Translate

sabato 31 maggio 2014

Xenofobia in Europa: le famiglie ebraiche vanno via!!!!

Una ignominia ciò che sta accadendo nuovamente in Europa!!!
Sono passati "soltanto " pochi anni dalla tragedia che ha colpito il nostro continente ed ora si ritorna a parlare di parole che non dovrebbero appartenere a nessun linguaggio dell'uomo ed essere cancellate da tutti i vocabolari, ed ecco che invece ritornano come nulla fosse...
Già in questi giorni hanno ripreso vigore parola come razzismo e xenofobia e ci si prepara ad un parlamento europeo costituito da partiti ed esponenti d'ispirazione xenofoba, discriminanti che variano, dalla estrema destra all'estrema sinistra...
Si riaffacciano, dopo anni di tacito silenzio, nuove teoria che si ispirano a vecchi concetti sulla divisione degli uomini in razze, caratterizzate dalla diversità della specie umana e cioè da quanti credono (ancora oggi) che esistono due categorie di uomini, una costituita dalla razza superiore ed un'altra che ingloba tutte le altre, definite inferiori e che per tale carattere distintivo, possono essere discriminate e perseguitate. 
Questo pregiudizio basa i loro principi nel condizionare i propri discepoli, creando in loro quella errata convinzione basata su una metodologia che porta a eliminare la coscienza dell'uomo ed ogni suo possibile e ragionevole giudizio e pensiero...
L'inizio è lento, ma pian piano inizia a prendere forma e va incuneandosi nella vita ordinaria, cominciando con modi esecrabili, storicamente ben conosciuti, che all'inizio danno quei segnali d'insofferenza e di pregiudizio e poi sfociano in attacchi mirati, che conducono alla eliminazione fisica dell'individuo così tanto diverso ed inferiore ( a loro dire ) da loro...
Si iniziano a modellare quei pregiudizi sia nei confronti della opposte etnie che per quelle diversità evidenti, culturali, religiose e sessuali... 
Se rileggiamo la storia, vediamo come da sempre l'umanità ha avuto atteggiamenti di discriminazione e di intolleranza, che son servite a creare le prime aggregazioni, comunità unite dalla stessa etnia, cultura o da politiche violente nelle quali la forza aveva il sopravvento, che hanno permesso la creazione delle città, imperi, stati, un continuo scontro tra culture liberali e dispotismo, un mondo quello passato e recente, nel quale possiamo tranquillamente affermare che da sempre la storia degli uomini è stata segnata purtroppo dal razzismo e dalla xenofobia.
Non bisogna mai dimenticare che le vittime dei genocidi, non sono soltanto quelle riferite ad un limitato gruppo etnico, ma a questi vanno sommati quanti ( pur appartenendo di nascita a quel sistema, divenuto ora violento ), ne sono divenuti avversi oppositori, sia per ragioni politiche che culturali, principi liberali che con quel particolare sistema non possono convivere...
Politici, scrittori, musicisti, giornalisti, religiosi, attori, ma anche cittadini comuni che non vogliono piegarsi a quelle regole, vengono barbaramente deportati e trucidati, insieme alle loro famiglie  
Milioni di vittime " parenti e consanguinei " ai quali si aggiungono gli altrettanti milioni di vittime, perseguitate queste a causa di una ideologia spregevole che fa ritenere alcuni esseri inferiori; uomini, donne e soprattutto bambini, vengono perseguitati ed eliminati soltanto perché di diversi di etnia, cultura, religione, perché omosessuali, zingari e/o portatori di handicap fisici e mentali....
La nostra Costituzione condanna ogni forma di razzismo e all’articolo 3 riporta che: ”Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” e il trattato sull’Unione Europea, con l’articolo 29 ha costituito una base giuridica per la lotta contro il razzismo e la xenofobia nel ambito della cooperazione giudiziaria e di polizia in materia penale e la discriminazione razziale è una violazione dei diritti umani.
Ma quanto fatto purtroppo non basta; il problema di questo aumento di xenofobia è dovuto non soltanto alle intolleranze nei confronti di tutte le minoranze religiose e sessuali presenti, ma ciò che incide maggiormente è dovuto all'aumento esponenziale dei flussi migratori e dalle difficoltà per gli stessi cittadini creati loro dalla difficoltà del posto di lavoro...
La nostra società e quella dei paesi appartenenti la comunità Europea, sono fortemente preoccupati da questi flussi migratori, che per ragioni varie ( guerre, povertà, carestie, oppositori politici ) giungono nei ns. territori e se a questi sommiamo quanti da sempre costituiscono quelle cosiddette popolazioni rom, ecco che gli atteggiamenti discriminanti nei confronti degli stranieri aumenta...
Non bisogna inoltre dimenticare che ( e qui la grande responsabilità è dei ns. mezzi di comunicazione.... ) , la crescita della presenza di stranieri è vissuta dai cittadini come una minaccia, in considerazione delle numerose attività criminali che molti di questi realizzano quotidianamente come furti, spaccio, prostituzione, commercio di prodotti falsi o clonati, per finire con estorsioni ed omicidi...
Ovviamente non possiamo fare di tutta un'erba un fascio, poiché ci sono e sono in tanti, che rappresentano la produttività del ns. paese, anche perché non dobbiamo dimenticare che questi operano in settori ritenuti troppo umili e che ormai da noi, ma possiamo dire in tutti quei paesi tecnologicamente avanzati, non vogliamo più essere svolti dai cittadini e vengono demandati a loro...
Ora, in una condizione diversa di disoccupazione, quella sopra descritta realtà, non condizionerebbe i cittadini, ma anzi li beneficerebbe di questo apporto ( quasi sempre svolto ad un prezzo inferiore rispetto alle regole di mercato ) poiché graverebbe su di essi, quanto di più degradante e certamente faticoso..., ma l'attuale ed inarrestabile difficoltà del mercato del lavoro, sta creando quei giusti pregiudizi, tali da far si che anche quell'umile lavoro venga ritenuto appetibile dalla  massa...
Un mercato economico nel quale la globalizzazione ha preso il sopravvento, sta spingendo i cittadini al ritorno a quelle spinte nazionaliste e xenofobe che pensavamo ormai facenti parte del passato....
Anche i nostri esponenti politici non si sottraggono alla scia dei consensi, ed è per questo che in questi giorni stiamo assistendo a coalizioni dei nostri partiti con altri europei di carattere xenofobo, ai quali però, il più dei cittadini italiani, nell'esprimere il proprio voto, non aveva minimamente dato il loro consenso all'idea di essere inseriti all'interno di  nuove coalizioni che certamente non li rappresentano ed anzi li indignano!!!
C'è una sola strada per risolvere questo grave problema è ed quello del dialogo, quello di cercare di costruire in maniera democratica un futuro di speranza, di pace e di dignità per tutti gli uomini...
NON SI PUO' E NON SI DEVE PENSARE DI RITORNARE INDIETRO!!!
Purtroppo ed è veramente spiacevole doverlo riportare, ma mentre il sottoscritto sta scrivendo quest'articolo, centinaia di famiglie ebree, in questi giorni stanno lasciando il loro paese d'origine per andare a vivere all'estero, proprio a causa della recrudescenza di antisemitismo.
Ho letto l'intervista fatta all'attrice francese Charlotte Gainsbourg sul tema del razzismo, sulla vittoria di Marine Le Pen, e sull'eventuale possibilità di fuga da parte, dal suo paese la Francia: sì, anche io ho pensato di farlo... certo, ho anche molte ragioni per restare qui, prima di tutto i miei figli, ma l'antisemitismo è un problema gigantesco e non voglio appartenere a un paese che esprime questo tipo di sentimento, anche se il governo sta cercando di fare qualcosa al riguardo.. è un momento spaventoso!!!
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
... e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
e io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare.

venerdì 30 maggio 2014

Ecco come si truccano i concorsi pubblici in Italia...

Desidero condividere un articolo:
Ecco come si truccano i concorsi pubblici in Italia | Posta
Trovo deludente vedere l'indifferenza di tutti coloro che in qualità di addetti alla cultura ed alla formazione delle future generazioni, si prestano a collaudati disonesti metodi. 
Alcuni insegnanti, direttori didattici, presidi, ispettori - ovviamente disonesti - si prodigano in modo scorretto, ad agevolare il nominativo ricevuto del raccomandato, pur di aggrapparsi a quel loro misero ruolo nella società, a quei compromessi fatti di favori e di scambi, ed in taluni casi, di vere e proprie mazzette, per poter indirizzare e far vincere, quel tanto desiderato concorso...
Un voce quella dei concorsi in italia, che fa pensare a qualcosa di ignoto e misterioso, poiché non si viene mai a sapere nei tempi corretti, quando questi avvengano, con quali termini, e con quali modalità...
Certamente è strano che in tutti questi anni, nessuno ne parli se non dopo qualche esemplare denuncia... ed è altrettanto anormale che, solo pochi magistrati abbiano osato indagare su uno di questi tanti concorsi pubblici....
Prendendo ispirazione quindi da un romanzo che ho letto alcuni fa di Scott Turrow, precisamente un legal-thriller ambientato nei Palazzi di Giustizia degli U.S.A., mi son chiesto... dal momento che, anche per diventare magistrato bisogna superare un concorso, non è che qualcuno di questi abbia goduto in fase d'esame di qualche piccolo aiutino che gli ha permesso di superare quel tanto difficile esame e che a causa di ciò oggi sia divenuto ricattabile???
Se così non fosse allora... pregherei di leggere l'articolo sopra condiviso, che chissà forse, potrebbe incoraggiare qualcuno di essi, a fare almeno un po' più di luce ed ove necessario, aprire un nuovo filone d'inchiesta... 

giovedì 29 maggio 2014

Fabrizio Corona: non tutti gli uomini sono uguali dinnanzi alla legge.

Esprimere il concetto di "due pesi due misure” è proprio l'esempio calzante di come la ns. giustizia valuta con metri di condanna fuori da ogni considerazione..., giudica cioè, in modo diverso persone e/o situazioni nei confronti delle quali occorrerebbe invece attribuire lo stesso peso e lo stesso metro di misura, ovvero di giudizio.
Ciò purtroppo è quanto è avvenuto per Fabrizio Corona, dove i reati contestati ( legittimi se concretizzati ) sono stati giudicati in maniera certamente severa, rispetto ad altri ben più gravi, dove sono stati contestati omicidi, sequestri, associazioni a delinquere, ecc... già, neanche su questo l'ingiustizia è uguale per tutti!!!
Assistiamo ogni giorno, a come criminali, assassini, godano di benefici sulle pene ( domiciliari o libertà vigilata con l'uso di braccialetti elettronici ) e poi si scopre che, appena liberi, questi abbiano continuato a commettere altri delitti, con similari modalità per i quali erano stati precedentemente condannati!!!
Ho letto che l'aumento della condanna a Corona è giustificata dalla “pericolosità sociale” del soggetto, ma di quale grave pericolosità sociale si parla..., neanche fosse capo della mafia, della camorra o della ndrangheta... ma chi sarà mai questo narcotrafficante pericolosissimo che gode degli appoggi dei cartelli del narcotraffico, tali da permettergli di controllare le spedizioni che viaggiano dalla Colombia o dalla Thailandia verso il ns. paese...
Nel dettaglio, si parla di frequentazioni criminali e atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione di ogni regola civile di convivenza, a cui si sommano numerosi e cospicui precedenti penali...
Ma abbiamo scoperto come tanti ns. giocatori di calcio, abbiano avuto frequentazioni pericolose e vogliamo aggiungere allora i ns. onorevoli politici, banchieri, ministri ecc.. che proprio in questi giorni sono stati incriminati e condannati per le loro frequentazioni che, oltre ad essere ambigue si concretizzavano con personaggi sicuramente poco raccomandabili e quelli certamente sì...pericolosi!!!
Ed ancora, cosa dire di quelle frequentazioni a base di cocaina e dei relativi pagamenti ( soldi a nero quasi sempre di provenienza illecita ) per la compagnia di escort e/o transessuali, che appena scoperti e con le notizie che iniziavano a circolare sui quotidiani... ecco che all'improvviso sono state - visti i personaggi coinvolti - immediatamente rimosse ed insabbiate...
Mi sorge il dubbio che questa condanna a Fabrizio Corona, sia dovuta principalmente, per aver voluto colpire, personaggi ritenuti dal sistema "intoccabili" e chissà, forse perché nello svolgere il suo lavoro, certe documentazioni legittimamente acquistate ( video e fotografie), non dovevano essere portate a conoscenza dei più... e neppure si doveva pensare che potevano essere successivamente barattate con dei favori personali...
Ancor di più per non dire ancor peggio, se queste sono state utilizzate, per voler estorcere agli stessi protagonisti, coinvolti in " particolari e imbarazzanti " vicende... delle somme di denaro ( che si sarebbero egualmente ricevute - certamente in misura inferiore - se fossero state vendute a quei tanti giornali scandalistici/gossip, tanto in voga nel ns. paese - ( ovviamente se poi quest'ultimi le avrebbero pubblicate è tutto da dimostrare... non dobbiamo mai dimenticare, che in Italia le testate giornalistiche, sono quasi tutte nelle mani di quei "pochi  editori, e che in queste circostanze dimostrano sempre di essere molto legati).
Forse, ora che che è passato nel dimenticatoio ( mi sembra siano passati quasi una'anno e mezzo dal suo arresto ), gli verrà ridotta la pena, e chissà se potrà ricevere una condanna più mite, sicuramente più consona, con i reati lui contestati...
E' un momento particolare per l'ex agente fotografico e lui questo lo sa bene... deve riuscire a vivere questi giorni che ancora mancano alla scarcerazione, quale momento di riflessione, con la convinzione che fuori c'è ancora una vita da vivere, emozioni importanti da cogliere, persone da selezionare ed altre, quelle false, da buttare nei rifiuti del cestino emozionale...
Si potrà sempre confortare... perché sono lì... le persone che gli hanno voluto bene, ad iniziare dai propri familiari e giungendo a quanti, amici e conoscenti, proprio in questo periodo, gli sono stati vicino... 
C'è un tempo per ogni cosa... ora forse è il tempo di riporre le armi...
Si dice che, amore e odio, costituiscano da sempre gli estremi della esistenza di un uomo e che proprio attraverso le avversità e le contraddizioni della vita, si può giungere ad avere un momento positivo, che incoraggia verso quella definitiva pace interiore... 
Concludo con una frase di William Shakespeare che molto si attiene con quanto a lui accaduto e che proprio le vicende - sulla giustizia - di questi giorni dimostrano: La legge non può rendere giustizia... quando colui che detiene il potere (esecutivo) tiene in mano anche la legge!!!
A presto Fabrizio...


mercoledì 28 maggio 2014

Se non ci si può fidare dei Giudici... su chi credere???


Un'altra Cupola dopo quella dell'Expo... viene scoperta a Genova...
Un'inchiesta che parte dalla Banca Carige, dal suo ex Presidente Giovanni Berneschi e dei suoi due uomini, secondo l'accusa soci occulti dell’o stesso imprenditore, uno nel comparto assicurativo Carige Vita (Ferdinando Menconi) e l'altro immobiliarista (Ernesto Cavallini), che facevano acquistare, immobili e società a prezzi fuori mercato e successivamente si suddividevano il plusvalore realizzato che veniva depositato presso conti esteri...
Direte e allora??? Niente di nuovo... di truffe analoghe c'è ne sono circa una al giorno... questa cosa ha di così diverso???
Gli appoggi!!! Si, coloro che hanno permesso che quanto sopra accadesse grazie alle protezioni ed alle informazioni che venivano loro trasmesse... da chi???
Sembra che la Procura di Genova sia in possesso di intercettazioni nelle quali i vari soggetti ( banchieri, immobiliaristi e prestanomi vari ) tutti arrestati, utilizzino quali loro scudo quattro fra GIUDICI  E PM!!!
Se quanto emerso fosse vero... credo che non ci sia più niente da dire e da fare in questo paese... ma soltanto da scappare e senza mai voltarsi indietro!!!
Il primo magistrato su cui si sono concentrati gli accertamenti è l’attuale procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico ed è un certo Menconi a descriverne la figura parlandone con l'ex condirettore generale di Carige Assicurazioni (Malavasi) dove pur non nominandolo direttamente, lo definisce un carissimo amico con cui prendere il caffè ogni sabato...
Ovviamente il magistrato smentisce tutto...
Un'altro indagato è l’attuale procuratore capo della Spezia Maurizio Caporuscio, dove sembra che da una intercettazione telefonico tra l’avvocato Andrea Baldini (ex componente cda Carige) e l'ex presidente Carige, si confidasse come proprio Caporuscio fece in modo che fosse fornita al Bernaschi la copia d’una denuncia «riservata», che era stata presentata da un imprenditore per truffa...e che proprio grazie al intervento della propria moglie, Pasqualina Fortunato - Magistrato del Lavoro a La Spezia - la Procura chiederà l’archiviazione del fascicolo!!!
L’ultimo togato chiamato in causa è il capo dei pm di Savona, Francantonio Granero, in un'interrogatorio avrebbe suggerito ad un amico del Bernaschi di non rispondere...
Il palazzo è crollato ed a breve vedremo quanti di questi cosiddetti " amici ", alla vista delle sbarre, riusciranno a tenere  la bocca chiusa... sono gli stessi cattivi presagi che in Carige avevano già percepito per non voler dire che qualcuno l'avesse già avvisato: «...devo uscire... sento odore di Procure: ho delle sensazioni... il vice procuratore di Genova, mio carissimo amico, mi ha detto... non sei ...stattene fuori...
Milioni e milioni di euro riciclati in Svizzera..., ed oggi per chi indaga, diventa difficile riuscire a lavare i panni sporchi, fuori da quelle acque... da quel contesto che da sempre ha rappresentato, come una chiesa, una protezione, permettendo ai propri uomini di essere sempre protetti e di occultare le loro mancanze....
E' poi... si è certi che il numero sia soltanto quello o che all'interno della magistratura non ci siano state ulteriori collaborazioni di talpe che oggi, se indagati, potrebbero divenire pericolosamente confidenti???
Un fiume di parole potrebbe a breve uscire fuori e chissà se tra quei nomi, non saltino fuori dal cilindro, personaggi altisonanti, professionisti intoccabili, che rischiano di coinvolgere non soltanto uomini dello Stato, ma anche del Vaticano o addirittura dei servizi segreti...
Ora, dopo l'ennesima inchiesta, mi chiedevo, ma se quanto accaduto fosse vero, allora di chi possiamo più fidarci..., se tanto poi la legge viene interpretata a seconda delle circostanze e la giustizia mostra i molti pesi e le relative possibili misure, a seconda dei soggetti che dovrebbero essere incriminati...
Forse chissà la stessa frase presente in tutti i tribunali andrebbe rivista e modificata...
Vedremo, cosa e quanto, salterà fuori da questa ennesima e incresciosa vicenda...

martedì 27 maggio 2014

Catania: terra di nessuno, nelle mani di nessuno, dove non parla nessuno!!!

Mia figlia l'altra sera mi ha fatto notare un video musicale di un rapper che parla di Catania...
Guardalo... cosa ne pensi... non è troppo bello??? Lui si chiama Don Cash...
Mai sentito prima, si qualche hanno fa conoscevo Don Johnson, quello di Miami Vice,  la famosa serie televisiva interpretata insieme a Philip Michael Thomas... ed ancor prima, c'era il famoso Don Camillo... ma questo no... comunque vediamo di che si tratta...
E' fatto bene...., si è veramente simpatico, aggiungerei esclusivo... , anche perché ciò che mi ha colpito sono le parole, usate a mo' di scherno, un singolo racconto che tra un sorriso e un'altro, descrive perfettamente la nostra città... 
In questo suo modo di canzonare l'amore per Catania, sorprende con quanta semplicità si fanno emergere i problemi  quotidiani, quelli che ormai tutte le città possiedono, ma che da noi, vengono svolti in maniera celata, quasi furbesca... a catanisi...
Si passa da un punto ad un altro, muovendosi tra uno spazio che attraversa storia e cultura, quei riflessi del mare che contrastano le problematiche del lavoro, i colori forti di una cucina, contrapposti all'indigenza, i ragazzi sorridenti pieni di vita e lo spaccio di droga, il fuoco dell'Etna maestosa e la movida di piazza Teatro, la fiera dei vucumprà e la vita nella pescheria.
Da quei volti che esprimono disagio economico, alla famosa granita di mandorla, da una gioventù che non procede verso il futuro... ma che torna indietro sui suoi passi, da una santa padrona ovunque presente, a quei quartieri degradati e da tempo abbandonati, dai sorrisi spensierati ad una squadra di calcio che se pur in B....è nel cuore di tutti....
Per una C che ti sorride... c'è ne un'altra...si chiama Crisi e non sparisce, Villa Bellini e come noi... sempre più al verde oramai..., per una economia sempre più giù, iphone5 e macchinine sempre di più...
Questa è Catania ed è così bella, così cercata così vissuta...
Questa è Catania a volte amata a volte svenduta... 
Una Catania terra di nessuno, nelle mani di nessuno, dove non parla nessuno, ma tutto quanto è di Qualcuno!!!
Già la nostra Catania che è come la lava, quando sembra che muore è soltanto addormentata e prima che tu possa accorgertene si è già risvegliata!!! 

lunedì 26 maggio 2014

Tra i due litiganti il terzo gode...


Ci siamo è finita...
Finalmente iniziano ad arrivare i risultati di questa tormentatissima campagna elettorale europea... poco europea molto italiana.
Vince Renzi, anzi stravince con un buon 42% mentre i due litiganti Grillo ed il cav... finiscono secondo e terzo, ripsettivamente con un 20 % il primo e con forza Italia fermato al 15,60%!!!
Un vero plebiscito per il Partito democratico, che nemmeno si aspettava di ricevere così tanti consensi e soprattutto per il suo leader che è riuscito a trasmettere agli Italiani quello spirito unitario dove ognuno conta, come riportava il suo hastag unoxuno: rabbia vs speranza, protesta vs proposta, vaffa vs idee. Cambiare l'Italia, non insultare gli italiani.
Lo slogan, in realtà, nasceva dalla lettera che Renzi ha inviato agli elettori delle primarie del Pd, per mobilitarli in vista del voto di ieri, domenica e cioè:
Se davvero credi che l'Europa debba cambiare e che possa farlo grazie all'Italia, dacci una mano.
Uno per uno, riprendiamoci la bella politica, quella fatta con passione e onestà.
Uno per uno, riprendiamoci la speranza, contro gli insulti di chi scommette per il fallimento dell'Italia.
Uno per uno, riprendiamoci la fiducia.
Certamente ora nel M5Stelle si ci interroga se qualcosa in strategia elettorale sia mancata, quanto sia da imputare a Beppe Grillo, quanto è venuto a mancare con la scelta delle preferenze, soggetti a cui è stata data poco la parola e quindi rimasti ai più sconosciuti e per questo quasi nulla incisivi nel sistema voto, ed infine quanto ha condizionato l'aver alzato la tensione sociale, che non ha fatto altro che spaventare tutti coloro che un cambiamento lo desiderano, ma che non vogliono perdere quanto già possiedono...
Cosa dire di Forza Italia... ormai in completo declino se non fosse altro che si salva proprio grazie al voto di preferenza... di quei suoi uomini che prendono i voti non per il partito che rappresentano, ma per il loro nome, per quanto si è fatto nel corso di questi anni, per le amicizia raccolte nel corso di una vita politica o per quante portate loro da parenti e poteri economici trasversali...
Forza Italia ormai è finita, quel Centro-destra tanto in questo ventennio osannato si sta pian piano spegnendo, e chissà forse per le prossime politiche, soltanto il rimescolare nuovamente insieme tutte quelle forze oggi disperse, ma che da sole non hanno trovato alcun riscontro elettorale, potrà tentare di raggiungere un insperato 22-25%... niente in confronto del 42% sopra e che con una politica di vero cambiamento e di rinnovazioni, potrebbe anche giungere al 51%!!!
La lega di Salvini si salva... in Nord italia si sono dimenticati presto delle truffe fatte dai loro ex leader, ma soprattutto avendo goduto in quei periodi di politiche vantaggiose, sia per le industrie che per l'agricoltura, ecco che hanno pensato bene, che forse era molto meglio per le regioni del Nord, ritornare tutti all'ovile...
Alfano leader del Ncd è andato male... si salva soltanto perché in extremis ha raggiunto quel fatidico 4%, viceversa a quest'ora sarebbe stato mandato a casa...
Difatti caro Angelino, non è riuscito nemmeno a sfruttare la propria posizione privilegiata e cioè quella di essere all'interno della coalizione di Governo, con Ministri, Governatori, Capogruppo, Presidenti, Consiglieri ecc..., personaggi che contavano tutti su numeri importanti, ma che da soli hanno inciso poco e se non fosse stato proprio per la ns. Regione, la sua tanto cara... Sicilia, che gli ha permesso di raggiungere grazie anche all'appoggio dei voti dell'Udc quel minimo scarto per godere di qualche seggio...
Ed infine un riconoscimento va alla Lista Tsipras che di poco è riuscita a superare lo sbarramento del 4% e che ha permesso loro l’ingresso nel parlamento Ue.
Cosa aggiungere, in questa campagna elettorale abbiamo sentito di tutto e di più, c'è chi dice che regalerà 80 euro, chi ha promesso di restituire l'Imu, chi taglierà le spese pubbliche, chi ha denunciato gli apparati dello Stato e chi si è fatto forte di questi ultimi, chi ha promesso l'abolizione delle imposte e chi riuscirà alla fine a non mantenere nulla di quanto sopra...
Come si dice staremo a vedere, intanto in Europa una cosa è certa, i partiti fortemente nazionalisti vincono e sono ritornati quelli di ispirazione estremista, sia di destra che di sinistra... vincono i partiti euro-scettici e soprattutto quelli anti-immigrati, un seme d'odio antisemita sta purtroppo rinascendo... 
Questa nuova gioventù, malcontenta, piena di odio e rancore, che odia il proprio paese perché li ostacola e non permette loro di vivere liberi, che pretendono di ricevere tutto senza fare niente, che esigono di essere trattati da adulti perché hanno in se la forza data loro dall'età, che non sopporta i rimproveri, che giudica tutto e tutti e che non vogliono essere giudicati, nessun ostacolo può essere interposto dinnanzi al loro cammino... e non importa se questi si chiami genitore, professore, anziano... niente ormai ha più valore se non la convinzione che soltanto attraverso il cambiamento ed una ideologia nazionalista, si può definitivamente cambiare questo sistema....
Non conoscono o non hanno avuto in questi anni avere interesse a studiare quanto la storia recente ci ha purtroppo mostrato in vittime e sofferenze, un'odio nazionalista che la ns. generazione ed ancor più questa dei nostri giovani non ha conosciuto, vissuti nella bambagia tra il possedere l'ultimo modello di smartphone e riportando le altrui discussioni attraverso il web...
Un passato che ritorna, un presente che fa paura...

venerdì 23 maggio 2014

La nave della legalità...

E' entrata a Palermo questa mattina la "Nave della legalità ".
Cosa dire, è in un qualche modo la rappresentazionente perfetta della lotta antimafia finora espressa è cioè sempre in ritardo!!!
Ma si... cosa sarà mai un'ora e mezza di ritardo..., si, peccato che è lo stesso ritardo con cui si è deciso di revocare la scorta al Prof. Marco Biagi...
E' bello vedere 1.500 ragazzi  delle scuole d'Italia che commemorano insieme ai loro coetanei siciliani i Giudici, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ed è importante ricordare al futuro di questo paese, che la speranza non debba mai morire...
Poi, che su questa vicenda, da un ventennio qualcuno ci marci sopra è altrettanto palese..., in particolare tutte quelle figure istituzionali che in questi anni sono saliti sopra la nave e/o che si sono fatto trovare pronti nei rispettivi moli, ma che di fatto hanno poi dimostrato, l'opposto esatto di quei valori propri della legalità, grazie proprio a quegli incarichi ricevuti... che è dimostrato, dall'elenco sempre in aumento delle persone denunciate...!!!
Che dire... Sciascia li chiamava i "professionisti della legalità..." e mi piace sottolineare quanto riportava Giorgio Bocca e cioè che forse il vero torto è rappresentato nell'esporre tesi, di muovere critiche, di fare ipotesi che stanno fuori dagli opposti schieramenti, che non collimano esattamente né con i dogmi dell’Antimafia né con le ipocrisie e le seduzioni della mafia. Seguendo Sciascia questo suo suo acuto intuito ha spesso indicato ciò che noi non sapevamo o che forse non volevamo sapere... 
A cosa serve quindi ancora parlarne... quando ovunque assistiamo a questa totale illegalità!!!
L'illegalità non è solo e soltanto quella espressa da chi delinque... e cioè da quelli che fanno da sempre parte di quel sistema, ma da tutto un sistema ancor più pericoloso, che si muove in modo velato, con la compiacenza ovviamente di quanti operano in quei settori chiave...
Un sistema dannoso che approfitta di compiacenti e collusi, per poter realizzare i loro sporchi affari. come quello della circolazione a più livelli di tangenti...
Una seconda " entrata " economica, elargita quest'ultima a forma d'incentivo per premiare quelle omesse responsabilità o per aver fatto sparire qualche documento compromettente...
Il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel corso proprio dell'incontro notturno sulla Nave della legalità ha dichiarato che "per combattere la corruzione bisogna individuarla e farla emergere".... ma quando ciò avviene che succede... il nulla, il silenzio più assoluto, in particolare se le eventuali denunce riguardano personaggi pubblici e/o vengono intaccati proprio quegli uomini che lo Stato aveva scelto per rappresentarli e/o posti alla salvaguardia ed al controllo...
Si parla di combattere il grande alleato della mafia è cioè l'ignoranza... ancora oggi, si vuole fare credere che la mafia sia rappresentata dai cosiddetti pastori... , da personaggi che scendano da chissà quale montagna per governare il ns. paese...
Ma per favore, coloro che oggi regolano le fila di questa associazione, sono proprio coloro che hanno avuto posizioni primarie all'interno del governo e/o delle regioni ed è proprio grazie a queste complicità che si e permesso a certi soggetti di rimanere impuniti per più di un trentennio...
Sta proprio in questo il problema e cioè in quanto non si è fatto per combatterlo, esasperando in tal maniera la cultura della complicità che così ha potuto infiltrarsi e, grazie al potere economico ed anche con l'aiuto di qualche escort, giungere a contagiare anche quegli stessi "uomini deviati" dello Stato.
Bisogna finirla di "approfittare" della lotta alla illegalità, attraverso manifestazioni, strutture, associazioni che hanno come unico scopo quello di dare visibilità a qualche personaggio più o meno pubblico, questo volerlo mettere in mostra, che prende applausi e consensi, iscritti e firme, ma che poi rappresenta soltanto una lotta antimafia di facciata e che passati gli anniversari tragici da ricordare, viene dimenticata nell'oblio...
Una finta lotta fatta esclusivamente di belle parole, totalmente diversa da quanti oggi in prima linea continuano a lottare, senza volersi arrendere a quel ripugnante fetore meglio definito come "compromesso" e dove con quel modo d'essere e/o d'operare, vengono bistrattati e pian piano abbandonati, ridotti da questo marcio sistema all'assoluto silenzio, proprio da quanti nel contempo si ergono a baluardi della legalità!!!
diceva il Giudice G. Falcone: perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere...

domenica 18 maggio 2014

Ancora tu, non mi sorprende lo sai...

Periodo di elezioni... ed allora ecco che ritornano!!!
Come diceva la canzone di Lucio Battisti... Ancora tu... ma non dovevamo vederci più...
Ed invece eccoli qui, nuovamente a riproporsi, con quelle facce di c.... che si ritrovano, dimenticando tutte le circostanze che li avevano indotti a ritirarsi dalla scena pubblica, quasi sempre per motivi legati a vicende giudiziarie...
Ora come se nulla fosse accaduto ritornano e sperano di ricevere quegli antichi consensi, attraverso i quali hanno potuto esplicare le loro truffe...
Elencarne i reati non servirebbe, già... non basterebbero intere pagine, ma ciò su cui mi vorrei soffermare e in questa loro arroganza e convinzione che, in questo paese ed ancor più in questa nostra regione, i cittadini siano talmente incernierati con questo sistema che, pur di legittimarsi un qualsivoglia favore personale, si è disposti a dimenticare il passato...
Io, in questo mio breve messaggio, voglio avere il compito di ricordare ciò che è accaduto in questi anni, proprio per rimarcare quanto non fatto dai ns. esponenti politici, in particolare proprio da quanti avrebbero - vista la loro notevole posizione - dare un segnale di svolta e di benessere ad una Sicilia martoriata e sul lastrico...
Bisogna - così come richiesto oggi, da ognuno di loro - andare a votare, ma non sicuramente per dare loro la possibilità ancora una volta di ritornare, ma fare in modo che proprio attraverso il ns. voto, possano definitivamente scomparire!!!
Quando un Vs. amico viene per chiederti se puoi concedergli il consenso del voto, di subito di NO... di che sei già impegnato, di che non condividi il partito, l'esponente o che hai deciso di astenerti...
Ognuno di questi che oggi ti chiama o spende una parola a favore di questo o quel politico, lo fa soltanto per evidenti ragioni personali e non certamente per eventualmente aiutare te, vedrai che al tuo diniego, mostrerà il suo vero volto, dicendoti di non contare più su di lui o sui suoi amici... ecco, ciò è quanto intendono questi "lacchè", in rispetto e/o stima ... 
Oggi, credo sia importante andare a votare, un voto mirato per dare un messaggio di speranza ai nostri figli ...
Non si può più andare avanti in questo modo, ogni giorno ad assistere inermi ad inchieste, denunce, indagini, arresti, tangenti, truffe, evasione, mazzette, ecc.... 
Ormai c'è da parte di molti, la convinta convinzione che niente e nessuno potrà mai fermare questo stato di cose.... e quindi, se pur circondati da un numero esiguo di persone che, ogni giorno fa il proprio dovere - senza mediare con nessuno sul proprio operato e con la convinzione che non esiste coercizione alcuna che può far riconsiderare quanto finora svolto -  queste, se pur di numero limitato, sono di sicuro perbene e continuano quotidianamente a fare egregiamente il proprio dovere, senza mai barattarlo con la propria dignità o con quel voto miserevole di scambio oggi da molti richiesto... 
Salvate quindi, almeno la dignità dei vostri figli, per non dover pagare un giorno questi ultimi, il prezzo dell'incapacità dei loro padri!!!
Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. 
I restanti... sono capaci di tutto!!!

venerdì 16 maggio 2014

Catania: Chjiù scuru i' menzannotti nun po’ fare...

Come si dice a Catania: più buio della mezza notte non può venire... e cioè che, se la notte è buia e la mezzanotte rappresenta per eccellenza il buio pesto... che si può far di più??? 
Questo detto viene quasi sempre enunciato quando, insicuri dell’esito di un'azione..., si mette in conto quale risultato finale - proprio con la speranza di voler evitare, eventuali spiacevoli sorprese - che si possa purtroppo concretizzare sin da subito, una situazione sfavorevole e negativa...
Chissà se proprio il neo-regista catanese Sebastiano Riso, in questo suo esordio non abbia voluto riproporre nella storia appena presentata a Cannes, il motivo più intrinseco del concetto: più buio di mezzanotte!!!
La storia rappresenta il passaggio, del disagio interiore di un ragazzo di 14 anni, che pian piano si allontana dalla propria famiglia per legarsi ad una nuova esterna, realizzata quest'ultima, attraverso nuove amicizie e conoscenza di coetanei anch'essi omosessuali, in una Catania dei primi anni 80'.
Le divergenze a casa, in particolare con il padre che non sa accettare questo aspetto femmineo del figlio crea forti contrasti ed incomprensioni...
La stessa madre, succube del marito soccombe, reprimendo quell'amore immenso per il proprio figlio, restando immobile per non essere sottoposta ai dissidi familiari, in particolare la furia cieca del marito...
Un passaggio obbligato quello dell'adolescenza, che attraverso la scoperta dell'omosessualità, evidenzia i sintomi di un problema emotivo irrisolto, classica relazione costituita solitamente da un un padre distante, distaccato e critico e da un ragazzo costituzionalmente sensibile, introspettivo e dai modi raffinati, che viene esposto ai rischi di carenza, sulla propria identità sessuale.
Nel film, escono fuori così tutte quelle controversie intime, rappresentate da una arretratezza culturale, che in quel particolare periodo erano ovunque presenti...
Una terra questa che è ostile a ciò che è diverso, chiusura mentale per ciò che non si conosce, immobilismo che tende sempre verso la conservazione, un'odio sociale per ciò che non si conosce e che si preferisce evitare...
Decade il dialogo, le giornate si riempiono di silenzi, la stessa madre che - nella vita vera è diventata ipovedente - diventa una metafora dell'incapacità di vedere cosa accadeva al proprio figlio...
La storia è ispirata alla vita di Davide Cordova in arte Fuxia; era uno degli animatori del club romano Muccassassina, che nel film si ritaglia una parte nelle vesti di drag queen e che proprio del regista ne era coinquilino...
Sono altrettanto vere, le cure ormonali ai quali il padre ha sottoposto per anni il figlio, convinto che la sua fosse una malattia, come è vera la fuga da casa in cerca di rifugio nella comunità di emarginati che pernottava alla Villa Bellini... 
E' tutto buio intorno a lui, tutti gli avvenimenti vengono vissuti superficialmente e la tragedia nella quale si colloca diventa ininfluente ad occhi estranei, anzi ognuno di essi tenta di evitare qualsivoglia contatto e/o contagio, per evitare di restare coinvolti...
Un dramma, a cui il sistema non è preparato, in particolare come dicevo sopra, in meridione dove non è possibile accettare un figlio maschio come fosse una femmina!!!
Una città Catania, dove gli uomini "si' sentunu masculi..." ma che poi - e lo si vede dall'alta concentrazione di prostituzione, che ogni sera è presente nelle ns. strade - di nascosto preferiscono pagare per andare a puttane...
Un bisogno primario che serve loro principalmente per nascondere quella reale ed inadeguata capacità di soddisfare anche la propria compagnia... ( che poi difatti, trova certamente, colui che la soddisfa...) ed anche perché tra questi, convinti "amatori" c'è ne sono tanti che sono "ambigui" e cioè che osteggiano comportamenti tali da nascondere la loro reale collocazione, quella cioè, di preferire i rapporti omosessuali...
Oggi se pur la città, in particolare il centro storico di notte, sembra essere tornato ad una nuova vita, grazie in particolare alla famosa Movida, che mette in risalto la libertà sfrenata di tanti giovani, ecco che però di contrasto, molto bisogna ancora fare, visti i continui maltrattamenti e ancor più grave i suicidi, cui molti ragazzi omosessuali a causa di forti depressioni purtroppo giungono....
E' stato emozionante vedere a Cannes, accompagnare il film dal vero Davide, che oggi a 46 anni ed è tornato nella sua Sicilia e che ha tenuto a dire: Sono fiducioso che vedendo questo film altri genitori riescano a comprendere che a prescindere da ogni diversità un figlio va amato e coccolato. L'amore è quello che ci dà la forza di andare avanti...

giovedì 15 maggio 2014

Una Chiesa povera... di Spirito!!!

Voglio una Chiesa povera per i poveri... per questo mi chiamo Francesco, come Francesco d'Assisi, uomo di povertà, uomo di pace, uomo che ama e custodisce il Creato...
Con queste parole aveva scelto di esordire Papa Bergoglio alcuni mesi fa e chissà forse, sentendo queste parole, anche i suoi confratelli subalterni, si sono attivati ( se pur in ritardo ) a mettere in pratica questi nuovi consigli ( scelta di vita che già comunque era prevista con la vocazione intrapresa...).
Comunque, come diceva  Robert Anson Heinlein, "Non fare mai appello alla miglior natura di un uomo... può darsi che non l'abbia. 
È più conveniente fare appello al suo interesse!!!
Ecco sembra che di questa regola calzi perfettamente al Cardinale e arcivescovo cattolico italiano, Tarcisio Pietro Evasio Bertone, ex Segretario di Stato di Sua Santità, arcivescovo emerito di Genova e dal 2007 camerlengo di Santa Romana Chiesa.
E' veramente strano che proprio nel giorno della proclamazione a santo di due Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II,  Don Mazzi, ospite nella trasmissione di Rai1 presentata da Mara Venier, nel chiedere fondi per il suo progetto “ Don Milani 2 ”, si sia scagliato contro gli sfarzi e la ricchezza della Chiesa, proprio perché come detto sopra questa dovrebbe essere “ povera tra i poveri ”.
Una conformità evangelica a cui però sembra che il Card. Bertone, non voglia proprio adeguarsi...
Una dovizia di sontuosità eccessiva a proposito dell’appartamento in Vaticano, sembra da alcune voci, possa essere doppio se non triplo, della stessa residenza del Papa.
Il cardinale si è giustificato sulla notizia trapelata dicendo che l’appartamento se pur spazioso, è una caratteristica normale con le residenze negli antichi palazzi del Vaticano, anzi, ha aggiunto che è stato doverosamente ristrutturato (precisando a sue spese), ed è soltanto concesso ad uso temporaneo, poiché ritornerà di fatto al Vaticano...
Ma allora mi sono detto, io chiesto  Non ho mai sentito in vita mia nessuno, che abbia usato il proprio denaro per pagare spese di appartamenti altrui, certo ad esclusione del ns. ex ministro... e poi considerato che la ristrutturazione di un appartamento di prestigio incide mediamente €. 1.000,00/Mq e se a questi aggiungiamo, un discreto arredamento di classe, ecco che il prezzo sale di altri 1.000 Euro... e siamo a €. 2.000...
Ma mi chiedevo, ma questi 2.000.000 di Euro al Cardinale, come è riuscito in questi anni a metterli da parte??? Si, vorrei sapere... ma quanto guadagnava da segretario di Stato???
Ora, a seguito di queste indiscrezioni, se ne esce riportando una frase di Papa Giovanni XXIII: non mi fermo a raccogliere le pietre che sono state scagliate contro di me... 
Certo in un mondo in cui la corruzione è ovunque, in particolare nel ns. paese che è primo per corruzione ed illegalità è facile prendere ad esempio quella famosa frase " chi di voi è senza peccato, scagli la prima pietra...   
Cos'è, vuole forse ricordare ad ognuno di noi, che chiunque può essere un peccatore e che tutti, prima o poi possono peccare...
Sembra voglia mettere le mani avanti, come se dovessimo tenere presente che, nel corso della nostra vita, ci possa sfuggire il peso delle circostanze che possano indurre altri a cadere... e poi noi, come ci saremmo comportati nei loro panni?
Vede caro Cardinale, io quelle pietre a certi soggetti disonesti, come possano essere sia i ns. corrotti governanti, che, per quegli immorali uomini falsi di Chiesa,  le avrei certamente tirate!!!
Ma volendo prendere proprio ispirazione da Papa Francesco, penso che oggi bisogna avere misericordia verso tutti, in particolare verso quegli uomini che finora sono stati, miserabili e abbietti..., Ed è per questo che cerco di reagire contro certi impulsi che in alcuni momenti mi conducono a condannare senza pietà...
E' vero, bisogna saper perdonare e dimenticare, non mantenere nel cuore residui di giudizi, di risentimenti, dove possono covare l’ira e l’odio che ci allontanano dai nostri simili e veder ognuno come se fosse nuovo...
Avendo nel cuore ( al posto del giudizio e della condanna) l’amore e la misericordia verso ciascuno, lo aiuteremo ad iniziare una vita nuova e chissà forse trasmetteremo anche il coraggio per ricominciare ed è quello che oggi io ( caro Cardinale... ) faccio con Lei....

mercoledì 14 maggio 2014

Radio Kiss Kiss ed il suo " Pelabolario "...

E' consuetudine di ogni mattina, nel recarmi a lavoro, di ascoltare la radio...
Di solito ascolto le ultime news, passando tra i vari canali dei tg ed è raro che mi soffermi su trasmissioni che nulla centrino con  le notizie giornalistiche...
Questa mattina nel cambiare stazione, utilizzando il pulsante "scan" mi sono imbattuto in una trasmissione di Radio KissKiss nella quale un "presunto" - Prof. Pippo Pelo - interrogava in diretta alcuni radio ascoltatori...
La trasmissione si basava nell'indovinare la coniugazione di alcuni parole - azione questa che si svolgeva nel tempo...
Proprio in quel momento ha iniziato una bimba di Messina, Valeria, di 11 anni, la quale alla 1° domanda e cioè quella di coniugare una parola con il verbo avere al passato prossimo rispondeva in maniera perfetta...
La cosa assurda è avvenuta con la seconda domanda e cioè nel momento in cui alla bimba è stato richiesto di coniugare la parola whatsappare con il trapassato prossimo...
La ragazzina, che dimostrava già dalla voce una maturità più grande della sua stessa età, mostrava una naturale sicurezza, datale certamente da quella preparazione individuale che forse in studio mancava...
Difatti, rispondeva perfettamente alla domanda!!!
A quel punto invece di complimentarsi, sono partiti degli sciocchi ed inutili manifestazioni esuberanti a modo di scherno, che se pur tra il comico ed il grottesco, vista l'età della bimba, erano scortesi e certamente potevano esserle risparmiate...
Anche perché la circostanza peggiore per la bimba, non è stata quella di aver anche potuto rispondere in maniera inesatta, episodio quest'ultimo che poteva anche starci, ma quello di sapere in coscienza, di aver risposto bene e che per l'ignoranza altrui..., non essere stata premiata... ( mi auguro che almeno in questo la Radio possa rimediare...).
E' la rappresentanza esatta della vita di questo paese, un momento nel quale, l'ignoranza ha preso il sopravvento... e la meritocrazia è stata declassata dalla raccomandazione... 
Sono sempre meno gli studenti che, sin dai loro primi anni di studio, cercano di distinguersi dai propri compagni immaturi e da quella massa incompetente, tentando tra mille difficoltà ( ed una scuola sempre meno preparata... ) di applicarsi per poter colmare le proprie lacune...
Quindi, proprio come la vita, invece di riconoscere i meriti ad una bimba che mostrava quella adeguata preparazione, in rapporto alla sua età, viene eliminata dal gioco, perché???
Perché il cosiddetto Prof. - che la stava interrogando - di grammatica, non ne sapeva niente... e la cosa assurda che la trasmissione è andata avanti per un'altro quarto d'ora ( almeno fino a quando non sono sceso dall'auto... ) con altri interlocutori, continuando a confondere il trapassato prossimo con il trapassato remoto... 
La follia inoltre era data, dall'insistenza con cui si veniva beffeggiati dal presentatore e dal suo staff tecnico - che nel frattempo - ad ogni errore, mandavano in onda a modo di beffa, alcune parodie famose - Sgarbi e la Sua capra - non sapendo che anch'essi nel contempo approvando l'irrisione, mettevano proprio in mostra, quelle proprie e profonde carenze deficitarie...
Vorrei concludere restituendo ai legittimi proprietari il sonoro di una frase che tanto avete nel corso della Vs. trasmissione rappresentato e nel concludere questo mio post, Vi faccio omaggio di una frase di Oscar Wilde: Tutti coloro che sono incapaci di imparare si sono messi ad insegnare!!! 

martedì 13 maggio 2014

Questo è quanto non dicono...

A differenza di quanto vogliono farci credere, quanto sotto riportato rappresenta il punto esatto della nostra economia ad oggi, un report nel quale si evidenziano tutte le problematiche di questo paese e di come i cosiddetti poteri forti, tentano di nasconderci...
Siamo giorno per giorno manovrati, belle parole gridate ai quattro venti sia dal ns. Presidente del Consiglio e sia da quanti operano per salvaguardare questo marcio sistema, permettendo così loro, di rimanere saldi su quelle posizioni acquisite...
Anche i media in questo fanno la loro parte, giornali e televisioni in primiss, attraverso le decisioni dei loro padroni, che appoggiano a seconda delle circostanze, le scelte politiche più convenienti, quasi fossimo in uno stato di regime, dove la propaganda serve ad influenzare e condizionare il pensiero degli individui...
Si tenta in ogni modo di sopravvivere, nessuna vera riforma viene fatta, si perde tempo a discutere di legge elettorali, si discute su quali riforme effettuare per affrontare la disoccupazione, su come combattere in maniera definitiva l'illegalità e su come abbassare le tasse e via discorrendo... si, si discute...
Ma come possiamo vedere alla fine, non si mette mai in moto quel meccanismo necessario delle riforme, di quelle realmente necessarie e cioè contro l'evasione, contro la chiusura e la svendita delle ns. attività, di come applicare una nuova legge patrimoniale, legge che ovviamente non viene mai realizzata e su quei proclami per l'aumento della tassazione sulle rendite finanziarie che ad oggi non vengono compiute...
Cosa dire inoltre di quegli esagerati sprechi della cosa pubblica, di una sanità, pubblica e privata che non permette al semplice cittadino di usufruire in tempi celeri di quanto necessario, dove, abbiamo potuto assistere come questa lucrosa macchina serva soltanto per creare tangenti o per influenzare il consenso di quei poveri malati e/o dei loro famigliari, a quel politico molto vicino alla struttura ospedaliera...
Quanto evidenziato rappresenta perfettamente la situazione disastrosa di questo el ns. paese e la circostanza peggiore e che sono purtroppo ancora in molti, coloro che fanno di tutto ( o preferiscono per altri interessi...) a non voler vedere!!!
Sperano ( piegandosi evidentemente a 90° ) che questo sistema permetterà loro di raccogliere quella piccola briciola lasciata... per potersi oggi contentare e prendere quanto dato a scapito di una vera possibilità di cambiamento a questo guasto sistema...     
Guardando i punti sotto elencati possiamo scoprire come tutte le iniziative servano soltanto a creare non certo prospettive, ma sopravvivenza e illusione... 
Ad iniziare dagli ammortizzatori sociali: 80 miliardi erogati dall’INPS dal momento della crisi tra cassa integrazione e indennità di disoccupazione e le persone alla fine oggi sono rimaste tutte disoccupate... si continuano a produrre proroghe straordinarie e deroghe... 
I consumi della benzina sono calati di circa l'8% a causa sia dei rincari che dalla minore possibilità di utilizzo dei mezzi stessi... ciò a provocato un gettito fiscale in accise e imposte inferiore di circa il 3%..
Le imprese con mezzo secolo di attività chiudono... imprese storiche e famose che ormai non esistono più e sono circa 10.000... in 5 anni sono sparite circa 135 mila imprese...
I crediti alle imprese hanno subito solo contrazioni, mentre i prestiti bancari fino a 12 mesi, cioè quelli più adatti a finanziare il capitale circolante delle imprese sono a -5,0%. : soltanto nel 2012 sono andati in fumo 60 miliardi di prestiti...
Stiamo scendendo nella classifica mondiale per competitività... siamo circa al 50° posto superati in questi anni anche da Lituania e Barbados... 
I consumi: hanno raggiunto record negativi con percentuali che si aggirano intorno al 10%..., ciò equivale ad una caduta della spesa delle famiglie con consumi tornati indietro ai livelli del dopoguerra... in particolare per alimentari, abbigliamento e arredamento..., le vendite al dettaglio sono in calo nel I° trimestre 2014 di circa -0,3%...
Il debito aggregato di Stato, famiglie, imprese e banche superiore al 400% del Pil, circa 7.500 miliardi, con un debito pubblico aumentato a febbraio 2014 di 17,5 miliardi, raggiungendo il nuovo massimo storico a 2.107 miliardi; le previsioni dicono che il debito pubblico salirà ancora...
I depositi in banca sono scesi e sia le famiglie che le imprese hanno intaccato quel piccolo tesoretto creato in tanti anni di sacrificio...
La disoccupazione, è del 13% con 3,3 milioni di persone a spasso e  dove per i giovani la percentuale sale al 42,4%; questi ormai non studiano più, non lavorano, non imparano un mestiere e sono totalmente inattivi..., inoltre, 7 lavoratori su 10, temono di perdere il lavoro nei prossimi 5 anni... 
Le entrate tributarie ovviamente sono in calo, circa 300 miliardi di euro e l'evasione ha portato nel solo 2013 più di 5 mila evasori con 17,5 miliardi nascosti: le stime elaborate dall'Istat dicono che l'imponibile sottratto al fisco si aggira ogni anno attorno ai 300 miliardi di Euro...
Dell'export: manco a parlarne, si registra una diminuzione sia in uscita (-0,5%) che in entrata (-2,6%), anche se alla fine il saldo per fortuna è positivo con un incremento pari a +4,1 miliardi...
Il fabbisogno del settore statale purtroppo, invece di diminuire aumenta!!!
Nel 2013 si è attestato a 80 miliardi, rispetto ai 50 del 2012 e con una spesa pubblica che in 15 anni e' salita +69% circa 730 miliardi: rispetto a una ricchezza di 1.565 miliardi di euro, lo stato spende il 48% del Pil e con gli interessi sul debito pubblico lo spreco supera il 52%;
I fallimenti sono all'ordine del giorno... si registrano negli ultimi cinque anni, mediamente circa 5.000 nuove procedure fallimentari...
Il settore immobiliare nel primo trimestre di quest'anno ha registrato una piccola inflessione, ma siamo ben lontani dalle compravendite di una decina di anni fa...
La povertà ha colpito il 10% delle famiglie e l'8% degli individui, i poveri sono raddoppiati dal 2005 e triplicati nelle regioni del nord Italia passati dal 2,5% al 6,4%...
Dei Precari cosa dire sono il 55% dei giovani....
Il reddito delle famiglie è tornato ai livelli di 25 anni fa....
La ricchezza ha subito una perdita di oltre 150 miliardi di euro, anche se il nostro paese resta comunque tra i paesi più' ricchi in Europa per via del patrimonio immobiliare dei cittadini, ma certamente tra quelli a minor reddito e con il più' alto tasso di povertà!!!
Le tasse previste sono 262 scadenze per i cittadini italiani dall'Irpef, all'Iva, all'Irap, etc..., stanno provocando un effetto negativo, non certo compatibile con la crescita...
Cosa dire... di questo nostro "Bel Paese"....
Pensavate forse di stare a Beverly Hills...; no purtroppo la realtà è ben diversa... qui siamo in Italia!!!
Un paese il nostro, che ha mancato l'appuntamento con le scelte da prendere e che oggi si trova costretto a dover inseguire gli altri...
Un paese quasi al limite se non decide al più presto d'invertire la rotta, iniziando proprio a rottamare quegli uomini che l'hanno portato al collasso!!!
Ogni giorno che passa è un giorno perso e ci allontana dalla remota possibilità di poterci ancora salvare, perché, se da un lato ognuno di noi è ostaggio di se stesso, dall'altro, lo si è proprio... per le nostre mancanze!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo