubblico...
Ovviamente... ora, si scopre esserci dietro a quelle tangenti anche la mafia, già quella nota associazione criminale, che dimostra essere sempre presente, dove c'è giro di denaro...
Comunque, questa situazione sta diventando ogni giorno di più insostenibile... una fase che rischia l'esplosione... anche perché sembra che il sistema, sia costituito principalmente da ladri e conniventi!!!
Come possiamo continuare ad andare avanti con questi ricorrenti scandali o con questo ricercato clientelismo???
Di quante altre truffe abbiamo bisogno, per capire che necessita modificarlo totalmente questo nostro paese... a cominciare da quelle regole che hanno dimostrato essere "fallimentari" e dall'aumento delle pene per quanti hanno dimostrato con le loro azioni, di averle violate... quelle regole.
A chi infatti dimostra, d'aver partecipato in prima persona a quelle azioni corruttive, bisogna provvedere innanzitutto a suo licenziamento e quindi, sequestrargli a titolo di risarcimento l'eventuale fondo previdenziale ed ancora, procedere alla confisca di tutti i suoi beni (mobili ed immobili, intestati anche a familiari... in particolare quando questi non possano essere verificati... o esista la possibilità d'essere stati costituiti attraverso una sperequazione finanziaria...).
Cosa aggiungere, l’ingordigia di questi soggetti... non ha fondo ed è il motivo per il quale, la libertà di questi individui... va esattamente limitata, nella misura in cui, può diventare una minaccia per quella nostra...
E' evidente a tutti... che non si tratta più di dover cambiare gli uomini, perché quelli che ne prendono il posto... con il passare del tempo, dimostrano sfortunatamente, di essere ancor più farabutti dei loro stessi predecessori!!!
Quindi, non si tratta di coinvolgere chissà quale "paladino della legalità"... ma riuscire a sospendere tutto, cominciare facendo un passo indietro!!!
Sì... partendo dalle regole, sono le prime che vanno cambiate... eliminando sin da subito, la possibilità di governare a vita, ridurre definitivamente questi incarichi politici, istituzionali o rappresentativi!!!
Tutto deve avere un'inizio ed una fine... con un tempo prestabilito massimo di 4 anni e dove, terminato l'incarico... non se ne potrà più riceverne degli altri...
Ed ancora, blindare quel potere decisionale, limitare cioè fortemente -attraverso nuovi costanti controlli- le decisioni, se non autorizzate previo consenso dei propri collaboratori e subalterni, in modo tale che, ognuno di questi responsabili, deciderà e risponderà in prima persona, quanto andrà a consigliare, verificare e confermare...
Perché solo così... mettendo cioè dei precisi "limiti procedurali" si potrà ridurre il dilagare di questo insistente malaffare...
Dopotutto si sa... una cosa è mettere d'accordo due o più ladri per mangiarsi ognuno di essi un fetta di torta...  un'altra cosa, è doversi spartire quel pezzo in dieci o anche più, come si dice... il gioco alla fine... non vale la candela!!!
Io resto della mia opinione... che chi ruba una volta...ladro si chiama!!!

venerdì 30 ottobre 2015

Se Milano è la "capitale morale"... allora....

Scusi Presidente, ma forse distrattamente... mi sono perso qualche passaggio...
Stava forse parlando di Zurigo/Ginevra o certamente si stava riferendo a Vienna e/o Vancouver... 
Perché se dovesse essere a suo giudizio Milano la città che meglio di tutte... si è riappropriata del ruolo di "capitale morale" del nostro Paese, mi permetta, ma ho paura che Lei, conosca in modo molto superficiale questa città...
Cerchiamo intanto di trovare un punto in comune... cosa intende per morale...
Sicuramente, quella serie di modelli comportamentali e sociali, compiuti mediante il perseguimento di determinate condotte... e quindi s'intendono quell'insieme di azioni, che rappresentano i veri valori sociali di una società o anche semplicemente di un individuo!!!
Bene, fatte le dovute considerazioni, debbo portare a sua conoscenza, quanto proprio in questi giorni ho potuto leggere su questa città e cioè:
- il quotidiano la Repubblica scrive oggi che la procura di Milano ha aperto un’inchiesta sulla spartizione dei diritti televisivi della Serie A fra il 2015-2018 e che tra i documenti si fa riferimento alla vendita del Milan...
Inoltre,
- da un'indagine sempre della Procura di Milano, è emerso che sarebbe -in relazione a una concessione petrolifera in africa- stata pagata una “tangente milionaria” di cui oggi la Corte di Londra avrebbe effettuato un sequestro preventivo per 190 milioni di dollari, già... sembra essere una maxi-tangente da 1 miliardo e 92 milioni di dollari, che sarebbe stata pagata da Eni per l’acquisto della concessione del giacimento petrolifero “Opl-245” in Nigeria e di cui, circa 800 milioni, sarebbero stati ripartiti tra politici e intermediari africani, mentre la restante parte, circa 200 milioni, sarebbe stata destinata a mediatori e manager italiani e europei... 
Ed ancora,
- arrestati due giorni fa... un giudice, un cancelliere, un finanziere e alcuni professionisti (in affari col magistrato), dal quale è emerso, un sistema corruttivo all'interno del Tribunale ed ora che stanno uscendo i nomi, sono in tanti a tremare!!!
Una confessione che descriveva un sistema svolto anche da altri colleghi, ove s'interveniva direttamente per risolvere cause giudiziarie e dove con l'ausilio di avvocati e dottori commercialisti, si sarebbe stretto un patto corruttivo, ottenendo vantaggi ed omaggiando (vostro onore) con bustarelle, oggetti costosi, abiti griffati, fino a pagargli persino le bollette...
Ancora,
- cosa dire dell'arresto del vice presidente della Regione Lombardia, Mario Mantovani, accusato di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti e che portato in carcere altre persone, tra cui anche alcuni dipendenti della Regione...
Oppure,
- manette per due dipendenti del Comune d Milano, oltre a un titolare di un‘impresa edile, dove fra i reati contestati vi è anche la frequentazione di escort durante il proprio orario di lavoro...
Ed infine,
- quanto fatto emergere dal sostituto procuratore della repubblica di Milano, Gaetano Ruta, sul rinvio a giudizio del presidente dell’Inpgi (Andrea Camporese) nell'inchiesta sul crac della holding Sopaf, una truffa ai danni dell’Istituto di previdenza dei giornalisti che secondo l’accusa, avrebbe portato nelle tasche del presidente circa 200.000 euro a titolo di remunerazione per il compimento di atti contrari ai doveri d’ufficio...
Ora, nel volermi limitare... desideravo confermarle che le inchieste riportate sopra,  fanno riferimento solo ad alcune emerse in questa settimana!!!
Quindi, visto che Lei (più di chiunque altro) è nelle condizioni di farsi consegnare un riepilogo, con tutte le inchieste svolte quest'anno dalla Procura di Milano... vedrà da se, come, quel giudizio espresso precipitosamente per questa città... andrebbe "forse" rivisto!!!
Caro Presidente, io resto dell'idea che dove ci sono soldi... c'è sempre la possibilità di trovare persone disposte a corrompere ed altre disposte a farsi corrompere... ed essendo Milano la regina tra le nostre città, che da sola, muove una grossa fetta di quella economia nazionale... è logico pensare, che il livello corruttivo sia certamente, molto più alto, di altre... nelle quali si sta esclusivamente sopravvivendo...     
Adesso, se il metro di paragone di riferimento da Lei adottato e quello di un'altra città... altrettanto corrotta (se non di più) e mi riferisco alla nostra Capitale, è ovvio che se è Roma per Lei il modello di riferimento a cui si e ispirato... allora capisco perfettamente i motivi, che inducono a credere che Milano sia quel nuovo modello esportabile di sinergia...
Ma, così come non vale la regola di "fare di tutta l'erba un fascio", non può altrettanto valere la regola che "mafia Capitale" possa configurarsi nell'immagine di una della città più bella del mondo!!!   
Ho sentito dire che con l'Expo abbiamo lavorato benissimo... ma, non è che forse ci si è dimenticati troppo velocemente, delle accuse di riciclaggio o di concorso in corruzione, inchiesta che, se pur in conclusione con vari patteggiamenti... risulta però essere ancora aperta, in quanto si è in attesa del deposito di ulteriori documenti ...
Le sue sono certamente belle parole... che spronano ad una politica di rinnovamento, ad un cambiamento profondo... ma se non si interviene nelle coscienze, educando alla responsabilità ed alla legalità democratica, promuovendo non solo azioni di sensibilizzazione ma soprattutto, applicando quei correttivi necessari, affinché la corruzione (o le sue modalità... ) non abbiano ad esistere... ecco alla fine ciò che resta... sono solo... belle parole.
Milano, come Roma e come la mia Catania... sono delle bellissime città... ma esprimere in questo periodo, giudizi sulla moralità... mi dispiace contraddirla... quella è tutta un'altra storia!!!  

giovedì 29 ottobre 2015

Swissleaks... ma che fine hanno fatto quei nomi???

Già, sono passati cinque anni da quando la talpa informatica Hervé Falciani, ha consegnato alla procura di Torino l'elenco dei nominativi italiani con un conto presso la sede elvetica della HSBC...
Gli anni sono passati e dopo quel grande polverone,  le indagini "stranamente" si sono arenate... ma perché...???
Chi erano questi nostri connazionali che hanno pensato di depositare, somme considerevoli, in uno di quei noti paradisi fiscali???
Non è che ora che si è scoperto che in quella lista, ci sono nomi altisonanti delle nostre istituzioni, si è deciso di coprire quanto emerso e ci si giustifica con problemi legali e burocratici???
Si chiama "Lista Falciani" e tutti a quanto sembra... stiano litigando per prenderne il possesso...
Già, dalle Procure della repubblica, alla Guardia di finanza, fino ai servizi segreti!!!
Si parla di centinaia e centinaia di milioni di euro... si avete capito bene, per fare un esempio... gli eredi del costruttore Bruno De Mico sono titolari di una somma intorno ai 500 Milioni di euro... ed è lo stesso imprenditore, che negli anni 80' fu coinvolto per la famosa tangentopoli...
Poi ci sono un elenco di nomi famosissimi... tralascio tutti i nominativi che tanto potete trovare sul web... perché ciò che m'interessa fare emergere... è che questi rappresentavano la punta di quelle note società di cui il nostro paese andava fiero... per esempio c'era chi, era presidente di Telecom Italia, chi amministratore delegato di Benetton,  poi ci sono centinaia d'imprenditori, giornalisti, rettori d'Università, manager, stilisti, cantanti, commercianti, piloti, professionisti ed anche molti sconosciuti che nel silenzio più assoluto, depositavano i loro fondi presso questa banca...
E' ricordiamoci che stiamo parlando di una banca... in Svizzera ce ne sono circa un centinaio, suddivise tra banche cantonali (sono 24 e agiscono principalmente nel loro cantone e rappresentano le istituzioni finanziarie fondamentali), poi ci sono le banche private (certamente il tipo di banca in Svizzera più conosciuto e più utilizzato nel mondo), le banche cooperative (sono quelle che si trovano tipicamente nelle zone rurali e sono legate al territorio ed intervengono a sostegno di quelle popolazioni a dimensioni ridotte), ed infine, ma non meno importanti, le banche islamiche (inaugurate nel 2006 con il preciso obbiettivo di indirizzare in Svizzera un tipo di clientela medio-orientale, particolarmente ricco e che, a causa dei dettami della Legge Coranica non si potevano affidare alle banche tradizionali).
Quindi come si può vedere... se dovessero saltare tutti i nominativi presenti presso le altre banche... chissà, per evasione, forse un buon 15-20% finanziario del ns. paese, andrebbe sicuramente arrestato!!!
Si tenga inoltre conto che parliamo di una lista antecedente il 2007 perché l’anno successivo, lo stesso consulente, consegno alla magistratura francese un'altra lista...
Ora che in quella lista, ci fossero anche i nomi di alcuni nostri parlamentari è risaputo... dopotutto in quale occasione (rara) i nostri politici, non vengono scoperti di aver violato le nostre regole, non solo fiscali ma soprattutto morali???
Non bisogna dimenticare inoltre, che molti di quei conti sono stati in gran parte chiusi, avendo avuto (il nostro ex presidente del consiglio) l'idea geniale di farli rientrare... attraverso il famoso "scudo fiscale" in modo tale che quei fondi, da tempo accantonati da, società (plusvalenze), da persone fisiche (pagamento di tangenti, politica ) ed anche da quelle associazioni criminali (narcotraffico, estorsione, prostituzione, armi, gioco, produzione e distribuzione beni, sequestri, riciclaggio di denaro sporco, ecc...) tutti "ripuliti" attraverso il pagamento di una irrisoria percentuale imposta, a conferma quindi, che quanto ideato dall’ex ministro Giulio Tremonti, sia servito esclusivamente a consentire il rimpatrio di una parte di quei capitali, illegalmente esportati all'estero ( sì perché di questo nessuno ne parla... sembra quasi che ci abbiano fatto un favore per averli riportarli qui... ) trasformando di fatto, questa operazione illecita, in un salvacondotto generale... la mafia in particolare su quest'aspetto... ovviamente ringrazia!!!
Sicuramente, prima che la lista esplodesse... qualcuno certamente ne sarà venuto a conoscenza... ed è il motivo per cui, quel tesoro valutato in circa 7 Miliardi di euro (quota rappresentativa dei 7.500 nominativi italiani) prima del 2007 è stato ben svuotato... ed i soldi trasferiti presso altri paradisi fiscali o rientrati grazie alle riforme del Cavaliere...    
Per correttezza e precisione, bisogna aggiungere che non tutti i clienti di quella banca considerarsi evasori fiscali... in quanto trasferire denaro in una banca svizzera (se dimostrati i movimenti contabili e finanziari e soprattutto, se opportunamente segnalati nella dichiarazione dei redditi ) o possedere un conto estero, non è un reato...
Altra cosa, è quanto realizzato dalla maggior parte di quei nominativi...
E' finito comunque il tempo dei "spalloni", di quanti cioè facevano la spola nascondendo denaro nei sedili delle auto o in posti impensabili, in quanto adesso il nostro paese è giunto ad un accordo con le banche della Confederazione Svizzera, che saranno così obbligate, a dare informazioni sui loro clienti italiani, cade così finalmente, uno dei paradisi fiscale per gli evasori di casa nostra!!!
Ritornando comunque all'origine dell'articolo, sembrerebbe che tra quei famosi conti, ci siano anche sostenitori dell'attuale premier Matteo Renzi... ma soprattutto nominativi... che oggi... non debbono essere scoperchiati!!!
Altra circostanza assurda è che, mentre la nostra Gdf su oltre 3200 ispezioni ha fatto emergere soltanto 190 evasori, la polizia tributaria inglesi, ne ha individuati ben 3.600 ( di cui ben 1.264 di quel'elenco hanno sfruttato lo scudo fiscale...), comunque... una certa discordanza esiste, perché ne mancano esattamente 2.236 - sempre se... - come diceva un mio professore universitario d'Analisi 2 - la matematica non è un'opinione!!!
Comunque, tra prescrizioni, silenzi, ostacoli nelle indagini, procedure legate alla lentezza della nostra giustizia, condoni fiscali, interpretazioni delle leggi, si è permesso alla fine, a quanti hanno patteggiato, pagando l'eventuali sanzioni... di uscirsene... come si dice da noi in Sicilia... "cu na mangiata i... pasta"!!!
Dopotutto perché meravigliarci... è sempre la solita via di fuga offerta a tutti questi "ordinari" lestofanti... che trovano sempre grazie a questo Stato... la possibilità d'esser garantiti, mentre di contro, a noi -che rappresentiamo la maggioranza dei cittadini onesti- non resta che affliggerci per questa condizione d'ingiustizia, ove delinquenza, disonestà e immoralità hanno quotidianamente a predominare e dove, situazioni come queste, vengono di volta in volta... premiate!!!

mercoledì 28 ottobre 2015

Una tantum in cambio di voti...


Siamo alle solite, potremo fare di tutti queste definizioni degli hastag...
#...corruzione, malaffare, dissolutezza, corruttela, favori, mala-politica, induzione, concussione, tangenti, promesse, voti, scambio, malcostume, giro di denaro, truffatori, illecito, abuso d'ufficio, raccomandazione, clientelismo,  corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio o in atti giudiziari, pubblico ufficiale, istigazione, peculato, funzionari, omissione, diffamazione, pizzo, appropriazione, indebita, frode, sottrazione, violazione, ecc...
Sono passate soltanto alcune ore... e già emerge una nuova notifica, questa volta, da parte della Procura di Siracusa...
Sono 19 i politici ed i dirigenti del Comune di Priolo Gargallo ad essere inquisiti!!!
Tra le accuse vi è quella relativa alla distrazione di fondi pubblici (tra cui, anche quelli predisposti alla riserva), destinandoli a sussidi straordinari, a mo' di  "una tantum’ in cambio di voti... e sembra trattasi di parecchie centinaia di migliaia di euro...
I provvedimenti del procuratore Giordano, hanno riguardato il sindaco di Priolo Gargallo (A.Rizza) ed il presidente del Consiglio comunale (B. Scarinci).
A questi sopra, vi sono anche, dirigenti, ex assessori, imprenditori, consulenti e dipendenti vari...
I reati contestati, a vario titolo, sono concussione, voto di scambio e concussione elettorale, con riferimento alle Regionali 2012 ed alle amministrative 2013, inoltre abuso d'ufficio, falso e truffa aggravata....
A notificare i provvedimenti è stato il Commissariato di Priolo Gargallo, in collaborazione con la Squadra Mobile e Digos della Questura di Siracusa.
L’indagine era partita nel 2012... dopo una presunta concussione nei confronti di un funzionario del Consorzio Universitario (Megara Ibleo) e successivamente gli investigatori avevano scoperto altri illeciti nella gestione degli appalti...
Dai riscontri investigativi è emerso inoltre, anche il reato di truffa aggravata, in occasione del Carnevale 2013, difatti, in quella circostanza, secondo la Procura di Siracusa, le massime cariche politiche e dirigenziali, avevano indotto la Giunta municipale in errore, facendo lievitare i costi degli organizzatori attraverso fatture gonfiate per circa 20.000 euro...
Uno dei tanti sistemi collaudati di scambio, elargizioni di contributi sociali in cambio di promesse d'assunzioni e di voti...
Come si dice... tu dai una cosa a me... che io do una cosa a te!!!
Dopotutto (osservando quanto accade ovunque... quotidianamente...) avranno pensato... cosa ci sarà di male... lo fanno tutti...

martedì 27 ottobre 2015

L'aria nociva della corruzione è ovunque!!!


Ovunque ci si gira, si sente quell'aria insalubre della corruzione!!  
Sono difatti molti a sperare in cuor loro, che proprio attraverso quella posizione che occupano, possano riuscire ad ottenere, chissà quale vantaggi personali, se non per se, almeno per i propri cari...
Sono tutti messi li a chiedere e quando non hanno cosa chiedere, s'accontentano anche di ricevere un benché minimo regalo... l'importante che ci sia!!!
Già, serve a compiacere se stessi, rappresenta quell'intimo convincimento personale nel quale, ci si è indotti a credere d'essere importanti...
Non si è buoni a nulla... se non ad elemosinare... sono quegli stessi soggetti che incontri al bar e ai quali... paghi quasi sempre tu il conto!!!
Loro difatti... non sono abituati a pagare, non metteranno mai la propria mano in tasca per voler pagare... sono sempre disposti, a sfruttare l'occasione, proprio come tutta la loro vita...
A queste persone (che da sempre manifestano l'indole di voler scavalcare il prossimo), non si può chiedere di cambiare... di modificare quella propria esistenza... e quindi... come si può pretendere o ssperare che questi all'improvviso diventino onesti...
Ci si dimentica che questi individui, da sempre, hanno interposto i rapporti personali e umani... al lucro e all'interesse, sono soggetti che di morale non hanno nulla ed ora c'è qualcuno che vorrebbe giustificarli, che si augura (ingenua speranza) che quella propria dignità possa prevalere sulla ragione, che si rialzino nuovamente quei valori morali, promozionali gesti di onesta, giustizia, solidarietà e sostegno...
Non abbiamo più bisogno di finti moralizzatori o di personaggi che sanno esclusivamente criticare quanto avviene nel nostro paese... e poi partecipano direttamente affinché le truffe possano concretizzarsi...
Questa è gente che sfrutta da sempre ciò che può accadere intorno a loro... sono gli stessi che, da una parte puntano il dito conto il malaffare e dall'altro, attendono il momento opportuno, per inserirsi attivamente in quelle corruzioni...
Anche papa Francesco ha dichiarato che "la società corrotta puzza e un cristiano che fa entrare dentro di sé la corruzione non è cristiano, puzza"... ma sperare che bastino soltanto quelle significative parole, per trasformare le coscienze di quegli individui è - per voler restare in tema - un vero e proprio miracolo!!!

Ma di prodigi soprannaturali qui non se ne vedono...  anche se la speranza è quella di un evento che porti a sensibilizzare l'animo umano, che sappia sconfiggere quella diffusa mentalità corruttiva, saper eliminare definitivamente quel perverso meccanismo ... pienamente insinuato nella vita sociale di noi tutti e dove a soffrirne di più sono soprattutto i giovani, perché risultano quelli maggiormente colpiti, ormai giunti a credere, che l'onestà non paghi e la speranza per un futuro migliore... è soltanto un'illusione...
E' vero bisogna lottare contro la corruzione... ma come si fa a contrastarla... quando, anche l'aria che si respira... ne è fortemente impregnata!!!

lunedì 26 ottobre 2015

O paghi... o paghi!!!


Ci sono più di 700 dipendenti a rischio, a causa dell'inchiesta che ha portato agli arresti alcuni dirigenti ANAS...
Sono i lavoratori della Tecnis, una Società che fino a pochi giorni fa, veniva esaltata sui Tg Nazionali per aver completato i lavori della metropolitana di Tunisi, o per aver realizzato il lotto di un'autostrada della Salerno-Reggio Calabria, con un anno e mezzo d'anticipo sui tempi contrattuali (risultati insoliti e rari nel comparto delle infrastrutture in particolare nel nostro paese...).
Ora i dipendenti chiedono la possibilità di continuare... certo molto dipenderà da quanto sarà capace l'impresa di dimostrare la propria estraneità sui fatti finora emersi... o meglio se potrà confermare, che quell'imposizione... rappresentava la sola, per non dire unica possibilità, per poter proseguire negli appalti...
O paghi... o paghi... perché tanto il rubinetto per far scorre l'acqua l'abbiamo noi...  con queste frasi intercettate la "banda" del malaffare condizionava gli appalti e chi non le accettava era fuori!!!
Altro che "dama" nera o bianca... qui la partita da giocare era ancor più strategica... si trattava di muovere le pedine degli scacchi, dove, gli avversari giocavano al completo dei loro pezzi e l'appaltatore a difesa del suo re aveva soltanto un pedone... 
Capire principalmente l’operato di quei dirigenti (adesso indagati) è fondamentale per comprendere, quale limitato potere contrattuale, avessero quegli imprenditori, ma soprattutto, a quali imposizioni dovevano sottostare... per poter continuare ad operare!!!
Certo... da quella "obbligata" condizione si poteva anche uscirne, chissà... forse avvisando le forze dell'ordine o denunciando i possibili estorsori... ma è anche vero che, con questa giustizia... che presenta falle in molti dei suoi comparti, è difficile avere una totale completa fiducia nel sistema, quando poi è la stessa, a seconda delle circostanze, a ritorcersi contro???
Vediamo ogni giorno... con quali guanti di velluto, vengono esaminate "certe" inchieste, quando cioè ad essere incriminati, sono proprio gli... uomini e donne di quelle istituzioni e come si tenti in vari modi, di coprirle quelle indagini, per non far emergere quanto illegalmente commesso!!!
Se osserviamo con particolare attenzione quanto è accaduto in questi anni... vedremmo come, per quei reati... nessuno di quei soggetti (istituzionali) ha mai pagato...  anzi il più delle volte, quanto emerso è stato insabbiato e la "punizione" inflitta viene concentrata nel classico trasferimento...
Favori con favori... dopotutto tra colleghi... chi ha il coraggio di tirare quella prima pietra??? 
E poi... si è certi di essere senza colpa per poterla scagliare???
Quindi in definitiva, quale possibilità ha una impresa per poter proseguire la propria attività in maniera corretta senza volersi adeguare a quelle richieste??? Nessuna!!!
Paga e basta!!! Perché quel giro di tangenti servono... e sono fondamentali per accontentare tutti... non solo chi, in prima persona, è messo lì a chiederle e quindi a ritirarle quelle bustarelle... ma specialmente chi sta sopra... chi "manovra" non solo quegli appalti da centinaia di milioni di euro... ma in particolare, la stessa sopravvivenza dell'impresa... perché come si dice, quando non si paga, si sa... e se si viene a sapere che, non ci si è fatti indottrinare da quel sistema perverso... allora si esce di scena, si è automaticamente esclusi da quella "casa del malaffare", da quel circolo vizioso al quale indirettamente si era (pur non volendo... ) entrati ed ora, si viene esclusi, da tutto e tutti... perché senza quelle opportune protezioni (anche politiche) si finisce per essere allontanati e costretti a chiudere...
Comunque... tra le possibili prospettive, c'è anche la probabilità che le inchieste portino la società ad essere sottoposta ad amministrazione controllata, con qualche giudice a modello "palermitano" che nomina per la gestione delle stesse, propri fedeli amministratori e così... in breve tempo, si potrà assistere, come, un'impresa che fino a poco tempo prima godeva di grande prestigio e interesse, ora, finisca per essere accompagnata, verso quella nota standardizzata procedura di... liquidazione o auto-fallimento!!!
In fin dei conti... è di questo che si tratta, di modificare quelle determinate gerarchie, ai tempi... rappresentate dai famosi "Cavalieri del lavoro" ed ora... nei nostri giorni, dalla Sigenco prima e da Tecnis ora...
La regola è sempre quella...  ogni numero di anni... qualcosa deve modificarsi... e soprattutto chi non paga deve andare fuori!!!
Ciò nonostante, bisogna rimanete fiduciosi... tanto quelle commesse appaltate (in corso o da iniziarsi), sono già state decise a chi affidarle, casualmente al quelle solite società/cooperative rapaci (General-contractor del nord) che adesso, come avvoltoi... si lanceranno in picchiata verso quella "preda" in carne, già... ancora piene e gonfie d'appalti... 
Per le nostre società, attanagliate tra le maglie delle reti della giustizia... non ci sarà alcuna speranza di sopravvivere, mentre ai suoi poveri dipendenti... basterà pazientare, una nuova tessera "colorata" di partito e si ritornerà nuovamente a lavorare... 
Nel contempo le nostre imprese spariscono e con loro muoiono anche le speranze di vedere crescere, libertà e autonomia in questa nostra terra... perché la libertà non consiste nell'avere un padrone giusto... ma nel non averne alcuno!!! 

sabato 24 ottobre 2015

Governi, Enti, Istituti, Aziende Nazionali e Società Partecipate, Associazioni varie... tutte accomunate dalla illegalità!!!

Non so se ci avete fatto caso... ma se contate tutti i nominativi "autorevoli" di questa nostra terra... vedrete che sono in molti ad aver dimostrato di essere legati ad un unico movimento... quello del malaffare!!!
A cominciare dai nostri ex Presidenti della regione, passando ai vari presidenti, vice-Presidenti, Consiglieri, ecc... tutti attualmente arrestati o condannati!!!
Un filiera completa, una vergognosa immagine data a scapito di noi onesti cittadini siciliani...
Presidenti di Camera di Commercio, Ance Sicilia, Associazione giovani industriali, Confindustria, Consiglieri d'Amministrazioni... e poi... Inps, Inail, Cassa Edile, Componenti, direttivi, consiglieri, segretari, di società partecipate, per la gestione d'aeroporti, viabilità, risorse umane,  tutti a loro modo impegnati, sui temi della difesa della legalità, della responsabilità sociale e del rispetto delle regole...
Non sono chiaramente io a dirlo... basta scrivere su un motore di ricerca come "google": arrestato il Presidente... o uno dei titoli di cui sopra  e vedrete da voi stessi... la lunga lista della corruzione!!! 
Tutti personaggi al Top delle loro carriere, uomini che hanno saputo condizionare le regole civili di questa regione e non solo... infatti, attraverso quei legami instaurati, sia con la criminalità organizzata che con il sostegno del potere politico, sono riusciti in breve tempo, a giungere ad una ascesa rapida, sia professionale che personale...
Ed ancora...tutti paladini dell'illegalità... e dire che si promuovevano anche come immagini di quella legalità... quasi fossero da emulare... proprio loro... (minc... ci vuole coraggio!!!).
La verità che da quel 1992 nulla è cambiato..., già, sono cambiati soltanto i suonatori... ma la storia e la musica della nostra Sicilia è rimasta eguale, anzi no... è peggiorata e a pagarne le conseguenze, sono stati soprattutto i cittadini, le aspettative di quei quanti desideravano un futuro migliore!!! 
Una volta i "GIUDICI" ( quelli con la "G" maiuscola... come Chinnici, Terranova, Giacomelli, Borsellino, Falcone, Morvillo... ) morivano perché combattevano per la libertà e contrastavano seriamente i poteri occulti.
Oggi di contro, alcuni "ma....gistr..a...ti", dimostrano con le loro mancate azioni, non solo di escludersi da quelle lotte ma anzi, approfittando del loro ruolo, beneficiano innanzitutto se stessi (e quanti appartenenti al loro cerchio magico) e nel contempo provano ad impadronirsi di quanto... andrebbe di fatto rigettato!!! 
Comunque, nessuno alla fine pagherà, come mai nessuno... ha mai pagato!!! 
Ne la mafia che ha soltanto perso qualche attore (o meglio una parte di quel braccio armato che si era deciso nelle alte sfere... di far uscire di scena...), ne quanti, hanno partecipato alla cosiddetta "trattativa" e di cui ancora oggi... nulla sappiamo, se non forse... che si dovrebbe riscrivere la storia (certamente differente da come, l'hanno a noi presentata).
Ma per fare ciò bisogna prima trovare gli uomini "giusti"... quelli che non hanno paura, che non debbono scendere a compromessi o mediare per timore che possano emergere propri scheletri, che dimostrano di non aver esitazioni reverenziali nei confronti dei poteri forti e soprattutto... che non si assoggettino a quel persistente silenzio generale, imposto certamente dalle istituzioni!!!
Non meravigliamoci quindi se, le intercettazioni vengono distrutte, se i collaboratori di giustizia non vengono ascoltati, se chi a conoscenza di quei momenti storici, decida quando chiamato, di rimanere in silenzio o non ricordare...
Sono silenzi è vero... ma non fine a se stessi... ognuno di essi trasporta dei messaggi... sì..."subliminali", per chi deve capire, per far comprendere cioè che tutto è sotto controllo e che noi cittadini, siamo stati opportunamente "sedati" attraverso quelle assidue propagande dei mass media... 
Tutto così può camuffarsi facilmente, le notizie inquietanti non emergono più, vengono anzi il più delle volte "oscurate"... si cerca cioè di tenerle nascoste e se non fosse per quel giornalismo libero, d'inchiesta, investigativo, il più delle volte trasmesso via web e fatto soprattutto da quegli individui indipendenti, autonomi, che tentano in ogni modo di far emergere quanto accada realmente, attività volta nel ricercare, verità e giustizia, ecco, senza di questi, tutto verrebbe censurato o insabbiato!!!
Ora... se si vuole cambiare la storia di questa nostro paese ed in particolare della nostra regione... bisogna sacrificarsi, ognuno nel suo piccolo... si dovrà cercare ogni modo per dialogare e non si potrà più stare in silenzio o far finta che nulla stia succedendo... girandosi dall'altro lato.  
E' giunto il momento di farci sentire... di cacciare definitivamente questa banda di lestofanti e farabutti!!!
Come diceva quella trasmissione sulla Rai... "La Storia siamo Noi" e questa volta dovrà andare diversamente!!!

venerdì 23 ottobre 2015

La Sicilia frana...


Povera regione, non esiste più una zona, che può ritenersi sicura... un territorio distrutto che va ovunque franando!!!
Strade interrotte, viadotti crollati, piazze che sprofondano, fiumi di fango e detriti che scendono, neanche fossimo attraversati dal Rio delle amazzoni...
Ed invece è proprio così... bastano poche ore di pioggia e tutto si ripete con il solito rituale e dimostra come, la prevenzione e la messa in sicurezza sia del tutto inesistente!!!
Se consideriamo che mercoledì 21 c.m. con un ciclone preavvisato anche in alcuni canali satellitari stranieri, la nostra protezione civile non ha nemmeno emanato l'allerta meteo, con scuole che sono rimaste aperte... ed hanno obbligato i ragazzi a presentarsi... e i genitori costretti a prenderli anticipatamente, rimasti bloccati in mezzo a quell'alluvione...  
Poi, ovviamente a danno compiuti, escono fuori i nostri grandi esperti professioni, messi tutti lì in fila... a guardare i danni ed a commentare "cazzate" nei vari Tg regionali!!!
La verità è che questi, dovrebbero innanzitutto preoccuparsi di controllare, non dovrebbero approvare piani regolatori senza vincolarli ai rischi incombenti sul territorio, mettere in sicurezza le zone più a rischio idrogeologico, verificare quelle concessioni edilizie, date il più delle volte con molta superficialità, bloccare eventuali tentativi sul nascere di costruzioni abusive, preoccuparsi che le manutenzioni vengano realizzate, ed infine, chiedersi quali soprattutto cause stanno determinando tali smottamenti...
Una Sicilia dissestata, da ripristinare... iniziando affidando quegli appalti necessari per i primi interventi e successivamente valutare quali opere debbano essere con urgenza attenzionate, utilizzando criteri di logicità (non per dover fare cassa... e scoprire successivamente, con quali modalità questi fondi sono stati suddivisi...), verificare geologicamente il sottosuolo, applicare quelle necessarie operazioni idrauliche o nuovi sistemi di drenaggio, provvedere all'apertura di tratti viari per eventuali piani di evacuazione, monitorare durante tutto l'anno il territorio, utilizzando quei sistemi informatici, per poter rilevare in modo capillare, quanto sta avvenendo e preparandosi così a possibili catastrofi...
Bisogna rivedere il territorio partendo da zero..., eliminare quelle costruzioni che oggi stanno creando problemi sulla sicurezza, sia per la loro ubicazione, che per le modalità adottate durante la loro realizzazione...
Quindi, bisogna intervenire immediatamente negli alvei dei torrenti, nei canali di scolo, nei collegamenti ferroviari bloccati a causa degli allagamenti nei binari, nelle viabilità interrotte dalle esondazioni che hanno creato, gravi problemi agli automobilisti, rimasti bloccati senza via di fuga!!!
Sono anni che se ne parla... e nulla è cambiato, si sono spesi centinaia e centinaia di migliaia di euro, per redigere consulenze, evidenziare criticità e carenze, progetti di messa in sicurezza ed alla fine ciò che emerge è una regione martoriata, da un continuo dissesto idrogeologico...
Una storia che si ripete, che costringe i cittadini, non solo al dover assistere ad anni di lavoro buttati o al dover gettare via quei propri beni strumentali ed affettivi (anni di storie familiari...), ma soprattutto, dover contare il prezzo anche in vite umane!!!
Siamo sott'acqua...  e la scarsa considerazione dimostrata dal solito balletto di quegli incapaci "irresponsabili", bravi soltanto ad allontanare da se... quelle proprie responsabilità e competenze, dimostra come nulla sia cambiato e purtroppo nulla cambierà fintanto questi rimarranno seduti lì su quelle sedie... fino alla prossima emergenza!!!
I cittadini sono lì... abbandonati, senza alcun piano d'emergenza ed evacuazione... inermi... attendendo inconsapevoli i prossimi rischi ambientali a cui sono già di fatto... predestinati!!!
Certo, considerato che dal dopoguerra ad oggi, nulla o poco si è fatto per salvaguardare questo nostro territorio... adesso che facciamo i conti con quanto si è seminato... ci si accorge purtroppo, di stare raccogliendo i frutti di quella totale incuria!!!

Quotidianità della corruzione...

Una "sensazione deprimente"... è cosi che la chiama, il procuratore Giuseppe Pignatone, nella conferenza stampa da poco conclusa... 
Già... la “quotidianità della corruzione”... di quelle “borse" ovunque aperte, in attesa di essere riempite... dalle solite "bustarelle”...
Ci sarà mai una fine a tutto questo... o dobbiamo rimanere a contare "quotidianamente" gli arresti delle varie procure???
Siamo stanchi... non ne possiamo più... ogni giorno inchieste, gente corrotta, ovunque malaffare, dipendenti pubblici assenteisti (notizia di poche ore fa... 35 arresti al Comune di Sanremo), concussione, tangenti... 
Il presidente Sergio Mattarella, parlando pochi minuti fa al Quirinale, ai nuovi Cavalieri del Lavoro, ha parlato di "lotta alla corruzione", condizioni irrinunciabili per la nuova crescita italiana...
Un richiamo alla legalità ricordando che nel nostro Paese, si sta aprendo una nuova stagione, e ha sottolineato, "dobbiamo affrontarla con un di più di consapevolezza delle nostre risorse, e anche con un senso maggiore del bene comune"...
Sono bellissime parole... io ricordo ancora, cosa mi disse da bambino - in una analoga circostanza, - l'allora presidente Aldo Moro sulla legalità... (mi ero ripromesso di scrivere sull'argomento un post... e spero a breve di riuscirci). 
Comunque l'Anas per nome del proprio presidente Armani, ha ribadito la totale estraneità ed ha espresso la piena fiducia nel lavoro della Procura di Roma, con l’auspicio che possa giungere celermente a fare chiarezza sui fatti fin qui emersi..., annunciando inoltre, che la stessa si costituirà in giudizio quale parte offesa!!!
Nelle indagini vi sono pure due nostri conterranei, imprenditori di rilievo (D. Costanzo e C. Bosco), imprese che hanno effettuato e stanno ancora realizzando, considerevoli appalti, non solo in Italia ma anche all'estero...
Non dimentichiamo inoltre che entrambi, hanno ruoli importanti all'interno di due note associazioni e cioè, quella di Confindustria e Ance (Catania).
Oltre gli imprenditori, ci sono tutta una serie di indagini a carico di funzionari dell'Anas (chissà perché questa notizia... non mi sorprende...), sono state arrestare difatti 10 persone tra cui 5 funzionari della stessa Anas ( responsabili del coordinamento tecnico, area progettazione, e ufficio legale), coinvolti anche un ex presidente della Regione Calabria ed anche ex sottosegretario alle Infrastrutture.
Come dicevo sopra, al centro dell’indagine (secondo l’accusa) ci sono queste due importanti società con sedi a Tremestieri Etneo (CT), la Tecnis SpA e la Cogip Infrastrutture S.p.A., entrambe, riferibili ai due imprenditori di origine catanese di cui sopra.
Secondo la procura ci sarebbero probabili pagamenti di tangenti per almeno 150 mila euro... (sarcasticamente... mi verrebbe da dire "pochini"... visto che erano legate all'autorizzazione che era stata richiesta all’Anas per cedere l’appalto da 145 milioni di euro per la costruzione della variante di Morbegno dallo svincolo di Fuentes a quello del Tartano in Lombardia).
Comunque l'indagine è tutt'ora in corso e sono in molti, tra le le forze dell'ordine, ad essere impegnati nelle investigazioni e perquisizioni...
Sono molte difatti le regioni che risultano essere in queste ore, sotto la lente della Guardia di Finanza... dal Piemonte alla Sicilia... già... questa nostra regione che "ininterrottamente" in quella deprecabile elencazione... non manca mai!!!
Diceva bene Piersanti Mattarella: nella capacità di identificare uno sviluppo e di proporre scelte coerenti di carattere produttivo che garantiscano una crescita economica, sociale e civile dell'Isola, c'è anche la risposta essenziale all'eliminazione delle ragioni di fondo del prosperare della mafia nella nostra Regione!!!

giovedì 22 ottobre 2015

Lui uno squilibrato... Lei una cretina!!!


Con questi due aggettivi la Dott.ssa Saguto "intercettata" al telefono, discuteva con una amica, dei figli del Giudice Borsellino (quello sì che aveva titolo d'essere chiamato magistrato... a differenza di lei... che ha dimostrato - con i fatti finora emersi - essere... la vergogna ed il disonore per quell'ordine...), apostrofando Manfredi e Lucia... in modo inconcepibile!!!
Di lui ha dichiarato... essere uno squilibrato, aggiungendo... "lo è sempre stato... lo era pure da piccolo" (vorrei vedere quale figlio, vede saltare il proprio padre con una bomba e non da di matto...) certo la Saguto cosa ne sa... i suoi figli, vivono ancora protetti (e aggiungerei raccomandati...) sotto le sue cosce... e pretende di fare la morale agli altri... ma per favore, mettetela dentro e buttate le chiavi!!!
Di Lucia Borsellino dice, anzi precisa... è cretina!!!
E' dire che proprio la Sig.ra Saguto (chiamarla giudice... perdonatemi è troppo, anche perché, non stiamo parlando del giudice corrotto, Ada Ferretti... ben interpretato nella fiction di squadra antimafia 7... questa, per chi ancora non l'avesse capito è la realtà...) si era da poco allontanata (siamo il 19 luglio u.s.) dalla manifestazione "Le vele della legalità" alla quale era stata invitata in qualità di madrina  (ci vuole coraggio... ), per ricordare il sacrificio di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta. 
Ma appena tornata nella sua auto (ovviamente blindata... come se qualcuno la volesse fare saltare.... ma chi... ma per favore, basta con queste puttanate...), cosa fa... telefona ad un'amica e parla contro i figli del Giudice Borsellino...
Dovevi vedere la scena del giorno prima... Manfredi lì... (al palazzo di giustizia di Palermo) abbracciato fra le lacrime del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,.. un abbraccio che ha commosso l'Italia!!!
"Ma perché minchia ti commuovi... a 43 anni per un padre che ti è morto 23 anni fa? 
Ma che figura fai... ed insiste... le palle ci vogliono e poi parlava di sua sorella e si commuoveva... ma vaffanculo!!!
MINCHIA SIGNOR TENENTE... ma qui altro che fiction... i boss che l'hanno fatto saltare in aria... al Giudice Borsellino e anche al collega Falcone, sono stati finora (almeno nelle dichiarazioni) più educati e rispettosi... sono rimasti infatti in tutti questi anni... in silenzio... quì si parla e soprattutto a sproposito!!! 
Uno dei giudici simbolo di Palermo, allora Presidente della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo - gestione beni sequestrati e confiscati (oggi indagata per corruzione, concussione, abuso d'ufficio, favori, raccomandazioni, induzione... e potremmo continuare con la lista... anche quella della spesa), cosa fa... nel giorno dell'anniversario della strage di via d'Amelio, è infastidita... perché aveva aspettato due ore sotto il sole, l'arrivo delle barche della legalità al porticciolo di Ficarazzi!!!
M'immagino quell'agente del nucleo di polizia tributaria di Palermo, che nello svolgere la propria professione, stava ascoltando in diretta quella intercettazione... gli saranno cadute le pal... braccia... e poi certamente, si sarà sentito amareggiato, nel sapere che proprio quelle sprezzanti parole, venivano espresse nei riguardi di un collega... icona della lotta alla mafia e della criminalità!!!
Una figura, quella rappresentata dal Giudice Borsellino..., impressa nella mente di questo agente, che forse, sin da ragazzo... ispirato proprio dal giudice, ha scelto di dare il proprio contributo alla legalità... entrando a far parte delle forze dell'ordine! 
C'è chi combatte ogni giorno sul campo l'illegalità per un misero stipendio e chi invece, non solo truffa insieme ai suoi familiari, centinaia di migliaia di euro, ma, raccomanda marito, figli, parenti e amici, pensa a dividere incarichi tra cui il noto "Cara di Mineo", organizza altresì, convegni di legalità, per contrastare in particolare certi servizi andati in onda sulle "Iene"... (ma questo è un'altro vergognoso filone... ancor più grave forse di quanto finora emerso...) ed infine (sudata ovviamente per l'impegno svolto...) si dedica ad andare al mare con l'amica, tanto a disposizione c'è l'auto di servizio con l'autista e soprattutto, c'è da sempre quella... corsia preferenziale!!!
Lo so... è un vero schifo... ma restiamo tutti aggrappati a quel messaggio di speranza tramandato noi da quei giudici... per il resto diceva bene Nicolás Gómez Dávila: lo stupido istruito ha un campo più vasto per praticare la propria stupidità!!!

mercoledì 21 ottobre 2015

Da un partito all'altro... meno male che Silvio c'è...

Da un partito ad un’altro... e quindi, ritornare nuovamente alla base...
Si tratta del capogruppo di Forza Italia, Alan Rizzi, che a fine 2013 decide di spostarsi con il Nuovo centro destra d'Alfano... provocando per questo "spostamento", dei forti risentimenti da parte del vicepresidente della Regione Lombardia, Mario Mantovani (anch'egli della stessa filiera del Cavaliere...), il quale palesava, per quella inopportuna scelta, un irritata e critica esternazione...
All'improvviso però, a distanza di pochi giorni, il "disertore" decise di rientrare in riga...
Cos'era successo... semplice, ne parla proprio il Mantovani (ora agli arresti), ricordando di una telefonata (intercettata) nel quale il Cav. si vantava di averlo fatto rientrare con una promessa...
Quale...??? Quella di "un posto di lavoro per il fratello" rispondeva al telefono il Cavaliere.... insomma... va bene..
"Va bene, a presto...", rispondeva il Mantovani rassicurato.
Sentire quel "va bene" è terribile... dimostra con quali soggetti abbiamo a che fare... con gente disposta a vendersi, volubili, persone banderuole, voltagabbana, senza dignità, che cambiano posizioni, opinioni e decisioni a seconda delle circostanze o delle convenienze!!!
Ed ecco quindi (che per quel rientro...) dopo pochi mesi, il consigliere forzista Armando Vagliati propone Richard Rizzi, (fratello del sopra Alan), per un posto nelle società partecipate A2A e Metropolitana Milanese... e non solo... il 13 maggio del 2014 (un salto di carriera incredibile... realizzato in così pochi giorni...) viene nominato sindaco di Metropolitana Milanese!!!
Certo se a quanto sopra si aggiungono inoltre le intercettazioni realizzate dalla GdF, su Giacomo Di Capua (allora collaboratore dell'Assessore alla Sanità Mantovani), di Giovanni Balboni (allora comandante interregionale Nord-Ovest) e del vicecomandante generale dei carabinieri Vincenzo Giuliani, dove, attraverso un servizio di appostamento e pedinamento, si è potuto osservare come, lo stesso generale s'incontro ad un appuntamento con il Mantovani e sopo essere sceso dall'auto in dotazione dell'arma, salì in quella dell'assessore (una Bmw...) con la quale ripartiva per entrare ad Arcore a casa del Cavaliere.
Successivamente... siamo intorno a Novembre, stranamente anche lo stesso Balboni, chiese un incontro al Di Capua, comunicandogli però che lo aspetterà con vestiti borghesi e raccomandandosi di non entrare in caserma, bensì di fargli uno squillo quando giungerà lì vicino, al fine di potersi incontrare al bar... (minchia... che situazioni... sembra di essere all'interno di una spy-story). 
Comunque per dovere di cronaca... interpellato, gli è stato chiesto a cosa era dovuto quell'incontro... e la risposta è stata: accettai... perché mi chiese se avessi piacere di salutare Berlusconi ed anche perché avrei voluto dire al presidente, che era appena cambiata tutta la catena gerarchica ed indicare gli interlocutori, per qualunque inconveniente relativo ai servizi dell’Arma attorno alla villa e per quanto riguarda quel passaggio sull'auto di Mantovani? la risposta è stata: si offrì lui di portarmi sulla sua auto, che presumo fosse più conosciuta dai responsabili della vigilanza di Arcore... io valutai di entrarvi non in divisa e non sulla mia auto per non allarmare nessuno: questione di riservatezza, non di carboneria. Non chiesi alcunché a Berlusconi, né l’ho più incontrato...
Comunque, non c'è nulla di nuovo... lo stesso Cavaliere molti anni prima intervistato, aveva dichiarato: La formula del successo si riassume in tre parole: lavoro, lavoro, lavoro!!! e quindi... perché oggi stiamo a sorprenderci per aver semplicemente "raccomandato" il fratello di un amico... per un posto di lavoro???
Tanto, un raccomandato in più... cosa cambia???

martedì 20 ottobre 2015

Posti in cambio di favori...

Non smette mai la bufera sul Palazzo di Giustizia di Palermo...
Si è appena scoperto, dalle intercettazioni degli investigatori presso l'ufficio dell'ex presidente della Sezione misure di prevenzione beni confiscati (Dott.ssa Silvana Saguto) che, durante lo svolgimento del proprio incarico, si dedicasse con solerzia a segnalare, parenti e amici, ad alcuni amministratori giudiziari (e non solo), per poterli fare inserire in un qualche contesto lavorativo...
Si scopre oggi (al solito... come se fossero chissà quali situazioni anomale.. o perché queste circostanze accadano solo dalle nostre parti... almeno qui qualcuno ha avuto il coraggio di denunciare... mentre in altre eguali realtà, sono in tanti che preferisco stare in silenzio ed anzi si prestano a realizzare tali "combine", pur di avere in cambio qualche favore personali) che non bisogna fare di tutta un'erba un fascio... ma certamente se tali inchieste fossero allargate anche presso altri Tribunali, scommetto (ma sono certo già di vincere...) che le condizioni emerse a Palermo... sarebbero, più o meno analoghe...
Una serie di nominativi messi in fila per essere collocati... grazie propriamente ad alcuni magistrati, che da un lato nominano dei loro amici, quali amministratori in società confiscate e dall'altro, ne promuovono i soggetti "raccomandati"...
Qualcuno sconcertato lo definisce uno "scandalo"... ma io credo che rappresenti quel semplice scambio di favori "dare-avere" che è da sempre presente in ogni momento della nostra vita quotidiana, ma che si tende a parole "ipocritamente" (da parte di quasi tutti... ) a volerle contraddire queste deplorevoli azioni, ma quando ci si trova in prima persona, ecco che il giudizio cambia...

Quindi in definitiva, abbiamo un ufficio, quello del magistrato... convertito in ufficio di collocamento, con assunzioni per gli amici, in particolare per quanti potevano successivamente fare nuovamente comodo... all'interno di quel palazzo di giustizia.
Impiegati... che avevano modo di poter leggere i documenti, prestare attenzione su quanto accadeva intorno a loro, origliare particolari confidenze, ma soprattutto (visto il legame che li accomunava), andare a riferire immediatamente quanto scoperto, su possibili denunce o inchieste o altro, su cui erano venuti a conoscenza e che potevano creare dei seri problemi all'amica/o magistrato...
Una concatenazione d'eventi che faceva si, che tutti si sentissero legati, dopotutto in ballo non c'erano soltanto le loro mansioni o carriere, ma il futuro soprattutto dei loro figli (o parenti vari...) e quindi tutti, pronti a collaborare in silenzio, per quelle prospettive future... rappresentate dalla certezza di un posto di lavoro!!!
Ecco quindi la scelta di piazzare i vari soggetti... questo lo prendi tu, quest'altro lo piazziamo li... e quest'altro ancora (sa... è il figlio di...) cerchiamo d'inserirlo là... e di questo (ma... "giudice"... non è capace di fare nulla...) va be... mettiamolo al centralino, lì... a rispondere al telefono... al posto di quel "Catarella".
Bisogna organizzarsi... trovare nuove soluzioni, sistemare gli "amici degli amici"... sembra di assistere a quei film d'argomentazioni mafiose!!!

Poi ci sono le cimici... che registrano una conversazione fra lo stesso "magistrato" ed il titolare di un noto ristorante in provincia di Palermo... dove, dalla telefonata, si scoprirà essere stato raccomandato per l'incarico di chef, il grande (12 Stelle) "Gordon Ramsey"... no... scusate... mi ero distratto... era solo il figlio del magistrato (che appunto di professione fa lo chef...) e che ovviamente, per l'alta professionalità finora comprovata...  non era rimasto contento della proposta economica ricevuta ed ovviamente, si era lamentato con la mammina...
Comunque alla fine l'intesa fu trovata... come sempre dopotutto... come si dice da noi: le cose alla fine - in un modo o in un'altro - si sistemano sempre!!!
Indubbiamente è grave udire quanto sopra... ma dopotutto... cosa deve fare una mamma per i propri figli, se non questo...
Si vi capisco... ascoltare di raccomandazioni per un posto di chef per il figlio può sicuramente dare fastidio, ma ciò che è più preoccupante è la richiesta per l'altro figlio... quello che vuole fare il concorso per commissario... e poi vuole fare un corso in criminologia... 
Intravvedere alla fine come, non solo una parte delle nostre istituzioni sono corrotte, ma anche gli eventuali figli di quest'ultimi... e dover constare come questi a breve, possano divenire rappresentanti di quelle nostre forze dell'ordine, futuri agenti di un partecipato sistema collusivo-mafioso... allora, ahimè... mi chiedo: quale possibile speranza potrà mai avere questo nostro paese di risollevarsi???

lunedì 19 ottobre 2015

Berlusconi... "torno in campo"... ah... quale felicità!!!

Intervenendo telefonicamente durante una manifestazione di Forza Italia presso un noto Hotel di Catania (al quale anch'io "stranamente" ero stato invitato...), ha dichiarato che ora "torna in campo", ma scusi... nessuno l'aveva chiesto, anzi, per quanto ci riguarda... poteva starsene tranquillamente ad Arcore!!!
Cavaliere, mi ero ripromesso alcuni anni fa... che (vista la delusione) non avrei più pronunciato il suo nome nel mio blog e che, nel rivolgermi a Lei, avrei utilizzato, uno dei due titoli, cui ritengo, meriti pienamente di diritto..
Uno deriva dal completamento dei suoi studi, l'altro giustamente, rappresentato da quell'attestazione per meriti professionali...
Per la politica... quella è un'altra storia... lasci perdere, di danni... ne ha fatti abbastanza, in particolare in quei vent'anni nei quali Lei ed i suoi amici alleati... (sono ben quattro i mandati di governo) siete riusciti a mandare in fallimento questo nostro meraviglioso paese (forse però...  qualcuno tra i presenti a quella sopraddetta manifestazione, nel venirla ad ascoltare... se ne era "volutamente" scordato)!!!
Non dico che la concorrenza fosse migliore... ma non posso accettare da Lei, che, avendo ricevuto un così ampio consenso con il suo partito Forza Italia (che d'Italia aveva così poco... o meglio si è fermato a Roma senza proseguire...) ha permesso che si potesse giungere fino a questo punto...
Vede, io a differenza di quanti la criticano perché contrari per ideologia o perché Lei gli risulta antipatico, sono tra i pochi, che può permettere di farlo, perché per ben tre volte ( e non mi pento minimamente di ciò... ero in buona fede e credevo nelle sue qualità professionali...) ho votato per il suo partito... senza però... esserne mai stato iscritto, senza avere una benché minima tessera "merdosa" da esternare (una carta da esporre a modello distintivo...), ma soprattutto... perché non avevo - come tutti quelli che l'hanno votata - bisogno di chiederle niente... nessun favore personale!!! 
Perché vede... alla fine di questo si tratta, di partecipare a quel sistema collusivo di scambio, tra chi ricerca voti e chi contraccambia con promesse di favori!!!
La verità è soltanto questa... le persone sono così meschine che si vendono anche solo per quella speranza..., perché tutti hanno bisogno di una "protezione"... di qualcuno a cui rivolgersi, per una raccomandazione, per un lavoro, per i propri figli, per avanzare di carriera... tutti... nessuno escluso, anche per fare la escort c'è bisogno di una spintarella e Lei... questo lo sa benissimo ed è per questo che vuole ricandidarsi...
Vuole fare presa sulla debolezza dell'animo umano... quel vile comportamento che tende ovunque a mediare, che pur di emergere... fa patti con il diavolo, che accetta i compromessi quando andrebbero contrastati, che tende a vendersi quotidianamente al migliore offerente!!!
Vede... le do ragione quando dice che Renzi la sta copiando... 
Il nostro attuale Presidente del consiglio difatti, ha capito perfettamente come ragionano i suoi connazionali... e cioè come gli italiani in sostanza... sono un popolo di "pecoroni", che si svende per pochi euro... l'ultima volta... ne sono bastati ottanta, ora, per avere maggiore consenso elettorale... ha alzato il tiro con le promesse... niente più tasse, via Imu e Tasi, poi seguirà nel 2017 l'Ires, il limite massimo sul contante salirà a 3000 euro, la pensione sarà part time per gli over 63 e gli sgravi per i neoassunti ridotti al 40% con una Spending review prevista intorno ai 5 miliardi.
Cosa vogliamo dire a Renzi... è una legge di stabilità che contiene per noi delle buone notizie... certamente migliori di quelle da Lei promesse e poi mai mantenute!!!
Sta copiando... ma perché pensava forse che... tutti quelli che sono seduti insieme a Lei al Parlamento, ci sono arrivati per meriti propri???
Non è che forse sono lì... perché in tutta la loro vita hanno saputo "leccare o dare" pardon "copiare"???
Ma per favore... ma si rende conto che in questo paese ci sono anche persone perbene... che non siamo tutti ladri o disposti a farci corrompere... e che non ci sono soldi o benefit che ci potranno mai comprare...
C'è una grossa fetta di questo paese che non ne può più di vedere corruzione, malaffare, criminalità, tangenti, gente mercenaria che si presta al volere d'imprenditori e politici rapaci...
Ieri Lei, non è nemmeno sceso qui da noi per parlare... ha usato il web... ma dopotutto come dimenticare che che per anni si è totalmente dimenticato della nostra terra, dopo aver avuto a disposizione ( ci metto anche quelli all'opposizione... altrettanto inutili... ) alle due camere... il maggior numero di parlamentari siciliani, tutti alla sua corte... e cosa hanno fatto per la nostra terra... un cazzo!!!
Lei dov'era allora... dov'è oggi??? 
Una terra la nostra, divisa, non da quelle contese per la lotta del territorio da parte delle solite famiglie mafiose (anche quello... ai suoi tempi... un contrasto realizzato in modo irrisorio... anzi se qualcuno a desiderio di leggersi qualche libro sull'argomento o ancor più semplicemente... guadarsi il film della Guzzanti "La trattativa" ecco... lì... potrà osservare, come le responsabilità denunciate nei suoi confronti, sono chiare, forti e tangibili...), ma mi riferisco a quelle opere infrastrutturali fatiscenti che stanno ovunque limitando la viabilità nel nostro territorio..., da un territorio abbandonato, dissestato, pericolante, che sta causando morti ovunque,  da quelle inesistente "alta velocità" con quelle ferrovie realizzate al tempo del "Regno delle due Sicilie", un territorio che presenta il più alto tasso di disoccupazione (in particolare quello giovanile) e da una miriadi enorme di problemi... che se stessi qui ad elencarli, non basterebbe un'intero blog!!!  
Ovviamente Lei spera che questi sopraddetti problemi, possano servire a convincere noi siciliani a darle il voto, che finalmente queste disamine potranno essere definitivamente da Lei risolte... adesso che con quel suo partito raggiunge a stento quel misero 8-10% a livello nazionale... ora... vorrebbe fare... mentre quando aveva in Sicilia un consenso che sfiorava il 42%  non ha fatto un cazzo!!!
Ci vuole proprio coraggio a ripresentarsi... certo l'abbiamo letto dalle intercettazioni pubblicate che la mafia non darà più il suo appoggio ai partiti (o certamente non al suo) e come abbiamo potuto vedere... la fine che ha fatto il suo amico Dell'Utri, come sono altrettanto convinto che molti miei conterranei non daranno il voto al M5Stelle... perché non hanno referenti a cui poter chiedere, ed ancora, che saranno in molti quelli che accetteranno l'offerta fatta ora dal Presidente Renzi... perché come si dice, "meglio un uovo oggi che la gallina domani..."!!!
Vede, ogni cosa va fatta a tempo utile... il suo è ormai finito e non possiamo certamente sperare che il futuro del nostro paese, passi ancora da decisioni prese da un pensionato ottantenne... 
Il fatto stesso che Lei si rivolga a quei 26 milioni d'italiani, delusi e sfiduciati da questa classe politica... senza intuire che è proprio di quella casta che Lei propriamente (insieme ai suoi amici Fini, Casini, Bossi) ha "indegnamente" rappresentato... fa capire come... sia già lontano dal nostro tempo!!! 
Quindi la prego... se proprio vuole tornare in campo, si dedichi a quello di San Siro... del suo Milan, che come sta potendo costatare da se... non naviga in buone acque e certamente non sta dando, ai suoi tifosi quelle giuste soddisfazioni che meritano!!!
Comunque nel suo intervento, una cosa corretta l'ha detta... su di noi, uomini, donne e giovani siciliani... persone che amano la libertà... ed io aggiungo... che vogliono restare libere!!!
Cavaliere, io non la voterò mai più... proprio perché come ha riportato Lei... ho deciso di mettere la Sicilia al primo posto!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo