Translate

lunedì 30 settembre 2013

Risposta all'aumento dell'Iva...

Non tutti vedono di buon occhio l'aumento dell'Iva dal 21 al 22 %, in particolare la grossa distribuzione che risponde a questi aumenti, schierandosi a favore dei cittadini, e rifiutando così l'aumento dell'imposta...
Certo qualcuno potrebbe pensare che l'1% non è poi un grande risparmio, ma l'averci pensato, gratifica certamente queste società che prima tra tutte, hanno pensato di voler venir incontro ai cittadini...
Esselunga, Coop, Ikea, sono queste le grosse catene di distribuzione, che hanno deciso di voler adottare una politica che, venisse incontro a questa crisi  che ha completamento distrutto il mercato e che non prospetta in tempi breve, nulla di buono...
E' comunque una bella iniziativa, di sostegno soprattutto per le classi meno ambienti, considerato che alla fine questo aumento dell'Iva inciderà sulle loro tasche per circa €. 250,00...
Questo aumento insieme a tutti quelli che a breve inizieranno ad essere applicati, dimostra, per l'ennesima volta, di come i nostri governanti, non sanno quali misure adottare per uscire da questa crisi ed annaspano, provando a più riprese, quali misure adottare, per pagare i debiti che quotidianamente vanno creando... 
Ormai è palese, che le tasse arriveranno tutte...
Io l'avevo già preannunciato molti mesi fa, ma in molti hanno preferito credere alla bella fiaba raccontata da qualche ns. politico...
Già, quella quale un cavaliere, accompagnato da uno dei nani, si fece convincere dalla cattiva matrigna, che insieme avrebbero potuto sconfiggere i propri avversari...
Ed allora ecco che allora i nostri valorosi tre prodi, si avviarono, accompagnati dal loro fido asino, per tentare di riunire intorno a se, il proprio popolo, quello delle libertà ormai perdute..., per poter riprendere a vivere (essi) felici e rendendo sempre di più ( gli altri...) totalmente scontenti!!!

domenica 29 settembre 2013

E' CRISI!!!

E' crisi di Governo...??? Ma perché cosa ci si aspettavate dall'unione “forzata” di due poli che da sempre si scontrano ( e aggiungerei si odiano... ), sin dai famosi film di Peppone e Don Camillo…
Ora il Pdl, soltanto per esigenze molto “personali ed economiche” del proprio padrone, ha cercato di non perdere quel residuo potere ancora  nelle "sue" mani, tentando soprattutto di non consegnarlo, a quei milioni di cittadini, che avevano espresso il loro consenso al M5Stelle…
In questo, ha trovato l’appoggio del Capo dello stato, che ha preferito, realizzare una “ scelta democristiana”, imponendo un accordo ed un premier che nessuno voleva!!!
Nulla da dire su Enrico Letta, che per competenza e serietà, supera certamente quanti in questi anni l’hanno preceduto, ma che oggi si ritrova a dover risalire quegli scalini del Quirinale, per concordare nuovamente quale interventi debbano essere adottati…
Si potrebbe definire “ golpe “ quanto i ministri dello schieramento del Pdl, stanno tentando di volerci imporre...
Il Presidente, dichiara di non essere preoccupato per l’attuale situazione, peccato che invece noi tutti lo siamo e se teniamo conto, che se ci troviamo in questa situazione un po, lo si deve per qualche (come riporta Epifani) "irresponsabilità istituzionale", dovremmo però giudicare con coerenza a chi... in particolare, dover indirizzare le colpe di questa scelta irresponsabile ed annunciata condizione!!!
Forse chissà, potrebbe essere il momento del rinnovatore Renzi, con una nuova maggioranza senza più il Pdl, per realizzare quelle riforme fondamentali tra cui in particolare, la riforma della legge elettorale...
Eliminare una volte e per tutte quella porcellonata o porcata, che si voluto creare per favorire soltanto la selezione dei “ raccomandati “ nei vari partiti…
Per fortuna che almeno qualcuno esce da quegli schemi preordinati...
Cicchitto e Sacconi, infatti, manifestano il proprio dissenso criticando la decisione presa, senza alcuna consultazione tra i gruppi parlamentari e sulla stessa linea è anche il sottosegretario all'economia Alberto Giorgetti che ha ritirato le proprie dimissioni da parlamentare, chissà se questi riusciranno a tenere testa al proprio leader e chissà se forse non è giunto il momento, di creare quella definitiva scissione dal partito Pdl, che ormai viaggia sotto il nome di Forza Italia….
Tutti gli altri, ovviamente seguono a ruota il proprio leader e difendono ( altre scelte tanto… non c’è ne sono ), le decisioni del Cavaliere!!!
Una circostanza annunciata, che ora tentano di giustificare con l’aumento dell’Iva o con il pagamento dell’IMU!!!
Una Italia in crisi totale, guardata dagli altri paesi, come qualcosa da cui stare lontana, sulla quale non investire, con una legge di stabilità che deve ancora essere varate, senza dimenticare che dobbiamo ancora rientrare ( Ue ) da quel famoso 3%...
Comunque conoscendo un po’ la ns. politica, vedrete che tenteranno di votare nuovamente la fiducia, perdendo purtroppo ulteriore e prezioso tempo per sperare nel contempo, di trovare ( attraverso il solito gioco con la promessa di poltrone) quei numeri necessari, necessari a sostenere questa disastrosa maggioranza, perché continui "oziosamente" ad operare!!!

venerdì 27 settembre 2013

La "lieve" lotta dello Stato contro la criminalità organizzata...

Già, un eufemismo, il termine "lotta alla criminalità", che ormai quotidianamente andiamo sentendo...
Si tratta soltanto di parole che gettate al vento, trovano conforto e motivo di esistere in particolare occasioni, quali durante l'avvicinarsi a competizioni elettorali o nel voler annunciare meriti e riconoscenze ad alcuni soggetti, che in tal modo, beneficeranno di quelle attenzioni e gratifiche, da parte dei mass-media, affermazioni che hanno con l'unico scopo quello di affermare e rendere popolare, il "beneamato" di turno...    
Della sicurezza dei cittadini non interessa a nessuno!!! 
Ogni giorno infatti assistiamo a notizie su rapine, furti, anziani derubati, donne violentate, scippi, spaccio di droga, prostituzione, sequestri di persona, estorsioni, evasioni fiscali, danneggiamenti, mercato nero, ecc..., circostanze continuamente ripetute che in questi anni... non sono diminuite, anzi, vanno sempre più aumentando... 
Ma allora mi chiedo dov'è lo Stato...??? Già questo Stato che dovrebbe garantire e garantirci... dov'è???
Sentiamo sempre dire che non bisogna generalizzare, che si tratta di un falso problema, in quanto lo Stato è presente e, attraverso i suoi uomini, combatte ogni forma di criminalità e che quanto viene erroneamente detto è frutto di giudizi affrettati e molto personali...   
Peccato però che le statistiche dicano il contrario!!! 
Il ragionamento è basato su prove concrete se si considera che il nostro paese, dal dopoguerra ad oggi, ha avuto una crescita vertiginosa, in ricchezza e produzione di beni di uso comune...
Ognuno di noi, soltanto camminando per strada, non deve preoccuparsi del portafoglio che porta e del denaro in esso contenuto, perché questo rappresenta la minima parte trasportata, pensate infatti ai cellulari ( Iphone - Smartphone €. 700/1000 ), ai tablet dentro le borse ( 500-2000 €.), agli orologi firmati non di grande valore  ( €. 1.000-5.000 ) a quegli oggetti d'oro ( a rischio scippi - tra le €. 150-1.000 ) ed ancora borse firmate ( Louis Vitton - Gucci, ecc... tra €, 2.000 -5.000 ), ecco a guardarci, soltanto per strada siamo delle gioiellerie ambulanti, una vera manna per tutti i ladri in circolazione!!!
Certo dopo il periodo stragista e le lotte intraprese dallo " Stato " per dimostrare e imporre la propria forza e quanto richiesto a gran voce dai cittadini, ecco che quella lotta è andata pian piano scemando, ed anche la criminalità ( vista la negativa esperienza precedente), si è trasformata cambiando metodi organizzativi e puntando direttamente sul grande business, tralasciando così quelle microcriminalità che comportavano aggressioni, omicidi, estorsioni che determinavano un decadimento per la stessa economia, manifestava con la chiusura delle attività lavorative, del personale licenziato, del trasferimento dei cittadini verso il nord del paese, realizzando così quell'aumento di povertà, di cui nessuno si giovava, in particolare proprio la criminalità...
Ciò che manca da parte dello "Stato" è l'impegno deciso di combatterla questa criminalità e di reprimerla ancor prima che essa si manifesti...
Come si dice: prevenire e meglio che curare...
Combattere la criminalità significa quindi adoperarsi a livello personale, familiare e sociale.
Iniziare, contattando le famiglie povere e disagiate attraverso i servizi sociali, andare nelle scuole per far conoscere ai ragazzini i rischi ed i pericoli nel voler seguire certe particolari strade...  
Combattere la disoccupazione e la mancanza di prospettive, con interventi mirati e seri, tali da creare quelle giuste aspettative, che attraverso il lavoro si possono compiere.    
Bisogna coinvolgere tutte quelle figure fondamentali alla crescita individuale, dagli insegnanti, agli assistenti sociali, alle forze dell'ordine, e soprattutto bisogna contrastare con pene certe e definitive, gli autori dei reati e/o dei crimini..
La Giustizia deve fare il suo corso e lo deve fare in maniera spedita, celere, senza ritardi e/o escamotage che "avvocati di grido" utilizzano per ritardarne i giudizi o le pene...
Bisogna e non soltanto a parole, ripristinare quel concetto fondamentale chiamato "legalità" di cui in molti ormai si lavano la bocca... ma che poi, nei fatti, grazie a complicità e favoreggiamenti, usano per proprie finalità , diventando essi stessi parte di quel sistema, che sfugge ad ogni adempimento!!!
Proprio quest'ultimo punto, rappresenta il più infame!!!
Ho infatti l'impressione che esistono dei " soggetti ", che, attraverso cariche istituzionali prestigiose, per nome e conto di Associazioni, Assessorati, Comuni, ecc..., dissimulano dietro quelle loro innocenti facciate, quanto di più disonorevole un'uomo possa rappresentare nel compiere e nello svolgere il proprio mandato...
Ed è grazie proprio a quelle "esclusive" collocazioni, che ancora oggi possono permettersi di attuare "ambigue strategie", per far si che questo sistema, seguiti a restare inalterato, prolungando così il loro mandato e facendo in modo che questa attuale e consapevole situazione, possa perdurare nel tempo.

giovedì 26 settembre 2013

Bellissimo...!!! Finalmente si dimettono tutti...

Ma ci pensate...
Che meraviglia..., finalmente si dimettono tutti..., queste parole forse diventano concreta realtà!!!!
I parlamentari del Pdl sono pronti a lasciare ed aggiungono che questa volta, non torneranno indietro... se ciò accade, io prometto di ritornare nuovamente a credere...
Guarda che forse con la prospettiva della decadenza, un bel po' di questi, finalmente si tolgono dai piedi e se fossero seguiti a ruota da tutti gli altri sarebbe il massimo!!!
Speriamo che il 4 Ottobre non sia soltanto ricordato per la data in cui l'ex Presidente russo Boris Yeltsin, ordinò ai carri armati dell'esercito di circondare il Parlamento Russo o perché fu il giorno del lancio dello Sputnik 1, primo satellite artificiale ad orbitare intorno alla Terra, ma diventi il giorno in cui la Giunta del Senato, possa finalmente votare la decadenza di un soggetto, per le circostanze ben note, che qui certamente non elenco!!!
Si vuole costringere il Presidente della Repubblica Napolitano a sciogliere le Camere... come se, senza la parte attuale del Pdl non si possa governare lo stesso..., basta dare l'incarico ad un nuovo Presidente del Consiglio, che forse potrebbe iniziarsi quella tanto attesa pulizia...
Io comunque... alle loro dimissioni non credo, non abbandoneranno mai la poltrona conquistata... potrebbe essere forse l'ultima e statene certi, che soltanto una ventina di questi... decideranno di eseguire gli ordini, quelli cioè che sono già sicuri che con questa legge elettorale, appartenenti al gruppo  lacchè del Cav. potranno in futuro continuare a sedersi..., mentre gli altri, ci penseranno tre volte prima di decidere!!!
Hanno votato con un applauso..., già avrei voluto assistere a qualcuno che, fuori da quelle regole del "pecorato" non avesse battuto le mani... sicuramente qualche addetto ( chissà forse guardando dall'alto attraverso una telecamera nascosta... ) avrebbe poi avvisato il Cav. di quel mancato sostegno per acclamazione.
Sono tutti li in prima fila ed a favore delle dimissioni..., bravi, veramente bravi, sembrano quei bimbi delle scuole giapponesi, messi tutti in fila ed ordinati, dietro il proprio maestro...
Il bello che a questi si aggregheranno anche i cosiddetti  " esodati " della Lega Nord, con Bossi in prima fila, a "scodinzolar la coda" nelle vesti dell'amico fidato e fedele...
Come dice Sasà Salvaggio nei suoi show... incredibile...!!!
Già, se la nostra giustizia, facesse il proprio corso in maniera spedita e definitiva, forse oggi, non staremmo ancora qui a sentire l'ennesima "stronzata" di turno...

sabato 21 settembre 2013

Lotta al lavoro nero...

Meglio tardi che mai, il Governo inizia ad attuare nei confronti di quei datori di lavoro che utilizzano personale in nero, applicando quanto era già previsto nella direttiva 2009/CE/52...
Il Testo Unico al comma 12 bis all’art 22 prevede già aumenti di pena a seconda del numero impiegato, se extracomunitari e quindi sprovvisti di  permesso di soggiorno e via discorrendo... 
Certamente con la crisi in corso ed una disoccupazione galoppante, la possibilità di trovare soggetti disposti ad accettare condizioni difformi da quanto previsto nei C.C.N.L. è purtroppo quanto accade spesso...
E' cosa dire di altrettanti datori di lavoro, che non adempiono a quanto previsto dalla normativa (D.Lgvo. 81/08 e s.m.i.) in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, ed anche, nel rispetto delle qualifiche, sugli orari di lavoro o nel concedere correttamente gli straordinari effettuati e/o le indennità previste...
Ed ancora, l'applicazione di metodi e ordini, nei processi lavorativi, eseguiti con atteggiamenti particolarmente irriverenti, irrispettosi, che hanno la tendenza di provocare e di sottomettere il lavoratore... 
Si parla tanto di cambiamenti delle regole, di contrasto alla illegalità, d'ispezioni severe e di frequenti accertamenti con sanzioni precise, da parte degli organi di controllo...
Le garanzie che i lavoratori chiedono non esistono, sono fatte principalmente perché i datori di lavoro, possono infrangerle, dopotutto se osserviamo le pene ci accorgiamo che sono irrisorie ed è per questo che in tanti, preferiscono rischiare, per poi, nel caso in cui dovessero essere scoperti, pagare la sanzione amministrativa e tutto torna come prima...
Inoltre, non bisogna pensare che questi atteggiamenti abietti, sono svolti soltanto da quei soggetti, che purtroppo hanno dei limiti culturali, perché sono in tanti invece, che mascherati da un "doppio petto" o da un qualche "incarico" prestigioso, utilizzano questa copertura, per effettuare con analoghe modalità, quei principi di raggiro a scapito principalmente dei propri lavoratori...
Ecco che alla prima occasione, bisognerebbe colpirle duramente, queste "cosiddette" imprese, addebitando loro, oltre che sanzioni amministrative anche quelle penali, non soltanto per i titolari delle imprese, ma anche per quanti tra committenti, D.L., ecc..., avrebbero dovuto vigilare durante lo svolgimento dei lavori...
Diceva Giolitti: il Governo ha due doveri, quello di mantenere l'ordine pubblico a qualunque costo ed in qualunque occasione, e quello di garantire nel modo più assoluto ai propri cittadini la libertà del lavoro...

venerdì 20 settembre 2013

Italiani... ribellatevi!!!

RIBELLATEVI!!! Ecco con quale proclama il ns. ex Presidente del Consiglio, si presenta a noi Italiani...
Ma infatti è proprio quello che stiamo facendo... e cioè, ci stiamo ribellando alla sua presenza!!!
E' l'inizio di quanto già accaduto ad un suo caro amico, Bettino Craxi, solo che Lui a quel tempo l'ha capito ed ha preferito scappare in Tunisia, prima di dover scontare i suoi ultimi giorni dietro qualche sbarra, Lei invece è come tutti quei dittatori, che fino alla fine tentano di salvare il proprio potere, senza voler capire che ormai il tempo dei proclami è scemato...
Se spera, attraverso questi proclami fatti dalle sue televisioni private, di voler intimidire qualcuno, ecco, penso che Lei sta percorrendo l'ennesima strada errata, ormai sono in pochi quelli che vorranno ancora seguirla!!!
L'eversione con i quali ha voluto inviare i suoi messaggi, sono degni propriamente del suo costruito personaggio, che ormai, trovano appoggi soltanto in quanti l'hanno finora ( dietro le quinte e per motivi strettamente finanziari...) appoggiato...
Se in Italia le leggi fossero chiare e non si godrebbero di tutte quelle opportunità usate dagli avvocati, a cominciare dai, ricorsi in appello, dal rivolgersi alla Corte Europea, dalla somma più o meno di prescrizioni, da quel legittimo impedimento creato ad hoc, da tutte quelle giustificate motivazioni e/o assenze, che grazie a certificati medici, producono quei ritardi necessari, ampliati anche, dal numero esiguo di personale nei Tribunali sommati al numero consitente di procedimenti a cui i giudici debbono dedicarsi...
Ed è per questi sopracitati motivi, che i ns. processi hanno tempi lunghissimi, mentre si potrebbero completare diversamente in tempi celeri, in modo che, le eventuali condanne verrebbero subito disposte... 
Da noi invece tutto è fatto perché si abbiano con tempi lunghissimi, decenni e soprattutto grazie ad Avv. di primissimo ordine, anche tutta una vita!!! 
Decadenza... una parola che il Cav. non vuole neppure sentire..., ma vederlo l'altra sera, mi ha dato un profondo senso di decadenza... e debbo aggiungere, che in cuor mio, mi sono pure preoccupato per quella condizione..., si certamente come sempre combattiva, ma ormai palesemente invecchiata, riproponendosi con le solite frasi fatte ( che ormai sentiamo da un ventennio), contro la magistratura, quel continuare a scagliarsi contro la mala-politica, di cui proprio lui ne è stato il primo artefice...
Ieri sera, mia moglie mi rimproverava che negli anni passati, io fossi stato un suo grande estimatore... è vero..., già la verità non può nascondersi, ma si ricorda quali preghiere c'insegnavano da piccoli: mi pento e mi dolgo con tutto il mio cuore.. ecc...ecc...
Ecco vede, sono quelli come me che l'hanno abbandonata...
Gente che senza mai essere stati iscritta al suo partito, per anni l'hanno votata... e non le hanno mai chiesto nulla, ne a lei e neanche ai suoi cari... ominicchi di partito!!!
Questa era la gente, che sperava in un cambiamento, in qualcosa che modificasse quello stato di cose, quel marciume e quei partiti con cui si era stati costretti a convivere e proprio la sua scesa in campo, aveva dato un'aria di rinnovamento e di speranza, a quei tanti che come me, le avevano creduto...  
Lei invece oggi, ai miei occhi è la rappresentazione pura di un fallimento, quell'odiato meccanismo clientelare che grazie al potere ricevuto le ha permesso di modificare a suo servizio quelle leggi, che per ragioni personali o societarie, hanno fatto beneficiare soltanto la sua persona e le proprie aziende... e debbo anche aggiungere quanti, le sono venuti dietro...
Non c'è più nulla da perdonarle, Io, Noi, vede..., fuggiamo quotidianamente da questa consuetudine, da questo sistema malato..., ed è per questi motivi che Lei, non può essere più quella persona degna, che mi può rappresentare!!!

giovedì 19 settembre 2013

Non possono non sapere...

Se si volesse raccontare il "fango" con cui si è obbligati a convivere..., credo che non basterebbero abbastanza pagine per descrivere, quanto in questi anni, se pur " indirettamente " ci viene imposto.
Assistiamo quotidianamente a situazioni, che vengono realizzate esclusivamente per compiere azioni disoneste: truffe, raggiri, frodi, evasioni, connivenze, brogli, contraffazioni, ecc..., infatti queste, ormai si svolgono come fossero una consuetudine...
In particolare proprio questa nostra terra, viene continuamente "violentata" da faccendieri che considerano quale unico valore di vita, lo scambio, quello del denaro.
Ecco perché, a differenza di quanto alcuni "soggetti" vogliono farci credere..., la nostra non è una Regione povera, ma anzi inaspettatamente è una di quelle, in cui si genera una grande ricchezza ( ovviamente ad usufruirne sono soltanto in pochi... ), ma essendo questa, realizzata in maniera celata, non appare mai nei testi ufficiali dei dati regionali per i redditi, pubblicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, calcolati in base alle dichiarazioni IRPEF, quelli appunto... che non vengono mai redatti!!!
A dimostrazione che la nostra Sicilia, presenta il minor incremento annuale, soltanto l'1,0%, dimostra che e veramente difficile scoprire l'evasioni anche per le stesse forze dell'ordine, in quanto il sistema è talmente ben collaudato e oleato, che diventa difficile scoprirlo!!!
Ad iniziare dagli appalti pubblici, un sistema talmente sperimentato, che bypassando quelle regole di obblighi e normative di carattere "cartaceo", trovano si conferme soltanto nella carta e mai nella realtà, con l'unico obbiettivo di frodare la legge. 
Si tenta così di trovare tutte quelle possibili variabili a cominciare dalle modifiche sulla Stima Tecnica ( computo metrico ), sulla modifica delle voci che descrivono le lavorazioni ed infine, sulle forniture oggetto dell'appalto, dove si entra nel merito del contenuto per orientarne l'oggetto dell'appalto per favorire qualcuno a discapito di altri...
E cosa dire di alcuni, Progettisti, Direzioni lavori, Stazioni Appaltanti, R.U.P., Uffici tecnici e quant'altro, interlocutori che spesso adottano propri parametri di giudizio, molto personali, che non trovano conferme nella giurisprudenza vigente ( ampia e ben strutturata ) e che producono giudizi contrastanti tra un Ente ed un altro..., con l'unico obbiettivo da parte di questi responsabili, di volersi porre, sempre ed in ogni circostanza, sopra gli altri, attraverso giudizi e pareri quasi sempre insindacabili...
Arroganza mista ad incompetenza, che produce tensione nei rapporti e che serve esclusivamente a creare difficoltà all'impresa aggiudicataria dell'appalto, per far si che la società amica di turno, soprattutto se seconda aggiudicataria, possa nuovamente rientrare nell'appalto...
Altro che semplici complicità, qua si tratta di collusioni vere e proprie, dove le bustarelle la fanno da padrone...
Ed i controlli dove sono??? Ma scusate, perché Voi li avete mai visti questi controlli...??? Si accadono, ma soltanto una volta su mille e quasi sempre a scapito del più piccolo tra gli imprenditori... qualcuno che certamente con le proprie offerte dava fastidio, che non appartiene a quelle lobby di potere, che detengono gli agganci politici, amministrativi, sindacali, e che rappresentano, simultaneamente a "certe" connivenze, garanzia che questo sistema non fallisca... e che il potere resti sempre nelle loro mani!!!
A questo punto cosa debbo pensare...??? Che forse sono impreparati o non a conoscenza delle leggi??? Oppure che volontariamente l'interpretazione delle normative, sono indirizzate ad uso e consumo dell'amico di turno???
NON POSSONO NON SAPERE... che prima o poi, attraverso questo modo di svolgere il loro operato, potranno essere sottoposti alle decisioni di Giudici che, interpretando il loro esercizio, potrebbero decidere di condannarli con precise azioni individuali di responsabilità...
Dopotutto, i rischi di  denunce sono sempre dietro l'angolo, ed anche coloro che oggi sembrano apparire ( ai Vs. occhi... ) come soggetti deboli, possono, inevitabilmente rovinarvi le carriere, esponendo a chi di dovere, gli abusi effettuati e colpendo con azioni legali e mirate, quelle responsabilità che non sono da ricondursi all'Amministrazione, ma esclusivamente personali, in quanto, risultanti da scelte autonome, soggettive e interpretative, di cui l'Amministrazione ignara, anche se colpita ( come sempre fa ) si tirerà fuori..., lasciandovi in queste circostanze da soli ed in completo abbandono...
Cosa dire: decidete come meglio credete, ma prima di agire valutate "se il gioco vale realmente la candela"... 



martedì 17 settembre 2013

Catania ai catanesi...


Sabato scorso, mentre cercavo di diventare più attraente, grazie e soprattutto al mio amico barbiere Nuccio, leggevo il giornale La Sicilia ed una lettera mi ha particolarmente colpito.
Era scritta dalla Sig.ra Irene Forzese e indirizzata direttamente al Sindaco Enzo Bianco, più o meno riportava così:
"Caro Sig. Sindaco, si ricorda, qualche tempo fa, prima delle elezioni a primo cittadino, ci siamo ritrovati a parlare nel mio bar di Corso Sicilia, sui problemi della nostra città...
Quanti pomeriggi abbiamo trascorso insieme per discutere delle cose che purtroppo non funzionano e di come sperava di risolverle...
Una città che, come Lei stesso definiva, era ormai al completo sbando e che, se avesse vinto le elezioni, avrebbe certamente migliorato...
Adesso, le elezioni a Sindaco le ha vinte ( grazie anche al sostegno del mio voto ), ma adesso mi chiedo, perché è sparito e non si fa più vedere???
Cos'è..., non Le interessa più il contatto con la gente comune o forse debbo credere che tutto era da ricondursi alle elezioni???
Non era Lei che diceva che, per amministrare bene una città bisognava viverla dal di dentro???
Che bisognava per prima cosa, ascoltare le istanze dei cittadini, perché soltanto attraverso quelle, era possibile capire le reali esigenze...
Il tempo degli appelli è terminato, adesso è il momento di agire ed ascoltare le critiche "costruttive" dei suoi concittadini, adoperandosi per risolvere, in maniera celere e nel rispetto dello svolgimento della sua mansione e dei suoi impegni, quali correttivi adottare per migliorare ed eliminare quegli aspetti negativi, che la nostra città presenta...
Sig. Sindaco, quando Lei vorrà, mi troverà qui, nel mio bar di Corso Sicilia a darle nuovamente il benvenuto...
Leggendo questa lettera mi chiedevo... " ma da quanti anni, il nostro cittadino, Enzo Bianco, non percorre a piedi, questo importante quartiere, che collega in maniera ortogonale il centro storico della Via Etnea con la Stazione Centrale, per passare attraverso quelle viuzze che da Via di S. Giuliano, centro della Movida catanese, ci conducono tramite via Biondi e Via Luigi Sturzo, direttamente su Piazza Stesicoro, ed ancora la famosa ns. fiera che da Via Puccini si estende fino a Piazza carlo Alberto...???".
Ecco, se venisse a visitarla a piedi, si accorgerebbe che quasi tutti i negozi hanno chiuso e che quelli che hanno tentano di aprire, nel giro di pochi mesi, hanno anch'essi chiuso!!!
Potrei farle un'elenco di questi negozi: Bar, Sale giochi, Para-farmacie, Scommesse sportive, Abbigliamento, Paninerie, Calzature, Articoli sportivi, ecc... ed ancora bisogna aggiungere tutti quegli uffici vuoti, un tempo sedi di Banche, Assicurazioni, Immobiliari che pian piano sono andati scomparendo...
Una zona ormai abbandonata, che viene utilizzata dai clochard quale fissa dimora e che ormai da mesi sostando, gododo di qualche pasto caldo offerto loro dai residenti e di quanti la mattina, operando nelle adiacenze, concedono loro qualche euro...
Una strada sporca, quasi mai pulita, che di giorno scorre in maniera disordinata, tra auto poste in doppia fila e parcheggi realizzati ed incustoditi, misteriosamente vuoti ed abbandonati...
Una strada invasa da extracomunitari, che da anni stazionano lì, per vendere i loro prodotti ed a volte costretti a scappare, per non farsi sequestrare via la merce che le forze dell'ordine sono ovviamente costrette a requisire: si è costretti ad assistere, durante l'orario del pranzo, a scene veramente spiacevoli di profondo disagio umano...
E' cosa dire, di quanti la mattina, adibiti al controllo di quest'area, si ritrovano invece a discutere nei bar ed a passeggiare per il mercato acquistando beni alimentari e sostituendosi a quanto di solito di competenza delle mogli casalinghe, tralasciando ovviamente, qualsivoglia controllo e assistenza alla circolazione...
Caro Sindaco, come dice un bel proverbio Catanese... "u pisci fete ra testa" e cioè il pesce puzza dalla testa e se non si tenta di cambiare questo modo di ragionare, tutto risulterà inutile!!!
Serve a poco, fare scendere i turisti dalle navi da crociera o pubblicizzare un mare, un vulcano ed una presenza storica meravigliosa, se poi alla fine, non funzionano i collegamenti o se i servizi sono lasciati in balia di operatori inesperti...
Il coraggio dei commercianti non può più bastare, bisogna cercare di ridare vita a questa città ormai spenta!!!
E' giunto il momento di cambiare le regole, dare ai giovani quelle prospettive certe di occupazione, realizzare quel profondo cambiamento morale che, partendo dalle coscienze possa giungere ad essere rinnovamento spirituale, esigenza primaria, quale divenire per un futuro radioso di crescita, per quanti ancora amano questa nostra città...

domenica 15 settembre 2013

ALLARME ANCE!!!


Dopo aver assistito impotenti, ad un continuo e costante crollo degli appalti pubblici nella nostra regione, ecco che finalmente, dopo cinque anni, la nostra Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, prende coscienza del fatto, che le gare d'appalto sono diminuite di quasi... l'80% !!!
Ma la cosa cosa più interessante è dover ascoltare le solite ed abituali dichiarazioni e cioè quelle per cui si attende da parte del Governo nazionale, i consueti segnali di sostegno, che diano in tempi celeri quelle risposte definitive!!!
Questa crisi infatti, rappresenta proprio per questa categoria, quella con il maggior numero di disoccupati, sia direttamente che per quanti da esterni ne costituiscono il cosiddetto "indotto parallelo", di supporto per quelle attività previste negli appalti per le imprese di costruzioni.
Se poi analizziamo in maniera più dettagliata il problema, ci accorgiamo però, che molte di quelle gare d'appalto aggiudicate, non erano poi così necessarie da essere realizzate...
Se a quanto sopra aggiungiamo, che nel contempo non sono state portate a compimento, quelle regole necessarie e precise, che sin dalla fase di aggiudicazioni permettano ad una corretta procedura della loro attuazione e che successivamente e cioè durante la loro esecuzione, espletino l'applicazione di quanto previsto, senza modifiche più o meno volontarie, che servono soltanto a creare anarchie procedurali, di cui tutti poi approfittano...
Dover assistere ad appalti aggiudicati con il 40-45% di ribasso, favorire l'affidamento di lavori a società, che d'impresa nulla possiedono in attestazioni o certificazioni, imprese che vengono costituite ad hoc, solo e soltanto per la durata dall'appalto ( nascono, crescono e muoiono nel giro di qualche anno), per poter sfruttare al massimo quel circolo vizioso economico, conveniente e purtroppo a volte, ingannevole e fraudolento...
Ci si accorge sempre in ritardo, di come queste imprese, in particolare verso la fine dell'appalto, non provvedano al pagamento di quanto loro previsto in oneri previdenziali ed assistenziali, al pagamento delle quietanze a fornitori, subappaltatori e soprattutto dipendenti, che si ritrovano ad essere beffati dal proprio datore di lavoro, il quale non garantisce più ne le residue mensilità e neppure il proprio TFR, mentre per i versamenti alla Cassa Edile, essendo stati detratti in precedenza ai lavoratori durante l'esecuzione dei lavori, quanto poi sembrare regolarmente versata da parte dell'impresa, rappresenta l'ulteriore beffa e cioè un giroconto gratuito, di cui a farne le spese è come come sempre, il solito e povero lavoratore!!!
La verità è che le regole non vogliono essere realizzate, si tenta sempre di trovare quegli espedienti, che permettano di realizzare con il minimo sforzo il massimo risultato, a discapito di quelle leggi e regole certe...
Si evita così il rispetto delle normative, permettendo così la realizzazione di lavori non sempre a regola d'arte, senza alcuna verifica corretta qualitativa dei materiali utilizzati, la loro certificazione ed il più delle volte, sostenuti dalla partecipazione di quanti, nella loro funzione di controllori, non controllano, ma anzi il più delle volte sono collusi con l'impresa stessa...
Direttori dei lavori, Coordinatori della sicurezza e responsabili di Enti pubblici, che invece di essere "super partes", pensano a sfruttare quella loro posizione, per garantirsi vantaggi personali immediati per se o per qualche successiva richiesta...
A cosa serve quindi sapere che il Governo Nazionale si sta impegnando a sbloccare circa 2,5 miliardi di opere pubbliche, quando alla fine questo sistema "linfatico" continua a sostenere sempre i soliti eletti???
Alla fine però, ciò che realmente interessa a questi cosiddetti "imprenditori", non è la crescita del proprio territorio, quella concreta capacità di voler investire per migliorarne lo sviluppo e l'economia, quel volersi perfezionare, non con l'unico interesse di accrescere il proprio profitto, ma adoperandosi per poter progredire se stessi e quanti, attraverso il proprio impegno lavorativo, permettano all'impresa stessa di vederne prosperare i risultati e nel contempo essere di traino per quello sviluppo economico e finanziario, tanto necessario per la ripresa di tutta la nostra economia...
Non servono nuovi finanziamenti e neppure regole ormai superate, che sono servite soltanto a foraggiare quel sistema politico-clientelare, che ha permesso ad alcune società di lavorare e ad altre invece di soccombere...
E' strano, ma quando sento qualcuno dichiarare di voler mettere troppo entusiasmo nel proprio incarico, ho sempre l'impressione che sprechi più tempo ad entusiasmarsi che a lavorare... 

martedì 10 settembre 2013

Abbiate pietà per questo nostro paese...

Ogni giorno alzandomi la mattina, ho l'abitudine di ascoltare in tv i vari telegiornali e quindi tra i vari passaggi di zapping, spero di sentire qualche nuova e soprattutto positiva notizia, riguardante l'andamento economico, politico e sociale del nostro paese...
Assisto inerme, agli stessi e ripetuti annunci propagandistici, che parlano di situazioni lontane anni luce, dai problemi quotidiani di noi cittadini...
Tra interdizioni da pubblici uffici, decisioni della Corte di giustizia europea e Consulta, giunta per le immunità del Senato, decadenza del cavaliere, ricorsi alla Corte costituzionale e grazia da parte del Presidente Napolitano, ecco come vengono trascorse le giornate da parte dei ns. politici, che invece di occuparsi dei problemi seri del paese, stanno a giocare ed a dibattere su cazzate che poco interessano noi...
Ed allora, ecco sentire che si riparla nuovamente di elezioni, di nuovi scenari politici ( ma sono poi sempre gli stessi... si metteranno d'accordo per spartirsi le poltrone... ), di candidati premier, di personaggi inetti che stanno dietro le fila, elemosinando un posto dal loro padrone di partito, un continuo ripetersi di eventi di cui tutti avremmo fatto a meno!!!
Speravamo in una cambiamento, ma ormai è palese che nulla debba cambiare, ma anzi deve rimanere così com'è, per un popolo che il cambiamento non l'ha mai ricercato, ma che da sempre, l'ha solo e soltanto subito!!!


Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo