Translate

mercoledì 30 gennaio 2013

Caro Etnageo...

Anonymous - 27 gennaio 2013 12:55
Caro Costanzo, mi può delucidare sul MPS? 
Quali erano i vantaggi di comprare AntonVeneta? 
E Bersani pensa di sbranare chi lo accusa di complicità! magari sbranassero tutti quelli che ci hanno portato a fare un prestito di 3,9 miliardi di euro al MPS!
Etnageo


Caro Etnageo, 
leggo con piacere il suo commento, provo quindi a rispondere alle Sua richieste; La prego inoltre di perdonarmi se nel voler ricostruire la vicenda, attraverso quanto ho trovato in Web, posso aver commesso qualche errore... ( sin d'ora ringrazio tutte le varie fonti... ).

Iniziamo quindi dall'inizio:
Nel 1995 il Monte Paschi di Siena, venne privatizzato e la maggioranza ( il 55% ) passò alla Fondazione MPS attraverso i rappresentanti del Comune, presenti con membri quasi tutti dell'area PD.
La Fondazione fonda il proprio sostegno, soltanto sui dividendi mentre le sue quote, pian piano vengono cedute a vari personaggi ( Caltagirone - Gnutti - ecc... ). 
Nel contempo, per remunerare gli azionisti, inizia a vendere anche le sue proprietà, immobili quali la tenuta di Fontanafredda ed i palazzi Monte Mario a Roma, partecipazioni Bancarie di San Paolo e Generali e cede anche la Cassa di Risparmio di Prato...
Ora, è ovvio che chi ne gode sono i nuovi azionisti, perché si ritrovano a gestire i risparmi di tutti quei poveri  Senesi, che adesso non hanno più una Banca Pubblica solida ( e che... esisteva da più di 500 anni), ma una Banca privata, quotata in Borsa e immersa in speculazioni finanziarie...
Infatti, il valore prima della privatizzazione era di circa 20 Miliardi di euro, mentre oggi ne vale poco meno di 2, con un titolo in totale caduta libera, ogni giorno che passa...
Inoltre la Fondazione, si ritrova oggi a non essere più maggioranza e con circa 10.000 dipendenti che rischiano il proprio posto di lavoro...

Storia di un saccheggio ( dal Blog la " Rete del Grillo " riporto quanto segue... )
- Banco Santander compra Antonveneta per 6, 6 miliardi di euro
- Banco Santander si accorge di aver fatto un pessimo affare, scorpora Interbanca da Antonveneta, valutata 1,6 miliardi, e cerca un compratore, il valore della banca reale è di circa 3 miliardi
- Monte dei Paschi compra Antoveneta per 10,3 miliardi pochi mesi dopo
- MPS si accolla anche il passivo di Antoveneta per 7,9 miliardi
- MPS valeva all’epoca 9 miliardi e compra Antoveneta che ha metà dei suoi sportelli (1.000 contro 2.000) per una cifra, 10,3 miliardi, superiore allo stesso valore di MPS
- MPS non ha 10,3 miliardi, quindi si indebita, il titolo crolla
- Per questa operazione il presidente di MPS, Mussari (ex presidente anche della Fondazione MPS) viene premiato con la presidenza dell’ABI, senza che nessun partito o organo di vigilanza si opponga...
- La procura della Repubblica di Siena apre un’inchiesta sull’enorme minusvalenza dell’operazione Antonveneta.
Pari circa a circa 14 miliardi di euro, 28.000 miliardi delle vecchie lire, una finanziaria, uno scandalo che rischia di far impallidire la Parmalat
- La Fondazione MPS, azionista di maggioranza di MPS, indica all'assemblea dei soci della banca la nomina di Alessandro Profumo alla carica di presidente.
Profumo ex Ad di Unicredit è rinviato a giudizio al tribunale di Milano con l'accusa di frode fiscale:
- Profumo punta subito sulla riduzione del personale pari a 4.300 senza avviare una causa come MPS contro i responsabili del disastro.
- La Fondazione deve vendere parte della sua proprietà azionaria di MPS e passa dal 55% al 35%
- Per evitare il fallimento di MPS, Monti eroga un prestito di 3,9 miliardi, cifra equivalente alla Imu sulla prima casa...
- Si parla di un "buco" di 14 miliardi all'assemblea degli azionisti del 25 gennaio 2013, il buco a cui si riferisce era la sottrazione di valore attraverso le operazioni legate ad Antonveneta
- Lunedì 28 gennaio 2013 i Pm che indagano sull'affare Antonveneta scoprono bonifici internazionali per 17 miliardi...
- Subito dopo emergono somme rilevanti che sarebbero rientrate in Italia attraverso lo Scudo Fiscale voluto dal PDL e approvato grazie all'assenza in aula di molti deputati del PD...

Cosa dire di fronte a questo furto ai danni dei soliti poveri e disgraziati risparmiatori italiani, ora in questo periodo di dibattito politico, sentiamo come tutti i nostri politici si sentono sdegnati dalla vicenda,  sentiamo il Prof. Monti dire: se parlo Bersani mi sbrana..., mentre Ingroia giustamente, sente odore di tangenti...
Ora mi chiedo... come andrà a finire???
Fallimento, Liquidazione o Commissariamento...???
Ho sentito dire che a breve la Banca emetterà una sottoscrizione dei Monti Bond per 3,9 Miliardi, in linea con le richieste dell'Eba, l'Autorità Bancaria Europea ed inoltre sembra che ci possa essere la possibilità che la Fondazione Mps, possa procedere alla cessione di un pacchetto di partecipazione, abbassando così la soglia della Fondazione stessa...
L'indirizzo della Banca d'Italia è quello di fare pulizia nei conti, operando in maniera chiara, come dei veri e propri commissari, garanti sia del patrimonio che dell'amministrazione.
Speriamo comunque, di poter scoprire presto, chi c'è stato dietro a questa speculazione finanziaria, dove questi miliardari bonifici sono giunti, chi ne ha potuto beneficiare... e  soprattutto quanti hanno permesso nuovamente a queste somme di rientrare in Italia, dalla porta principale godendo del cosiddetto " scudo fiscale "...
Come vado ripetendo..., in particolare a coloro che si stupiscono quando vengono investiti dagli scandali e sembrano cadere dalle nuvole...: se hai scelto di andare dove pioveva merda, significa che hai saputo sentire bene...  da che parte soffiava il vento !!! 

martedì 29 gennaio 2013

Raccomandati o Presentati...???


In un momento, in cui la crisi economica crea forti disagi nel mondo del lavoro, ecco che anche la ricerca di un posto ( pur godendo di quelle giuste credenziali, capacità ed esperienze ) è condizionata da quel metodo meschino di dover essere sempre da qualcuno presentati!!!
Già, se fossimo in un altra nazione europea ( per correttezza, debbo aggiungere per esperienza personale, anche in alcune città nel nord Italia ) basterebbe presentare il nostro CV, ed essere chiamati per un colloquio informale, cominciare un periodo di prova e se superato, iniziare un percorso lavorativo, che possa dare anche soddisfazioni personali...
Ma questo in un paese ideale... ed in particolare nel meridione, tutto ciò si concretizza con due parole e cioè avere le " conoscenze giuste "...
Quindi alla fine, ciò che conta è conoscere qualcuno, che ti presenti a qualcun'altro, che possa permetterti di entrare nel mondo lavorativo...
Non importa il titolo di studio e neanche le lauree che possiedi..., lascia perdere i master ed i corsi di formazione conseguiti... ciò che conta è chi ti ha presentato e cosa poter dare successivamente in cambio!!!
Ecco, hai trovato finalmente il lavoro e adesso anche tu, appartieni al mondo dei cosiddetti raccomandati..., un privilegiato..., rispetto a quanti e sono milioni, che continueranno a girare e rigirare, per poter giungere alla ormai insperata assunzione...
Il bello è che in Italia, ci si chiede perché i giovani scappano via dal nostro paese..., un paese il nostro, governato da vecchi, amministrati da altrettanti vecchi e gestito sempre da vecchi, e poi si sente ripetere,  che i giovani non hanno voglia di lavorare, che sono dei bamboccioni, che preferiscono stare a casa con i genitori...., e via discorrendo!!!
Ovvio, se tutti le possibilità vengono suddivise tra mogli, figli, nipoti, parenti, amici e senza dimenticare le amanti, ovviamente dei nostri ministri, senatori, deputati, assessori, consiglieri, amministratori, presidi, direttori, banchieri, industriali, primari, professori universitari, giornalisti, avvocati... con una lista che prosegue verso l'infinito..., ognuno ovviamente sfruttando il proprio livello e quelle opportunità di conoscenze che man mano si sono andate ottenendo, per poi utilizzarle quando necessario...  
Che poi, i propri cari non abbiano alcuna competenza e meriti, non ha importanza..., ciò che conta è avere ottenuto quella fondamentale raccomandazione... e poi..., il resto verrà da se, restando ingabbiati e devoti a vita!!!
Questa situazione inoltre, ha creato ormai in tutti, la brutta consuetudine, di voler ritenere che l'eventuale segnalazione della persona referenziata, non venga presa in considerazione per quanto essa meriti, ma venga considerata, soltanto una delle tante raccomandazioni, poste sul tavolo...
Ritengo inoltre utile spendere due parole circa la struttura dell'Ufficio del Personale e chi ne è Responsabile, perché da esso dipendono quelle procedure atte a poter decidere, su quanti hanno trasmesso il proprio CV e su quanti vengono accompagnati per la manina...
Mi chiedo allora, quanti colloqui tra questi vengono presi in considerazione...???
E quanti vengono esclusi, chissà..., forse perché  troppo preparati o perché se assunti, dimostrerebbero capacità superiori rispetto i cosiddetti raccomandati a cui ci si è affidati,  senza tralasciare che, se esiste un eventuale posto lavorativo, questo può sempre essere conservato per il parente o l'amico di turno....
Capiamo quindi che ottenere un possibile impiego, senza ricorrere a qualche conoscenza, diventa  pressoché ( per non voler dire... sicuramente ) impossibile, e dove gli eventuali meriti, non vengono presi neanche in considerazione...
La cosa più fastidiosa è quella di voler trasformare, una presentazione, come fosse una raccomandazione: cioè, si desidera fare pervenire il proprio CV ad un società a cui si potrebbe essere interessati..., si vorrebbe essere valutati obbiettivamente per ciò di cui sei capaci, ed aggiungerei anche, apportando quanto con la propria esperienza si possiede, accrescendo e migliorando attraverso il proprio lavoro, anche le potenzialità della società stessa, nella quale si andare ad operare...
Immaginatevi quindi, in questo periodo di prossime elezioni, in quali modi vengono utilizzate le cosiddette conoscenze, quel volere fare pesare il loro interessamento, che poi nella realtà non avviene mai..., quel voler farti sentire in debito, come se il favore che hai chiesto, non potesse con il tempo  essere da noi ricambiato e non mi riferisco ad una promessa di voto, ma a tutte quelle circostanze, che nel corso di una vita, si potrebbero avere...
Non sono d'accordo quindi, quando sento dire, che questo è il sistema e che con questo..., bisogna convivere!!!
Io comunque, resto sempre ottimista e spero che alla fine, la natura positiva dell'essere umano prevalga su quella negativa, augurandomi che presto, già molto presto, la " pratica scorretta " delle cosiddette raccomandazioni finisca e che coloro che hanno goduto di  questo loro potere corruttivo, trascorrano i giorni rimanenti della loro meschina vita, a ravvedersi su quanto ingiustamente finora svolto... 

lunedì 28 gennaio 2013

Hanno il coraggio di ripresentarsi...


Pensavo che qualcosa, vista l'esperienza appena trascorsa, sarebbe cambiata...
Come si dice... errare è umano, ma perseverare è diabolico!!!
Questi nostri politici " giocolieri " che come una compagnia di saltimbanchi, passano da destra a sinistra come fossero pedoni ubriachi nel bel mezzo di una strada...
Nessuna regola e neanche coerenza d'ispirazione politica, per loro l'importante è salire..., come e con quali mezzi è indifferente!!!
Se ricordate, per Machiavelli la celebre massima in politica era " il fine giustifica i mezzi... " e quindi pur di arrivare, si può venire meno a quelle regole di etica, infatti, come per il "Principe" è ammesso il tradimento... è che questi giustifichi il suo comportamento, senza dover badare alla forma o alla sostanza...
Ora i partiti, non tenendo conto di quanto appena successo nella nostra Regione, credono con quelle belle facce, di ripresentarsi e sperare nei voti degli elettori...
Inoltre, come si può pensare di ripresentare sempre gli stessi personaggi ( non teniamo conto di casellari giudiziari e processi in corso... ) e gli stessi programmi, sentiti e risentiti tante volte ormai, che li sappiamo a memoria!!!
Non capisco a chi parlano..., gli astenuti continueranno a non votare, coloro che voteranno sceglieranno un voto di contestazione e non certo alleanze impostate soltanto per voler vincere, anche il partito democratico che sarà certamente il primo partito, con la stima che nutro per il suo Segretario, avrebbe dovuto certamente ripulirlo questo partito... da tutta quella gente inutile e che con questa politica ci campa da sempre... 
Per tutti gli altri da Berlusconi-Maroni a Casini-Fini con Monti quale spettatore, per favore basta... ci avete dissanguato abbastanza, sangue da succhiare ormai nelle nostre vene, non ne scorre più...
Parlare di rivoluzione, quando le mele marce sono sempre le stesse è veramente incredibile e la cosa assurda è che questa volta ci dicono potrebbe essere la volta buona...
L'unica volta in cui riusciremo a fare pulizia di questi personaggi, della loro casta e dei loro privilegi...., ecco quella sarà la vota buona e finché non la vedrò con i miei occhi non crederò a nessuna delle loro superflue parole...

Su una cosa convengo... che oggi, molto più di ieri, il nostro voto ha una grande importanza!!!
Decidere in maniera coerente può essere l'ultima possibilità di crescere, volervi rinunciare servirebbe soltanto a premiare coloro che di certo non volevate premiare...
In caso contrario però, se decideste di votare per i soliti politici ed in particolare per i " Vs. interessi personali...", almeno quando mi incontrate, non fate ( come abitualmente di solito poi fate...), iniziando a lamentarvi!!!


sabato 26 gennaio 2013

Uu altro Monti ( bis )? Nooo... non è possibile!


In qualsiasi democrazia, chiunque miri alla più alta carica di governo può percorrere una sola strada: candidarsi alle elezioni ed ottenere “un voto in più” del proprio avversario. 
Non è concepibile, dopo la breve parentesi del governo tecnico, immaginare “un’altra eccezione” a questa basilare regola democratica!
Mario Monti ha tutto il diritto di ambire alla premiership, ad una condizione: dimostrare di disporre di un’ampia legittimazione popolare. Fino a prova contraria, difatti, la sovranità appartiene ancora al popolo!
Senza voler apparire “portatore di sventura”, per una volta l’Economista della Bocconi potrebbe aver fatto male i conti: la sua scelta di “salire in politica” potrebbe rivelarsi un inaspettato boomerang!
Fino a pochi giorni fa, Mario Monti si presentava al Paese come un “deus ex machina”: un salvatore della Patria, capace di far uscire l’Italia da una situazione apparentemente senza più via d’uscita. 
Di contro, l’unica via d’uscita dalla sua esperienza di governo portava dritto al Quirinale (in qualità di successore di Napolitano) o di nuovo a Palazzo Chigi (in qualità di premier “super partes” indicato dai partiti) o in Europa (magari in veste di successore del presidente Barroso).
Una volta che il Professore si è tirato in mezzo all’agone politico, il quadro è profondamente cambiato: alle prossime elezioni, la coalizione Monti rischia di porsi come terzo, forse quarto polo del Paese (dato Bersani per favorito, Berlusconi e Grillo hanno le carte in regola per ambire a prendere un voto in più di Fini e Casini!).
A tal punto, a che titolo Mario Monti potrebbe contendere il posto a Bersani, ragionevolmente leader del primo partito d’Italia, per di più legittimato dalle primarie?
Se “è tanto più facile ricambiare un’offesa che un beneficio” (P.C.Tacito), perché mai il Cavaliere, dopo aver ricevuto il gran rifiuto dal Senatore, dovrebbe appoggiare una sua corsa al Quirinale? 
Se “non c’è vendetta più bella di quella che gli altri infliggono al tuo nemico” (C. Pavese), perché mai Berlusconi, dopo esser stato ridicolizzato dall’ironia british del Professore, non dovrebbe preferire al suo posto persino la Finocchiaro al Colle?
Per gentile concessione di Gaspare Sera.
Blog “Panta Rei”

giovedì 24 gennaio 2013

Un altro scandalo... i Derivati


Ditemi..., da quanto tempo vado ripetendo le stesse cose??? 
Quando scrivevo che i nostri tecnici della finanza, fossero tutti degli incompetenti o ancora meglio che fossero competenti nel voler truffare noi cittadini a favore del sistema bancario italiano, ecco che oggi, ancora una volta, mi ritrovo a dover assistere che purtroppo avevo ragione...
Quando a Gennaio la Morgan Stanley annunciò di aver ridotto l'esposizione verso l'Italia di circa 2,5 miliardi di euro, nessuno ne parlò, ne le Banche e neanche il nostro ministro del tesoro..., silenzio assoluto fu la parola d'ordine!!!
La Morgan Stanley, con questa manovra, aveva ridotto l'esposizione verso l'Italia di circa 3,381 miliardi di dollari, da 6,268 a 2,887 miliardi, circa 2.5 Miliardi di Euro, estinguendo titoli derivati acquistati negli anni 90...
Finalmente, aggiungiamo ulteriori prove su quanto riportavo pochi giorni fa, sulla politica italiana fatta e su quanto svolto dal Prof. Monti per salvare le amiche Banche..., una manovra economica, fatta con l'aumento dell'IVA...
Se poi a questo aggiungiamo gli aumenti fatti su altre voci, come quelli relativi ai rifornimenti, vediamo che lo Stato non sta facendo altro che incamerare più di quanto realmente necessario, il tutto secondo me, per prepararsi a qualche altra " sofferenza nascosta " più o meno conosciuta, che potrebbe sopraggiungere all'improvviso...
La nostra economia, ormai si legge ovunque è in totale crisi..., per non dire della crescita, che non presenta alcuna prospettiva e che, attraverso questa nostra politica, non riesce a trovare soluzioni adeguate per poter riemergere nuovamente...
I rischi connessi ai cosiddetti " derivati " erano già noti dal 2009 e proprio la Banca d'Italia evidenziava  l'urgenza di una riforma, di leggi e di regole, che proibisse i nostri amministratori pubblici, di utilizzare denaro pubblico, per interessi che certamente sfiorano il personali, investimenti ad alto rischio finanziario..., che hanno portato vantaggi certamente ad intermediari di amici broker e chissà se non ad altri..,
In ogni caso per le banche è stato un ottimo affare, commissioni su commissioni pagate da noi contribuenti, per vedere investiti tutti i nostri risparmi, pensioni, Tfr, ecc..., in operazioni che sono servite soltanto a quanti oggi, Vi stanno promettendo mari e monti... ( soltanto per salvaguardare i loro privilegi ... ) attraverso le prossime elezioni!!!


martedì 22 gennaio 2013

Simboli taroccati...



E' il minimo, sentire moralmente di dover pubblicare il video di Beppe Grillo sulla presentazione dei simboli taroccati, che rappresenta ancora una volta, la vergogna di in sistema tutto italiano.

Già da noi, come dico sempre si è specializzati nel voler ingannare il prossimo e sgraffignando l'altrui lavoro...
E' come a scuola, vi ricordate coloro che non facevano mai niente e che arrivati però in classe ti cercavano i compiti assegnati, per poterli copiare!!! Si, perché tanto alla fine tutto si conforma ed anche gli incompetenti ( così come li chiama Monti... ) si sono allineati  ed hanno trovato la loro strada...
Per fortuna il Viminale ha escluso i simboli che avrebbero potuto partecipare alle elezioni, togliendo definitivamente quei simboli taroccati!!!
Quindi, i simboli del M5Stelle, di Ingroia, del Prof. Monti e della Lega, sono definitivamente scampati a certe regole assurde..., bocciando coloro che senza alcun senso, avevano presentato simboli cloni.
Il bello è che esistono delle regole per il deposito dei contrassegni, non per niente, l’art. 14 del D.P.R. n. 361/1957 ( Testo Unico delle Leggi Elettorali ) sancisce il divieto di presentare “contrassegni identici o confondibili con quelli presentati in precedenza ovvero con quelli riproducenti simboli, elementi e diciture, o solo alcuni di essi, usati tradizionalmente da altri partiti ” e quindi a coloro che presentano simboli riprodotti in contrasto con le regole previste, dovrebbero essere condannati penalmente per aver tentato con il proprio gesto, di fuorviare in maniera palese noi  cittadini...


lunedì 21 gennaio 2013

Via gli Incapaci!!!

Incredibile ma vero!!!
Il Professore Monti, nel dare inizio alla propria campagna elettorale, incontrando a Bergamo, i candidati della sua lista, li prepara, proprio come un professore, sia ad una serie di domande e di risposte, sui contenuti del proprio programma elettorale, che sulle eventuali risposte da replicare ai giornalisti nelle circostanze in cui, a questi ultimi, non bisogna rispondere...
Tralasciando gli interventi lodevoli che gli invitati ovviamente esprimono e nell'ostentare quanto Egli di positivo durante il Suo governo ha saputo esplicare ( io evidenzierei molto male... ), ora in piena campagna elettorale si parla di sviluppo, occupazione, lavoro, giovani, ecc..., le solite fesserie ( per non usare un termine volgare..., ma certamente più appropriato...), che ormai in questi giorni andiamo sentendo!!!
Comunque una cosa giusta la dice: “Togliere l'Italia dalle mani degli incapaci” !!!
Pensavo quindi felice..., finalmente vengono tutti cacciati a casa????
Si l'ho so..., questa è una illusione che purtroppo non si avverrà, un sogno che non si trasformerà mai in realtà, una speranza che resterà soltanto un miraggio, quel goccio di speranza da cui non berrò...
Una Italia, costituita da totali incapaci, da persone raccomandate e collocate, da politici ed amministratori, in pubblici uffici ed enti, dove trascorrono il loro tempo a passeggiare ed a passare scartoffie, pur di fare passare i giorni, per poter giungere a fine mese e prendersi quel loro immeritato stipendio...
Certo capisco che a volte sono le circostanze esterne che producono tali condizioni, ma c'è sembra una differenza tra chi le ricerca incondizionatamente e chi le subisce purtroppo, per incapacità altrui!!!
Questi di cui parlo..., ed ovviamente non posso fare di tutta un'erba una fascio è limitata a quelle persone inutili, nati incapaci e soprattutto irrecuperabili ( perché io penso, che c'è sempre differenza tra chi possa essere considerato incapace, ma fa di tutto nel corso della propria vita per migliorarsi... e chi invece, in maniera presuntuosa pensa di essere capace senza averne mai dimostrato i meriti...).
Queste sono persone inservibile alla società ed a loro stessi, danneggiano con il proprio inadeguato lavoro, tutto il nostro sistema, poiché realizzano con incompetenza, quanto loro affidato, rallentando e sbagliando purtroppo, anche l'altrui lavoro.
Il prof. dichiara che la vecchia politica non deve tornare...
Ma scusi Prof., ma a quale Stato si sta riferendo??? Perché vede qui in Italia, già in questo nostro  Paese, coloro che oggi si stanno presentando..., fanno da sempre parte costituente della vecchia politica..., cioè sono da sempre lì seduti in quelle poltrone ed il bello è che non vogliono alzarsi neanche a morire..., no..., chiedo scusa, almeno la morte per fortuna..., c'è li toglierà davanti!!!
Certamente però, se sono i suoi tecnici, quei meravigliosi professionisti che dovrebbero sostituire i politici esistenti, ecco, se pensa veramente che attraverso i suoi colleghi potrà cambiare questo stato di cose, allora, forse è meglio pensare di andare a votare per qualcosa di completamente diverso..., un taglio netto con tutto ciò che rappresenta il passato e dare sostegno a coloro che almeno presentano contenuti e persone certamente esordienti della politica, ma fiduciosi e desiderosi, di mettere in campo tutta la loro competenza e soprattutto la propria onestà!!!
Vede Prof. io credo che soltanto attraverso una rivoluzione civile nelle coscienze, si potrà migliorare il nostro paese...
Questa scelta, potrebbe rappresentare l'inizio di un profondo cambiamento del Paese..., l'unico modo per noi Italiani, di vedere soddisfatte i propri bisogni, senza dover continuare a vivere in maniera distaccata con questa attuale politica, ma diventando noi stessi attori principali per una corretta uguaglianza, che porti finalmente ad un profondo cambiamento nel sociale, accorciando quelle distanze economiche e culturali, che oggi con questa Sua politica, ha realizzato!!!

domenica 20 gennaio 2013

Avete delle idee da proporre al Presidente Monti?

Avete delle idee da proporre al Presidente Monti? Se foste voi a governare il Paese cosa fareste?
Ecco con questa frase, il prof. Monti si presenta su Facebook e chiede Noi, qualche idea da poter proporre...
A questa domanda non ho saputo resistere e quindi qui riproduco, quanto riportato nella mia concisa risposta:
Innanzitutto comincerei con la patrimoniale, poi dimezzerei il numero dei parlamentari ed i loro privilegi, quindi passerei alla efficienza della pubblica amministrazione riducendo il numero degli addetti molti dei quali incapaci e raccomandati, toglierei le province e gli enti inutili, migliorerei la legalità con norme anti corruzione e gestione efficace dei patrimoni confiscati, controllerei le norme bancarie e valorizzerei il merito e combatterei ogni forma di evasione, attuerei politiche sociali per i meno abbienti e darei avvio ai lavori per nuove infrastrutture, garantirei il diritto alla salute con presidi ospedalieri efficaci e funzionanti, darei maggiore assistenza ai pensionati ed aiuterei i giovani per l'acquisto della loro prima casa, migliorerei i programmi energetici in particolare quelli rinnovabili, valorizzerei il nostro patrimonio artistico e culturale, incentiverei il turismo ed i nostri prodotti tipici e docp, rilancerei la formazione dei ragazzi anche attraverso  l'artigianato ed il commercio, faciliterei la costituzione di nuove imprese private e sosterrei i giovani e l'innovazione, premierei la scuola pubblica e la ricerca universitaria, farei finalmente qualcosa di concreto e darei una svolta a questo Paese ormai al collasso...
Cose da fare come si può vedere c'è ne sono tante, ma la verità è che queste, non vengono neanche prese in considerazione, perché è difficile fare rinunciare ai propri colleghi quei privilegi ormai acquisisti ed inoltre, come pensare di prendere provvedimenti verso quanti sono inseriti presso i pubblici uffici, oggi ricattati da quel voto di scambio, frutto del clientelismo politico che ha loro consentito di usufruire, di quelle opportune raccomandazioni, per poter vedere soddisfatte le loro richiesta...
Vi siete mai chiesti perché nei pubblici uffici o in certi enti, non si svolga mai un concorso...???,  oppure perché le famose graduatorie sono state totalmente abolite???
Semplice per avere il controllo delle persone e dei loro voti!!!
Un sistema studiato a tutti i livelli, anche a quelli più bassi, che permettono l'ingresso lavorativo all'interno di cooperative e/o di società S.p.A oppure ancora presso i nostri Centri commerciali e/o in quelle importanti catene di distribuzione...
Un mondo lavorativo pilotato, per essere chiamato a rapporto quando necessario!!!
Per questo ci si è venduti, per quanto si è chiesto... oggi si paga pegno!!!   

sabato 19 gennaio 2013

Un'altra Italia è possibile???


Pasqua è ancor lontana, eppure questi sono già giorni di “Passione” per la nostra seconda Repubblica: partita di slancio, vent’anni or sono, col suo carico di promesse (una nuova etica pubblica, un rinnovamento della classe politica, riforme strutturali…), è rimasta praticamente ferma ai nastri di partenza.
Miracolosamente recitano ancora sul palco del teatrino politico italiano personaggi “evergreen”, quali Berlusconi, Fini, Casini, Bersani: se un paziente, caduto in coma nel ’94, si risvegliasse solo oggi, sarebbe assai difficile convincerlo che sono trascorsi invano diciotto anni!
La seconda Repubblica ha offerto solo il peggio di sé. Eppure rimpiangere la prima, come in voga tra i nostalgici, è un’operazione “ai limiti dell’irragionevolezza”: come dimenticare che la prima Repubblica è miseramente crollata travolta da un’ondata di corruzione e monetine? E come nascondere che quel fardello -chiamato debito pubblico- che gli italiani si caricano sulle spalle è stato riempito dalla politica clientelare ed affarista di quei favolosi anni ‘80?!
Nell’anno trascorso, il Capo dello Stato, affidando ad un tecnico il compito di traghettare l’Italia tra le onde burrascose della speculazione finanziaria, ha agito da “curatore fallimentare” della seconda Repubblica, non più fidandosi dei vari “Schettino” della politica nostrana. Ma dove dirigere, adesso, la nave Italia?
Tornare indietro non è più possibile, così come proseguire sulla rotta tracciata dal bipolarismo malato di questi anni. Occorre guardare avanti e far rotta verso una terza Repubblica, completando finalmente quella traversata perigliosa iniziata nel ’94.
In che modo? Seguendo tre direttrici:
◆ in primis, una riforma strutturale dell’assetto istituzionale del Paese (attuando un vero federalismo, abolendo le Province, riparando i guasti di un’affrettata riforma del Titolo V della Costituzione ed introducendo l’elezione diretta del Capo dello Stato);
◆ in secundis, un rinnovamento radicale della classe politica italiana (introducendo il limite di due mandati per ogni carica elettiva ed imponendo ai partiti per legge le primarie);
◆ in tertiis, il ripristino sostanziale di una “democrazia rappresentativa” (restituendo ai cittadini -ancora detentori della sovranità- la facoltà d’incidere sulle scelte della politica, abolendo il Porcellum, rivitalizzando l’istituto referendario con l’abolizione del quorum ed introducendo i referendum propositivi).
Via maestra per conseguire un traguardo così ambizioso sarebbe l’elezione di una nuova Costituente. Sarà mai il nostro Paese pronto ad una simile “prova di maturità”?
Per gentile concessione di Gaspare Sera.
Blog “Panta Rei”

venerdì 18 gennaio 2013

Roberto Vassalle ospite a Servizio Pubblico...


L'Avv. Roberto Vassalle, descrive in maniera precisa, durante la puntata di ieri sera di Santoro " Servizio Pubblico", gli interessi finanziari ed economici delle nostre Banche, che insieme al potere politico, hanno in questi 30 anni, gestito in maniera comune, una ed unica classe dirigente, che ci ha portato in questa situazione fallimentare!!!   
Non c'è ne destra e ne sinistra, passando dal centro sono tutti d'accordo a sostenere l'interesse delle Banche..., ed oggi proprio Monti ne rappresenta l'apice di questo sistema...
Infatti, chiamato da tutti coloro che avevano interesse a proteggere i loro privilegi ed interessi, sostenuto da tutti dalla maggioranza dei partiti, ha iniziato a tassare a sangue gli Italiani, per salvare quelle Banche che invece dovevano essere dichiarate fallite, avendo così tutti i provvedimenti approvati e organizzando un sistema, dove ogni azione è indirizzata a favore delle banche, vedasi l'obbligo dei conti bancari per i pensionati, l'obbligo dei pagamenti con le carte di credito, dando così la possibilità alle Banche, d'incassare una percentuale su ogni c/c aperto e sui movimenti che vengono realizzati attraverso l'uso delle carte di credito...
Bisognava incamerare nuove entrate, in quanto le Banche avevano fatto operazioni scellerate, speculazioni assurde, hanno nominato loro uomini a protezione di questo potere politico/economico, nominando controllori e responsabili della Banca d'Italia e della Consob, hanno venduto titoli che mai  sarebbero dovuti entrare nel mercato Italiano, obbligazioni argentine, fino a passare alle aziende, circa 100.000 sono state coinvolte nella truffa dei derivati, tutti soldi dei contribuenti andati persi...e senza che nessuno sia mai intervenuto a difesa!!!
Una responsabilità collettiva, di cui tutti ne sono responsabili e nessuno è escluso..., avendo vissuto in questo sistema corrotto, condividendone le scelte e godendo di quei privilegi che questa situazione dava, senza mai protestare e soprattutto senza mai dimettervi, continuando a percepire lauti stipendi e permettendo purtroppo quanto è accaduto...
Qualcosa comunque sta cambiando, proprio in queste ore il Giudice Unico del Tribunale di Messina, Antonino Orifici, ha condannato l’Unicredit( per la prima, volta ) ad un risarcimento danni per omessa ed errata informazione nell’ambito dell’attività di collocamento dei titoli Lehman Brothers, la spregiudicata Banca d’affari americana che ha poi dichiarato bancarotta nel 2008 e che ha segnato l’inizio della crisi finanziaria che travolto il sistema bancario mondiale.
A vincere la causa, un  piccolo risparmiatore, che  assistito dai legali  Fiorillo e Sammartano, ha permesso che la banca venisse condannata, come meglio spiegato nella sentenza  ”per avere rappresentato al consumatore, la sicurezza di un investimento, poi rivelatosi fallimentare”
La Banca, aveva venduto una polizza assicurativa con garanzia della Lehman Brothers, assicurando al proprio cliente che " il capitale investito sarebbe stato comunque protetto ", cosa che invece non si è dimostrata, avendo il risparmiatore perso tutto il capitale investito, che rappresentava i risparmi di una vita!!!
Questa decisione, anche se rappresenta un piccolo passo, può essere di sostegno per le numerose  cause ancora in fase di procedimento, per tutti quei risparmiatori, che volutamente ingannati, hanno ceduto alle lusinghe della Banca e dei suoi promotori finanziari...  

giovedì 17 gennaio 2013

Fratelli d'Italia...



Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta, dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa.
Dov'è la vittoria? Le porga la chioma, che schiava di Roma Iddio la creò.
Stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò.
Stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò, sì!
LIBERI-ONESTI E DECISI... 
Ecco come si presenta in nuovo movimento politico " Fratelli d'Italia " inaugurato dagli Onorevoli Crosetto, Meloni e La Russa...
 Il nome è stato copiato da quanto aveva già realizzato l'On. Michaela Biancofiore, che qualche mese fa, aveva lanciato una nuova proposta con questo nome, ed ora questa, gli è stata copiata...
Adesso finalmente si sentono liberi, già dopo che il Pdl di Berlusconi li ha espulsi, ora cercano di rientrare dalla porta di servizio...
Poi questa frase e quel presentarsi come onesti, come se questo fosse un merito..., certo in un mondo di ladri, qualcuno potrebbe pensare che il non aver rubato è sintomo di onestà... ma non è così, rappresenta soltanto la cosa più ovvia e semplice, avere rispetto di se stessi prima e successivamente anche nei riguardi degli altri...
Agire quindi, facendo sempre la scelta giusta, senza raggirare o truffare, decidere con le nostre azioni, di non voler danneggiare nessuno, non cercando le solite scorciatoie, per se stessi o per i propri figli, ma  soprattutto non giustificare gli errori già commessi, discolpando se stessi ripetendo che tanto ormai... lo fanno tutti!!!
E quell'essere decisi... su cosa...??? su quali programmi...??? Decisi di stare dove...??? Al Centro- Destra con Berlusconi e la Lega, oppure al Centro Cristiano-moderato di Monti, Casini e l'ex  loro Segretario e Presidente ( oggi definito "traditore" ), Gianfranco Fini..., oppure per stare da soli e per fare cosa???
Io vedo sempre le stesse facce... quelle che hanno permesso a Berlusconi di fare quanto a voluto in questi 16 anni, scudieri di quel sistema che ha mostrato tutte le proprie debolezze, complici di quel malaffare generale, dove, l'aver non voluto sentire, il voltarsi per non dover guardare e l'essere rimasti in silenzio, vi fa ai miei occhi, ancor più solidali e partecipi, rispetto a quanto avreste potuto denunciare ( dichiarazione che sappiamo... non esserci mai stata...), ed ora si vorrebbe passare dalla parte opposta, dalla parte di coloro che guardano agli eventi, quasi non ne fossero stati complici, spettatori indignati, in attesa di godere della prossima pubblica gogna...
Oggi, stiamo assistendo come questi nostri politici, tentano di riciclarsi, come nuovi modelli, dimenticando che sono decenni, che li vediamo lì, pronti a barattare le loro idee, per una poltrona, un ministero, che li possa sempre più gratificare...
Stasera nel cercare con google la parola " fratelli d'italia, mi sono accorto che nelle prime due pagine si parla soltanto di questo movimento ed il famoso nostro Inno è collocato quasi alla fine, cioè al 18° posto!!!
Povero Mameli, povera questa nostra Patria, l'Italia, in cui ci si chiama fratelli, soltanto quando gioca la Nazionale, ed oggi, perché qualcuno spera con questo nome, di poter recuperare qualche voto in più...; ma pur sempre la nostra Patria, già, sii... espressione d'inefficacia ed incertezza, che porta nuovamente ancora una volta, i suoi eccellenti giovani, a cercare altrove quelle prospettive di lavoro e di vita, che purtroppo attualmente le sono state a torto ( dai soliti noti... ), sottratte!!!


mercoledì 16 gennaio 2013

L'Italia, presa ad esempio...

L'italia da sempre storicamente è stata guardata come un modello da imitare, dall'arte alla architettura, dalle innovazioni tecnologiche alla ricerca, dai prodotti tipici a  quei particolari vini esclusivi, dal manifatturiero alla elettronica, dal metalmeccanico alla realizzazione di grandi imbarcazioni navali, e via discorrendo....
Tutti i paesi, nessuno escluso, hanno inviato propri tecnici, per poterci copiare, per imitare quanto realizziamo, hanno richiesto ai nostri ingegneri, medici, ricercatori, ecc..., di seguirli nei loro paesi, corteggiandoli con stipendi e premi da favola e dando loro, direzione di cattedre e/o industrie...
L'Italia...un modello da imitare, ecco cosa è stata in questi 2 mila anni il nostro Paese... ed oggi è bastato così poco, già soltanto quanto riportato dai mass media che, notizie negative, vengono riportate a pieno scherno, per poter deridere ed offendere, il nostro paese...
Difatti, proprio qualche giorno fa, in una trasmissione spagnola, un esponente di primo piano, nell'apprendere le notizie sullo scandalo legato al calcio scommesse ed alla vendita  di alcune partite nel proprio paese, aggiungeva che bisognava estirpare questa malaffare, che dall'Italia purtroppo si era spostato ora in Spagna...
Vi rendete conto, noi quel modello da imitare..., noi che insieme al Brasile il calcio lo abbiamo esportato in tutto il mondo, noi che abbiamo esportato ovunque tecniche e metodologie,  direttori tecnici, allenatori, giocatori, ecco che adesso, veniamo accostati a qualcosa di poco onesto,  modello negativo da non imitare, perché ormai corrotti e venduti... 
Ora si è deciso di prevenire qualsiasi situazione illegale, sia in tema di prevenzione che di investigazione, vengono verificate anche eventuali situazioni di doping, tutto viene messo in discussione e certamente come da noi, inizieranno processi sportivi, sentenze, punizioni, squalifiche e punti di penalizzazione... tutto come da noi...
Ma poi perché meravigliarci, dopotutto mentre i nostri politici sono così impegnati a promuovere le proprie campagne elettorali e noi Italiani siamo più interessati a vederci le partite di Coppa Italia, nel frattempo, la nostra Guardia di Finanza continua anche oggi, a perquisire uffici, alla ricerca di documenti, nell'ambito delle solite inchieste su bancarotta e corruzione!!! 

martedì 15 gennaio 2013

Votare o non votare... questo è il problema!!!

Già, ormai ci è resi conto, che gli Italiani sono divisi tra votanti e non votanti, tra chi pensa di schierarsi all'interno di un partito e chi invece preferisce astenersi, per non averci nulla a che fare con essi...
Tutti i nostri politici, sono in bella mostra, dichiarando a chi si rivolge loro, che attraverso cambiamenti radicali ed ovviamente premiando la scelta della propria candidatura, ci saranno nuove opportunità e quindi giù... con quante più promesse possibili.
La cosa infatti più odiosa in questo periodo e che tutto si trasformi in un baratto, si perché se da un lato, ci sono loro che fanno finta di non aver bisogno, di ogni nostro singolo voto, dall'altra parte della barricata, ci sono tutti coloro disposti a far pesare quella promessa di voto, ma che molto probabilmente hanno già venduto ad altri...
Un vero schifo quindi, da qualunque parte ci si trovi, sia per quanti si vendono, che per quanti ne approfittano e quindi cosa fare???
Forse l'unica cosa possibile da fare è scegliere..., si tentare di scegliere la soluzione meno drammatica, sperare quindi di individuare chi tra i tanti, possa veramente essere ispirato, da principi di moralità, legalità e quant'altro...
Certo, la ricerca è alquanto difficile e non è detto che ci si riesca..., già in questo mal melma generale, sembra impossibile individuare quel partito e soprattutto quegli uomini che, ancora conservino ancora una propria indipendenza morale, tale da non farsi condizionare da una partitocrazia, insita in questo sistema...
Però debbo aggiungere che, se guardiamo bene, forse qualcosa di buono sembra esserci e forse qualcosa sta nascendo, certamente va ancora perfezionato, non risulta chiaro ed i programmi vanno corretti e migliorati, però almeno ci si orienta verso nuovi percorsi, che nulla hanno a che fare con quelli passati, con quel modo di svolgere anche in maniera criminale, la conduzione della cosiddetta " cosa pubblica... ".
Certamente, se anche questo non vi convince, se pensate che ormai, stufi da questa politica, preferite astenersi,  ecco che bisogna ricordarsi sempre, che il non-voto, privilegia proprio coloro che non volevate al Governo, in quanto, con questa protesta, la percentuale dei voti non dati, non saranno ridistribuiti in percentuale, quasi fossero state delle schede bianche o nulle...
Infatti, se il vostro voto, vuole essere espressione di una legittima protesta, questo a mio avviso va comunque dato, poiché, l'astensionismo passivo non fa percentuale di media, in quanto il nostro sistema di attribuzione, non prevede nessun quorum di partecipazione e quindi le cosiddette schede bianche e nulle, non faranno media nella percentuale dei votanti, ma verranno accumulate ( dopo la verifica in sede di collegio di garanzia, che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle), per poi essere ripartite nel cosiddetto premio di maggioranza....
Allora, se per una volta decidiate di non mediare con i vostri interessi personali, ma vi convinciate di votare con la vostra testa, chi pensate possa essere meritevole per il futuro vostro e dei vostri figli, allora per una volta votate in maniera cosciente, cosicché alzandovi la mattina, possiate dignitosamente ancora  guardarvi allo specchio...  




lunedì 14 gennaio 2013

Perché votare il Prof. Mario Monti???

Già, perché dovremmo votare il Professore???
A cosa è dovuto questo appoggio da parte della Chiesa???
Perché il Presidente della Repubblica alcuni mesi or sono a scelto proprio Lui, tra i tanti possibili candidati???
Perché l'Europa guarda con favore al Professore e ne appoggia la candidatura???
A cosa si deve l'appoggio e la credibilità data al professore, dalla Comunità Europea ed in particolare dai suoi maggiori esponenti, come quelli della Cancelliera tedesca Merkel e/o del Presidente francese Hollande??? 
Come mai le Banche Internazionali in particolare quella tedesca è americana e gli investitori stranieri, spingono a riconfermare Monti quale Presidente del Consiglio???
A cosa si deve, la forte spinta a Lui data, da una parte dei nostri sindacati, associazioni, confindustria, stampa e televisione???
Ed infine, quest'uomo, giunto a noi così all'improvviso, quasi fosse il  "salvatore della Patria ", considerato da tutti, l'unico che possiede le maggiori possibilità per portare l’Italia, come potrà risollevarci, da questa crisi che a tutt'oggi ci attanaglia???
Ecco, a tutte queste domande, state certi che una risposta c'è!!!
Il Prof. Monti si presenta oggi, come espressione integerrima di onestà e professionalità, uno dei pochi che dimostra i possedere requisiti sani, d'ispirazione cattolica, antagonista a quella sinistra estrema, differente nei modi e nei comportamenti da personaggi ambigui e soprattutto lontano da ribalte e notizie di gossip, da quei comportamenti di alcuni esponenti di centro destra che hanno profondamente indignato ed irritato, gran parte dei cittadini, in particolare quelli di sesso femminile...
Ma chi sarà mai questo profeta sceso sulla terra per salvare noi da questo baratro???
Da informazione sul web leggiamo che Mario Monti è Senatore a vita e Presidente europeo della Commissione Trilaterale, cioè di un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 73' dal Banchiere Rockefeller ed ancora è membro del Comitato Direttivo del Gruppo Bilderberg ( cos'è... basti leggersi un mio precedente post... ), ha studiato all'Università di Yale, che secondo alcuni è la sede della famosa setta massonica Skull and Bones, un nuovo ordine mondiale internazionale...
Complimenti un curriculum veramente interessante e la cosa incredibile e che sta per diventare nuovamente il Presidente del Consiglio dei Ministri della nostra Repubblica Italiana...
Potremmo dire, un golpe in piena regola, coperto e nascosto sotto forma di elezione, dove viene instaurata una finta democrazia,  gestita da Holding e Banche internazionali, legate in maniera inscindibile da contratti personali e finanziari..., e la cosa bella è che qualcuno ancora insiste nel volerci fare credere, che questo  nostro voto, può ancora decidere le sorti del nostro Paese...
Non è vero niente..., tutto è già stato deciso a tavolino, che poi sia Bersani o Berlusconi, quello a cui appoggiarsi non interessa, alla fine vedrete che tra un po', come per magia le cose inizieranno a sistemarsi...e non ci sarà bisogno di uscire dall'area euro, l'economia ripartirà, ed anche altri Stati, come Grecia, Portogallo e Spagna inizieranno a ripartire, arriveranno gli investitori ed anche la Cina vedrete che ci aiuterà...
I corsi e ricorsi storici si ripetono..., qualcuno deve cadere, qualcun'altro invece dovrà salire e garantire con la Sua persona, stabilità, ecco questo è ciò che sta accadendo!!!
Bisogna ripartire e Monti oggi è l'uomo scelto...!!!
mettere in moto l'Europa, la stabilità economica, salvaguardare la posizione strategica militare, proporsi verso i paesi nel nord Africa e soprattutto dialogare con quelli islamici...
Il vecchio potere della Democrazia Cristiana sta ritornando, le forze centriste, cristiano-cattoliche, moderate e laiche, spingono per diventare nuovamente l'ago della bilancia, fare pesare nuovamente la propria forza, riprendendosi quanto in questi anni, hanno dovuto lasciare ad altri...  
In questo scenario, qualcosa d'importante state certi accadrà, in questo baratto tra potere economico e stabilità nazionale ed internazionale, state certi che c'è sempre qualcuno che da dietro muoverà le fila, perché alla fine loro con i loro giochi di potere guadagneranno sempre, mentre a noi come sempre, non resterà altro che guardare e piangerci addosso!!!
Ecco ora sapete perchè potete pensare di voler votare per Mario Monti

venerdì 11 gennaio 2013

Travaglio - Berlusconi 3-3


Che tutti fossero a vedere la trasmissione di ieri sera " Servizio Pubblico " e che lo Share era già salito alle stelle già prima dell'inizio della trasmissione, era prevedibile...
Tutti davanti al video, in attesa del confronto tra Berlusconi e Travaglio, con Santoro a fare da mediatore...   ( anche se un po' di parte... ma è prevedibile e logico), una vera sfida all'ultimo sangue..., questo era quello che ci si aspettava, ma le regole concordate dalle parti, condizionano attraverso tutta una serie di vincoli, i cosiddetti limiti, che non devono essere superati..., in particolare a quelli legati alle vicende processuali del premier ed ai suoi scandali sessuali...  
Già in questo scontro però, alla fine è mancato il cosiddetto "colpo dello scorpione"..., quello che avrebbe dovuto colpire e lasciare a terra uno dei due contendenti, in particolare per quanto ci si aspettava, l'ex Premier...
Berlusconi invece era a suo agio, in perfetta forma per essere quasi un ottantenne, seduto lì da solo in mezzo all'arena, quasi fosse un torero, a volte fermo e certe volte a girarsi tra il pubblico, attirava a se ogni sguardo... provocando e coinvolgendo il pubblico con domande, che punzecchiavano la loro preparazione...
Non voglio entrare nelle domande e nelle relative risposte, quelle ormai le trovate in tutti i servizi nel web, ciò che mi interessa puntualizzare e aver pensato per un momento, che di Berlusconi se ne potesse fare poltiglia..., ecco questo è stato forse per gli autori, il più grosso errore che si poteva commettere...
Pensare che Berlusconi, non sia un uomo preparato, non abbia capacità professionale, non sia un uomo talmente furbo e capace, di togliere anche al suo peggior nemico la camicia senza che se ne accorga..., ahhh... ecco, questa minima considerazione dell'avversario è stato il boomerang che inaspettatamente è tornato indietro...
L'ex premier è un'uomo ( basta leggersi anche un mio semplice post " gli inizi di berlusconi: http://nicola-costanzo.blogspot.it/2012/06/gli-inizi-di-berlusconi.html "...), che da come ha iniziato a muoversi... si capisce che quando Egli scherza con Travaglio, che a suo dire lo paragona al " genio del male ", ecco proprio in quella battuta si nasconde il vero Joker..., infatti, esponendosi  a quella battuta... dissimulava quanto in cuor suo, sapeva d'essere la verità...
Anche l'aver programmato di uscire di scena con quella sua lettera..., quasi non ne conoscesse il contenuto, ecco quello è stato un colpo magistrale, di grande effetto!!! 
Già, infierire sull'avversario iniziando con la propria laurea, in lettere e filosofia, raggiunta all'età di 32 anni   ed ancora poi, quella raccomandazione, tramite quanto riporta Berlusconi, dello scrittore Giovanni Appino, proprio nel giornale curato da Montanelli, ma di cui proprio Berlusconi ne è proprietario...e che permette a Travaglio di farsi le ossa e di rimanere ne " Il Giornale " dal 1987 al 1994... e successivamente quella dichiarazione dei redditi che nel 2005 ( l'unica di cui si ha conoscenza... ) di circa 285.000 € con una crescita esponenziale, certamente dovuta alla vendita dei libri scritti, su un'argomento particolare, chiamato sempre... Silvio Berlusconi e poi ovviamente l'elenco " sgradito " dei processi per diffamazione, per finire con  quell'ineducato gesto ( giustificato dall'ex premier, quale scherno e ironia..., ma sempre ineducato resta...) di ripulire con un fazzoletto la sedia,  nella quale era stato seduto precedentemente il proprio avversario!!!   
Ma come si può pensare che uno degli uomini più potenti al mondo, non possieda alcun dossier su Travaglio, Santoro, ecc...; che questi, possano essere stati, casti e puri, da non aver commesso, anche involontariamente nel corso della propria vita o della loro professione qualcosa che oggi, potrebbe ritorcersi  contro???
E poi, vogliamo discutere dei metodi proposti, durante le trasmissioni, dove si passa dal modello compiacente di Bruno Vespa a quello accattivante di Marco Travaglio..., una pratica giornalistica questa, che non sviluppa temi e fatti, con giudizio critici che non esaminano i fatti per come sono, ma vengono trasformati in maniera ambigua, manipolati per sferzare al telespettatore, come dei flash, dubbi e collere, che non fanno altro che alimentare rabbia nei cittadini...
E' un esempio della poca professionalità che oggi troviamo ovunque nel nostro Paese, dove la spinta emotiva viene privilegiata per raggiungere fini che sono prettamente economici e commerciali ed ancora, per condizionare scelte politiche e personali, che tentano di premiare e/o rovinare chiunque abbia la fortuna/sfortuna di doversi cimentare in queste logiche...
Comunque credo che alla fine, la trasmissione sia giovata più a Berlusconi che a quanti avrebbero desiderato vederlo distrutto..., a conferma di ciò, proprio i sondaggi di questa mattina, danno Berlusconi in aumento di 2 punti percentuali!!!
Io comunque resto sempre dell'idea, di cacciarli tutti!!! 

Una stretta di mano... tra gente d'onore!!!


Il presidente dell'Antimafia Pisanu ha dichiarato..., ma quale trattativa... soltanto una parziale intesa tra lo Stato e "cosa nostra"....
Ahhhh..., come....  ho sentito bene.... ?????
Le nuove affermazioni del Presidente della Commissione Antimafia B. Pisanu, nel ricordare il periodo stragista,  dichiara che non fu una vera e propria trattativa... ( e no certo..., non si poteva mica contrattare attraverso carte bollate o davanti ad un notaio), ovviamente la serie di colloqui e discussioni preliminari, che hanno poi condotto alla conclusione di una contrattazione, non poteva  svolgersi in maniera palese e con il tacito accordo scritto tra le parti...
Chiamiamola soltanto un'intesa..., loro non mettono più le bombe e lo Stato migliora la condizione dei detenuti e del cosiddetto 41bis...
E' certo, non si poteva mica continuare così, con i nostri magistrati che saltavano in aria e poi chi sarebbe stato il prossimo..., ancora un magistrato o forse chissà qualche politico???
Comunque, si sono parlati, si... senza alcun mandato ufficiale..., ovviamente nessuna delle due parti, poteva delegare, per nome e per conto proprio, un rappresentante ( non certo diplomatico... ) o una delegazione, che avrebbe dovuto esternare i punti della cosiddetta trattativa....
Ognuno di essi, diciamo che era senza un mandato ufficiale, così uomini dello Stato, senza alcun motivo personale, soltanto per spirito d'iniziativa, si sono trasformati in nuovi Rambo, verso la missione della vita..., agenti di una Patria, che non riconoscerà loro  meriti e medaglie...
Ma alla fine quindi, il famoso papello... fu firmato oppure no??? e chi fu questo uomo dello Stato ( con mandato e/o senza mandato ) da potersi permettere di  mediare con la più potente società criminale nel mondo, da venire accettato dalla contro parte, quale garante delle Istituzioni..., doveva essere qualcuno di veramente importante, non certo un pinco-pallino, qualcuno che poi, riportando a chi di dovere gli accordi della transazione, veniva ovviamente ascoltato, adottando quanto necessario perché l'accordo venisse quindi mantenuto...
Comunque in definitiva, a differenza di quanto finora detto, un'accordo c'è stato e qualcuno si è piegato alle volontà dell'altro..., dando così inizio a quelle nuove collaborazioni, che si sono poi sviluppate prima nella politica e successivamente nell'economia e nel sociale..., certo una vera vergogna, pensando a coloro che per questo Stato, hanno dato la propria vita...
Oggi mi viene il dubbio o almeno il sospetto, che quanto dichiarato dai nostri Vertici Istituzionali del tempo, forse non era proprio vero... e che qualcosa su quella trattativa era trapelato...
Abbiamo sentito proprio in questi giorni, nella trasmissione di Santoro come l'ex Procuratore Ingroia, ha raccontato in diretta, una parte fondamentale di quel periodo e di come qualcuno si salvò al posto di qualcun'altro... ( http://youtu.be/8onNFYg5UpM )
Volerci indurre a credere che dietro le stragi, ci sia stato soltanto "cosa nostra" e quanto si è cercato di fare in tutti questi anni, per nascondere la vera intenzione di coloro ( uomini deviati dello stato, politici corrotti, nuove forze emergenti, loggie o massonerie, agenzie estere...) che hanno permesso alla mafia, di potersi eclissare, insabbiando quanto svolto, celando gli uomini con cui avevano mediato, dissimulando ed offuscando i propri tentacoli in altre attività, non più rette dalla forza delle armi, ma da quelle connivenze  territoriali, politiche ed economiche, che le hanno permesso di crescere e di ricostruire la propria organizzazione...
Qualcosa, si è vero sta cambiando, ma siamo ben lontani da poter dire che questo nostro Stato sia oggi in grado di poter infliggere un duro colpo a questa organizzazione, anche e soprattutto perché, non bisogna mai dimenticare che la mafia non rappresenta la causa prima dei mali della nostra Sicilia, ma semmai, sono i mali della nostra Regione, e cioè, la disoccupazione, la povertà, la dispersione scolastica, i mancati investimenti, il controllo del territorio, lo sfruttamento, la malasanità, il lavoro nero, l'analfabetismo, le politiche di sviluppo inadatte ed errate nell'industria, nell'agricoltura e nel turismo, tutti problemi strutturali, creati a tavolino, da quel capitalismo politico e partitocratico che è finalizzato soltanto agli interessi del Nord.

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo