Translate

lunedì 30 giugno 2014

Diplomato... ed ora???

Con gli esami in corso, i nuovi diplomati non hanno ancora deciso cosa fare...
Ora, bisogna scegliere il proprio futuro, ma i ragazzi sono ancora indecisi, se cercarsi un posto di lavoro o se continuare con l'università.
I dati che ne derivano, sono ambedue terribili, in quanto il primo rappresenta - non soltanto per loro - ma per la stra-maggioranza dei giovani, un problema di difficile soluzione, per la già alta percentuale - siamo intorno al 35% - che oggi tra i giovani, rappresenta nel meridione la percentuale dei disoccupati...
Non dobbiamo dimenticare inoltre di alcune cause che condizionano principalmente il ricambio generazionale.
In primis, questa crisi che ancora ci sovrasta e che non permette alla imprenditoria di spiccare il volo, con politiche di rinnovamento attraverso acquisizioni di commesse e potendo dare così inizio ad eventuali nuove assunzioni.
Il mancato ricambio naturale generazionale, tra chi oggi è diretto verso la pensione e chi invece deve iniziare i suoi primi passi nel mondo del lavoro..., ecco che allora i primi, tentano di prolungare il proprio contratto, non soltanto per quella differenza economica che con la pensione andrebbero a perdere, ma soprattutto per evitare di chiudersi all'interno di quelle quattro mura casalinghe, che, se non si è disponibili a farsi coinvolgere in attività ludico/sociali, diventano con il passare dei giorni, le pareti della propria tomba.
Ed infine - anche se nessuno ne vuole parlare - poiché rappresenta la condizione peggiore - quella odiosa raccomandazione ( ripeto sempre... da non confondersi con la presentazione sia personale che del proprio Cv... ) , dove soltanto coloro che appartengono a quel sistema collaudato e ramificato politico/mafioso/clientelare, possono trovare sbocco nel mondo del lavoro... 
A tutti gli altri... non resta altro che aspettare invano!!!   
Ecco che allora in tanti decidono di proseguire e continuare i propri studi con l'università, ma quale e dove???
Secondo un articolo di qualche giorno fa del Sole 24 Ore, le nostre facoltà siciliane sono nella graduatoria a livello nazionale negli ultimi posti... con Catania 51° e Palermo 60° e non meglio vanno quelle private 15° su un totale di 16...
Ed allora ecco che in molti tentano - se pur tra mille problemi - d'intraprendere una sbocco professionale tramite la laurea...
Quindi, nuovi iscritti in medicina, ingegneria, materie umanistiche, informatica e lingue, nuovi disoccupati che si uniscono a a quelli già esistenti..., un numero che cresce a dismisura e che difficilmente troverà sbocchi in questo ns. territorio siciliano...
A dar seguito a quanto sopra, il 7% dei nuovi iscritti pensano già di fare nuove esperienze all'estero, altri desiderano trasferirsi in altre nazioni per imparare nuove lingue, ed altri ancora, sperano d'intraprendere una professione nelle nostre forze armate... 
Ovviamente la scelta finale, sarà fortemente condizionata dalla percentuale richiesta in prospettiva occupazionale e sarà così messa da parte, la passione e la propria inclinazione, a scapito di qualcosa di più pratico!!!
Non dobbiamo inoltre dimenticare, la preparazione limitata dei ragazzi... la vediamo da alcuni anni, attraverso i voti alla Maturità... 
La media supera a stento la sufficienza, aggirandosi tra il 66 ed il 70, mentre i voti più alti, quelli compresi tra il 71 e 85, vengono assegnati quasi sempre agli studenti dei licei. 
Una scuola quindi povera di cultura, di programmi, che non investe in ricerca, scarsa di risorse e contenuti, con un divario sempre più ampio, tra ragazzi e mondo del lavoro, con tagli sempre più indiscriminati, fatti questi, senza tener conto del contesto e tessuto sociale. 
Non dobbiamo meravigliarci se poi al Sud si perdono ogni anno studenti e docenti, in misura doppia ed anche tripla rispetto alla media dell'Ue..
Un paese che non riesce più a riprendersi, dove soltanto il 25% delle imprese crea domanda di lavoro, un paese che ha investito poco in cultura, istruzione, ricerca, innovazione, sia nel privato che nel pubblico, con il risultato opposto di avere contemporaneamente, troppo pochi laureati dove necessitano e molti laureati inutilizzati perché fuori mercato, costringendo così i giovani più preparati ad emigrare e nel contempo, a non garantire a quelli meno qualificati, alcuna possibilità nel mondo del lavoro. 
Un paese che non investe nella cultura e nei giovani, non è un paese credibile quando tenta proprio attraverso la voce dei suoi governanti, di parlare di prospettive...
Un paese fermo dove è in corso una pericolosa involuzione non solo culturale, ma anche sociale, economica e politica... 
Duole dirlo, ma questo ns. paese è ormai senza alcun futuro!!!
La scuola è divenuta la religione universale di un proletariato modernizzato e fa vuote promesse di salvezza ai poveri dell'era tecnologica...
Ivan Illich 

martedì 24 giugno 2014

Addio ITALIA!!!

L'Italia è definitivamente fuori dai mondiali... al primo turno!!!
Se per un'istante avessimo valutato in maniera razionale e non con il cuore, la vicenda della nazionale italiana, avremmo capito che con questa squadra e soprattutto con il suo tecnico...non c'era dove andare...
La squadra italiana è la rappresentazione in piccolo del ns. paese... fateci caso!!! 
Innanzitutto, possiamo costatare come l'abitudine odiosa di "prendere il posto... e non lasciarlo più" è la dimostrazione che questa consuetudine è ormai incarnata in noi italiani ed in questo anche il ns. tecnico Prandelli non fa eccezione...
Non ho mai capito perché, avendo avuto Egli l'occasione degli Europei, che alla fine ricordiamo bene come è andata a finire..., chissà forse sarebbe stato corretto, dare per questo mondiale, ad un'altro tecnico, una bellissima opportunità professionale per mettersi in luce...
Ma no... in Italia queste cose non avvengono mai... e dire che avevamo già avuto con Lippi una eguale esperienza e dove l'aver insistito senza pensare ad alternare... ci ha fatti uscire analogamente, dal mondiale Sudafricano...
Una persona sulla quale non possiamo dire nulla, perbene e corretta, ma sul piano tecnico... un professionista che in vita sua non ha mai saputo vincere nulla..., eppure stranamente gli è consegnata la ns. Nazionale...
Anche nello scegliere i giocatori, mi è sembrato un po' confusionario, si è visto per come sono stati messi successivamente in campo, non mi è sembrato abbia manifestato capacità eccelse, cosa che si è dimostrata nelle tre partite giocate...
E' assurdo dover sentire a fine partita lo stesso Ct dichiarare che abbiamo dovuto affrontare un girone difficile, con tre squadre difficilissime e contro giocatori tra i migliori al mondo...
Ma per favore... abbiamo vinto contro l'Inghilterra che per 70' ci ha messo in crisi e che non era, come squadra niente di particolare... infatti sia il Costa Rica che l'Uruguay, ne hanno evidenziato i limiti!!!
Abbiamo perso contro il Costa Rica... in modo vergognoso, senza motivazione, con giocatori che erano l'emblema esatto dei classici raccomandati, messi li per fare le belle figurine... 
Ad esclusione di qualcuno, pochi quelli che veramente meritavano, tutto il resto era da lasciare a casa!!!
Ed infine l'Uruguay... ha giocato in maniera non eccezionale, chiusa... sperando di trovare quell'unica occasione che faceva loro passare il turno...  come difatti è andata... e comunque almeno loro, le occasioni le hanno avute e cercate, sono andati vicino al gol... mentre noi niente, nemmeno un tiro in porta!!!
Tutta la preparazione era deludente e scadente... anche le partite amichevoli - che per fortuna mi sono sempre risparmiato di vedere... - avevano mostrato, a parere degli addetti ai lavori e giornalisti, i limiti di questa squadra è difatti cosi è stato... l'esperienza avuta non è servita a nulla!!!
Avesse almeno preso esempio da un suo predecessore, mi riferisco a Enzo Bearzot, che allora prese l'ossatura della Juve ne modifico alcuni elementi e vince il mondiale dell'82'... 
Oggi, nella sua ultima partita, ha provato a sistemare la difesa... proponendo quella dei Campioni d'Italia e difatti, questa ha retto l'impatto... ma era tutto il resto che non andava...
Con i giocatori che si era portato, forse doveva provare a giocare con Cerci e Candreva ai lati e Immobile al centro..., non ci voleva mica un corso per allenatori di Coverciano per capirlo...
Vede, sperare di passare il turno... manifesta la stessa illusione che avevano molti italiani di andare avanti, al 2 turno... già la stessa speranza che oggi hanno quegli stessi Italiani, di poter assistere ad un rinnovamento nel ns. paese, una situazione che non avverrà mai, finché il cambiamento sarà determinato, solo e soltanto, dalle solite inutili dimissioni... che come sempre, giungeranno dopo aver dovuto assistere al pronosticato  fallimento generale!!!
Addio Prandelli e ora si spera... che anche qualcun'altro - precisamente proprio quanti dello staff dirigenziale - possa seguirla presto... avanti...  passiamo ai prossimi!!!   

lunedì 23 giugno 2014

Immunità: ennesimo vergognoso privilegio!!!

Come si vede dall'ennesima "inconcludente" discussione politica, passa il tempo, ma la gran parte dei ns. politici è convinta di poter continuare in eterno a fare e disfare le leggi, a loro uso e consumo!!!
In particolare alcuni - non avendo un cazzo da fare... -  si sono reinventati "l'immunità" questa volta non soltanto per i senatori ma estesa anche ai Consiglieri regionali ed ai Sindaci...
Come ho scritto ieri " la legge non è uguale per tutti ", qualcuno insiste e tenta di proteggersi, con tutta una serie di norme, che permettano di godere di ulteriori coperture personali, tali da consentire loro - nel caso dei soliti e continui comportamenti illeciti - quella necessaria difesa a salvaguardia della propria persona...
Non ci basta quindi dover sopportare il numero esoso tra deputati e senatori, che non si riesce - se non soltanto a parole e soltanto con quelle... - a far diminuire..., tenere ancora in piedi quei privilegi e quegli stipendi di gran lunga superiori a quelli dei parlamentari nei paesi europei a noi vicini che di certo mostrano di essere più corretti con la cosa pubblica...
Basti vedere cosa guadagnino i nostri euro-parlamentari ( siamo intorno ai 120.000 euro l’anno ), il doppio dei parlamentari svedesi...
Ora che si è scatenata la notizia, tutti cercano di dare la colpa a qualcun'altro, in primo luogo si cerca di scagionare il proprio partito e si tenta di dare le colpe a coloro che hanno fatto emergere la vergognosa notizia..., nel caso specifico, al M5Stelle, tentando così di far saltare il tavolo delle riforme!!!
E' un pretesto preparato per mettere in difficoltà il leader del Pd e la proposta di reinserire nel testo l’immunità per i senatori, serve di fatto, a creare divisioni proprie all'interno del partito...
Credo che il Presidente Renzi, deve sbrigarsi... non perdere altro tempo con riforme che a nulla servono!!!
Deve iniziare a dare una pulita generale a questo sistema, ancora basato su quei privilegi, indennità, rimborsi, su concessioni varie, vedasi viaggi ( treno-aereo-nave e autostrade che non pagano), telefonini ( forniti dal governo con 3000 euro di rimborso per spese telefoniche), auto blu e scorte personali, assistenza sanitaria ( svolta gratuita nei migliori centri - non pubblici ma privati )- ed infine - ma solo per modo di dire -
pensioni vitalizie a tutti... anche a coloro che oggi sono condannati... con età che variano tra i 40 ed i 50 anni... mentre noi tutti a lavorare fino a 65 anni!!!
Ora a mettere tutti in disaccordo si aggiungono anche i tecnici del Senato, che dichiarano che: occorre approfondire, anche alla luce del principio di ragionevolezza...
Ma se dovessimo basare tutto sulla ragionevolezza, allora in Italia sono tantissime le cose che dovrebbero modificarsi... e non quest'ultima banale riforma che tenta di cambiare quanto previsto dalla costituzione e cioè quella differenziazione» tra deputati e senatori nei due rami del Parlamento..., forse se si pensasse di eliminarlo uno dei due rami... chissà sarebbe certamente meglio!!!
Non si capisce poi perché..., una grossa fetta d nostri parlamentari hanno saputo rinunciare a qualsivoglia regola d'immunità, scegliendo - come giusto che sia e soprattutto per rispetto a quel principio di uguaglianza, tanto disatteso nel ns. paese - di essere esclusivamente portavoce dei cittadini comuni e quindi senza dover godere di alcun privilegio... mentre in tanti e sono la moltitudine, si prestano per l'ennesima volta a questo vergognoso gioco della politica, privilegiando se stessi a scapito di quelle regole morali, tanto volute e richieste dai propri elettori!!!
Diceva Gandhi: in democrazia nessun fatto di vita si sottrae alla politica.


domenica 22 giugno 2014

La Legge non è uguale per tutti.

La magistratura è incontrollata, incontrollabile e ha impunità piena!!!
Con questa frase, il Cavaliere si è presentato durante l'udienza per essere sentito come testimone nel processo che vede Valter Lavitola... imputato per il presunto tentativo di estorsione ai danni della società Impregilo...
Durante l'udienza il Cavaliere, alle domande poste da parte del giudice Giovanna Ceppaluni, rispondeva così: non capisco la necessità di chiedermi queste cose, a cui ha risposto in maniera splendida il Giudice: non è necessario che capisca... l'importante è che Lei risponda alle domande... 
A questo punto il Cav. è partito con la sua solita "arringa" e cioè attaccando la magistratura con le solite frasi, dimenticando nel contempo che, l'affidamento ai servizi sociali è legato alle prescrizioni di evitare frasi offensive nei confronti del poter giudiziario, ma come si è potuto assistere di quelle prescrizioni, il Cav... ( se pur interrotto dal giudice, ricordando che la sua presenza in aula fosse soltanto in qualità di teste ) se ne fregato!!!
Ora, si sta valutando se avviare un procedimento per il reato di oltraggio a magistrato in udienza, ma chissà perché... credo di sapere come andrà a finire...
Il nostro è un bel paese, dove qualcuno può permettersi, potendo godere di quella influenza politico/economica, di dichiarare e fare, ciò che vuole, senza dar conto di quelle regole non soltanto giuridiche ma meglio conosciute come convivenza civile.
Una citazione di Petronio (27 d.C. – 66 d.C.) nel Satyricon - riporta:     
Che possono le leggi, là dove solo il denaro ha potere, | o dove la povertà non ha mezzi per vincere? | Persino quei filosofi, che passano i giorni gravati dalla cinica bisaccia, | finiscono anch'essi col vendere a fior di quattrini i loro assiomi. | Pertanto anche un procedimento legale è merce da mettere a mercato, | e anche il cavaliere che siede in giudizio non sdegna di farsi comperare. 
Che cosa possono farci le leggi, dove il denaro è sovrano, dove la povertà non può trionfarci mai? 
I Cinici, persino, che vivono con il sacco in spalla, tante volte, per i soldi, ci vendono il vero.
La giustizia è una merce, tutta esposta lì in piazza, e il cavaliere che giudica, dà la ragione a chi compera. 





sabato 21 giugno 2014

Il papà di Yara: In questi giorni dobbiamo pensare solo a pregare per la famiglia Bossetti, perchè stanno soffrendo più di noi...


E' il pensiero di Fulvio Gambirasio, riportato da don Corinno, parrocco di Brembate e da sempre vicino alla sua famiglia...
Certamente sono delle dichiarazioni molto forti, di un uomo che è riuscito a superare, andando ben oltre quei sentimenti di perdono, difficilissimi da provare ed ancor più da manifestare, nei riguardi di quell'individuo, oggi indagato sull'omicidio della propria figlia.
È stata un'indagine faticosissima, ha dichiarato presso la Procura a Bergamo il pm Letizia Ruggeri, titolare dell'inchiesta, che ha coinvolto, dopo il ritrovamento del cadavere, un controllo sistematico di circa 120.000 persone - precisamente le loro schede telefoniche - e successivamente l'individuazione del Dna l'ormai famoso "Ignoto 1" che ha permesso con 18.000 screening di Dna effettuati sui residenti della zona d'individuare nel Dna del nipote del Guerinoni una possibile traccia. 
Da qui si passati ad effettuare gli screening su tutta la famiglia, fino a giungere, alla riesumazione del cadavere del presunto padre dell'arrestato che ha permesso di confermare che il Dna riscontrato negli indumenti di Yara, fossero corrispondenti con il Guerinoni - ora riconosciuto come padre dell'omicida, e quindi con quello del proprio figlio "ignoto 1"
Ora che - forse -"ignoto 1 " è stato arrestato, inizieranno i riscontri, si valuteranno tutte le posizioni, anche quelle difensive e speriamo si possa giungere celermente ad una definitiva soluzione.
Certo oggi, la tranquillità di cinque famiglie è sparita... già sono in tanti a dover soffrire per questa situazione, c'è quella dei Gambirasio - certamente la più colpita - per la perdita della propria figlia, poi c'è quella del Guerinoni che oggi - a distanza di 40 anni - scopre di avere un padre "insospettabile", totalmente diverso da quello a cui avevano sempre creduto e cioè, con 2 figli in più..., mentre l'altra famiglia cioè quella creata dalla madre con il Sig. Bosetti, oggi ad essa, cade un fulmine a ciel sereno, in quanto il marito "forse" ha scoperto di non essere lui il vero padre dei due figli e certamente i ragazzi, Massimo Giuseppe Bossetti e sua sorella, che di questa storia non ne sapevano niente, scoprono ora di avere un altro padre biologico...
Ed infine non bisogna dimenticare delle due famiglie, quella nella quale oggi si trova sotto inchiesta il, marito e padre di tre figli, con una moglie totalmente sotto shok... ed ancora i genitori certamente di Lei, suoceri del M.G.Bosetti, che non accettano di credere a quanto in questo periodo, sta accadendo al proprio genero...
Una vicenda che ha tenuto in questi anni con il fiato sospeso tutti noi, che desideravamo presto che l'assassino venisse trovato, eliminando in particolare così, l'eventuale possibilità che quanto commesso si potesse ancora ripetere, ma dall'altro, la necessità sempre di garantire che nessuna persona innocente, possa erroneamente finire i suoi giorni in carcere... 
Io comunque trovo difficile accettare quanto dichiarato dal padre di Yara...
Già, come si fa a perdonare, in situazioni come queste, in cui emerge una realtà terribile, tale da mettere di fronte una vittima ed un carnefice?
Non vorrei infatti che con questo modo "cristiano - soft " di condonare e perdonare gli assassini, passasse il messaggio di giustificare questi orrendi atti, come se con questo perdono ci si volesse porre su un piano superiore, quel trono elevato dal quale si possa decidere chi assolvere e chi punire...
A nessuno è data questa possibilità...e nel caso specifico neanche a questi genitori!!!
A loro non è data questa possibilità, non possono parlare per nome e per conto della propria figlia morta ammazzata!!!
In particolare proprio perché, non si è ancora giunti a definire l'assassino... e soprattutto perché finora, questo cosiddetto "perdono" non è stato ancora richiesto!!!
Come si può in genere perdonare loro, se essi non sanno ciò che fanno? Non si ha proprio niente da perdonare...

Friedrich Nietzsche

venerdì 20 giugno 2014

Con 250.000 Euro si sistema il processo...

Ormai, non mi meraviglio più di niente... per cui sentire come il boss dei casalesi, ( divenuto ora collaboratore di giustizia ), descrivere con quali modalità si poteva intervenire per corrompere il giudizio di una sentenza..., viene certamente il dubbio, che se questa è stata la ns. giustizia in questi anni... si capisce perché la lotta al malaffare era totalmente inconcludente...
L'ex boss Antonio Iovine, comincia a fare i nomi di quanti - a suo dire - hanno partecipato ad insabbiare i processi, tra questi spuntano i nomi dell'ex presidente della Corte d'Assise d'Appello Pietro Lignola e dell' ex parlamentare di An, Avvocato Sergio Cola.
Sembra che lo stesso Avv. del boss ( Santonastaso), suggeriva per il grado d'appello nel ambito del procedimento per le minacce allo scrittore Roberto Saviano, proprio la nomina dell’avvocato S. Cola, in quanto aveva un rapporto con il presidente della Corte d’Appello ( cioè Lignola ).
Lo stesso boss ammette comunque che il proprio Avv., non faceva intendere in maniera chiara quali fossero i passaggi necessari e chi fossero gli eventuali interlocutori che si sarebbero presi la briga di fare eventualmente da intermediari... fatto sta che comunque - come riportato dallo stesso boss: sono stato assolto e ho versato le somme richieste direttamente tramite i miei familiari...
Ora nei verbali, si descrivono diversi processi ed ovviamente parecchi pagamenti che hanno successivamente permesso al boss Iovine , di ottenere un’assoluzione in appello... dopo che era stato condannato in primo grado all’ergastolo, per un duplice omicidio avvenuto nella Provincia di Caserta.
Dopo tanti anni e soprattutto a seguito di questo innato "pentimento", il boss ha confessato di essere stato lui l’autore dei delitti.
Quanti chiamati in causa ora tentano di difendersi, anche se al giudice Lignola - per un’altra vicenda - gli è stato contestato il reato di rivelazione di segreto e abuso d’ufficio ed è al momento indagato, davanti alla II sezione penale di Roma - i pm inoltre gli contestano, i reati aggravati anche dal vincolo mafioso!!!.
Cosa dire, ormai nel Tribunale di Napoli, era presente una organizzazione corrotta, che permetteva agli inquisiti di aggiustare i processi ai quali erano stati chiamati...
Un sistema corruttivo ben collaudato nel quale più soggetti, apportavano il proprio contributo, per operare quelle modifiche necessarie, tali da permettere l'alterazione dei processi in corso e l'assoluzione degli indagati...
E' sempre lo stesso problema, a commettere ingiustizia non è più colui che ha fatto qualcosa, ma ora lo è anche colui che deve giudicarlo....
Diceva William Shakespeare,
Guarda come quel giudice inveisce contro quel povero ladro; presta l'orecchio, scambiali di posto è, oplà, chi è il giudice, chi è il ladro? 


martedì 17 giugno 2014

Il Paese degli orrori...

In quale paese viviamo???
Un paese nel quale ogni giorno stiamo ad ascoltare avvenimenti di cronaca nera, che definirli illogici è limitativo perché non fanno parte di quei contesti meglio inquadrati con gli squilibri psichici, un tempo associati a comportamenti dissociativi, di alienazione, demenza, pazzia, qui la contraddizione è data nel aver a che fare con soggetti che all'apparenza sono come ognuno di noi....
Vivono la loro vita in modo semplice, possiedono un discreto lavoro, sono impegnati nel sociale, vanno a messa la Domenica, hanno una bella famiglia, dei figli e tutto sembra procedere per il meglio... ed invece qualcosa scatta, come una molla ci si trasforma in Mister Hyde, senza alcun apparente motivo...
Sicuramente nell'inconscio della propria personalità qualcosa non funziona..., come un virus che si annida all'interno di una cellula ed aspetta il momento per scatenarsi... e chissà, se proprio in questo particolare momento in cui scrivo, soggetti esperti tra, psichiatri, psicologi, medici, operatori sociali, non stiano cercando di capire quali motivi hanno giustificato tali orrori... 
Ora, nelle varie trasmissioni televisive e nelle riviste settimanali,  si cercherà di capire cosa possa aver indotto persone definite da tutti " perbene " a macchiarsi di questi infamia ed a continuare a sopravvivere all'orrore commesso, come nulla fosse...
Si è superato quel limite di razionalità e si diventa dei mostri, si diventa un essere atrocemente indegno della stessa dignità umana, malvagio sul piano morale e diabolico su quello individuale...
Non c'è amore in questi uomini... ma soltanto la disumana freddezza che li contraddistingue, che li porta a compiere questi delitti, come una qualsivoglia azione quotidiana, fatti con parsimonia, la stessa semplicità che ha avuto negli scorsi giorni quel " marito/padre ", nel festeggiare i gol dell'Italia, quando soltanto pochi minuti prima aveva sgozzato l'intera famiglia... senza alcuna logica ragione!!!
Cosa dire, qui ora ci fanno vedere le foto di ragazzi felici, di pubblicazioni allegre, di momenti allegri con la propria  famiglia, di commenti gioiosi su Facebook, di sposi sorridenti... ed invece si nascondono dietro a quei volti esultanti, degli assassini sadici, dei  mostri carnefici del proprio sangue...
Gli esami del Dna hanno dato un volto al presunto assassino di una ragazzina di 13 anni... che nulla aveva fatto di male in questo mondo se non sorridere allegra ad un'avvenire che si mostrava pieno di luce e speranza... una desiderio di vita distrutto da un orco, che auguro a nessuno di dover mai incontrare, sperando - per gli insegnamenti ricevuti di perdono e misericordia avuti ai tempi dei salesiani - che possano "finire presto " nel completo oblio la propria esistenza all'interno dei ns. penitenziari...
Già, mi auguro che almeno in questo la "natura" faccia il suo corso... che almeno essa contro-bilanci quella giustizia divina a volte troppo permissiva e non sempre corrispondente a quei corretti parametri di equità, sarà colpa di quel libero arbitrio o chissà di qualche altro motivo e non sta a me capirlo...., ma se a tutto ciò, aggiungiamo anche una macchinosa e lenta burocrazia giudiziaria, ecco che, sperare di ascoltare dai media, dell'improvvisa scomparsa naturale di questi soggetti, io, ma credo siano in tanti a condividere questo pensiero, non ci rattristeremo certamente...
Qui, non si tratta di casualità, di momenti irragionevoli, di follia istintiva, di momentanea perdita di pensiero, qui non c'è casualità, ma un preciso schema assassino, programmato e progettato in maniera lucida, razionale, che presuppone una freddezza d'animo ed una malvagità interiore...
A nessuno è permesso di perdonare questi soggetti... non può esistere alcun perdono... dopotutto come si può in genere perdonare loro, se essi stessi dicono di non sapere ciò che hanno fatto??? 
Non si ha proprio niente quindi da perdonare....
Ma poi, sa mai un uomo pienamente ciò che fa??? 
E se in questo rimane perlomeno un dubbio, allora gli uomini non hanno mai qualcosa da perdonarsi, e essere clemente è, per il più ragionevole, una cosa impossibile... 
In ultimo, se pur i criminali avessero veramente saputo ciò che facevano – noi avremmo avuto comunque il diritto di perdonare, solo e soltanto se, avessimo avuto il diritto di accusa e di punizione... 
Ma questo Noi... non l’abbiamo!!!

lunedì 16 giugno 2014

Renziiiiiii... Renzi....se ci sei... batti un colpo!!!


Soli... soli in una stanza, si tengono per mano illuminati dalle sole candele...
Il tavolino inizia a sollevarsi...., Grillo e Casaleggio rievocano lo spirito del Pd..., Renzi, quale collegamento indispensabile per evocare l'entità chiamata, inizia a rispondere alle domande ricevute dai due del M5stelle: spirito, spirito del Pd... se ci sei batti un colpo... dicci se la legge elettorale dovrà cambiare, dicci se la legge da noi proposta a suo tempo... possa divenire oggi la base per una discussione comune.... fai sapere al presidente che - pur non godendo del consenso dei miei compagni... - avrà alla fine l'appoggio del nostro movimento... parlaci ti prego...
L'atmosfera come potrete immaginare è agitata e tesa, tutti l' attorno per la prima volta a fare una seduta spiritica, con quei vecchi rottami dietro del Pd tutti attorno, in attesa di ascoltare le fatidiche parole dell'entità...
Il tavolino sale... si muove in modo forsennato... tutti tremano, tengono forti le mani... ecco che allora si piega da un lato, s'inclina dall'altro, ed alla fine giù... un colpo... cade il silenzio ed una voce "innaturale" inizia a parlare per bocca del Presidente... 
Ascoltatemi... è venuto il momento di decidere cosa fare di questa Italia... dare inizio immediatamente a quelle riforme necessarie, sbarazzarsi di quegli uomini e donne, ancora presenti, inutili, dipendenti della politica e che sfruttano la loro posizione da tanti anni per non perdere i propri privilegi...
E' venuto il momento dei cambiamenti, Grillo... Casaleggio... voi, soltanto voi... potete sostenere il premier Renzi..., in tutto e per tutto..., perché lui purtroppo è solo..., già, posso dirvi per certo che proprio all'interno del suo partito c'è chi vorrebbe eliminarlo dalla scena politica..., il suo è un partito pieno d'infami e traditori, dove le lotte celate sono realizzate per prenderne il posto!!!  
Io sono lo spirito del Pd... qui non s'imbroglia, da noi non esiste la falsità, noi non simuliamo, non siamo come voi... vivi, noi apparteniamo all'aldilà!!!
Ormai siete sull'orlo di un dirupo, se non cambiate marcia in quel precipizio ci finirete presto, voi e tutti quei poveri e onesti cittadini...
Renzi parla in maniera involontaria, non è consapevole di cosa sta dicendo... è in completa trance!!!
Non basterà soltanto scriverlo nel proprio Blog... non sarà sufficiente chiedere al premier di battere un colpo... che il M5Stelle risponderà!!!
E' compito ora del Movimento, in particolare del suo "portavoce" Grillo di raccontare al premier - risvegliato dallo stato d'incoscienza - quanto accaduto attorno a quel tavolo ed auspicare che egli possa accingersi a percorrere insieme quella giusta strada....
Qualcosa sta cambiando, qualcosa è cambiato... manca ancora tanto bisogna fare, per modificare a tutti i livelli questo sistema corrotto, ma chissà... forse.... siamo sulla giusta strada!!!

domenica 15 giugno 2014

Tutti gli uomini sono corruttibili???

Diceva Carlo Dossi: tutti gli uomini sono corruttibili... è soltanto questione di somme!!!
Noi Italiani siamo fatti così... quando si tratta di criticare gli altri, ecco che siamo tutti pronti, messi lì in prima fila, a giudicare, a emettere sentenze, a volere a gran voce per i ladri, la tagliola o la ghigliottina...
Ci si dimentica però, che nel corso della propria vita non sempre si è stati coerenti con i principi di moralità e correttezza, ma che in talune circostanze ci si è lasciati corrompere...
Sono tante, anzi tantissime le volte in cui avete svenduto la vostra dignità per i propri interessi...
Prendete la volta in cui vi siete fatti belli con il datore di lavoro o con il vostro superiore a discapito di qualche collega, e quella volta in cui siete venuti a sapere un segreto e l'avete sbandierato ai quattro venti, oppure quando avete agevolato quella pratica o avete permesso che un abuso si trasformasse in qualcosa di lecito...
Ricordate quando avete alterato i dati, quando la pratica è stata posizionata sopra le altre, quando vi hanno fatto pervenire in regalo una bustarella o quando la bustarella siete andati a portala voi stessi a chi di dovere, cosa dire di quel viaggio offerto o di quella villeggiatura mai pagata, di quella raccomandazione richiesta per il proprio figlio, di quelle escort a cui non avete saputo resistere... 
Ogni uomo/donna ha sempre un suo punto debole... si tratta soltanto di cercarlo, trovarlo, ed a quel punto, mettere in pratica l'esca per farlo/a cadere in trappola...
C'è chi si vende per poche migliaia di euro, c'è chi lo fa perché gli è stata proposta una relazione sessuale a cui non si è saputo resistere, c'è chi viene - a seguito di quanto sopra - ricattato e adesso non può più uscirne ed ancora ci sono i cosiddetti collusi, coloro che a questo "sistema marcio" partecipano in modo diretto, perché corrotti..., ed infine ci sono tutti gli altri, quelli cioè che parlano, giudicano, condannano, ma che alla prima occasione, si vendono in quanto facilmente corruttibili... 
Sono lì, pronti a sfruttare la prima occasione che gli capita, anzi vorrei aggiungere che sono proprio lì... in cerca di quel pretesto per lasciarsi andare, quasi fosse una opportunità sperata e ricercata.
Anzi se il sistema inizia a funzionare, comincia ad instaurarsi una prassi e cioè quella di "camuffare" questa metodologie, tentando di salvaguardare la propria persona da eventuali passi falsi o dall'essere scoperti...
Il fine comunque è soltanto uno: riuscire a prendere sempre, di più, da tutti...   
Ma poi ve lo immaginate un paese diverso dal nostro in cui non c'è più corruzione...
Ma che paese sarebbe...
Non ci sarebbero più raccomandati, le posizioni professionali sarebbero occupate per meritocrazia, non ci sarebbero più corrotti ma soltanto persone oneste, i Tribunali chiuderebbero, i magistrati sarebbero costretti a cambiare professione, gli organi di vigilanza e controllo si darebbero al calcio, forse chissà proprio contro la squadra degli ex detenuti ormai divenuti persone irreprensibili, nelle strutture pubbliche ci sarà soltanto una organizzazione perfetta, coadiuvata da dipendenti altamente qualificati e incorruttibili...
Ed i ragazzi, ognuno relativamente alla propria situazione familiare ed economica, avranno adesso la possibilità di usufruire di una scuola preparata, innovativa e capace di formare giovani pronti per il salto sia universitario che professionale...
Un lavoro per tutti, questo è ora il nuovo motto in un paese in continuo movimento, un paese dove il principale interesse è rappresentato dal benessere generalizzato e dove il potere economico viene equamente distribuito a tutti i livelli...
Ed infine cosa dire dei nostri politici governanti... totalmente rinnovati, già nuovi individui che combattono le ingiustizie, si dedicano al riscatto sociale, al progresso, ai principi di uguaglianza, combattendo la prevaricazione e rinunciando ai vecchi privilegi....
Ah.... ecco... mi sembrava strano, stavo sognando... era logico, non poteva essere... la nostra Italia... come si dice a volte il meglio della vita è rappresentato dalle illusioni.
Niente, lasciamo le cose come stanno... in fin dei conti è quello che tutti vogliono!!!
Dopotutto, in un Paese come il nostro, non esiste difetto che alla lunga non diventi pregio... né vizio che la l'assemblea dei cittadini non elevi a virtù!!!. 

giovedì 12 giugno 2014

Fiamme giallo-paglierino...


E' vai... chi più ne ha più ne metta...
Ci mancavano soltanto loro... già non ci bastavano tutti i ladri di cui siamo circondati, ora si aggiungono anche i nomi dei nostri controllori...
Avevamo sentito sull'arresto del generale in pensione Spaziante nell'inchiesta Mose ed ora altri nominativi tra generali, colonnelli, comandanti in seconda... e via scendendo, si aggiungono alla lista...
Sembrerà strano ma l'inchiesta è partita dai Pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, lo stesso che da sempre, ovunque si trovi e/o venga trasferito, fa parlare di se...
A differenza di ciò che un tempo pensavo e cioè che questo Pm, avesse in se, una alta mania di protagonismo... ecco che oggi, alla luce di quanto emerso, debbo ricredermi e rivalutare le indagini finora da lui svolte, come precise, puntuali e veritiere e quindi che, l'immagine rappresentata a suo tempo da parte di alcuni quotidiani, fosse falsata perché attraverso le Sue indagini, stava colpendo personaggi ritenuti intoccabili...
Ora che la maggior parte delle Società, si gestisce nel realizzare continue anomalie nei propri bilanci è cosa risaputa, ma proprio in questo s'identifica l'esistenza della Guardia di Finanza, che grazie al proprio lavoro, individua tutte quelle presunte anomalie,attraverso le proprie verifiche fiscali. 
Se però, anch'essi, vengono a mancare e cioè se si omette di compiere in maniera corretta quei controlli ecco che allora, si partecipa ad amplificare in maniera esponenziale, il danno causato alla nostra comunità...
Ora, nel bivio che ognuno di noi incontra nel corso della propria vita c'è quello di scegliere dove voler stare e cioè nella legalità o con il malaffare!!!
Se uno decide di essere ladro... scelta ovviamente non condivisa dal sottoscritto ma che rispetta comunque una sua logicità, sia in posizione che in coerenza... " mi piace fare il ladro... non voglio lavorare... voglio avere tutto subito e presto..." ecco che dall'altro lato chi ha scelto di combattere questa illegalità, non può poi decidere di diventare esso stesso un ladro...: o l'uno o l'altro!!! 
Si è deciso per la divisa, si è giurato rispetto per l'arma, si percepisce uno stipendio decoroso e si gode di quei vantaggi d'immagine non indifferenti... ed allora non si può rubare!!!
Mi chiedevo quindi... cosa ne facciamo ora di Voi???
Vi mettiamo dentro con i ladri... non mi sembra corretto... quelli non meritano questa punizione, per loro è indegno stare insieme a voi, nella stessa cella... e non li possiamo certamente biasimare...
Loro dopotutto hanno scelto la loro vita ed oggi ne pagano le conseguenze... ma questo non l'avevano scelto, non è corretto!!!
Sono saltate tutte le regole... e tutti i reati sono stati ipotizzati: dal concorso in concussione per induzione a rivelazione dei segreti d'ufficio. 
In questi giorni anche i ns. Governanti sono in difficoltà ovviamente - non che molti di loro siano nelle condizioni di " scagliare la pietra..." per i loro comportamenti esemplari, - ma quelli che ancora oggi non sono stati indagati, esprimono la loro partecipazione con un segnale di presenza delle istituzioni e di fiducia - e mi sembra giusto... anche perché non possiamo fare di tutta un'erba un fascio ed anche perché la stra-maggioranza di quanti oggi costituiscono la Guardia di Finanza, sono persone perbene ed oneste!!!
Spero comunque, che voi capiate quanto oggi sia difficile per noi accettare una situazione del genere, anche perché, come possiamo essere sicuri - tanto da metterci la mano sul fuoco - che coloro che ne prenderanno ora il posto, siano garanzia di correttezza e legalità???
Dubbi, ancora più dubbi di prima, una circostanza che mai avremmo, potuto e voluto immaginare, soprattutto se pensiamo da chi è stato commesso l'abuso... 
Una vergogna se confermata, per questi militari che si sono venduti e non soltanto per loro ma anche per le loro famiglie, per i propri figli, che certamente di quel lusso hanno goduto pienamente , ma che oggi debbono soltanto vergognarsi del cognome che portano...
Una macchia giallo-paglierino indelebile, il tempo vedrete non la cancellerà... ricorderà, anche e soprattutto della decisione oggi presa sulla Vs. " difesa ad oltranza ", dove forse il peggio... non è stato soltanto l'aver partecipato a quegli abusi, ma aver voluto in questi giorni, continuare a non volerli ammettere!!!  

mercoledì 11 giugno 2014

Renzi: dalla Cina con furore...

Con tante belle parole e soltanto con quelle... il ns. Presidente del Consiglio è ritornato dalla Cina, augurandosi di aver contribuito alla conquista della fiducia dei finanziatori cinesi e con la speranza che quest'ultimi possano investire nel ns. Paese...
Nei giorni di trasferta, ha chiesto a tutti gli imprenditori italiani ed alla comunità d'affari italo-cinese di avere più coraggio e di impegnarsi al massimo delle loro forze, ricordato i numeri dell'import/export con questa grande nazione, la Cina, 10 miliardi di prodotti esportati da noi verso l'oriente e 23 miliardi acquistati in prodotti cinesi...
Noi, ripete..., faremo la nostra parte, stiamo rivoluzionando in maniera definitiva il sistema e l'Expo ( tangenti permettendo ) sarà una grande opportunità per tutti i paese che parteciperanno ed in particolare proprio per il ns. Paese, che potrà godere così di questa promozione mondiale, per presentarsi e confrontarsi nei grandi scenari internazionali...
Il presidente del Consiglio ha anche discusso sulla critica mossa a molte società che delocalizzano gran parte della loro produzione in altri paesi, ecco che allora, questo abbandono dal ns. territorio, viene dichiarato dal ns. Presidente, non come un voler fuggire, ma altresì, come la ricerca di nuovi mercati d'investimento...
Sappiamo comunque che la realtà e ben diversa... e che le società internazionali e nazionali scappano dal ns. paese per quel malessere generale, che inizia con le esose tasse da pagare, dai servizi scadenti, dai costi di gestione esorbitanti, da un personale dipendente troppo condizionato dai sindacati e da una concorrenza diversamente organizzata e più agguerrita di altre nazioni...
L’Italia, non attrae perché manca di una vera classe imprenditoriale o di quei soggetti che un tempo possedevano capacità ed idee innovative, manca perché non riesce - causa della mancanza di meritocrazia - a trattenere i propri “cervelli” e soprattutto perché fa di tutto per farli scappare..., un paese infine, incapace di dare un futuro ed una speranza alle nostre giovani generazioni...
Ed ancora, le imprese scappano perché maltrattate da questa burocrazia lenta, da un fisco che tiene soltanto a colpire chi non provvede ad oliare con qualche bustarella...
Lo capisco che sentire ripetere sempre questa amara verità fa male... ma è lo stesso motivo per il quale noi tutti, non possiamo credere che i ns. imprenditori ( quelli che decidono di andare all'estero ) siano da considerarsi traditori, in quanto questo rappresenta per loro, l’unico modo per continuare a sopravvivere...

Quando continuiamo ad assistere a questi sprechi, quando coloro che sono demandati al controllo (in particolare i loro vertici... generali che si macchiano e disonorano l'appartenere a quella categoria rispettabile delle Fiamme Gialle ) quando la gestione è demandata ancora a dei ladri, quando non si riesce più a percepire il limite di divisione tra la legalità e l'illegalità, ecco che allora, anche ciò che definivamo come barriera, il cosiddetto "confine" scompare e non esiste più, tutto quindi può essere valicato... Si inizia trasferendo al di là dei nostri confini le proprie società e successivamente se stessi ed i propri familiari...
E' vero... ci vuole tempo per fare le riforme... e Renzi non possiede la bacchetta magica... mentre il ns. Paese ha necessità di cambiamenti celeri, di una burocrazia che deve snellire le proprie procedure attraverso l'uso di tecnologie informatizzate, che permettano una definizione immediata e sicura, dei problemi che i cittadini hanno, con la pubblica amministrazione... 
Tutte le riforme che debbono essere ancora realizzate dovranno tenere conto degli errori realizzati in tutti questi anni, cercando di non ripeterli più, ma anzi, iniziando ad operare perché, il tanto desiderato sviluppo economico possa finalmente concretizzarsi con i fatti e non con quelle odiose e continue promesse, di cui noi tutti siamo già stanchi...
L'Italia ha bisogno di crescere ed è vero che in questo ha necessità del sostegno di paesi economicamente più forti... ma ciò non deve rappresentarsi in una forma sterile di solidarietà tra nazioni, quasi fosse una concessione al ns. Paese a nodo elemosina, ma deve rappresentare uno scambio culturale, imprenditoriale ed economico, che garantisce ad entrambi quei corretti valori di crescita, prosperità e benessere!!!  

martedì 10 giugno 2014

Italia: alzati e cammina!!!


Italia, ormai non hai più scuse: alzati e cammina!!! 
Sono finite le parole e non ci sono più giustificazioni che tengono...
Il governo Renzi, adesso si deve dare una mossa... i voti dei cittadini li ha presi e non ci sono alibi che possono essere portati a giustificazione - tra qualche anno - di un eventuale fallimento!!!
Non ne accettiamo più di cazzate... ne abbiamo sentite troppe e non permettiamo più errori, anzi gli errori si pagano e pensare di continuare a gestire per come si è fatto finora. perché potrebbe rappresentare per noi tutti un grave rischio!!!
A breve, grazie anche ai Mondiali di calcio, il ns. Paese si ricompatterà, dimenticherà in quei brevi 90' i problemi da cui è sommersa, il popolo di ogni ceto e cultura si compatterà, tutti uniti per gridare ad alta voce... ITALIA...ITALIA...ITALIA...  
Un'entusiasmo direttamente proporzionale alla scalata della nazionale, più vincerà e meno si penserà ai problemi, tutti discuteranno di pallone, di strategie, di uomini che debbono scendere in campo, tutti professori e allenatori di calcio...
L'Inno di Mameli si sentirà ovunque, si dimenticheranno i fischi e lo sdegno per i ns. governanti, ci sentiremo fieri di appartenere a questa nazione, si andrà a lavorare contenti di fare il proprio dovere, saremo capaci di dare il meglio di noi in questi giorni....
Un Paese rinnovato nello spirito ci sarà in questi giorni, che lascerà in attesa le riforme per guardare una partita...
Ci sarà un momento di stasi... una completa paralisi aleggerà sui ns. decrepiti governanti,  una classe dirigente che viaggia ormai verso l'aldilà e che finora dimostrato soltanto il peggio di se, ladra, truffaldina, corruttibile, ma soprattutto incapace, già una completa inadeguatezza nel saper portare avanti questo paese e nel non vedere oltre...
Non si è capaci di cambiarlo questo stato di cose, perché occorre una riforma globale del sistema, dalla pubblica amministrazione, all'istruzione, dal fisco alla giustizia, dalla salute al lavoro, ecc...
Tutti debbono fare la propria parte, ed è giusto anche poter chiedere agli italiani un ulteriore sostegno... ma il primo cambiamento debbono impegnarsi a farlo proprio loro!!!
Non si può chiedere continuamente noi di stringere la cintura, quando i costi della politica sono alle stelle... quando i privilegi e gli sprechi sono pagati da noi.
Non è possibile vedere questo continuo stato di cose e nel contempo sperare che la ricostruzione passi dalle ns. braccia e soprattutto dalle ns. tasche.
La ripresa è lontana e non è vero quanto ci vogliono raccontano sulla possibilità che a breve qualcosa cambierà... non lo dicono i mercati, non lo dice lo finanza internazionale, non lo dicono le banche, e nemmeno l'Europa....
E' soltanto l'espressione di una presunzione, il desiderio rinnovato di voler sperare che all'improvviso, senza alcuna motivazione, le cose cambino, quasi ci fosse una volontà divina... che ci sostenga... già...Alzati Italia!!!
Adesso in questo esclusivo momento in cui saremo uniti, ognuno di noi può fare molto per gli altri e chissà se, iniziando proprio da questa peculiare sensazione momentanea, si provasse ad impegnare se stessi in modo serio, svolgendo con passione la propria professione - pur nella consapevolezza dei pochi euro ricevuti - ma con la convinzione di essere non soltanto d'esempio per gli altri, ma in particolare per dare speranza alle future generazioni, che possano così riconoscersi in questo paese non soltanto attraverso una squadra di calcio, ma per valori ben più alti...
E' giusto sperare e credersi i miglioro del mondo... come si dice... Campioni del Mondo, ma bisogna anche saper riconoscere i propri limiti e gli errori finora fatti!!!
Ed è proprio a quelli che bisogna dare rimedio, senza continuare ad errare attraverso comportamenti infami, che hanno permesso di dimostrare alle persone a voi vicine, quella evidente mediocrità ed al Paese che dite ovunque d'amare, con l'aver condizionato in modo negativo il proprio naturale percorso, proprio grazie al supporto dato dalla vostra inadeguata professionalità.

sabato 7 giugno 2014

La mappa del malaffare... non è poi così lontano da noi!!!

Ecco la mappa aggiornata a ieri del malaffare, ovviamente e da considerarsi provvisoria, perché viene rinnovata continuamente da nuove indagini in corso...
Ciò che comunque mi colpisce di più è questo essere del tutto Italiani e vorrei descriverlo con un esempio accaduto al sottoscritto ieri mattina, in Corso Sicilia: avevo appena parcheggiato l'auto, quando due amici mi hanno fermato per salutarmi; ho offerto loro il caffè e mentre parlavamo, del più e del meno, tre signore, sedute accanto, con molta animosità, discutevano dell'attuale politica e di tutte queste continue ruberie... 
A sentir loro, non era giusto che questi imprenditori collusi con i politici, approfittassero proprio di questo ns. sistema collaudato ovviamente marcio, ed anche di quanti, preposti al controllo (impiegati pubblici), approfittavano di quelle poche migliaia di euro, per chiudere un'occhio, anzi tutti e due...
Dopo alcuni minuti, sono arrivate altre quattro persone, due uomini e due donne, che si univano alla discussione - ora... in piedi, con le tre signore di prima, dicevano: non è giusto, non è corretto, dove è finita quella professionalità di un tempo, quella correttezza morale che un tempo ci contraddistingueva tutti... ora dov'è???
A quel punto, pensavo tra me e me, guarda..., forse finalmente si stanno iniziando a risvegliare quei sentimenti giusti, valori morali di correttezza e giustezza da troppo tempo ormai assopiti ed ecco che allora "entusiasmato" da quanto involontariamente ascoltato... esprimevo questa ammirazione, ai miei due interlocutori...
Ma come sempre accade..., le illusioni hanno breve vita... e mi sono state immediatamente distrutte, quando, uno dei due mi ha detto: caro Nicola, quelli hanno il coraggio di parlare, ma sono i primi a mancare!!!
Vedi, tutti questi accanto, lavorano all'Assessorato proprio qui dietro, questa mattina hanno già timbrato i loro cartellini ( badge ) ed ora sono qui al Bar...
Posso assicurarti, che nel corso dell'intera giornata lavorativa, li vedrai passare almeno altre quattro/cinque volte... c'è chi va a farsi la spesa e ritorna con le buste del supermercato Simply, altri vanno al mercato a fare shopping alla fiera, poi c'è chi va alla Posta o in Banca per ragioni personali, ed infine ci sono quelli che passeggiano e discutono, quasi sempre davanti a questo Bar...
Sono tutti moralisti con gli altri, ma ognuno di loro non è certamente meglio di quelli che hanno appena arrestato!!!
Era proprio vero... il vero dilemma infatti non è quanto rubi o come rubi... il vero problema è che si è ladri per natura, si ruba quel poco che viene loro offerto... in questo caso per esempio, il rispetto era rappresentato dal proprio orario di lavoro... che non viene rispettato... dopotutto con quali meriti si è giunti alla propria assunzione???
Chissà forse immeritata..., perché ottenuta sotto chissà dietro quale "raccomandazione", forse proprio da quei politici che ora tanto si suole criticare... ma che al momento opportuno si è andati a cercare, ci si è in modo "supplichevole" prostrati e ottenuto "leccando" ciò per cui si era andati..., adesso, ci si dedica "sponsorizzandoli "a vita e restituendo quando chiamati il favore ricevuto, attraverso il proprio voto e dei propri familiari... anch'essi in attesa di un'ulteriore favore personale!!! 
E' vero... è proprio questa la nostra Italia... e questi, ne sono i loro degni rappresentanti!!! 
Che dire, sembrava finito il periodo di tangentopoli, ma siamo qui ogni 10 anni a ripetere le stesse cose e purtroppo, il lavoro della magistrature che sarebbe dovuto servire - non tanto a colpire e condannare questi cosiddetti malfattori - ma in primiss, ad infondere in ogni cittadino quella precisa convinzione, che non esiste l'impunità eterna e che nel consacrarsi alle attività di corruzione o a quei continui compromessi, non devono mai dimenticare che il venire scoperti... è solo una questione di tempo!!      
Ovunque si metta un dito, si scopre l'acqua calda... anzi no... caldissima; ladri di ogni forma e genere, sia nel pubblico che nel privato... ed è la dimostrazione di un cancro che, in tutti questi anni, nessuno ha mai voluto seriamente sradicare!!!
Come concludere..., ho l'impressione che dove guardi c'è ovunque malaffare..., mi chiedo quindi, non è che forse... è proprio l'Italia stessa ad essere un'associazione a delinquere???

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo