Translate

lunedì 17 giugno 2013

Un lento ma inesorabile movimento

E' ciò che sta accadendo, un lento e inesorabile movimento migratorio delle poltrone.
Ormai è evidente che quanti hanno avuto la possibilità di salire in politica grazie al M5Stelle, ora ovviamente cercano di non scendere più da quel carro!
Il rischio di nuove elezioni tra non molto e questa situazione instabile e critica, venutasi a creare con quel mancato appoggio al Governo Bersani, portano alcuni esponenti, non sentendosi più garantiti, ad una probabile scissione, ed all'allontanamento di alcuni esponenti verso un nuovo indirizzo politico...
Già, se è vero quanto da sempre va dichiarando Grillo e cioè che "ognuno vale uno", trovare le giuste motivazioni per espellere la senatrice Adele Gambaro, comincia ad avere qualche problema, ed anche coloro che finora si son tenuti ben alla larga dall'intervenire, pur non ammettendolo ad alta voce, la preoccupazione di subire lo stesso trattamento è ben presente nei loro pensieri...
La verità è ormai evidente a tutti ed è dimostrata da quel profondo cambiamento di opinione che li ha fatti passare dal 28% al 13%, tutti voti persi e causati dal rammarico di quanti avevano ben riposto in questo movimento quei necessari cambiamenti...
Il problema adesso e serve veramente a poco... è tenere unito questo movimento, perché ormai ha perso quell'unico valore che era rappresentato dalla onestà morale dei propri iscritti, i quali, proprio in questi giorni, si stanno guadando in giro per salvare il salvabile...
Pensare da parte loro che possano transitare o fare convergere i propri voti in un altro partito, quel Pdl o Pd, o sostenere un Governo di transizione, qual'è questo di Letta o ancora unirsi in un nuovo partito o lista civica che si voglia, da emeriti sconosciuti e senza finora avere dimostrato di sapere andare senza il guinzaglio di Beppe, mi sembra alquanto difficile.
Il programma espresso da Beppe Grillo è ineccepibile e soprattutto lodevole, il primo in Italia che abbia espresso in maniera chiara quei punti da tutti i partiti mai condivisi e soprattutto mettendo in pratica quanto promesso durante la propria campagna elettorale...
Per cui, c'è poco da criticare..., anche la scelta di voler proseguire da soli, era stata dichiarata prima delle elezioni e quindi coloro che "giustamente" hanno votato per il M5Stelle, non possono oggi biasimare la scelta di non essere andati al Governo con il Pd ed ancor più con il Pdl, perché quello era l'indirizzo che si era imposto ed a cui bisognava dare seguito!!!
Certamente non piace a nessuno vedere questo governo adattato, quei portavoce dei rispettivi partiti che dettano ancora condizioni, dopo la crisi a cui ci hanno portato, ora ci vengono a raccontare che è partito il "governo del fare"... dimostrazione che allora prima, non si era fatto un caz...!!!
Ma questo è ciò che ci meritiamo, questo è quello che si vuole, una stabilità barattata con la comodità, con quelle elemosine concessioni, salvaguardando così i benefici e i privilegi che queste producono, una civile ma soffocata protesta che potrebbe condurre ad una instabilità del paese, il terrore che un cambiamento possa avere nel sistema, l'inquietudine ed i timori di quanto già sta avvenendo intorno a noi...
Comunque osservando questo spettacolo politico dal vivo, articolato grazie ai vari saltimbanchi esibizionisti, ecco, in definitiva credo che in questa arena politica, ai cittadini basti avere poco..., questo ridicolo spettacolo ed un po' di pane!!!
Già, proprio come una volta... Panem et circenses, "pane e giochi da circo"...

giovedì 13 giugno 2013

Morire per la Patria...

Un soldato italiano muore.
Un soldato italiano mandato in una missione che non ci appartiene, per la quale non dobbiamo combattere,  una missione che di pace poco possiede in quanto questa è stata decisa da altri paesi, da una coalizione che per tutti ha deciso, sorretti da quella definita "giusta" lotta al terrorismo, che  ci ha portato prima in Iraq, poi in Afganistan e poi ancora in Libia e non sappiamo ancora come finirà nel Mali e/o in Siria...
Un soldato quindi, che credendo ciecamente in quello che faceva, rispettando gli ordini che gli sono stati imposti, ha perso la propria vita... per la propria Patria!!!
Un vuoto sentito da tutti i cittadini ed in particolare da coloro che ne rappresentano la maggioranza, quella camera nella quale veniva riferito sull'attentato che ahimè, ha portato via definitivamente il nostro Capitano Giuseppe la Rosa...
Un attentato vile, fatto ai nostri militari che sono soltanto lì per poter aiutare la popolazione civile, per difenderli dai soprusi e dalle violenze perpetrate da una parte di fondamentalisti, nei riguardi degli altri ed in particolare delle donne.
Ecco perché Giuseppe era li, ecco perché ancora in tanti sono li!!! 
Ma questo ai nostri deputati interessa poco, non è un argomento a cui sono interessati, anzi come si dice a Roma... "nun glie'ne può fregar de meno...".
Ed ecco quindi che mentre il Ministro della Difesa, Mario Mauro riferiva in aula sull'attentato, la Camera era totalmente vuota!!!
Che schifo..., sono proprio come sono... cioè una continua delusione, una mancanza di rispetto, per quanti è sono ben 53 che dal 2004 ad oggi sono purtroppo "caduti", ma soprattutto nei riguardi dei familiari delle vittime, di quanti hanno perso un figlio nel dover compiere il proprio dovere.
Ora ci raccontano che la missione deve continuare, almeno fino alla fine del 2014, certo, sarei curioso di conoscere quanti tra i figli dei nostri politici ( Senatori e Deputati ) abbiano fatto il militare e quanti tra questi siano mai andati in una qualche missione...
Loro stanno a casa ben protetti... mentre sono gli altri, quelli delle famiglie disagiate a dover partire, sono questi i giovani che non trovando alcuna occupazione si danno alla carriera militare, tentano quella crescita professionale ed economica, che in altri modi non gli è permessa...
Il nostro capitano, oggi promosso a maggiore, è stato ucciso due volte!!!
Non so quale dei due può ritenersi crudele, se l'attentatore che ha gettato la bomba oppure quanti con il loro disprezzo mostrano indifferenti quella insensibilità che come un abito su misura... gli appartiene.
In altri paesi, ben più civili e democratico del nostro, quanto accaduto nel nostro parlamento, sarebbe stato certamente condannato a gran voce, mentre da noi tutto è stato interrato e coperto...
Caro Giuseppe... grazie; grazie per ciò che hai fatto, per il tuo coraggio, grazie... perché attraverso te... mi sento rappresentato e degno di essere un buon Siciliano!!!
Mi dispiace pensare che oggi non ci sei, che non sei più tra noi, tutto ciò mi fa veramente stare male...
Ma c'è qualcosa che mi far star ancor più male ed è pensare che hai dedicato e perso la tua vita per questa "nostra" ingrata Patria!!!

martedì 11 giugno 2013

M5Stelle in Sicilia... una disfatta!!!

Una caduta libera, quella realizzata dal M5Stelle in Sicilia, già in pochi mesi, si è passati dal 30% a poco più del 3%.
Cosa dire... era prevedibile la sconfitta, anche perché è figlia dello stesso sistema che l'ha generata!!!
Caro Grillo, questa terra del Gattopardo ( come la definisci tu... ) è si figlia di quel sistema accentratore e clientelare, che ha permesso a partiti come la ex Democrazia Cristiana e successivamente al Pdl, di realizzare quei numeri importanti, arrivando quasi al 50% e promuovendo Senatori e Deputati che nulla hanno fatto per questa terra...,  ma che anzi, hanno permesso che la Mafia, grazie proprio a quegli appoggi politici, si sia potuta espandere ed operando in maniera celata, abbia potuto prendere il controllo del territorio e del potere economico.
Ovviamente, in molti desideravamo che ci potesse essere una alternativa a questa situazione e la nascita di questo nuovo movimento, rappresentava quel giusto mix, di aspettativa, speranza, legalità, giustizia e definitivo cambiamento!!!
Ma il cambiamento purtroppo è durato poco, soltanto otto mesi, nel quale però si è fatto poco...
Vedevo ieri sera la trasmissione su La7 di "Piazza Pulita", quando hanno fatto vedere la cittadina di Rosolini (SR), dei suoi candidati a Sindaco, degli attivisti, dei Meetup, ed allora ho capito cosa è mancato a questo movimento!!!
Vede, meno di una settimana fa..., stavo comprando della frutta, quando mi si è avvicinato il commesso, porgendomi un fac-simile elettorale e chiedendomi, se potevo dare il mio voto alla sua candidatura di consigliere..., pensavo scherzasse, ed invece no... si presentava proprio a consigliere e non è stato l'unico, anche il salumiere vicino casa a fatto lo stesso e pure il mio edicolante...
Ora, capisco che sia legittimo voler dare il proprio contributo, desiderare manifestare quella nascosta aspirazione politica..., ma trasformare tutto questo, in un reality a modello " Grande Fratello " per favore NO!!!
Il bello è che ormai tutti si danno alla politica, già, proprio l'altro ieri, mi trovavo all'interno di un negozio Wind insieme al mio collega Giuseppe, quando una ragazza entrata poco dopo di noi, chiedeva se poteva lasciarmi un " santino" ( si ormai così lo chiamano...) io essendo profondamente ateo, dissi di non averne bisogno..., e Lei obbiettando mi rispose: l'ho prenda sa "Lui" ha invece tanto bisogno... è disoccupato!!!
Ecco questa è la verità, non avendo altre alternative, ci si getta nella politica, anche se non si possiede il benché minimo requisito...
Gente "inutile", incapace anche di trovarsi quel minimo posto di lavoro e che sperano grazie a quell'incarico politico, di trovare soluzioni ai loro problemi...
Avevo scritto nei precedenti post, che i voti persi...non sarebbero più tornati indietro e la dimostrazione è data dai risultati negativi che oggi vi rappresentano, da quelle mancate responsabilità, scelte principalmente e condizionate dalle 5 "stelline" a cui fa capo il movimento, scelte che a livello nazionale hanno deluso gran parte dell’elettorato che vi votato, impedendo la formazione di un nuovo governo tra Pd e M5Stelle..., ed anzi, rimettendo al governo nuovamente il Cavaliere e i suoi cortigiani della tavola rotonda...
Ed infine, non si possono candidare tutti i soggetti, prendendo quale unico presupposto il casellario giudiziario purché negativo..., non basta, non è l'unico requisito fondamentale, non si può prescindere dallo scegliere soggetti che non servano soltanto a produrre voti, ma che apportino proprie capacità, esperienza, idee e quanto altro possa contribuire a migliorare questa nostra Regione e che abbiano almeno la capacità di scrivere e parlare in un corretto italiano!!!


sabato 8 giugno 2013

Il rischio di una "rivolta"

Già, avevano bisogno di sentircelo dire... da questi giovani imprenditori di Confindustria ed in particolare dal suo portavoce Jacopo Morelli che, senza prospettive per il futuro l'unica prospettiva diventa la rivolta.
Ora che c'è l'hanno detto, ovviamente, siamo tutti più tranquilli e contenti!!!
Parlano proprio coloro che i problemi li hanno creati, già quel mondo imprenditoriale che invece di investire nei giovani, nella ricerca, nello sviluppo, hanno soltanto guardato al loro esclusivo profitto ed a sovvenzionare politicamente, quanti permettessero modifiche o nuove leggi, per sovvenzionare e sostenere le loro imprese, non più concorrenziali e destinate al fallimento...
Lo Stato interviene a sostegno delle imprese, con milioni e milioni di euro, nel contempo li toglie ai servizi pubblici sociali...
Si parla di perseguire insieme nello sviluppo, libertà economica e coesione sociale, belle parole... sempre le stesse, quelle che ormai da un ventennio ci raccontano per prenderci per il culo...
Ma cosa ne sanno loro, questi figli della Bocconi e della Luiss..., loro, non sanno cos'è la povertà, non hanno mai dovuto cercarlo un posto di lavoro, non sanno cosa significa lavorare... se non stando dietro a quella loro scrivania, messi in mostra in quei vestiti in doppio petto, tutti eguali, gli stessi, fateci caso, sembrano usciti da uno stesso stampo..., adottando sempre e ovunque quel clichè..., vestito blu notte, camicia bianca e/o celeste con serigrafate le proprie iniziali, gemelli nei polsini, cravatta e scarpe scure preferibilmente firmate, orologio ovviamente di marca e qualche gadget personalizzato tipo stilografica e/o Iphone...
Visto uno li hai visti tutti... diciamo che prendono come esempio il loro "modello" modello e cioè il Cavaliere...
Almeno un tempo si prendeva come punto di riferimento l'Avv. Agnelli, ma quelli erano altri tempi, ed anche gli uomini erano ben altri... uomini di grande elevatura, questi sono soltanto mediocri, banali, anonimi, modesti e soprattutto spenti... 
Si parla di circa 650 mila giovani disoccupati e si dice che questi è "un numero aggredibile", già un numero... ecco cosa si è diventati, un semplice numero, ci manca soltanto che questo... lo tatuino sulla nostra pelle!!!
Ovviamente anche i nostri ministri intervenuti dicono che sono al vaglio tante ipotesi di studio..., dopo anni e anni di esperienza professionale, sono ancora qui a studiare... perché soltanto di teoria di parla, perché di pratica, concretezza e attuazione, non se ne conosce il significato!
Parlano di ammortizzatori sociali che funzionano... che cazzate!!!
Funzionano per cosa, per creare ulteriore lavoro nero, per dare l'opportunità a chi sta godendo delle Cig ( parziali e/o tempo pieno ) o di mobilità, per poter continuare ad operare, presso altre società o lavorando direttamente essi stessi, in maniera non ufficiale e realizzando redditi non dichiarati...
Ed ancora, dov'è il rispetto della sicurezza sul lavoro di cui tutti parlano??? 
Già, quanti di questi, a causa dei mancati controlli da parte degli organi di vigilanza, finiscono poi, operando in nero, vittime di infortuni più o meno gravi, andando così ad aumentare i costi della nostra sanità pubblica???
Ed allora mi chiedo, ma come fanno certe società, visto gli obblighi imposti, introdotti dalla manovra salva Italia, con il Dl 201/11 convertito in legge n. 214/2011, ad effettuare i pagamenti in contanti a questi " dipendenti nascosti"???
Ma l'intento di questa legge, non era proprio quello di voler combattere l’evasione fiscale e il riciclaggio del denaro sporco???
Ma allora queste società, oltre che riuscire ad utilizzare il personale che oggi gode degli ammortizzatori sociali, risparmiano pure sui costi e sui pagamenti contributivi/assistenziali, operando a dispetto delle regole, quella doppia contabilità ( legale ed illegale ) che permette loro, di realizzare quella "evasione", da garantirgli anche il fare fronte a quei necessari pagamenti in contante!!!
Uno spreco di denaro pubblico, un sistema che indebolisce la dignità dell'uomo, del lavoratore, che crea un commercio parallelo, una competizione sleale, una concorrenza speculativa che produce soltanto alti profitti e che nel contempo toglie possibilità a nuovi posti di lavoro...
Le associazioni sindacali, chiamate dalle imprese a sostegno dei propri dipendenti e soprattutto a tutela di quei loro iscritti, prima di procedere a qualsivoglia intervento a beneficio, debbono realmente valutare, la possibilità che la società richiedente, abbia quei necessari e fondamentali requisiti, è cioè che la richiesta fatta, di seguito ad una concretezza reale e cioè che garantisca in maniera celere il rientro dei propri lavoratori all'interno della azienda.
Bisogna quindi, convocare un conferenza di servizi, che valuti tutti gli aspetti economici e produttivi della società, le commesse in atto, quelle attualmente sospese, quelle definite ma ancora non operative, valutare di fatto, lo stato di "salute" e commerciale della società nell'attuale mercato.
In definitiva la cassa integrazione, se da un lato deve rappresentare l'intervento con cui lo Stato assicura e garantisce la retribuzione al lavoratore a causa di una possibile contrazione dell'attività produttiva, dall'altro, non può essere concessa a quelle imprese che, a causa di scelte aziendali e programmatiche errate da parte dei loro amministratori e dirigenti, richiedono oggi quel sostegno, barattandolo con i propri dipendenti... 
Bisogna rivalutare questo modello di sostegno, anzi credo che vada riproposto il modello realizzato in Nord-Europa e cioè quello in cui, lo Stato, nell'intervenire con gli ammortizzatori sociali, integri quanto necessario al completamento del reddito, ma nel contempo utilizzi questo personale disponibile ( ognuno con l'incarico e la qualifica che aveva nel momento dell'intervento a sostegno ) in strutture adibite al servizio pubblico, per attività sociali, assistenziali, di manutenzione, di ordine pubblico, integrazione, ecc..., sottraendolo a quei subdoli imprenditori, che a minor costo e per propri interessi beneficiano della disponibilità...
Il tempo sta per finire..., non intervenire immediatamente e lasciare che le condizioni restano inalterate, significa non voler osservare quanto sta già avvenendo intorno noi, in quei paesi europei dove lo sfacelo purtroppo è già iniziato...!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo