Translate

domenica 19 agosto 2012

Un patto... prima del nome di Crocetta...

Il PD in nome e per nome di Enzo Bianco, dichiara di pretendere innanzitutto una intesa all'interno del partito e successivamente l'eventuale nome del candidato...
Certamente la strategia deve essere come sempre, prerogativa a tutto anche al candidato Presidente della Regione, che ovviamente, per ringraziare del sostegno ricevuto, dovrà certamente se eletto, acconsentire in futuro alle richieste di coloro che oggi l'hanno appoggiato..., alla fine come sempre... nulla cambia!!!
Ho sentito parlare che perché le alleanze abbiano effetto " servirebbe un miracolo”... 
Io spero che il miracolo produca finalmente un definitivo cambiamento di queste scelte e di questa politica, fatta sempre da quegli stessi uomini, da cui ancora attendo risposte, in particolare mi riferisco a utilizzi delle casse dei partiti per propri interessi personali..., ovviamente le risposte le pretendo da coloro che sono demandati a tali compiti..., soggetti da cui finora non ho sentito nulla!!! 
Fra gli impegni più importanti ho sentito che il Sen. si dedicherà con attenzione alla riforma della legge elettorale... ma guarda un po'..., chissà perché pensavo la stessa cosa... certo si è fatto tanto per avere il maggioritario, che oggi che qualcuno potrebbe riceverne vantaggi a discapito di altri  ( vedasi Movimento 5 Stelle e IDV ) si tenta di cambiare la legge... 
Con tanti problemi che attanagliano la nostra regione... pensiamo alle leggi, come se in questo nostro Paese non ne abbiamo già di troppe e poi come volete risolvere il problema di aver appoggiato in questi mesi il Governo Lombardo che ha provocato una crisi a livello finanziario che a toccato anche l'Italia!!!
Certo lo definisce il " peggiore "nella storia della Sicilia... e perché non si è cercato di dare un cambiamento a quel governo invece di appoggiarlo soltanto???
Pensa forse che i propri elettori siano contenti di aver operato in questa maniera..., ed ancora debbo complimentarmi con le scelte direttive del partito, prima nazionale e poi regionale...
Oggi si cerca di puntare ad una federazione della sinistra... non c'è riuscito mai nessuno finora e vorrebbe riuscirci lei..., una grande alleanza che serve soltanto per prendere voti, senza alcun programma congiunto e sottoscritto, soltanto parole quali legalità e sviluppo...
Ho appena finito di leggere il libro del giudice Alfonso Sabella ( Cacciatore di mafiosi ), dove parlando con il Boss Pietro Aglieri di legalità, giustizia, rispetto delle regole, egli rispondeva: quando venite a parlare nelle scuole, nelle piazze... i ragazzi vi ascoltano e vi seguono..., tornano a casa a riferire ai propri genitori quelle belle parole sentite; ma quando questi ragazzi crescono e diventano maggiorenni, quando iniziano a cercare un lavoro, una casa, una assistenza economica e/o sanitaria... ecco lì a chi trovano???  A Voi certamente no... mentre trovano Noi... solo a noi!!!
Ecco quanto descritto in questo breve dialogo, rappresenta purtroppo la realtà dei fatti...; ad una lotta ferrea da parte dello Stato è venuto però a mancare quel sostegno produttivo, quella presenza che incentivi i ragazzi ad iniziare una professione, quell'aiuto a realizzarsi come uomini  prima e come padri dopo, quel apporto che faccia diventare loro, responsabili e maturi, per scegliere sempre la strada della legalità... 
In tutto questo dove si pone la politica, i loro uomini, questi cosiddetti rappresentanti, che parlano tanto ma che poco concludono...
Ora si va alla ricerca del candidato ideale..., quel nome che possa creare una alleanza vincente... e chi sarà mai costui???
Forse Crocetta... non si sa..., ha troppo coraggio..., rasenta la temerarietà, ma chi sarà mai costui... Bravehearth!!!
Chissà se forse dopotutto, il ns. Senatore, dimostrando questo profondo disagio, non stia sostenendo proprio lui... dopotutto ha già mostrato negli anni passati, la propria fiducia ed il proprio sostegno alle precedenti campagne elettorali... 
E' poi volevo capire, perché in tanti anni il Sig. Crocetta non ha mai espresso, continui giudizi contrastanti circa l'operato del Governatore della Sicilia??? resta un mistero...
A parte la propaganda che oggi vedo fare su tanti nomi, devo dire che oggi vedo più rappresentativo come Presidente, la figura di Claudio Fava, sia per quanto a rappresentato suo padre Giuseppe, che per la professionalità e la coerenza che in questi anni ha saputo sempre dimostrare... 
Sono certo che Egli, proprio in quanto prima giornalista coerente, potrà dedicare questo suo impegno politico, ai veri interessi di questa ormai martoriata nostra regione!!!
Inoltre, come diceva Suo padre: un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, tiene continuamente allerta le forze dell'ordine, sollecita la costante attenzione della giustizia, impone ai politici il buon governo. 

domenica 12 agosto 2012

Ci mancava solo il partito dei preti...

Si chiamerà - Uomini nuovi per una società di uguali e partecipi, ed è così, che dopo tanti anni in cui la Chiesa aveva deciso di dedicarsi soltanto al potere spirituale delle anime e riservandosi quello politico soltanto per la gestione del proprio Stato sovrano, ecco che oggi, ritorna a riproporre quel potere temporale, riproponendo la candidatura di propri esponenti, derivanti ovviamente da comunità cattoliche cristiane...
Riflettevo quindi che saranno certamente esclusi per ovvia scelta i preti, i divorziati, coloro che sono legati da  matrimoni civili, gli omosessuali, i cristiani non cattolici ed ancora spero quelli condannati e/o indagati in processi penali, quelli che pur cattolici... poco hanno con il professare la propria religione e non scordando coloro che appartengono da sempre a quella definita sinistra cattolica...
Ora se a questi aggiungiamo anche, tutti coloro che con la politica non vogliono averci a che fare... ecco che in definitiva, restano soltanto quelle pochissime coppie e/o famiglie, che possiedono i requisiti per far parte di questo movimento, qualche perpetua ottantenne, qualche pensionato, qualche single convinto e legato da sempre alla propria parrocchia...
Comunque dopo le dimissioni del go­vernatore Lombardo, non si sa più a quale santo votarsi ed ecco quindi l'idea di padre Felice Lupo, parroco di Palermo e ispiratore del movimento che ha come logo, un lupo e un agnello su un bellissimo pra­to illuminato da una luce abbagliante ed è così che la profezia di Isaia si realizzera - Il lupo e l’agnello albergheranno insieme...
Ma scusate, ma cosa è cambiato, coloro che oggi chiamate lupi, non sono coloro con cui avete finora banchettato, non sono gli stessi a cui vi siete rivolti per ottenere finanziamenti, contributi a fondo perduto, cooperative sociali, no profit, onlus, ecc...
Le votazioni sono ormai dietro l'angolo forse chissà per metà Ottobre ed allora la Chiesa mobilita i propri delegati alla ricerca dei voti... speriamo che alla fine non decidano di barattarli, come sempre hanno fatto, per qualche altro ignobile scopo..., ed ancora, come la prenderanno gli amici del " Centro Scudato "..., non saranno certamente contenti di questa iniziativa che potrebbe voltarsi loro contro...
Certo ora si giustifica la discesa in campo motivando che l’attuale incertezza ed il vuoto causato dalla anti-politica debbano essere garantiti da movimenti che prendano ad esempio il buon Vangelo..., così da poter contrastare coloro che oggi si stanno proponendo nella politica e che sono lontani da quelle linee di carattere cattolico...
Ed allora parte la nuova crociata... i cosiddetti prescelti per questa nuova missione, saranno ovviamente scelti dai parroci..., da una Assemblea costituente e da un apposito Consiglio dei saggi, neanche stessimo eleggendo un nuovo Papa...!!!
E' poi il programma..., che prevede un tetto agli stipendi per ogni parlamentare, che dovrà essere ridotto e dovrà privarsi dei cosiddetti " privilegi della casta "; ma la cosa più interessante ( chissà perché lo sospettavo...), è l'impegno a lasciare nelle casse del movimento il 33% della retribuzione da mettere a disposizione ovviamente del movimento, per la creazione di cosa...??? di tre posti di lavoro privato messi a concorso..., ve lo immaginate questo concorso, diretto e gestito per favorire qualche figlio dell'amico di turno..., certo loro vorrebbero farci passare queste iniziative per trasparenti... come tutto quanto viene  svolto all'interno dello Stato Vaticano..., di cui infatti non sappiamo mai nulla..., ma per favore!!!
Per fortuna qualcuno discorda, come la voce di padre Francesco Michele Stabile, insegnante di Storia della chiesa alla Facoltà teologi­ca, che proprio su Facebook lancia l’allarme di collate­ralismo politico..., quel sostegno appunto dato a qualche forza politica, da parte di movimenti culturali che nulla hanno a che fare con la politica, ma servono soltanto a trasformarsi attivamente in organismi di azione e di pressione psicologica, per meglio tutelare gli intrecci politico/ecclesiastici e non certamente quelli di tutelare i valori del cattolicesimo...
Berlusconi & Co., li ha ammaestrati bene i loro discepoli..., ed in questi anni, avendoli ben foraggiati,  vengono ora chiamati a restituire quei favori ricevuti ed allora quale migliore occasione se non quella, di distogliere quei voti, che oggi andrebbero alle nuove Associazioni, Liste civiche, al Movimento Cinque Stelle, all'Italia dei Valori, che a breve faranno ( visti gli attuali sondaggi...) pesare questi loro voti, diventando ago della bilancia, per qualsivoglia nuovo Governo...



sabato 11 agosto 2012

Mafiosi devoti...

Da sempre ci si è posto il problema se la Chiesa, nello svolgere la propria missione, debba pensare nel curare le anime di tutti ( in quel suo voler recuperare la pecorella smarrita), di dedicarsi così, anche a quelle dei mafiosi, che per quanto commesso nel corso della loro vita, non dovrebbero ricevere mai alcun perdono, ma anzi, continuare quella loro penosa esistenza, riflettendo sui torti commessi ed utilizzare il tempo che ancora gli rimane per pentirsi delle scelte fatte e di quella vita certamente sprecata...
Ma quanto sopra nella realtà non avviene, in quanto viene loro offerta una strada che li libera da qualunque peccato e tutto ciò è dovuto al fatto che per più di un secolo e mezzo i mafiosi sono stati accettati come uomini credenti e soprattutto devoti ed soltanto attraverso alcuni suoi uomini, che oggi hanno iniziato ad esprimere le prime condanne ufficiali...
Ed allora mi chiedo perché non essere ancora più intransigenti a cominciare dal negare la comunione ai mafiosi, come già si fa ( una vera vergogna... ) per quegli innocui e pacifici divorziati..., che valore ha far prendere la comunione ad un mafioso, ed il sacerdote potrebbe esimersi dal farlo oppure la comunità cui dipende lo obbliga a darla a chi la chiede, chiunque esso sia, per quella regola imposta di essere severi con il peccato, ma indulgenti con il peccatore...
Basterebbe alla nostra Chiesa dichiarare, che se l’eucaristia non si accoglie con la consapevolezza di ciò che essa rappresenta nella vita di ogni cristiano, questa prenderla senza essere in grazia di Dio,  a chi non rientra in questa nella condizione spirituale, diventa per quel mafioso " religioso ", messosi in fila per ricevere l’eucaristia... , un sacramento inutile che non porterà alcun giovamento nella sua attuale vita ed in quella ultraterrena...
Bisogna quindi che i sacerdoti informino i fedeli nella importanza dei sacramenti e far capire loro la gravità dei peccati e la necessità di attenersi a quella morale cristiana. 
E' soltanto dopo una completa esclusione da quanto finora svolto, nel modificare completamente le proprie abitudini, nel estromettere dalla propria vita i cosiddetti " amici ", nel voler eliminare quel proprio modo d'essere, attraverso la decisione di voler pagare i debiti per gli errori commessi, nel sentire la necessità di confessarsi e di chiedere perdono, prima a Dio e poi alla giustizia perché questa possa compiere il proprio corso, ecco soltanto dopo questo vero pentimento, si può sperare allora di rientrate dalla porta di servizio, in questo mondo fatto di persone civili, per poter sperare se non nel perdono degli uomini, forse in quello che Dio che nella sua bontà potrà concedere...

venerdì 10 agosto 2012

Amore senza sesso o sesso senza amore???

Certo il quesito è interessante... 
E' meglio quindi avere un partner ideale con cui condividere sessualmente le proprie esperienze, pura passione che genera fuoco nel corpo, pur sapendo di non essere innamorati oppure vivere di quel amore cosiddetto " platonico ", fatto di batticuori, manifestazione di una presenza costante, quel non far mai mancare nulla al proprio partner, quel sentimento duraturo ed eterno, ma che pone ed impone il desiderio sessuale, ad esigenza marginale della propria e della altrui esistenza??? 
Esaminando separatamente le due situazioni possiamo dire che il desiderio sessuale, non è purtroppo per tutti i soggetti eguale, ciò è dovuto a vari fattori, all’educazione familiare ricevuta, agli insegnamenti scolastici in particolare se questi svolti in ambienti religiosi, a esperienze fatte e a volte subite, in particolari se negative queste, condizioneranno per sempre il confronto con gli altri, lasciando profondi segni nel proseguo della propria esistenza, quel voler credere che il sesso sia in definitiva qualcosa di sporco e che non rappresenti quindi l’amore… 
Ciò che è particolarmente interessante e che l’area del nostro cervello predisposta a tale funzione, non ha bisogno di accendersi quando è stimolata da fattori esterni, come certe situazioni particolarmente piacevoli, come per esempio il piacere di un buon bicchiere di vino o il sapore prelibato di alcune pietanze… 
Nel caso particolare infatti della manifestazione sessuale, questa non necessità di fattori esterni ed è indipendente dalla presenza fisica della persona oggetto del desiderio, per cui, ciò che scatena gli ormoni sessuali è qualcosa che avviene in un modo più complesso e che si presenta sotto varie forme, quasi fosse l’estrazione indiretta dei nostri pensieri più intimi. 
Ciò a dimostrazione quindi che il sesso e l’amore sono due sensazioni totalmente differenti e che hanno processi di elaborazione che portano il soggetto a soffrire per amore, a creare dipendenza nella persona amata, fino ad arrivare a sperimentare su se stessi, la sofferenza dell’amore in particolare di quando questo viene a mancare… 
Diventa quasi una malattia, si instaura il principio di monogamia, quel voler in maniera possessivo solo e soltanto per se l’amato/a, quella fedeltà imposta al partner a tutti i costi creando una barriera protettiva ad eventuali intromissioni esterne…, il tradimento non è contemplato e in questo comportamento relazionale ci si dimentica di fare la cosa più semplice… cioè di amare!!! 
Ed è per questo che alla fine che il sesso, quasi fosse una droga prende il sopravvento, quando la persona raggiunge attraverso il corpo la massima espressione di piacere, non ricerca altro e autoregolandosi ritrova da solo quella fedeltà naturale che altrimenti sarebbe imposta… 
E’ attraverso la stimolazione quotidiana del piacere, che si spegne il bisogno di ricerca di quel qualcosa e/o qualcuno che possa riportare ai livelli attivi la propria esigenza psicologica e fisica… 
Il momento sessuale riveste una grande importanza nel rapporto di coppia, l’amore ed il sesso debbono sempre andare di pari passo se si vuole tenere alta la relazione in corso, l’essere soddisfatti sessualmente appaga anche la mente che risulta più decisa nel saper contrastare le eventuali situazioni che si vengono a creare, in particolare proprio nei periodi estivi quando ci si è più propensi a socializzare e a conoscere nuove persone… 
Il tradimento dipende sempre dal fatto che nella relazione manca qualcosa, se viene a mancare quel qualcosa che finora lo ha stimolato è ovvio che alla fine si va alla ricerca di qualcosa che possa sostituirlo… 
Quindi il mio consiglio è quello di ricercare sempre il proprio partner ideale, che rappresenti quanto in bellezza, intelligenza, educazione e carattere quel modello da voi desiderato e se a questo aggiungete il piacere di scoprire che sessualmente questa persona vi completa, potete concludere di avere finalmente trovato quanto volevate dando alla vostra vita soddisfazione e possibilità di crescita. 
Accontentarsi o limitare il proprio essere per compiacere il vostro partner, non farà altro che prepararvi ad una agognata esistenza, che avrà quale unico epilogo, la vostra fine! 


giovedì 9 agosto 2012

Claudio Nicolosi e l'Alleanza dei Cittadini

Ormai credo sia palese a tutti coloro che mi leggono, che il sottoscritto pur credendo ancora nei valori ideali della politica, nella gestione ed amministrazione della cosiddetta cosa pubblica, in quella forma chiamata democrazia che ben ci rappresenta e che pone alcuni uomini a rappresentarci, ecco che, a questa idealizzata politica mi debbo poi scontrare con una realtà che pone come interlocutori, una partitocrazia che nulla ha a che fare con la mia scelta, prima nell'uomo e poi in ciò che politicamente egli rappresenta...
E' indubbio che oggi, considerato quanto si sente sui nostri politici dai mass media, ad iniziare dai  reati commessi, da concussioni e collusioni, da corruzioni ed abusi di potere per fini personali, dall'utilizzo della politica per scambio di favori e via discorrendo..., non fa altro che ogni giorno di più, allontanarci da tutti coloro che si propongono, facendoci perdere quella fiducia, che almeno come uomini sapevamo possedere...
E' quindi a costoro è stata messa in discussione, anche la loro onorabilità,  quel sentimento appassionato di essere militante, attivista di un partito o di un movimento, quel voler credere nella politica quale prerogativa di manifestazione di libertà e di benessere, reale soluzione ai problemi dell'uomo e della collettività...
Ed è per questo oggi che voglio dare merito a coloro che da sempre svolgono con grande passione ed impegno, in maniera dignitosa, coerente e responsabile, il cosiddetto essere " politico "...
Ci si dimentica spesso, che esiste una " gavetta " e che ad esclusioni dei cosiddetti figli di papà ( che trovano sin da subito la tavola condita, senza averne alcun merito), coloro che vogliono immettersi nella politica, debbono scontrarsi con momenti di difficoltà, di scoraggiamento, nell'essere messi in disparte dal partito, dai loro segretari, da coloro che per ovvie scelte personali, preferiscono altri a te..., e quindi con profondo rispetto di quelle regole ci si mette in coda, si aspetta il proprio turno, dimostrando giornalmente di meritare quanta si sta facendo, iniziando un lavoro sommerso, lento e difficile, che con il tempo... comincia a dare qualche soddisfazione.
Il problema ora è coinvolgere più persone, iniziare a proporre le nuove idee e trasformare queste in azioni, tentare di condividerne le proprie esperienze a quelle altrui, esporre i propri pensieri a volte contrastanti e diversi da quelli degli altri, trovare dei punti in comune, cercare di riprendere quella fiducia ormai spenta per la politica, ad iniziare dai propri parenti e continuando con gli amici, chiedere di conoscenti, rivolgersi alle persone del quartiere e ampliando poi queste al proprio comune...
Tutto ciò, sottraendo tempo a se stesso e ai propri cari, al proprio tempo libero, ma realizzando quanto in cuor suo onestamente crede, tentando di risolvere, con le esili forze a disposizione, quei primi problemi collettivi..., del vicino, dell'anziano, di chiunque possa chiedergli un qualche sostegno...
Ed ecco che finalmente giungono i risultati, si viene eletti, si apre una sede per ascoltare le esigenze dei concittadini, si raccolgono le segnalazioni ed i disservizi,  si mette a disposizione un servizio legale, si raccolgono firme per petizioni, sostegno ai referendum, mozioni e interventi al Consiglio Comunale, promozioni sociali e culturali, ecco che si amplia la propria struttura con una seconda sede, nasce l'associazione Alleanza dei Cittadini, un sito web ed insieme ad altri amici... ci mettono il cuore.
Caro Claudio, ricordo ancora quando circa sei anni, appena rientrato nella mia terra, dopo tanti anni trascorsi in nord Italia, mi sono ritrovato all'interno dell'ufficio comunale, per richiedere il trasferimento della residenza e quant'altro mi necessitava e tu casualmente mi sei venuto in sostegno, mettendoti a disposizione, accompagnandomi presso i vari sportelli e aiutandomi a completare quell'iter burocratico, che da sempre ho odiato fare...
Una amicizia nata per caso, sincera e senza alcuna pretesa e soprattutto mai una richiesta di favore da parte di entrambi, tu sotto l'insegna di un partito che io non gradivo ed io che limitavo la politica soltanto allo studio dei suoi uomini e delle loro ideologie, tenendomi a distanza senza volerne fare parte e abbastanza lontano da tutto ciò che essa rappresenta, in particolare da ciò che prende il nome di partitocrazia.... ed è per questo mio modo di essere, che a volte purtroppo (  e sono state tante le volte... ), io non sono stato presente ai tuoi inviti e mai ti sei permesso di richiamarmi, per quelle mie mancate partecipazioni...
Ma come dicevo sopra, l'uomo, ecco quello va salvato... ed è per questo che quando mi è stata data la possibilità, non mi sono mai rifiutato di esprimere il mio voto..., quel voto dato a te, per ringraziarti di quanto finora ai svolto, certo sin d'ora, che tra mille peripezie continuerai ancora a realizzare...


  


Spread a 1200...

A volte dire la verità costa... e ne sa qualcosa il Prof. Monti, per aver dichiarato " se il precedente governo fosse ancora in carica, lo spread ora sarebbe a 1200... "!!!
Ora anche se quanto detto possa rispecchiare una eventuale possibilità, il PDL ed in particolare l'ex Presidente del Consiglio Berlusconi, non voleva certamente sentirselo dire... ed allora cosa fa, ordina ai suoi " ominicchi " di mandare un segnale a questo governo... e quindi su un ordine del giorno, fa mancare alle votazioni il numero legale,  volendo dimostrare che senza il loro sostegno non passa nulla...
Vero, ancora per poco spero, dobbiamo assistere a queste commedie da saltimbanchi, dove invece di pensare ai provvedimenti da prendersi, giocano a nascondino ed a rincorrersi come bambini in un cortile, contando a volte il numero di quelli presenti e di coloro che debbono restare fuori... una vera commedia all'Italiana, come tutta la politica svolta da parte di questi signori ( per modo di dire ) in questi anni!!!
Ovviamente il Sig. Monti ( e certamente lui lo è... ), abbassa i toni e telefona a Berlusconi, comunicandogli di essersi dispiaciuto, che la frase riportata sullo spread ed estrapolata dai giornalisti, abbia avuto quale conseguenza, un giudizio di carattere politico ma che ovviamente non rientrava nelle sue intenzioni..., ma dai...chi vorrebbe abbindolare... non ci crede neanche Berlusconi che indispettito ha subito chiamato i suoi a rapporto convocandoli a Palazzo Grazioli...
Ora si parla di provocazione stupida, forse anche suggerita, ma la verità e che se si fosse continuata a gestire la nostra economia, nella stessa maniera con la quale in questi anni è stata condotta, quel differenziale tanto decantato e per alcuni esagerato, forse oggi sarebbe molto più vicino alla realtà che ad una ipotetica stima approssimativa, ed oggi saremmo anche noi a chiedere aiuto all'Unione Europea...
Il rigore richiesto da tutta la comunità ed in particolare dalla Germania, rappresenta quanto oggi ha tentato di svolgere in maniera ferrea il Prof. Monti e che, pur non godendo di pareri favorevoli dell'opinione pubblica per le dovute scelte drastiche adottate, sta certamente ottemperando a quelle direttive che gli erano state imposte e alle quali egli sta dando risposte, ridando finalmente  credibilità al nostro paese...
I partiti politici oggi non possono far altro che mediare e sperare di riuscire a realizzare una nuova riforma elettorale, sperando in un qualche modo di limitare la forte contestazione popolare, che oggi non si vede più rappresentata da certi ignobili soggetti, ma che guarda con speranza a nuovi soggetti, che nulla hanno avuto a che fare con la vecchia politica e che guardano ad un rinnovamento profondo di tutto il sistema ed in particolare di questa cancrotica classe politica vecchia ed in completa decomposizione... 
E' quindi qual'è il rischio oggi... quello delle votazioni anticipate??? Far cadere questo governo Monti per ritornare a governare come si è fatto finora...???
Ed allora che ben vengano queste elezioni, così finalmente vedrete con quanta manifestazione d'affetto appoggeremo i vostri candidati e quali belle sorprese vi riserveremo durante quelle scelte di voto...
Da sempre storicamente c'è un momento in cui questo Italiano pecorone, alza la testa e grazie soprattutto a quella fedeltà e solidarietà che da sempre ci ha contraddistinti, soprattutto nei momenti di difficoltà o di grandi scelte, fondamentali per il nostro paese, ecco, è proprio in questi momenti, in cui noi Italiani siamo certi di fare la cosa giusta... e di solito in quei momenti non sbagliamo!!!

venerdì 3 agosto 2012

Alfano candidato a Presidente della Regione Sicilia???

Ormai, dopo aver fallito come segretario nazionale del PDL, ci viene riproposto secondo una un'indiscrezione che circola tra gli ambienti, quale nuovo Presidente della Regione Sicilia, cioè Berlusconi pensa che dopo averci abbandonato di ripresentarsi e sperare nel voto di noi siciliani...
Pensa forse di recuperare quelle percentuali superiori al 50% che neanche la sua Milano gli ha mai dato e che ormai avendo capito di averla persa,  ha deciso anche di tradire i propri tifosi vendendosi i giocatori migliori della sua squadra...
Certamente questa rappresenta l'ultima possibilità per Alfano, in quanto un suo fallimento ( cosa che avverrà sicuramente... ) lo costringerà a lasciare definitivamente la politica... anche perché a breve, difficilmente ci saranno posti da dividere...
Adesso parla di una politica di austerità e risparmio, che sarà alla base della Sua campagna elettorale, e tra gli impegni presi, inizia sostenendo i candidati a sindaco per le amministrative... con lui ovviamente gli altri esponenti del partito, come Ignazio La Russa, Giuseppe Castiglione, Basilio Catanoso, Raffaele Stancanelli ed altri di cui non ricordo il nome, tutti presenti ed a rapporto, dopo anni di assenza morale, che hanno portato questa terra allo sfacelo assoluto...
Ma tra le argomentazioni interessanti di questi giorni, quella svolta sul confronto-dibattito sulla Legge elettorale « La Sicilia e l'Italia che vogliono scegliere », un esponente del PDL dichiarava che la strada delle elezioni primarie " può essere sbarrata solo da una scelta ai massimi livelli "e quindi si chiedeva al segretario Alfano di scendere in campo per la propria Sicilia, candidandosi alla presidenza della Regione...
Scusi ma se il titolo è la Sicilia che vuole scegliere..., significa che nessuno può a suo insindacabile giudizio prestabilire e/o voler designare a priori, chi possa essere il degno rappresentante...
Quindi parli per lei e per i suoi tesserati e lasci la Sicilia libera da poter scegliere chi vuole, dopotutto se provaste a fare le primarie, tralasciando i suggerimenti e gli ordini del presidente del suo partito, vedrebbe che basterebbe proporre soltanto qualche faccia nuova... che Alfano non sarebbe tra quelli scelti!!! 
Pensare, dopo anni in cui ci avete letteralmente abbandonati, dove il vostro unico pensiero è stato quello di ottenere prima e di salvare, poi la poltrona tanto desiderata, ecco, sperare che quanto da noi subito, ci abbia lasciato senza colpo ferir è voler peccare di superbia...
Noi non abbiamo dimenticato, non pensate che la politica ci abbia sfiancati, statene certi... non mancheremo alle prossime elezioni, saremo tutti presenti a votare coloro che, ci permetteranno di cacciarvi...

giovedì 2 agosto 2012

E' qui la festa??? Si... Lombardo si è dimesso!

Ci sono tanti motivi per festeggiare... e qualcuno a deciso di farlo per salutare le dimissioni di Lombardo... 
Nella città dell'ormai ex governatore, Catania, si è organizzato una festa di piazza, considerato comunque che a farlo siano stati stati proprio quelli del PDL, lascia un po' sgomenti, visti gli abbracci che un tempo si facevano con Berlusconi & Co...
Ora si parla di nuove stagioni politiche e di ripresa dopo questi undici anni di malgoverno suddivisi tra  Cuffaro e Lombardo...
Ovviamente tutti ad ascoltare l'uscita di scena, che avrebbe dovuto dimostrare che quanto svolto in questi anni, contrasta con le notizie eclatanti apparse proprio in questi giorni, su quei conti cosiddetti in rosso, che a sua discolpa sono figli di una crisi finanziaria internazionale, che oggi non risparmia nessuno... e quindi non esiste alcun buco nei bilanci regionali!!!
Ha parlato allora dei conti, del debito Italiano e di quello Siciliano, di votazioni politiche anticipate, di avere fatto tanto per questa Regione, in particolare le tantissime riforme, una presidenza all'apice del successo e verrebbe da aggiungere... svolta con serenità,  per servire al meglio la Sicilia...
In queste sue dimissioni, ha fatto cenno anche alla sua vicenda personale giudiziaria, che lo vede indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio e considerata questa, una escamotage abilmente manovrata sul piano mediatico per volerlo principalmente colpire..., comunque i processi che a breve si susseguiranno, daranno le giuste risposte, a quegli interrogativi...
Prima di lasciare la poltrona, si pensava che sarebbe stato presentato qualche emendamento per mettere in sicurezza i conti, prevedendo anche una riduzione dell'organico..., ma per non cambiare le abitudini, si è deciso di non fare niente a parte qualche nuova nomina affidando a Nicola Vernuccio l'Assessorato alle autonomie locali, mentre Mario Zappia, è stato scelto come commissario straordinario dell'Asp di Siracusa...
Per finire il colpo ad effetto... " perché quindi non separarci dall'Italia??? "... abbiamo in casa un'altro Bossi, incredibile ma vero..., all'interno di Facebook ho una pagina che si intitola Sicilia Indipendente, ma che tiene conto di una indipendenza che nasce principalmente dal pulire a casa nostra i panni sporchi, prima di pensare di volerli pulire altrove... 
Pensare di volerci paragonare all'isola di Malta, dopo che gli abbiamo permesso in questi venti anni di superarci, a cominciare da tutte quelle infrastrutture che non si sono mai volute realizzare, un aeroporto Internazionale a Catania che non permette la discesa dei Boeing,  un porto che è così da 50 anni, un aeroporto a Comiso che non trova soluzione, progetti e strutture per la produzione di energia solare ed eolica arenati, appalti pubblici e privati subordinati al consenso di politici e dei loro amministratori,  nessuna opportunità economica alle nostre imprese, mentre grandi agevolazioni e tassazione fiscali per quelle società del Nord che vengono e speculano sul nostro territorio... 
Oggi Lei desidera augurare a chi la sostituirà, di essere forte e che nel fare i conti con lo Stato di recuperare quello spirito pattizio..., ma vede ciò che oggi nessun politico vuole comprendere è che per prima cosa, bisogna ridare il giusto valore proprio a quel patto fatto con noi cittadini, quel diritto naturale e inalienabilità che è la nostra garanzia di libertà a questo potere arrogante politico...  
Vede, nessun potere istituzionale, potrà mai arrogarsi il diritto di governare i pensieri di noi cittadini, pensieri che per diritto naturale sono ingovernabili e sottoposti al solo controllo della stessa ragione individuale che li formula...
Quindi la prego, lasci ad ognuno di noi la possibilità di scegliere dove e con chi andare ma soprattutto quando farlo..., Lei ormai rappresenta un passato, a cui in tanti non vogliamo più ritornare... 

mercoledì 1 agosto 2012

Nuova legge elettorale...

Una volta le porcate si facevano di nascosto, ora invece ci vengono sputate in faccia fregandosene dei giudizi e delle critiche, che potrebbero ricevere...
Ed è così che è stato fatto passare al Senato l’emendamento all’Art. 9 del testo delle riforme costituzionali. 
Il Senato vota SI a l'elezione diretta del Presidente della Repubblica... dando via libera ad una forma di presidenzialismo... che a cosa ci serve poi, rientra tra quei misteri del tutto italiani...
In questo caos comunque si comincia a lavorare sulla nuova legge elettorale... cercando di rappezzare quanto più possibile la calata vorticosa a cui tutti i partiti sono diretti e tentando di contrastarne l'effetto Grillo e dell'IDV che ormai, sono sempre di più, in rapida ascesa... 
La norma appena approvata modifica l’articolo 83 della Costituzione introducendo un semi-presidenzialismo, prevedendo che il Presidente della Repubblica diventi anche Capo dello Stato...
Viene eletto a suffragio universale dai cittadini e qualcuno spera così, di poter fare eleggere a Presidente degli Italiani qualcuno in particolare... immaginatevi chi??? Da non crederci vero..., pensavate che finalmente si era tolto dai cogl..., ed invece è sempre qui a riproporsi... che folle...
Ed allora si cerca di adottare un nuovo sistema elettorale, Beppe Grillo lo definisce una " porcata all'italiana ", ed in questo ha perfettamente ragione, in quanto la legge ha come unico indirizzo quello di creare una sbarramento tale da limitare le potenzialità del Movimento 5 Stelle...
La cosa bella è certamente da me idealizzata, ma che a nessuno di loro verrà mai in mente... rappresenta la più semplice delle idee e cioè quella di presentarsi davanti ai propri elettori, ammettendo gli errori commessi, dichiarare sin d'ora quali programmi adottare, scrivere queste regole in modo semplice ed elementare, definire in maniera chiara gli impegni, introdurre nelle proprie liste persone nuove e che nulla hanno a che fare con quelle già viste, ovviamente i parenti e/o affini sono esclusi, decidere di fare un passo indietro, dimostrando di non volere a tutti i costi quelle belle poltrone, ma permettere ad altri di svolgere il compito di gestire il Governo, restando di supporto e di sostegno in una decisa opposizione costruttiva, che permetta al Paese e a tutti noi di risollevarsi...
Un'utopia direte, ma certamente e solo con l'impegno di tutti, che a volte i sogni si concretizzano in idee,  trasformandosi e fornendo così quel passaggio, indispensabile per poter traghettare questo nostro Paese verso quella unica rotta, che ci possa condurre lontano da queste acque in tempesta, verso una destinazione più sicura e tranquilla... 



Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo